• Il più grande catalogo d'Europa + 90.000 prodotti in vendita

  • Miglior negozio di vini online 2016 Oltre 100.000 clienti soddisfatti

  • Comprare vino online è rapido Negozio di vino e liquori con spedizioni a partire di 48 h

Vino Trento

Vedere tutti i prodotti in Vino Trento »
Trento è una città situata nella regione italiana del Trentino-Alto Adige/Südtirol, oltre che capoluogo dell’omonima provincia. La denominazione Trento DOC, creata nel 1993, è stata la prima denominazione italiana ad essere riservata unicamente a vini spumanti ottenuti attraverso il metodo classico, cioè con la seconda fermentazione in bottiglia.

La zona delimitata per la produzione del vino Trento DOC comprende circa 800 ettari situati nei comuni della Valle dell’Adige, della Valle di Cembra, della Vallagarina, della Valle del Sarca, della Valsugana e delle Valli Giudicarie.

Storia del Trento DOC

Le prime testimonianze sulla produzione di vino in Trentino risalgono già al 3.000 a.C. La produzione di spumante, invece, cominciò verso la metà dell’Ottocento, anche se otterrà il riconoscimento internazionale solo nei primi anni del Novecento, grazie alla figura di Giulio Ferrari.

Giulio Ferrari, enologo dell’Istituto Agrario San Michele all’Adige e oggi personaggio leggendario dell’enologia italiana, notò infatti una certa corrispondenza di suolo e di clima tra la regione dello Champagne in Francia e il Trentino. Nel 1902, quindi, Ferrari iniziò ad utilizzare il metodo classico, lo stesso utilizzato nell’elaborazione dello Champagne, per produrre uno spumante 100% italiano.

Le uve del Trento DOC

Le uve utilizzate per la spumantizzazione sono Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Nero e Pinot Meunier.

I vigneti si trovano si estendono fino agli 800-900 m sul livello del mare, lungo le pareti delle Dolomiti. A quest’altezza, le uve crescono sane, beneficiando dell’escursione termica e del suolo roccioso. Le uve presentano una sapidità minerale, una buona acidità, struttura e spessore, caratteristiche che si traducono in vini fini ed eleganti.

Bisogna ricordare che il metodo di allevamento della vite più diffuso in Trentino è quello della pergola, che garantisce un’adeguata esposizione al sole anche sui terreni in pendenza. Altri metodi di allevamento sono il guyot e il cordone speronato.

Produzione del Trento DOC

Nella produzione dello spumante Trento DOC, sono utilizzate solo uve trentine raccolte a mano. La vendemmia viene avviata precocemente, quando le uve sono ancora del tutto mature, per preservare l’acidità dei frutti.

Per ottenere la denominazione Trento DOC, l’unico metodo di spumantizzazione consentito è quello classico. Questo metodo comprende la rifermentazione in bottiglia e le operazioni di scuotimento (remuage) e sboccatura (dégorgement). Prevede, inoltre, un periodo minimo di permanenza sui lieviti della durata di 15 mesi (brut), elevato a 24 mesi per un millesimato e a 36 mesi per un riserva.

Le fasi del metodo classico utilizzato nella produzione del Trento DOC sono quattro:

  • Vino base: dalle uve Chardonnay, Pinot Nero, Pinot Bianco o Pinot Menieur si ottiene un vino fermo a cui, una volta imbottigliato, vengono aggiunti lieviti e zuccheri (tiraggio). Dopo il tiraggio, il vino viene riposto in cantina.


  • Presa di spuma: i lieviti e gli zuccheri (sciroppo di tiraggio) innescano la seconda fermentazione in bottiglia, attraverso la quale si producono anidride carbonica e alcol etilico. La pressa di spuma dura circa 60 giorni, durante i quali la pressione all’interno della bottiglia raggiunge le 6 atmosfere.


  • Remuage: lo scopo di questa fase è quello di raccogliere i sedimenti (i lieviti esausti) nel collo della bottiglia per poi eliminarli nella fase successiva. Le bottiglie vengono posizionate capovolte su dei cavalletti, chiamati pupitres, e il produttore ruota, da destra a sinistra, e scuote le bottiglie con molta cura per far “scendere” i residui nel collo della bottiglia. Oggi, in alcune cantine, l’operazione di remuage avviene meccanicamente con dei dispositivi chiamati giro pallet.


  • Sboccatura, o degorgement: quest’ultima fase permette di eliminare i sedimenti raccolti nel collo della bottiglia. Può essere eseguita in due modi, manualmente (al volo) o meccanicamente (al ghiaccio). Secondo il primo metodo, le bottiglie vendono aperte manualmente e la pressione formatasi all’interno della bottiglia spinge i lieviti, che si sono depositati nel tappo di plastica, all’esterno. Con il secondo metodo, invece, si congela il collo delle bottiglie. La pressione all’interno della bottiglia fa saltare il tappo congelato con gli annessi residui. La bottiglia viene rabboccata del vino perso durante questa operazione con un mix di vino di pregio e zucchero: è proprio questo liqueur d’éxpedition che stabilisce le caratteristiche di ciascuna etichetta.


Tipologie di Trento DOC

A secondo della varietà di uva utilizzata per il vino base, un Trento DOC può essere:

  • Bianco: nella versione brut, millesimato e riserva.


  • Rosé: nella versione brut, millesimato e riserva.


A seconda del residuo zuccherino, invece, si riscontrano le seguenti categorie:

  • Non dosato: residuo di zucchero tra 0 e 3 g/l;


  • Extra Brut: residuo di zucchero tra 0 e 6 g/l;


  • Brut: residuo di zucchero fino a 12 g/l;


  • Extra Dry: residuo di zucchero tra 12 e 17 g/l;


  • Dry, o Sec: residuo di zucchero tra 17-32 g/l;


  • Demi Sec: residuo di zucchero tra 32-50 g/l.


In generale, possiamo trovare delle caratteristiche precise che definiscono un Trento DOC. Il perlage, per esempio, deve essere fine e persistente. Al naso, si ritrovano numerosi aromi, in particolare floreali e fruttati: albicocca, frutta esotica, nocciole tostate, mela Golden e gelsomino, ma anche vaniglia, pane appena sfornato e cioccolato bianco. In bocca, uno spumante Trento DOC si mostra fresco e rotondo, con un buon equilibro tra acidità e morbidezza.ç

Abbinamenti con il cibo

Un Trento DOC è un vino che può essere consumato fresco (tra gli 8 e i 12 gradi) in qualsiasi momento del pasto. Si accompagna perfettamente ad aperitivi, piatti di pasta e riso, pesce, carne formaggi e dessert salati. Per accompagnare un dolce, sceglietelo nelle versioni Demi Sec, Sec ed Extra Dry.
Comprare Vini di Trento on-line.
Vedi altro

Uvinum ti raccomanda

Vino Trento: Più venduti

Vino Trento: bianco

Vino Trento: spumanti

Vino Trento: rosato

Robert ParkerRobert Parker

Vino Trento: Punteggio di Robert Parker