• Il più grande catalogo d'Europa + 90.000 prodotti in vendita

  • Miglior negozio di vini online 2016 Oltre 100.000 clienti soddisfatti

  • Comprare vino online è rapido Negozio di vino e liquori con spedizioni a partire di 48 h

Vino Costa d'Amalfi

Vedere tutti i prodotti in Vino Costa d'Amalfi »

Le denominazione Costa d'Amalfi DOC, creata nel 1995, comprende i vini rossi, bianchi e rosati prodotti sulla Costiera Amalfitana, in Provincia di Salerno. I comuni che fanno parte della denominazione sono quelli di Vietri, Cetara, Maiori, Minori, Ravello, Scala, Atrani, Tramonti, Furore, Praiano, Positano, Amalfi e Conca dei Marini.

Storia vinicola della Costa d'Amalfi DOC

La coltivazione della vite lungo la Costiera Amalfitana era già praticata nell'860 d.C., in grandi terreni che in precedenza erano ricoperti di boschi. Durante la Repubblica di Amalfi (IX-XII), infatti, assunse una particolare importanza economica l'esportazione di vini prodotti nello stato, trasportati via nave in molte parti d'Italia.

Nel Decamerone (1353) di Giovanni Boccaccio vengono descritti i generosi banchetti che si tenevano presso Villa Rufolo, a Ravello. Ai tempi, infatti, in qualsiasi residenza nobile della costa campana, era facile trovare quello che veniva definito "vino latino" - prodotto con le uve importate dai Romani.

Tra il 1600 e il 1800 gli agrumeti e i vigneti divennero le colture più praticate nella zona.

Il terroir della Costa d'Amalfi DOC

La costiera Amalfitana presenta una forma allungata. Essa separa la pianura alluvionale di Sarno a nord da quella costiera dell'Irno e del Sele a sud. Nell'area sono presenti aspri rilievi, tra cui spicca il Monte Faito che raggiunge i 1.270 m. sul livello del mare.

Sebbene i terreni siano in maggioranza di tipo calcareo, lungo i versanti si riscontrano facilmente terreni argillosi ed erodibili.

Il clima è di tipo mediterraneo temperato, con forti escursioni termiche tra estate e inverno.

I vini della Costa d'Amalfi DOC

Per produrre il Costa d'Amalfi Rosso DOC, vengono utilizzati i vitigni più classici della Regione Campania, l'Aglianico e il Piedirosso. A queste due varietà si unisce anche il meno conosciuto Sciascinoso, noto anche con il nome di Olivella. Per poter essere etichettato come "Riserva", il vino rosso deve essere prodotto nel comune di Furore, in quello di Ravello o in quello di Tramonti e aver passato almeno due anni di invecchiamento, di cui almeno la metà in botte. Gli stessi vitigni impiegati nella produzione dei vini rossi vengono utilizzati per produrre i vini rosati.

Il Costa d'Amalfi Bianco DOC, invece, è elaborato principalmente con le varietà Falanghina e Biancolella, chiamate localmente Biancazita e Biancatenera. Nella denominazione sono compresi anche vini bianchi prodotti con il vitigno a bacca bianca Pepella.

Lunga la Costiera Amalfitana vengono prodotti anche rossi passiti, bianchi passiti e bianchi spumante.

I vini, al momento dell'immissione al consumo, devono presentare le seguenti caratteristiche:

  • Costa d'Amalfi bianco: gradazione alcolica minima 10% Vol.; colore paglierino più o meno intenso; profumo delicato; sapore asciutto e armonico.
  • Costa d'Amalfi rosso: gradazione alcolica minima 10.5% Vol.; colore rosso rubino; profumo vinoso; sapore asciutto e tannico.
  • Costa d'Amalfi rosato: gradazione alcolica minima 10.5% Vol.; colore rosa più o meno intenso; profumo fruttato; sapore secco, fresco e delicato.
  • Costa d'Amalfi passito bianco: gradazione alcolica minima 17% Vol.; colore giallo dorato più o meno intenso, ambrato con l'invecchiamento; profumo fruttato e floreale; dolce o secco.
  • Costa d'Amalfi passito rosso: gradazione alcolica minima 17% Vol.; colore rosso rubino più o meno intenso, tendente al rosso granata con l'invecchiamento; profumo intenso e caratteristico; dolce o secco.
  • Costa d'Amalfi spumante: gradazione alcolica minima 10.5% Vol.; colore giallo paglierino più o meno intenso, con riflessi da verdognoli a dorati; profumo fragrante, con sentori di lievito; brut o extra brut.
  • Vini con la specifica delle sottozone Ravello, Tramonti e Furore: gradazione alcolica minima pari a 11,00% Vol. per il bianco e a 11,50% Vol. per il rosso e il rosato.

Le sottozone della Costa d'Amalfi DOC

I vini più pregiati della denominazione Costa d'Amalfi DOC vengono prodotti in tre comuni - Furore, Ravello e Tramonti - che danno anche il nome alle tre sottozone della denominazione. In tutte e tre le sottozone, i vitigni su cui si basa principalmente la produzione sono il Piedirosso, l'Aglianico, il Biancolella e la Falanghina.

  • Sottozona Furore: comprende l'intero territorio amministrativo dei comuni di Furore, Praiano, Conca dei Marini e Amalfi.
  • Sottozona Ravello: comprende l'intero territorio amministrativo dei comuni di Ravello, Scala, Minori e Atrani.
  • Sottozona Tramonti: comprende l'intero territorio amministrativo dei comuni di Tramonti e Maiori.

Comprare Vini di Costa d'Amalfi on-line.

Vedi altro

Uvinum ti raccomanda

Vino Costa d'Amalfi: Più venduti

Vino Costa D'Amalfi: rosso

Vino Costa D'Amalfi: bianco

Vino Costa D'Amalfi: rosato