• Il più grande catalogo d'Europa + 90.000 prodotti in vendita

  • Miglior negozio di vini online 2016 Oltre 100.000 clienti soddisfatti

  • Comprare vino online è rapido Negozio di vino e liquori con spedizioni a partire di 48 h

Vino Cahors

Vedere tutti i prodotti in Vino Cahors »

Cahors è una delle regioni vinicole più antiche della Francia. Si trova nel sud-ovest del paese e prende il nome dalla città di Cahors, situata nella Valle del Lot. Si tratta di una regione vinicola che ha ottenuto lo status di D.O.C. e conta una superficie coltivata di 4.050 ettari.

Storia dei vini di Cahors

La vitivinicoltura fu introdotta nella regione storica di Quercy dai Romani. La vite, qui, trovò delle condizioni ideali di crescita e si iniziarono a produrre dei vini che divennero ben presto celebri in tutta Europa. I produttori di vino romani, che si videro superare in qualità e in commercio da questi vini francesi, si rivoltarono e chiesero all'imperatore Domiziano la sradicamento delle piante di Quercy.

Nonostante ciò, i vini di Cahors divennero particolarmente reputati in Inghilterra, dove venivano chiamati "Black Wines". Si trattava di vini ottenuti da uve fatte appassire in forno prima della fermentazione e poi lasciate riposare in botti per 10 anni. Questa volta, furono i viticoltori bordolesi a ribellarsi, tanto che, nel 1214, riuscirono ad ottenere dal re Enrico III d'Inghilterra il divieto di trasportare il vino di Cahors al porto di Bordeaux - il principale sbocco commerciale dell'epoca - prima del Natale. Una decisione importante se si pensa che quasi la metà del vino spedito da Bordeaux in Inghilterra proveniva proprio da questa regione. L'equità nei commerci fu ristabilita solo molti anni più tardi, nel 1773, da Luigi XVI.

Cahors riacquistò la sua importanza quando tutta la regione vinicola di Bordeaux venne attaccata dall'oidio nel 1850. Purtroppo, però, Cahors fu presto colpita dalla fillossera e il suo boom si concluse precocemente. Fu solo nel 1947 che la viticoltura riuscì a ripartire, grazie ad alcune piante donate da un viticoltore di Bordeaux. Anche il gelo estremo del 1956 causò una grave battuta d'arresto.

Nel 1971, Cahors riuscì finalmente ad ottenere la Denominazione di Origine - Appellation d'origine contrôlée (A.O.C.) - per i suoi 440 ettari di vigneti. Oggi gli ettari coltivati sono circa 4.050. Per quanto riguarda i consumi dei vini di Cahors, l'80% della produzione è consumata in Francia, l'8% in altri paesi dell'UE e il 12% al di fuori dell'Europa.

Geografia e clima di Cahors

La zona vinicola di Cahors si trova ad ovest dell'omonima città. Tutti i vigneti più importanti si trovano nella valle del Lot: Mercuès, Parnac, Luzech, Prayssac, Grézels, Puy-l'Èveque e Viré.

Cahors si trova a circa 210 chilometri dall'Oceano Atlantico e più o meno alla stessa distanza dal Mar Mediterraneo. Il clima (mediterraneo-atlantico-continentale) è molto influenzato dalla vicinanza con il mare: l'estate è calda e soleggiata e le precipitazioni sono poche. Questo clima è particolarmente favorevole all'uva Malbec.

La regione vinicola di Cahors si dilunga per un tratto di 40 chilometri lungo il fiume Lot. Il paesaggio è di tipo collinare, con la presenza di un imponente massiccio centrale, il Causse. La maggior parte dei vigneti della regione si ergono su terrazze di ghiaia dall'alto contenuto calcareo, caratterista che regala vini tannici e longevi.

I vitigni di Cahors

Il vitigno dominante è il Malbec, la cui percentuale nei vini non deve mai scendere, secondo il disciplinare, sotto il 70%. I vini possono contenere al massimo un 30% di Merlot e di Tannat.

  • Malbec: questa varietà viene qui chiamata anche Côt o Auxerrois. È considerato uno dei vitigni più antichi di Francia ed è particolarmente apprezzato per la sua speziatura fruttata, con tipiche note di prugna e di tabacco. L'uva Malbec probabilmente è originaria dall'antica provincia francese di Quercy. Oggi quest'uva è coltivata, a livello mondiale, su una superficie di 40.000 ettari, di cui il 71,5% in Argentina, soprattutto nella regione di Mendoza, e solo il 19,5% in Francia.

  • Merlot: È un vitigno a bacca rossa che proviene originariamente dalla zona di Bordeaux. Il Merlot è la terza varietà più coltivata al mondo, dopo Cabernet Sauvignon e Airén. Si tratta di un incrocio tra il vitigno quasi estinto "Magdeleine Noire des Charentes" e il Cabernet Franc. Il termine Merlot deriva dalla parola francese "merle" - merlo, in italiano - e si riferisce alla preferenza di questa specie di uccello per questo vitigno.

  • Tannat: È un vitigno a bacca rossa originario dei Pirenei francesi. Il suo nome apparve per la prima volta nel 1783 a Madiran. È una varietà ad alto rendimento che produce un vino molto fruttato e tannico. La coltivazione di questa uva copre una zona di soli 6.000 ettari in tutto il mondo.I vini di Cahors

Il vino di Cahors é un vino rosso potente. Il colore è molto scuro, quasi nero, e in bocca si rivela complesso e dai tannini vellutati.

Ancora giovani, i vini della regione presentano delle note di vaniglia, viola, ribes, ciliegia e liquirizia. Con l'invecchiamento, invece, questi sapori si ammorbidiscono ed evolvono in note di sottobosco, prugna matura e tartufo.La menzione "Cahors excellence" - o "Charte de qualité" - si riferisce a una produzione limitata, che ha affrontato 16 mesi di invecchiamento.

Comprare Vini di Cahors on-line.

Vedi altro

Vino Cahors: rosso