Vini del Veneto

 - Il Veneto è la terza regione italiana nella produzione di vini a denominazione di origine per l’elaborazione di vino rosso e di vino bianco, dopo la Puglia e la Sicilia. La coltura della vite in questa zona è stata orientata alla produzione di grandi quantità di uva, alla riduzione del volume e all’aumento delle quantità, permettendo di far raggiungere al vino veneto una fama mondiale. Tuttavia, sono ancora alquanto oscurati dalla varietà e dal successo dei vini della Toscana.

Le uve tradizionali locali sono la Corvina Veronese, la Rondinella e la Molinara. E’ inoltre molto utilizzata anche la Garganega e, in misura minore, la Cortese, la Malvasia Toscana e la Verduzzo. Infine, vengono impiegati anche ceppi importati come Chardonnay e Merlot.

Il Veneto si distingue inoltre per la produzione di alcuni vini monovarietali, di vini liquorosi, e dello spumante; quest’ultimo in particolare ha conquistato una fetta molto importante del mercato degli spumanti italiani, grazie alle sue inconfondibili caratteristiche: profumo leggermente aromatico e sapore non troppo secco.

Per quanto riguarda l’abbinamento, lo spumante del Veneto è perfetto come aperitivo e per accompagnare un po’ tutti i tipi di piatti. Bisogna inoltre sapere che, sebbene l’uva Prosecco sia originaria della Venezia Giulia, essa è molto diffusa nel Veneto, in particolar modo nelle zone collinari della provincia di Treviso, dove questo ceppo è più che mai vigoroso.

La maggior parte dei vini Prosecco è rappresentata dai cosiddetti vini “tranquilli”, anche se le versioni più pregiate di solito sono frizzanti e spumanti, dalle sfumature esotiche ed avvolgenti.

I vini rossi del Veneto hanno un sapore armonico e vellutato e sono l’ideale per accompagnare i primi piatti, mentre i vini bianchi veneti sono strutturati e dal sapore fruttato, per cui si sposano particolarmente bene con antipasti leggeri, pesce e riso.

Ora vi diamo un consiglio da tenere in considerazione quando scegliete un vino:

In molte regioni d’Italia, per estendere l’area originaria in cui viene prodotto un determinato vino, viene fatta una distinzione tra i vini prodotti in quest’area originaria, a cui viene aggiunta la denominazione “Classico“, ed i vini prodotti nella zona estesa rispetto a quella d’origine che portano solo il nome. Per cui ritroveremo: Valpolicella Classico e Valpolicella, Amarone Classico e Amarone, Chianti Classico e Chianti, e così via.

In conclusione, quando volete acquistare un vino italiano di una determinata regione ma non sapete niente sulla cantina o sullo stesso vino, seguite sempre questo consiglio: scegliete i vini sulla cui etichetta appare il nome della zona seguito dalla parola “Classico”; ciò significa che i vini sono di alta qualità e vi permetteranno di conoscere meglio il gusto di quel vino così com’era prima che diventasse famoso. Anche se, come sempre, ogni vigneto è unico, ogni produttore è speciale ed ogni vino è diverso dall’altro. Ti consigliamo quindi 2 ottimi vini veneti:

 TAGS:Maculan Ferrata Chardonnay 2008Maculan Ferrata Chardonnay 2008

Maculan Ferrata Chardonnay 2008: Fausto Maculan è il proprietario di questa giovane azienda che produce uno dei vini bianchi più interessanti d’Italia.

 

 

 TAGS:Speri Amarone Della Valpolicella Classico Sant'Urbano 2008Speri Amarone Della Valpolicella Classico Sant’Urbano 2008

Speri Amarone Della Valpolicella Classico Sant’Urbano 2008: Un Amarone della Valpolicella Classico, per cui più costoso, ma con un gusto ed una qualità tali, da farcene dimenticare il prezzo. Da ricordare per tutta la vita.

Lascia un commento Vini del Veneto