Tag: viognier

L’uva Viognier

 TAGS:L’uva Viognier appartiene ad un vitigno bianco dall’origine sconosciuta, anche se si presume che provenga dalla Francia, vista la dedizione con cui la si coltiva in queste terre. Forse la sua caratteristica più importante è che è un’uva molto difficile da coltivare, cosa che la rende ancora più preziosa e protagonista unicamente di grandi vini, soprattutto del Condrieu francese, della Valle del Rodano.

Storia dell’uva Viognier

Come già detto, le origini dell’uva Viognier sono incerte, tuttavia il punto di partenza della sua storia è forse rintracciabile nella valle del Rodano. In realtà alcuni sostegono anche che provenga dalla Dalmazia (oggi Croazia) e che sia stata condotta nei territori francesi dai Romani, sotto l’imperatore Probo (281 dC), al quale si attribuisce anche il merito di aver portato il Syrah.

Oggigiorno l’uva Viognier, dopo essere stata vicina all’estinzione nel 1965, è diventata una delle uve più preziose della valle del Rodano. La ritroviamo inoltre in Spagna, Stati Uniti (in particolare in California), Australia, Cile e Argentina.

I Vini Viognier

I vini prodotti con la Viognier sono molto raffinati e di prima scelta, e una delle loro caratteristiche principali è rappresentata dagli aromi floreali e fruttati. Dobbiamo sottolineare il fatto che la preparazione di questo vino è più complicata rispetto ad un vino tradizionale, e che tra l’altro va consumato relativamente giovane, proprio per paura che possa presentare dei problemi durante l’invecchiamento. La maggior parte dei vini Viognier, infatti, di solito hanno un massimo di 3 anni di invecchiamento e, sebbene sia possibile trovarne di più datati, raramente riescono a superare i 10 anni visto che, dopo questo periodo, spesso perdono proprio quegli aromi che tanto li caratterizzano e diventano alquanto acidognoli.

“I vitigni Viognier vengono raccolti alla fine del mese di ottobre o all’inizio di novembre.”

Il suo sapore ed il suo aroma unici, lo rendono un vino molto ricercato ed apprezzato dagli esperti, tanto è vero che il valore di ogni bottiglia è solitamente superiore rispetto a quello di altri vini con caratteristiche simili. Ecco perché il vitigno Viognier è uno dei più quotati sul mercato.

“Oggigiorno sono gli Stati Uniti i maggiori produttori di vini Viognier, visto che il clima mite della California Valley ne favorisce la difficile coltura”.

Abbinamento del vino Viognier

Il suo sapore unico lo rende un vino sofisticato, per cui puo’ essere abbinato a piatti altrettanto sofisticati appartenenti, ad esempio, alla cucina tailandese o peruviana, entrambe ricche di sapori speziati, particolarmente congeniali a questo vino.

Provate quindi il buon gusto dei vini Viognier! Qui ve ne consigliamo due da non perdere:

 TAGS:Bàrbara Forés Blanc 2012Bàrbara Forés Blanc 2012

Bàrbara Forés Blanc 2012: Uno dei primi Viognier spagnoli; è un punto di riferimento fondamentale per riuscire a comprendere lo sviluppo di questo vitigno in Spagna.

 

 

 TAGS:Planeta la Segreta Bianco 2011Planeta la Segreta Bianco 2011

Planeta la Segreta Bianco 2011: Il Viognier più di moda. E’ caldo e gustoso al palato e non eccessivamente aromatico. Un vero e proprio fiore all’occhiello tra i vini bianchi di Sicilia.