Tag: vino

Alimenti che vanno consumati con moderazione

 TAGS:undefinedEsistono varie opinioni sui prodotti alimentari che beneficiano la nostra salute e sono perfettamente sani per il nostro corpo e la nostra vita quotidiana. Tuttavia, non tutto è ciò che sembra, anche perché è dimostrato che qualsiasi cibo, anche il più sano, può causare danni alla salute se si abusa di esso, compresa l’acqua. Qui vi diremo di alcuni alimenti che si ritengono perfettamente innocui per la nostra salute, ma che sarà meglio mangiare con moderazione prima che possano causare danni.

  • Pomodori e melanzane: queste verdure sono caratterizzate dalla alcune parti verdi contenenti sostanze alcaloidi che possono causare intossicazioni, mal di testa, vomito e persino allucinazioni. Nel caso delle melanzane è un po ‘più controllabile perché, quando le saltiamo in padella, queste proprietà vengono generalmente annullate.
  • Fibre: le fibre sono sempre raccomandate da qualsiasi nutrizionista o medico quando si hanno problemi nella flora intestinale, oltre ad essere necessarie per mantenere un buon sistema digestivo. Tuttavia, le fibre in eccesso possono causare blocchi nell’ assorbimento di calcio da altri alimenti, come un aumento del rischio di malattie ossee.
  • Frutti di mare: ottimi per i loro alti livelli di Omega 3 e 6 che sono di grande aiuto per la nostra salute. Però molti di questi molluschi sono filtratori o che assorbono tutti gli agenti inquinanti chi sono sulla loro strada, il che li trasforma in metalli pesanti che possono essere molto dannosi per la salute. Inoltre, i frutti di mare abbondano di purine, correlate alle molecole di urea azotate che possono formare cristalli di acido urico, provocando la gotta.
  • Succhi di frutta: la frutta è molto meglio che il succo stessi, poiché quest’ultimo fornisce una grande quantità di saccarosio, alla fine, mentre il metabolismo preferisce fruttosio e glucosio. Dopo un periodo il corpo può mancare di vitamine B1 e B2 a causa di zuccheri in eccesso, che, a loro volta, provocano un blocco di insulina, che può causare il diabete.
  • Uova: Le uova sono molto nutrienti e molto ricche, ma molti studi hanno dimostrato che l’eccessivo consumo di questo alimento può causare aumento del colesterolo-non sempre dannoso, va detto- che se si conduce una vita sedentaria può portare all’obesità. Una dieta di 6 uova a settimana è ottimale, anche se varia per ogni persona.

 TAGS:Libalis 2015Libalis 2015

Libalis 2015

 TAGS:El Grifo El Afrutado 2015El Grifo El Afrutado 2015

El Grifo El Afrutado 2015

Come prevenire il mal di testa associato al vino?

 TAGS:undefinedAl di là dei postumi di una sbornia dopo una notte in cui si alza troppo il gomito, alcune persone soffrono dolori associati con il mal di testa dopo aver bevuto vino. Normalmente ci vogliono solo uno o due bicchieri per far sì che queste persone soffrano di emicrania, dato che si tratta di qualcosa di più comune di quanto si pensi, il che ha originato vari studi scientifici condotti al fine di decifrare il problema.

Non c’è una risposta definitiva all’origine di questi mal di testa. Alcuni studi suggeriscono che questi disturbi possono essere il risultato dell’assunzione dei solfiti mentre altri parlano di tiramina o di istamine. Qualunque sia il responsabile ultimo, sono tutti elementi naturali contenuti nell’ uva o utilizzati durante i vari processi di vinificazione, contribuendo a preservare il colore e anche il sapore.

Dal momento che i trigger possono essere trovati naturalmente nell’uva e nel vino – oltre ad essere fondamentali per dare vita a quei vini che così tanto ci piacciono-, abbiamo selezionato una serie di consigli per aiutare a prevenire questi mal di testa.

Scienziati e medici responsabili per gli studi in questione suggeriscono che è necessario osservare le variabili tra le quali il tempo del consumo, al fine di determinare il grado di sensibilità delle persone a questi elementi secondo diversi fattori, in modo che possano evitare situazioni di disagio. Gli esperti dicono che lo stress può essere una causa importante, e raccomandano quindi di vedere se l’emicrania appare dopo una dura giornata di lavoro o nei momenti di relax e di vacanza.

Inoltre, rimanere idratati e bere con moderazione è un modo di base per prevenire il mal di testa associato al vino e alle altre bevande alcoliche, oltre ad essere un metodo efficace per prevenire postumi di una sbornia il giorno successivo. Inoltre, gli esperti consigliano anche di prendere un antistaminico per bloccare i sintomi di disagio.

 TAGS:Manzanilla la GitanaManzanilla la Gitana

Manzanilla la Gitana

 

 

 TAGS:Pruno 2015Pruno 2015

Pruno 2015

Bere con moderazione e in compagnia porta benessere

 TAGS:undefinedBere è un atto sociale che è diventato ormai un’azione da fare in compagnia. Alcuni studi dimostrano che bevitori sociali hanno più amici per il sostegno emotivo in varie situazioni di vita.Il bere sociale può avere un grande effetto sul benessere delle persone dato che è collegato ad attività sociali, come risate, canti e balli grazie ai quali riusciamo a rafforzare i nostri legami sociali.

In anni è stato anche mostrato il legame tra alcool e il rilascio di endorfine, che è particolarmente rilevante, ma sempre se assunto con moderazione. Infatti, l’attivazione di endorfine non solo ci rende più rilassati, ma sembra anche “accordare” il sistema immunitario.

Il fatto che il bere rimanga un fattore sociale è significativo, e questo è perché fornisce due potenziali benefici sociali: uno è che il consumo moderato di alcol aumenta il benessere psicologico e, direttamente o indirettamente, favorisce la costruzione di stretti legami personali e sociali.

La più recente ricerca ha dimostrato che il consumo moderato di alcol può avere effetti benefici sulla cognizione, tra le quali la cognizione sociale. Cioè, se un atteggiamento sano verso il consumo di alcol è cresciuto non solo se ne impedisce l’abuso, ma è anche un esempio positivo per famiglia ed amici. 

Consigli sani

  • Non combinare cibi e bevande con spuntini, soprattutto quando si è fuori con gli amici.
  • Non utilizzare una bevanda gassata al posto dell’ acqua tra ogni bevanda.
  • Bere vino di qualità invece di vino economico.
  • L’assunzione di integratori vitaminici con acido folico nelle donne con consumo alcolico bassi livelli.
  • Non bere da solo.
  • Non bere se si è pensato di guidare o durante il lavoro.

 TAGS:Teruzzi & Puthod Peperino Toscana 2013Teruzzi & Puthod Peperino Toscana 2013

Teruzzi & Puthod Peperino Toscana 2013

 

 

 TAGS:Giuseppe Sedilesu Cannonau Di Sardegna Mamuthone 2014Giuseppe Sedilesu Cannonau Di Sardegna Mamuthone 2014

Giuseppe Sedilesu Cannonau Di Sardegna Mamuthone 2014

Vino: il Viagra liquido

 TAGS:undefinedAnche se si ritiene che l’alcol riduca la capacità dell’uomo di mantenere un’erezione, un nuovo studio trova che ciò non è del tutto vero. La chiave è sapere che bevanda funzioni in questo caso. Stiamo parlando del vino rosso.

Questi risultati sono il frutto di uno studio fatto 40 anni fa da scienziati della Harvard University in collaborazione con l’Università di East Anglia. Si è concluso che gli uomini di mezza età che hanno bevuto un bicchiere di vino accompagnato da agrumi e bacche hanno sviluppato inferiori probabilità di sviluppare disfunzione erettile. Questo studio ha preso un campione di più di 50.000 uomini, cui è stato chiesto riguardo la loro capacità di mantenere l’erezione abbastanza a lungo durante il sesso.

“Sapevamo che il consumo di alcuni alimenti ad alto contenuto di flavonoidi può ridurre il rischio di diabete e malattie cardiovascolari”, dice il professor Aedin Cassidy, della University of East Anglia e capo della ricerca. Tuttavia, questo studio è il primo nel suo genere a sottolineare l’associazione tra i flavonoidi e la disfunzione erettile, che colpisce più della metà degli uomini di mezza età ed età più avanzata.

Solo 3 o 4 parti di pasti e bevande ricchi di flavonoidi sono associati alla riduzione del problema. Negli Stati Uniti, le più comuni fonti di antociani, flavoni e flavanoni consumate sono fragole, more, vino rosso, mele, pere e agrumi.

Come sempre, il vino è semplicemente sorprendente. Oltre ad avere molti altri benefici per la salute il bere con moderazione ci fa trascorrere bei momenti con gli amici e la famiglia e ci aiuta a mantenere alta la fiamma della passione con il nostro partner il che assicura una vita piena e soddisfacente per quanto riguarda il sesso.

 TAGS:Basilisco Aglianico del Vulture Teodosio 2012Basilisco Aglianico del Vulture Teodosio 2012

Basilisco Aglianico del Vulture Teodosio 2012

 

 

 TAGS:Feudi Di San Marzano Sessantanni Primitivo Di Manduria 2013Feudi Di San Marzano Sessantanni Primitivo Di Manduria 2013

Feudi Di San Marzano Sessantanni Primitivo Di Manduria 2013

E tu: che pensi del vino blu?

 TAGS:undefinedAbbiamo già raccontato quali sono le caratteristiche del vino blu, chiamato Gik Live, una sorpresa, in gran parte a causa del suo colore. Si ricorda che è fatto al 100% da uve provenienti da diverse cantine spagnole e viene presentato in bottiglie di vetro caratteristiche del vino, ma ora non si può definire come tale.

La verità è che questo vino, realizzato da un gruppo di giovani baschi, ha già venduto oltre 90.000 bottiglie, attraverso il proprio negozio on-line, in 25 paesi: Da Germania e Francia fino a Stati Uniti e Malesia, al prezzo di otto euro a bottiglia. Tuttavia, qualcuno ha citato in tribunale il vino blu, chiedendo esplicitamente che non venga definito vino. 

E dopo alcuni controlli con le vendite ferme e il pagamento di una grossa multa da parte dei giovani, la Giustizia ha decretato che il Gik non può essere considerato vino. Risulta che, a livello giuridico, non esiste una categoria che contempli un prodotto di questo colore e caratteristiche.

I giovani baschi sostengono che il Gik è fatto al 100% di uva, e quello che volevano era innovare il settore. A quanto pare, questa notizia non ha reso contenti i puristi del settore, che difendeno la tradizione. D’ora in poi, questa bevanda blu sarà commercializzata come vino 99%, 1% mosto.

Per rivendicare la loro creazione, i giovani hanno iniziato una campagna suTwitter nella quale difendono i loro diritti e chiedono che il Gik venga chiamato di nuovo chiamato vino blu. L’hashtag è #FreedomofColor (Libertà di colore).

Con questa campagna si vuole anche porre fine alle formalità di un settore definito come stantio, che non guarda ad alcun progresso, dato che la loro intenzione era di far avvicinare il vino ai giovani. Anche se la denuncia è anonima, i giovani creatori di Gik dicono che tutto indica che l’industria del vino sia dietro ciò.

 TAGS:Gïk Live (vino blu)Gïk Live (vino blu)

Gïk Live (vino blu)

 

 

 TAGS:Pasion Blue Chardonnay (vino blu) 2015Pasion Blue Chardonnay (vino blu) 2015

Pasion Blue Chardonnay (vino blu) 2015

Il turismo sostenibile fa passi avanti nel 2017

 TAGS:undefinedIl turismo sta diventando più verde. E la consapevolezza di preservare il pianeta è sempre più forte e questo si ripercuote anche in uno dei più potenti settori del turismo mondiale.

Quando diciamo che il turismo sostenibile sta avanzando è perché l’Organizzazione Mondiale del Turismo ha dichiarato il 2017 come l’Anno Internazionale dello sviluppo del turismo sostenibile per promuovere la necessità di un cambiamento efficace in questa linea.

Il turismo sostenibile è una realtà e ci sono migliaia di progetti che lo sostengono e persino nelle università ci sono corsi su di esso, oltre ad esserci maestri specializzati per i futuri professionisti che sanno come gestire un hotel o un ristorante nel modo più responsabile.

Che il 2017 fosse l’Anno Internazionale del turismo sostenibile è stato stabilito da Agenda 2030, al fine di cambiare attività, pratiche politiche e il comportamento dei consumatori, per la salvaguardia del pianeta.

Nel corso di quest’anno ci saranno un sacco di informazioni e progetti su questo argomento, che agisce in cinque aree di importanza prioritaria:

  1. Una crescita economica inclusiva e sostenibile.
  2. L’inclusione sociale, l’occupazione e la riduzione della povertà.
  3. L’uso efficiente delle risorse, la tutela dell’ambiente e il cambiamento climatico.
  4. I valori culturali, la diversità e il patrimonio.
  5. La comprensione reciproca, la pace e la sicurezza.

I generale molti progetti di sviluppo hanno già visto la luce e ogni giorno si lotta affinché gli utenti vi partecipino. Per esempio regolando il consumo d’acqua sui campi da golf e alberghi, destinare alcune parti per aiutare i bisognosi, promuovere destinazioni ecologiche e turismo etico, proteggere le coste, la protezione delle coste e la creazione di orti biologici nei ristoranti... e molto altro ancora sono solo alcuni degli esempi compiuti nel settore del turismo sostenibile, il quale, naturalmente, include anche l’enoturismo. Sostieni il verde!

 TAGS:Giuseppe Sedilesu Cannonau Di Sardegna Mamuthone 2014Giuseppe Sedilesu Cannonau Di Sardegna Mamuthone 2014

Giuseppe Sedilesu Cannonau Di Sardegna Mamuthone 2014

 

 

 TAGS:Traversa Giuseppe Barbera D'Alba la Burdinota del Ciabot 2010Traversa Giuseppe Barbera D’Alba la Burdinota del Ciabot 2010

Traversa Giuseppe Barbera D’Alba la Burdinota del Ciabot 2010

Il vino stimola il desiderio

 TAGS:undefined

Il vino è una bevanda fantastica, perfetta per accompagnare qualsiasi tipo di pasti. Consumato con moderazione, è addirittura benefico per la salute e stimola la libidine.

Da sempre, vino e feste vanno di pari passo. Da Bacco -dio del vino, della vendemmia e del suo culto- a Louis XIV, all’epoca del banchetto di Dio o alla tavola dei re : il vino accompagna le festività.

Il vino inibisce

Numerosi esperti e specialisti (scrittori, psichiatri, sessuologhi…) si sono dedicati alla questione. Ne risulta che il vino è un afrodisiaco ed una bevanda che inibisce. Il vino, ed in generale l’alcol, favorisce quindi le relazioni interpersonali mettendo da parte la timidezza ed aiutando a flirtare.

Secondo uno studio italiano del 2009, condotto dal dott. Mondaini ed effettuato su un campione di 798 donne tra i 18 e i 50 anni, il vino rosso aumenta il desiderio sessuale delle donne. I componenti del vino rosso, come i polifenoli, migliorano le funzioni sessuali aumentando il flusso sanguigno nelle zone erogene della donna. Il vino rosso è un recettore estrogenico e gli estrogeni sono i componenti principali dal desiderio feminile. Va altresì sottolineato che il vino rosso ha anche un effetto sulla libidine degli uomini. 

Ed il champagne o il prosecco ?

Per molti, il champagne oppure il prosecco si associano al glamour, alla sensualità e sono anche degli afrodisiaci. Già all’epoca, Louis XV aveva capito che queste bevande con bollicine, ed in questo caso, il champagne spingeva all’audacia e quindi ne serviva a l’intera Corte, specialmente alle donne. Madame de Pompadour affermava che le piaceva il champagne perché “solo il champagne lascia le donne belle dopo bere.”

 TAGS:Moët & Chandon Ice ImpérialMoët & Chandon Ice Impérial

Moët & Chandon Ice Impérial

 

 

 TAGS:Moet & Chandon Ice Rosé ImpérialMoet & Chandon Ice Rosé Impérial

Moet & Chandon Ice Rosé Impérial

Il resveratrolo, possibile rimedio anche contro la sterilità

 TAGS:undefinedIl resveratrolo, un polifenolo che può essere trovato nelle bucce di uva e quindi nel vino, ed è stato dimostrato attraverso uno studio scientifico che può essere molto utile contro un problema ormonale che il 10% delle donne in età riproduttiva soffre: la sindrome policistica, o sindrome dell’ovaio policistico. Tutto ciò secondo lo studio pubblicato nel del Endocrine Society Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism.

Questo problema endocrino fa che le donne producano livelli più alti di testosterone e di altri ormoni androgeni come il deidroepiandrosterone solfato, DHEAS, che può causare infertilità, irregolarità mestruali, aumento di peso e aumentare il rischio di diabete

Lo studio è stato condotto in una università in Polonia, dove 30 donne con diagnosi di PCOS sono state sottoposti a test in cui a un gruppo è stato dato un supplemento di resveratrolo, mentre l’altro gruppo ha ricevuto un placebo.

Dopo 3 mesi di durata dello studio, le donne che hanno consumato il resveratrolo hanno mostrato una riduzione dei livelli di testosterone e DHEAS di rispettivamente 23,1% e 22,2%, mentre il gruppo che ha assunto il placebo ha visto un aumento del 2,9% e del 10,5%. In aggiunta a questo, le donne sotto l’effetto del resveratrolo hanno mostrato più sensibilità all’insulina per tutto lo studio.

“Non ci sono molti trattamenti per PCOS, e non vi è ridotta capacità di concepire”, spiega Antoni Duleba dell’Università di San Diego, “tuttavia, il resveratrolo è una sostanza naturale che sembra mostrare effetti collaterali”, ha aggiunto. “Anche se è troppo presto per sapere se questo trattamento porterà alla piena restaurazione di cicli mestruali regolari o potrà migliorare la fertilità, abbiamo fiducia che presto lo farà  e saremo al sicuro. La cattiva notizia è che per ottenere il resveratrolo somministrato durante il test ci sarebbe bisogno di bere dai 100 ai 200 litri di vino al giorno “, ha concluso Duleba.

Sappiamo che il consumo di resveratrolo e di altri antiossidanti contenuti nel vino rosso può essere molto utile per la nostra salute, a condizione che avvenga con moderazione. A lungo termine sempre più studi continuano a confermare i vantaggi che offre il vino, una bevanda che possiamo continuare a bere senza rischio. 

 TAGS:Tenuta Ulisse Montepulciano D'Abruzzo 2014Tenuta Ulisse Montepulciano D’Abruzzo 2014

Tenuta Ulisse Montepulciano D’Abruzzo 2014

 

 

 TAGS:Ruggeri Valdobbiadene Superiore Di CartizzeRuggeri Valdobbiadene Superiore Di Cartizze

Ruggeri Valdobbiadene Superiore Di Cartizze

Che cos’è un vitigno?

 TAGS:undefined

Il campo vinicolo è complesso ed il voccabolario usato in questo settore è anche complicato. Però che cos’è un vitigno? Pocche persone interrogate sanno rispondere a questa domanda. Ecco alcune spiegazioni.

Definizione del vitigno 

Il vitigno è la varietà dell’uva. Come per le mele ed i pomodori, esistono diverse varietà, di cui i gusti e le caratteristiche sono differenti. Necessitano anche delle attenzioni e delle esigenze differenti.

Ci sono dei vitigni bianchi e dei vitigni rossi. Si riscontrano migliaia di tipi diversi di vitigni nel mondo, ma l’80% della produzione mondiale è realizzata a partire da una ventina. I più famosi sono il Chardonnay ed il Sauvignon bianco per i vini bianchi ed il Pinot noir, il Cabernet franc, il Cabernet sauvignon, il Merlot, il Syrah ed il Grenache per i vini rossi.

Per consentire l’evoluzione di una varietà d’uva o di un vitigno, alcuni elementi devono essere presi in considerazione. Tutti i vitigni non si adattano proprio bene ad ogni tipo di suolo. Poi, c’è il clima. Tutte le variazioni climatiche che esistono tra le regioni o i paesi non sono adatti a tutti i vitigni. E così via: la lista è lunga. Tutti questi elementi influiscono sul gusto del vino, anche se non sono gli unici.

Differenza tra vino di assemblaggio e monovitigno 

Un vino monovitigno è un vino elaborato a partire da un unico vitigno. Molti vini monovitigni sono prodotti in Borgogna. I vini rossi sono prodotti a partire da Pinot noir ed i vini bianchi a partire da Chardonnay. Nonostante tutto, tutti i vini non sono similari. Il terroir, l’orientazione di ciascuna parcella, l’effetto annata, il lavoro del viticoltore nelle sue viti e nella sua cantina dà sempre un vino diverso. I vini d’America e Oceania (Stati-Uniti, Argentina, Australia, Cile, Nuova Zelanda, Africa del Sud) hanno contribuito in modo rilevante a rendere questi vitigni di moda. Ciascuno vitigno corrisponde ad un gusto in particolare.

In Francia, per esempio, la tradizione è piuttosto di fare vini di assemblaggio, come nella regione di Bordeaux. Sono vini elaborati a partire da parecchie varietà di uve. Il viticoltore cerca di armonizzare e di equilibrare al meglio i vini. È una tapa molto importante per i viticoltori. Si tratta di mescolare diversi tini della stessa annata, da parcelle e vitigni diversi. Ciascuna varietà di uva è dotata di una qualità diversa ed una volta i vitigni assemblati, il vino è più equilibrato ed armonioso. Qualche varietà portano della leggerezza, altri della potenza e della struttura, altri dell’acidità e della freschezza. Nonostante, i viticoltori non possono fare gli assemblaggi che vogliono e come lo vogliono. Tutto ciò è regolato dalle DOC. I Champagne sono un caso a parte e non utilizzano questo sistema.

La ricerca della perfezione può portare i viticoltori ancora più lontano nell’arte dell’assemblaggio o del vino monovitigno. Un viticoltore può mescolare dei vini di due parcelle però dello stesso vitigno per equilibrarli. Una, perché sarà orientata al Nord, ed l’atra al Sud oppure perché sono entrambi delle parcelle con giovani viti. Potrà anche decidere di produrre un vino a partire da uve provenienti da una sola parcella con delle vecchie viti. I vitigni sono quasi sempre indicati sulle etichette. 

Quale vino scegliere?

Bisogna bere molti vini diversi per sapere i gusti che vi piacciono. Se amate i vini bianchi fruttati allora un Riesling, un Muscat oppure un Sauvignon bianco vi piacerà. Se preferite i vini più austeri, allora provate un Chardonnay. Per i vini rossi, l’invecchiamento è anche molto importante. Se un vino invecchia in barrique e non solo in un tino di acciaio inossidabile, allora sarà più potente. In questo caso, non tutto dipende del vitigno. Il Merlot è un vitigno assai pocco potente per esempio, al contrario, di solito, il Cabernet Sauvignon ed il Malbec sono potenti. I Bordeaux, i vini del Roussillon e del Languedoc sono in molti casi degli assemblaggi.

La nostra selezione:

 TAGS:Miraval Rosé 2015Miraval Rosé 2015

Miraval Rosé 2015

 

 

 TAGS:Château Latour-Martillac 2011Château Latour-Martillac 2011

Château Latour-Martillac 2011

I migliori vini per festeggiare il ponte del 2 giugno

 TAGS:undefinedLa festa della Repubblica è una recente occasione affinché gli italiani festeggino la nascita del nuovo stato dopo la seconda guerra mondiale. E lo è ancor di più quando cade di venerdì, come quest’anno, e permette alle famiglie di organizzare una trasferta per più di due giorni lontano dal caos cittadino e di godere di un vero riposo.

Ma per festeggiare adeguatamente, soprattutto in Italia, è importante equipaggiarsi del miglior cibo e, specialmente, dei migliori vini da degustare in questo periodo dell’anno a cavallo tra la primavera e l’estate. Nell’infinita varietà dei migliori vini italiani che si sposano perfettamente per questa occasione, andiamo a scovare quelli che possono rendere più stimolante questa celebrazione.

Il primo della lista è l’Anselmi San Vincenzo Veneto Bianco 2016, la cui edizione più recente ha avuto un notevole successo di vendita. Perfetto per le degustazioni o i pranzi durante le giornate più afose, questo bianco stagionato per 6 mesi in botti accompagna alla grande pietanze a base di pesce nonché vari tipi di formaggio, oltre ad essere ideale come aperitivo, data la sua freschezza fruttata e il suo carattere dolce. 

Chi invece preferisce godere di un vino leggermente diverso e puntando su un prodotto leggermente più commerciale può puntare sul Cleto Chiarli Brut de Noir Rosé, un Lambrusco tra i più apprezzati che va degustato fresco e le cui bollicine infondono vigore e freschezza nel corpo dei commensali. Questo nettare si combina bene con primi piatti come pasta al forno o risotti, carni bianche, affettati e alcuni tipi di formaggi di pasta filante o dal sapore soave. 

E per terminare, come non rivolgersi al piacere frizzantemente dolce di uno spumante particolare come il Quacquarini Vernaccia Di Serrapetrona Dolce? Questo prodotto delle Marche è perfetto per chiudere alla grande un pranzo di festa. Dal gusto intenso di frutti rossi e leggermente amarognolo nel finale, può servire perfettamente da abbinamento a dolci e dessert di qualsiasi tipo. 

Non farti cogliere impreparato dal ponte del 2 giugno e procurati subito i vini con i quali festeggiare insieme alla tua famiglia. Da Uvinum ti raccomandiamo i seguenti:

 

 TAGS:Cleto Chiarli Brut de Noir RoséCleto Chiarli Brut de Noir Rosé

Il Cleto Chiarli Brut de Noir Rosé è un brillante rosé che passa sei mesi in cuvetta per dare come prodotto un rosa scintillante.

 

 TAGS:Quacquarini Vernaccia Di Serrapetrona DolceQuacquarini Vernaccia Di Serrapetrona Dolce

Quacquarini Vernaccia Di Serrapetrona Dolce,  un’esperienza assoluta di un rosato secco e scintillante che si riversa sul palato e scivola via dolcemente