Tag: vino rosato

Come abbinare il vino con la frutta e non sbagliare

 TAGS:undefinedSe sei un amante del vino come tutti noi, sicuramente ti piace berlo accompagnato da qualche stuzzichino o dai tuoi piatti preferiti. E siccome in questi giorni fa molto caldo, abbiamo pensato di proporti abbinamenti di frutta e vino, combinazione che, oltre ad essere buona, è anche rinfrescante.

In generale, qualsiasi vino leggero, dolce e fruttato è buono per accompagnare la tua frutta preferita. È inoltre consigliabile provare combinazioni e abbinamenti con vini rosati e/o vini spumanti, poiché daranno ai vostri pasti quel tocco speciale e delizioso che state cercando.

Raccomandazioni speciali

Il mango è senza dubbio uno tra i frutti più buoni che la madre terra ci ha potuto regalare. È inoltre molto alla moda e, soprattutto in estate, viene usato in molti dolci o insalate di stagione. Per la sua affinità con gli agrumi, un buon Riesling è l’opzione migliore per accompagnare gli alimenti a base di mango. Oppure puoi optare per un più maturo Sauvignon Blanc con note di agrumi. Però, se stai mangiando qualcosa dal sapore più forte di un dessert o di un’insalata, come ad esempio pollo o pesce con crema di mango, un buon Chardonnay dolce sarà la scelta migliore. 

Se invece hai intenzione di mangiare pesche, fragole o arance dovresti scegliere un rinfrescante vino rosso fruttato, e il migliore fra tutti è il Pinot Noir. Di fatto, un dessert molto buono e comune nella cucina mediterranea è la pesca inzuppata nel vino, uno straordinario mix che sicuramente avrai già provato.

Insalate e moscato

Per ultimo, ma da non dimenticare, un buon moscato dolce può abbinarsi molto bene con le tue insalatone estive. Anche se questi vini provengono per la maggior parte da zone più calde e in generale sono più forti, scoprirai che si accompagnano molto bene alla frutta. E non dovrai nemmeno spendere molti soldi: sia i vini moscato spagnoli che quelli preparati nel sud della Francia sono a buon prezzo e ti faranno gustare di più le tue insalate estive.

 TAGS:Moscato Petalo BottegaMoscato Petalo Bottega

Moscato Petalo Bottega: un vino bianco de la DO Vini senza denominazione (Italia) che contiene una selezione di moscato. 

 

 

 TAGS:Paolo Berutti Azienda Agicola Moscato D’Asti Paolo Berutti 2013Paolo Berutti Azienda Agicola Moscato D’Asti Paolo Berutti 2013

Paolo Berutti Azienda Agicola Moscato D’Asti Paolo Berutti 2013: un vino dolce con DO Moscato d’Asti con acini di moscato dell’annata 2013. 

Com’è cambiato il consumo di vino negli ultimi anni?

 TAGS:undefinedIl mercato enogastronomico ha fatto passi da gigante e ora i consumatori sono diventati più esigenti, il consumo di vino è in aumento. Vediamo com’è cambiato il consumatore negli ultimi anni!

  • Non va bene qualsiasi cosa. Per via di un’eccessiva saturazione d’informazioni in pochi anni, i nuovi consumatori di vino e quelli che lo hanno sempre bevuto sono sempre più esigenti e sanno molto bene ciò che vogliono, quindi chiedono qualità e professionalità.
  • Nuovi consumatori. Con l’emergere dei social network e blog, ci sono nuovi consumatori di vino che si fanno guidare dai commenti dei consumatori nelle reti sociali e in Internet in generale. Non se ne intendono molto di vino, ma imparano. Di solito sono persone giovani e, anche se poco consumatrici di vino, richiedono nuove annate e denominazioni meno note, grazie al loro contatto quotidiano col web.
  • Dove acquistano il vino. Secondo le ricerche di SymphonyIRI, quando si acquista il vino, i consumatori ormai non si recano soltanto nelle cantine o nei luoghi specializzati, ma nella stragrande maggioranza delle volte acquistano vino di qualità in supermercati o ipermercati e in secondo luogo scelgono stabilimenti specializzati, discount, cooperative e altre forme commerciali. Certamente, comprare vino online è anche una tendenza in aumento.
  • Dove vengono consumati. E’ anche cambiato qualcosa per quanto riguarda il luogo dove i consumatori bevono il vino. Dal ristorante si è passati alle osterie, enoteche del quartiere, bar, locali che offrono degustazioni enogastronomiche e luoghi dove si commercializza il vino; ovvero luoghi dove ci si intende di vini e questi ultimi possono essere comprati sul momento.
  • Bevitori di etichette. D’altro canto, sono comparsi consumatori che non se ne intendono di vini e, a seconda di ciò che dicono alcuni viticoltori, sono considerati come dei bevitori di etichette, in quanto chiedono un determinato tipo di vino solo perché procede da un’azienda famosa o perché ha un certo tipo di denominazione o perché viene molto sponsorizzato.

 

 TAGS:Cantrina Rebo Zerdi Benaco Rosso 2010Cantrina Rebo Zerdi Benaco Rosso 2010

Cantrina Rebo Zerdi Benaco Rosso 2010

 

 

 TAGS:Memoro PicciniMemoro Piccini

Memoro Piccini

 

 

Pranzi leggeri da portare al lavoro

 TAGS:undefinedAnche quando mangiare a lavoro è molto piacevole, mangiare in ufficio come alternativa al menù offre vantaggi sia per il portafoglio e per la vostra salute. Inoltre, se si preparano dei pasti leggeri, la serata non sarà così pesante, soprattutto se si lavora lunghe ore seduti al pc.

I suggerimenti vedono principalmente insalate di pasta, che forniscono carboidrati che permettono di ricaricare le batterie. Sono facili da fare e tengono fino al giorno successivo. Le insalate possono anche essere di verdure, di riso con funghi o anche pasta fredda con pezzi di tacchino e si possono innaffiare con un po ‘di vino bianco fresco da consumare a mezzogiorno.

Per mangiare abbastanza verdure, i wrap sono di moda e possiamo condirli con lattuga, pomodoro, tonno, uova e formaggio affinché siano più sani, inoltre sono facili da mangiare. Per migliorarne il sapore, il giorno prima si può fare un po ‘di salsa yogurt che sarà perfetta per condire, mentre per bere e accompagnare questi snack speciali, le birre artigianali sono l’ideale.

Anche le creme vegetali sono leggere e gustose, oltre che facili da preparare. Bisona lasciarle riposare in frigorifero, in modo da poter portarle il giorno dopo al lavoro. Per le stagioni estive il gazpacho rimane il piatto forte, con alcuni tipi di frutta che gli danno un tocco diverso.

Il pesce è nutriente e squisito ed è raccomandato tre volte a settimana. Si può variare tra salmone e tonno, che possono essere messi in un panino con insalata e accompagnati da vino rosato o da un rosso novello. 

E se siete interessati a ulteriori suggerimenti come questi, non perdete le nostre ricette per qualsiasi occasione. Una goduria.

 TAGS:Terre Di Giurfo Cerasuolo Di Vittoria Maskaria Frappato, Nero D' Avola 2009Terre Di Giurfo Cerasuolo Di Vittoria Maskaria Frappato, Nero D’ Avola 2009

Terre Di Giurfo Cerasuolo Di Vittoria Maskaria Frappato, Nero D’ Avola 2009: un vino rosato con DO Cerasuolo di Vittoria con un mosto a base di frappato e nero d’avola de 2009. 

 

 

 TAGS:Comincioli Chiaretto DiamanteComincioli Chiaretto Diamante

Comincioli Chiaretto Diamante:  un vino rosato con DO Garda Bresciano. 4,5 punti su 5 è la valutazione media di Comincioli Chiaretto Diamante su Uvinum.

 

 

Le donne comprano più vino di tutte

 TAGS:undefinedAttualmente sono le donne che scelgono vino per lo shopping on-line. Secondo l’indagine del Laboratorio vente-privee, il gigante dello shopping online che ha accompagnato l’azienda Masi Agricola alla tavola rotonda “il vino femminile multisensoriale, digitale come un nuovo orizzonte dello stile di vita” che ha avuto luogo il 12 giugno per la FashionCamp.

Secondo l’indagine, quasi la metà (il 47%) dei clienti che acquistano vino online sono donne tra i 30 ei 40 anni. Solo in Italia, la percentuale è in aumento del 39%.

Hanno anche cambiato la spesa stessa, influenzate dal gusto delle donne nella scelta del tempo e della compagnia. Il 98% degli intervistati associa questi acquisti alla cena, il 72% a un drink con gli amici, il 62% alla famiglia e il 60% alla coppia. Al contrario, si tratta di una tendenza “unisex” quella di comprarlo per i regali. 52% degli acquisti online sono confrontati con il 44% di quelli realizzati nei negozi.

“C’è una cultura del vino, il desiderio da parte delle donne di conoscere e godere, e quindi aumenta la loro partecipazione a corsi di degustazione con sommelier grazie anche grazie all’ accesso digitale alle informazioni sul produttore, sulle vigne e per l’acquisto: questo è il vero valore aggiunto di una società 2.0 “, afferma Andreas Schmeidler, Country Manager Italia di vente-privee. Questo sito, che ha venduto più di 4 milioni di bottiglie nel 2014, è stato scelto dalla Vinexpo Kedge Business School come il secondo sito di e-commerce nel settore del vino.

I clienti, maschi e femmine, si avvicinano allo shopping digitale con più curiosità. L’idea è quella di integrare un servizio extra, senza trascurare la distribuzione fisica, “il 30% dei nostri clienti acquistano per conoscere un vino mai sperimentato”

Le donne preferiscono i vini bianchi e rosati, mentre il 62% è assegnato al vino rosso.

Masi Agricola per il terzo anno consecutivo presenta una linea particolare: Pink Masi, una variante del Campofiorin che compie proprio nel 2015 i suoi primi 50 anni. Alessandra Boscaini, la settima generazione della cantina in Valpolicella, spiega che l’azienda ha deciso di contribuire alla sua “quota rosa” per attirare l’attenzione su una categoria “sottovalutata”, come ad esempio quella dei vini rosati.

“E poi, si sa, il rosa è un colore che attira l’attenzione delle donne e abbiamo anche preso in considerazione accompagnare la bottiglia con un’etichetta riconoscibile di Masi, che è simile a quella della storica Costasera Amarone e Campofiorin, ma fa una un cenno alla sensibilità femminile con il suo colore fucsia e rosa cipria.”

 

 TAGS:Canei BiancoCanei Bianco

Canei Bianco: un vino bianco de la DO Vini senza denominazione (Italia) realizato con uve moscatell e con 8.5º

 

 

 TAGS:Cenatiempo Biancolella Ischia Kalimera 2011Cenatiempo Biancolella Ischia Kalimera 2011

Cenatiempo Biancolella Ischia Kalimera 2011: un vino bianco Ischia elaborato con biancolella de 2011 e con un grado alcolico di 13º.

 

*Foto: Chris Pople (flickr)

I migliori cocktail con vino rosato

 TAGS:undefinedIl vino rosato è una deliziosa bevanda che può servire anche per creare interessanti cocktail come quelli che seguono.

Cocktail di vino rosa

Ingredienti

  • 150 millilitri di vino rosato
  • 30 millilitri di vodka
  • 2 foglie di basilico
  • 1 fetta di limone
  • Sciroppo semplice a piacere
  • Ghiaccio

Preparazione:

  1. Posizionare la foglia di basilico e una fetta di limone in un bicchiere. Schiacciato entrambi gli ingredienti e aggiungere un paio di cubetti di ghiaccio.
  2. Aggiungere il vino rosato, vodka e una spruzzata di sciroppo semplice.

Margarita di vino rosato

Ingredienti:

  • 120 millilitri di vino rosato
  • 30 millilitri di tequila bianco
  • 15 millilitri di triple sec
  • 1 fetta di limone
  • Sciroppo di gomma
  • Sale qb

Preparazione:

  1. Inumidire il bordo della tazza con una fetta di limone e poi passare dalla tazza di sale al ghiaccio e decorare.
  2. Aggiungere il succo al gelato al limone, vino, triple sec e tequila.Mescolare gli ingredienti e aggiungere un tocco di sciroppo.

Pink cocktail

Ingredienti:

  • 2 fragole
  • 90 millilitri di vino rosato
  • 30 millilitri di vodka
  • 30 millilitri di succo di pompelmo
  • Sciroppo 
  • Ghiaccio

Preparazione:

  1. Mettere in un fragole di vetro e triturarle.
  2. Riempire il bicchiere con ghiaccio e versare vino rosato, vodka e succo di pompelmo.
  3. Rimuovere il contenuto e aggiungere un po’ di sciroppo.

Cocktail di vino rosato e pesche

Ingredienti:

  1. 3/4 kg di pesche mature
  2. 1 litro di vino rosato
  3. Succo di 2 arance
  4. 1 buccia d’rancia
  5. Scorza di limone
  6. 2 tazze di soda (500 cc)
  7. Ghiaccio tritato

Preparazione:

  1. Mettere il vino in una ciotola. Sbucciare le pesche e tagliarle a pezzetti.
  2. Aggiungere le pesche al vino con succo d’arancia, scorza d’arancia e la scorza di limone.
  3. Far macerare la preparazione per un paio d’ore
  4. Servire con qualche soda ghiaccio e ghiaccio tritato. Decorare il bicchiere con una fetta di limone o buccia d’arancia.

 TAGS:M de Minuty Rosé 2014M de Minuty Rosé 2014

M de Minuty Rosé 2014: un vino rosato de la DO Côtes De Provence è elaborato con tibouren e cinsaut de 2014 e con un grado alcolico di 13º. 

 

 

 TAGS:Miraval Rosé 2014Miraval Rosé 2014

Miraval Rosé 2014: un vino rosato Côtes De Provence con un mosto a base di cinsault e syrah de 2014 e 13º di alcol in volume.

 

 

Abbinamenti ideali per vino rosato

 TAGS:undefinedFreschi, con note di frutta e fiori, il vino rosato lascia un buon sapore in bocca se sappiamo combinarlo bene. Anche se non è mai troppo facile, essendo una via di mezzo tra bianchi e rossi, va bene con carne e pesce ed ha quindi il vantaggio di essere un’ottima variante in vari casi. Puoi conoscere di più sui rosati nelle righe che seguono.

Rosati secchi. Questo tipo di rosato, tipo quelli delle regioni francesi Touraine e Provenza, oltre ai classichi Bordeaux, va consumato tra antipasti e piatti unici come può essere un’insalta, pasta, pizza o un tagliere di formaggi.

 TAGS:Miraval Rosé 2014Miraval Rosé 2014

Miraval Rosé 2014: è un Côtes De Provence di cantineChâteau Miraval realizzato con cinsault e grenache di 2014 e 13º di alcol in volume. 

 

 

Vini più forti. La magia della viticultura permette di avere rosati di diversi sapori. I rosati più forti, dal color rubino e dagli odori intensi, come quelli del Tempranilo, sono perfetti per accompagnare pesce e frutti di mare. 

Della Toscana. In Toscana si elaborano vini rosati e vini di lunga tradizione. Sono perfetti con un piatta di pasta, carne e aperitivi, così come con formaggi di capra, verdure, riso e pesce fresco.  

 TAGS:Tenuta Il Poggione Lo Sbrancato Rosato 2013Tenuta Il Poggione Lo Sbrancato Rosato 2013

Tenuta Il Poggione Lo Sbrancato Rosato 2013:  un vino rosato de la DO Toscana è elaborato con uve di 2013 e ha un volume di alcol di 12º.

 

 

Rosati spumosi. Questi vini si servono con pesce cotto in qualsiasi modo e con frutti di mare. Nel caso dei formaggi più forti si possono accompagnare anche a frutti come fragole e mele.  

 TAGS:Ceci Otello Rosè Spumante Extra DryCeci Otello Rosè Spumante Extra Dry

Ceci Otello Rosè Spumante Extra Dry è un Cava di cantineFreixenet delle varietà trepat e pinot Noir e ha un grado alcolico di 12º.

 

 

I vini rosati e il riso. Il vino rosato è perfetto per il riso. Sia per il suo sapore fresco sia per le note di agrumi che contrastano con il sapore del riso, questo vino si sposa bene anche con paelle di frutti di mare, carne e sushi. 

Freschi, con note di frutti e fiori e colori vari, i vini rosati lasciano un buon sapore in bocca se li abbiniamo correttamente. Anche se non sempre è facile, stando a metà tra bianchi e rossi, vanno bene anche con carne, pesce e altri alimenti. Conosci un po’ di più sugli abbinamenti per vini rosati. 

 TAGS:Tenuta Ulisse Unico Cerasuolo D'Abruzzo 2013Tenuta Ulisse Unico Cerasuolo D’Abruzzo 2013

Tenuta Ulisse Unico Cerasuolo D’Abruzzo 2013: un vino rosato de la DO Cerasuolo D’Abruzzo è elaborato con montepulciano de 2013 e ha un grado alcolico di 13º.

 

 

Live Wine 2015: Salone Internazionale del Vino Artigianale

 TAGS:undefined

Se ami il vino sicuramente vorrai conoscere sempre più cose riguardo la tua bevanda preferita. In effetti esistono molti eventi che rappresentano un’ottima opportunità non solo di comprare vini artigianali quant’anche di degustare nuovi vini e sentire conferenze sui temi più attuali in materia di vino. Questi temi sono i più urgenti per la conservazione del pianeta e per avere un’inziezione nuova di coscienza riguardo questo nettare.  

Live Wine 2015 è un evento di vino artigianale che avrà luogo a Milano dal 21 al 23 febbraio 2015 e vedrà molti prodotti di Italia e Europa pubblicizzati dai produttori attraverso varie attività e conferenze. 

L’edizione di quest’anno, diretta ai clienti e ai professionisti del mondo del vino, ci saranno degustazioni gratuite, seminari e degustazioni particolari. Inoltre ci sarà la possibilità di comprare prodotti alimentari di eccellente qualità, un bar, un’area per i bambini e il WiFi.

Questi i principali temi che verranno trattati:

  • Il cambio climatico nella coltivazione della vita
  • Macerazione dei vini bianchi
  • La vigna e il vino nella zona oscura dell’ Italia
  • La mineralità
  • Interpretazioni poco ortodosse del terroir “Franciacorta”

Seminari e degustazioni guidate di 90 minuti saranno dirette dall’esperto Samuel Cogliati e sono tra le principali attività dell’evento. Tra le 10 e le 12 gli spettatori potranno godere di tutti i vini in esposizione ad un prezzo ottimo. 

 

 TAGS:Foss Marai Surfiner Cuvee BrutFoss Marai Surfiner Cuvee Brut

Foss Marai Surfiner Cuvee Brut è un Veneto di cantine Foss Marai il cui mosto contiene sauvignon e prosecco e 12º d’alcol. 

 

 

 TAGS:Sella & Mosca Cannonau Riserva Dimonios 2010Sella & Mosca Cannonau Riserva Dimonios 2010

Sella & Mosca Cannonau Riserva Dimonios 2010 un vino rosso de la DO Cannonau di Sardegna con i migliori grappoli cannonau dell’annata 2010 e 14º di grado alcolico.

 

Quanto si è uomini se si beve il vino?

Gli uomini britannici hanno riconosciuto la paura di fare una figuraccia quando bevono vino in compagnia dei propri amici, questo nei bar, mentre non avviene lo stesso quando si trovano a casa propria.

 TAGS:undefined

Ogni qualvolta osserviamo le abitudini di diversi paesi nel bere il vino, riscontriamo numerose differenze; ma stavolta gli studi hanno fornito dati davvero inaspettati. Infatti secondo una ricerca condotta dalla Association of Wine Côte du Rhone su un campione di 1500 uomini, si è evinto che a 9 uomini su 10 piace bere una bottiglia di vino a casa, ma solo 1 su 4 lo fa anche quando esce fuori con gli amici, per paura di essere presi in giro.

Il motivo per cui solitamente si viene scherniti può derivare, ad esempio, dal fatto di apparire un po’ troppo saputelli sul mondo del vino oppure dal fatto di non riuscire a bere alcolici più forti e più in voga, come fanno invece altri uomini. Sta di fatto che tali convinzioni generano un modello di consumo diverso nel Regno Unito.

Questo studio è stato commissionato dall’Association of Wine Côtes du Rhône, grazie al quale si è scoperto persino che un quarto degli uomini serve vino durante le proprie riunioni per impressionare positivamente i suoi ospiti.

Questi dati dimostrano inoltre che il vino è molto più apprezzato in serate intime, a casa, con amici, o magari durante un pranzo con i propri familiari, almeno secondo il campione di uomini intervistato.

Forse per questi motivi succede spesso di vedere i compratori di vino fare delle scelte molto precise nel selezionare i vini da portare a casa, sia a seconda dei piatti a cui verranno abbinati sia in base al tipo stesso di serata.

E voi? Vedreste di cattivo occhio un amico che ordina del vino? Se siete coraggiosi, vi suggeriamo due</>

 TAGS:Château de Beaucastel Coudoulet de Beaucastel Côtes Du Rhône 2011Château de Beaucastel Coudoulet de Beaucastel Côtes Du Rhône 2011

Château de Beaucastel Coudoulet de Beaucastel Côtes Du Rhône 2011

 

 

 TAGS:Louis Bernard Côtes du Rhône 2011Louis Bernard Côtes du Rhône 2011

Louis Bernard Côtes du Rhône 2011

Il vino rosato, anche d’inverno

 - Il vino rosato non è esclusivo dell’estate. La sua freschezza e il suo aroma fanno sì che si sposi bene con pesce o frutti di mare, ma si può consumare anche in inverno. Si desmifitica dunque una di quelle leggende del mondo del vino, come quella secondo la quale il vino rosso si può bere solo quando fa freddo. 

Di inverno molti rosati sostituiscono dei bianchi, nonostante sia risaputo che un rosato è un rosso poco macerato che ha come colori finali delle tonalità che vanno dal rosso bordeaux al rosa.

Per una scelta personale possiamo rifarci a una infinita varietà di rosati: esistono rosati dai sapori più stagionati ed altri con molto più corpo anche rispetto a dei vini rossi. Il segreto risiede nelle varietà di uva, come per esempio il Cabernet Sauvignon o Malbec, che sono caratterizzate da una concetrazione maggiore di aromi.

Alcuni tra i rosati più forti e saporiti, che non hanno nulla da invidiare a dei rossi, sono i Montsant, con uve Merlot e Garnacha Bianca, e con tonalità viola. I sapori ricordano i frutti del bosco oltre ai frutti esotici e gli agrumi che conferiscono questo tocco dolciastro che li differenzia dei rossi più classici. 

In Italia vi sono vari vini rosati di qualità, elaborati con uve particolari e che hanno un colore simile a quello delle fragole o dei lamponi, con aromi potenti di frutta matura. Da adesso potremo degustare dei buoni rosati non solo con pasta o pesce, ma anche con altri tipi di piatti che comprendono carni più raffinate. 

Ecco qui due vini rosati perfetti per l’inverno:

 TAGS:Firriato Branciforti Rosato Sicilia Igt 2012Firriato Branciforti Rosato Sicilia Igt 2012

Firriato Branciforti Rosato Sicilia Igt 2012

 

 

 TAGS:Sella & Mosca Alghero Oleandro 2011Sella & Mosca Alghero Oleandro 2011

Sella & Mosca Alghero Oleandro 2011

Il successo dei vini rosati

 TAGS:Nell’amplia gamma di vini italiani a disposizione di intenditori e non , ultimamente stanno riscuotendo un grande successo i vini rosati, anche conosciuti come rosé. Questi vini, soprattutto durante l’estate quando il caldo la fa da padrone, sono una buona alternativa per coloro che non amano i vini troppo corposi o densi come i rossi, ma che neanche preferiscono il sapore secco dei bianchi.

In effetti, i rosati fanno leva sul loro sapore particolarmente fresco e fruttato, a volte leggermente frizzante, e si sposano bene con vari alimenti, oltre ad essere perfetti sia per un aperitivo sia per un pranzo o una cena, nonché per cucinare.

Tuttavia il successo dei vini rosati in Italia non si riscontra esclusivamente durante il periodo estivo, bensì questo tipo di vino sta ormai acquisendo una popolarità sempre più imperante, dovuto, appunto, al suo gusto soave e tendente al dolce che soddisfa vari palati.

Mentre in Francia la tradizione dei rosé è già ben consolidata, e questo tipo di vino accompagna indifferentemente carne e pesce, in Italia questa tendenza è cominciata da poco. Grazie anche alla loro bassa gradazione alcolica, i rosati si sono imposti poco a poco nella tradizione eno-gastronomica del Belpaese

Infatti i vini rosati hanno iniziato ad imporsi lentamente durante le cene, mentre prima erano solo un’alternatvia allo Spritz per un aperitivo al fresco in una terrazza. Il loro profumo floreale e fruttato risulta spesso gradevole ed ormai la qualità media di questi vini è migliorata a tal punto che non si sente più se sono ossidati o caramellati.

Dal 2009 al 2011 la diffusione di vini rosati in Italia, secondo i dati riportati dalla Guida dei Vini d?Italia, è esplosa aumentando del 30 per cento. Questo dato è chiaramente indicativo del successo dei rosati, che è dovuto anche all’ effervescenza ma anche ad un particolare livello di sperimentazione. Ormai, dalla Sicilia al Trentino non esiste un ristorante che non abbia una buona scorta di rosati nella propria cantina.

Ecco qui due dei migliori vini rosati disponibili su Uvinum:

 TAGS:Castello Banfi Centine Rosé 2010Castello Banfi Centine Rosé 2010

Castello Banfi Centine Rosé 2010, con riflessi brillanti

 

 

 TAGS:Canti Sangiovese-Merlot Daunia I.G.T. 2008Canti Sangiovese-Merlot Daunia I.G.T. 2008

Canti Sangiovese-Merlot Daunia I.G.T. 2008, al profumo di fragoline di bosco