Tag: vino blu

E tu: che pensi del vino blu?

 TAGS:undefinedAbbiamo già raccontato quali sono le caratteristiche del vino blu, chiamato Gik Live, una sorpresa, in gran parte a causa del suo colore. Si ricorda che è fatto al 100% da uve provenienti da diverse cantine spagnole e viene presentato in bottiglie di vetro caratteristiche del vino, ma ora non si può definire come tale.

La verità è che questo vino, realizzato da un gruppo di giovani baschi, ha già venduto oltre 90.000 bottiglie, attraverso il proprio negozio on-line, in 25 paesi: Da Germania e Francia fino a Stati Uniti e Malesia, al prezzo di otto euro a bottiglia. Tuttavia, qualcuno ha citato in tribunale il vino blu, chiedendo esplicitamente che non venga definito vino. 

E dopo alcuni controlli con le vendite ferme e il pagamento di una grossa multa da parte dei giovani, la Giustizia ha decretato che il Gik non può essere considerato vino. Risulta che, a livello giuridico, non esiste una categoria che contempli un prodotto di questo colore e caratteristiche.

I giovani baschi sostengono che il Gik è fatto al 100% di uva, e quello che volevano era innovare il settore. A quanto pare, questa notizia non ha reso contenti i puristi del settore, che difendeno la tradizione. D’ora in poi, questa bevanda blu sarà commercializzata come vino 99%, 1% mosto.

Per rivendicare la loro creazione, i giovani hanno iniziato una campagna suTwitter nella quale difendono i loro diritti e chiedono che il Gik venga chiamato di nuovo chiamato vino blu. L’hashtag è #FreedomofColor (Libertà di colore).

Con questa campagna si vuole anche porre fine alle formalità di un settore definito come stantio, che non guarda ad alcun progresso, dato che la loro intenzione era di far avvicinare il vino ai giovani. Anche se la denuncia è anonima, i giovani creatori di Gik dicono che tutto indica che l’industria del vino sia dietro ciò.

 TAGS:Gïk Live (vino blu)Gïk Live (vino blu)

Gïk Live (vino blu)

 

 

 TAGS:Pasion Blue Chardonnay (vino blu) 2015Pasion Blue Chardonnay (vino blu) 2015

Pasion Blue Chardonnay (vino blu) 2015

Da vino blu a vino verde…

 TAGS:undefinedLa tradizione è una caratteristica di grande importanza per gli amanti del vino,e lo stesso vale per l’innovazione. È per questo che ogni giorno le cantine più giovani stanno lavorando per sviluppare nuove ricette e formule per sorprendere i palati più esperti; non solo per il loro gusto delizioso, ma anche per il loro colore. Un anno fa abbiamo parlato della nascita di GIK Live, il primo vino blu nel mondo creato da giovani imprenditori nei Paesi Baschi, e ora è giunto il momento di parlare del vino verde: una bevanda che combina gli effetti inebrianti di alcol e cannabis.

Il vero nome di questo intruglio è Canna Vine, e consiste in un vino distillato dalla marijuana prodotta in California (USA), l’unico posto al mondo in cui la sua vendita è attualmente consentita. Il consumo di questa bevanda è regolato, limitando la vendita per uso terapeutico solo con prescrizione medica.

L’attuale fama del vino verde è dovuta a celebrità come cantante Melissa Etheridge o alla presentatrice televisiva Chelsea Handler, che hanno pubblicamente ammesso che abitualmente consumano in quanto hanno ricevuto i loro trattamenti di chemioterapia. In realtà, questa bevanda è così adatta ai loro stili di vita che non vengono considerate altre cure mediche, ma come un elemento della loro dieta quotidiana; anche per servire i loro ospiti a cena preparata nella privacy delle loro case, come Etheridge ha confessato in un’intervista pubblicata dalla rivista Bon Appetit.

Si stima che in futuro questi vini potranno essere commercializzati liberamente, a condizione che la legge lo consenta nel resto del mondo. Tuttavia, il loro prezzo elevato tra 120 e 400 dollari di media rappresenta un impedimento per la maggior parte delle tasche, quindi è considerata come una bevanda esclusiva. Ancora, la fornitura di vino verde prodotta in California cresce ogni giorno attraverso le nuove cantine specializzate e il suo successo come medicinale cresce nei negozi e nelle cantine che hanno contribuito alla fama dei vini di questo stato norteamericano.

 TAGS:Gïk Live (vino blu)Gïk Live (vino blu)

Gïk Live (vino blu)

 

 

 TAGS:Aviva Blue SkyAviva Blue Sky

Aviva Blue Sky

Blue Tropic? No, vino blu

 TAGS:undefinedFinora, abbiamo visto vini rossi, rosati, bianchi o anche con ingredienti rari … ma non blu. Anche se alcuni champagne hanno questa tonalità, il vino blu è qualcosa di nuovo, ed è appena arrivato in Spagna. Questo è il primo vino nel blu mondo. Sorprendente, vero?

Questo vino si chiama Gik Live! ed è stato inventato da giovani imprenditori originari dei Paesi Baschi. E non è solo diverso nel colore ma anche nel sapore, essendo più dolce dei vini convenzionali. Il suo processo di sviluppo proviene da una ricerca realizzata nell’ambito di una collaborazione  tra l’Università dei Paesi Baschi (UPV-EHU) e l’Azti Tecnalia, dipartimento di ricerca alimentare dell’agenzia governo basco.

Il vino può essere personalizzato, come il primo lotto che è stato rilasciato, che ha ricevuto 400 bottiglie ed è stato svilupato in una cantina Bierzo. Ma i seguenti vini blu possono provenire da altre uve e possono essere differenti secondo la richiesta del cliente.

Questi imprenditori hanno saltato tutti gli standard di cultura del vino perché volevano fare qualcosa di non tradizionale come nel processio dei vini classici. Esso rileva che il suo sviluppo è ecologico e dovrebbe essere commercializzato tra più giovani, grazie alle sue innovazioni di gusto e colore.

Per raggiungere questo colore si è effettuato un processo tecnologico di pigmentazione delle uve. Il grado alcolico del vino è di 11,5 gradi, e l’obiettivo dei suoi creatori non è affatto quello di competere con le denominazioni di origine esistenti. I suoi creatori raccomandano e servono una bevanda fredda abbastanza dolce.

Noi, per ora, vi consigliamo vini classici, come ad esempio un Bierzo, per fare l’occhiolino al suo simile in blu.

 TAGS:Cuatro Pasos 2012Cuatro Pasos 2012

Cuatro Pasos 2012: vino di cantine Bodegas Martín Codax a base di mencía de 201

 

 

 TAGS:Pétalos del Bierzo 2012Pétalos del Bierzo 2012

Pétalos del Bierzo 2012: un vino rosso a base delle caste mencía dell’annata 2012 e ha un volume di alcol di 14º.