Tag: vini

10 idee per un aperitivo originale

 TAGS:undefinedLa stagione delle terrazze è iniziata. E così, con il caldo, l’ aperitivo ideale è quello  accompagnato da un buon drink freddo, come un vino rosato, una birra o un’altra bevanda speciale. L’ora del cocktail è di moda, indipendentemente dal luogo in cui ci troviamo. 

  1. Acciughe e Gin. La birra è stato destituita dal gin tonic in ogni situazione. Questi cocktail sono ormai protagonisti a tutte le ore del giorno e posson essere accompagnati da delle classiche alici marinate.
  2. Olive e Martini. Una delle bevande più popolari per l’antipasto era il Martini, soprattutto la domenica come aperitivo. Per fortuna, ora non dobbiamo aspettare la fine della settimana per assaporarlo un ottima mix di Martini Bianco o Rosso e olive.
  3. Vermouth Mancino. Dal classico al un’innovazione. Questo è il vermouth Mancino, che è anche italiano, e lascia note amare e di spezie nella nostra bocca.
  4. Aperitivi sani. Come il culto del corpo e della natura è di moda, niente di meglio che deliziare il vostro palato con alcuni buoni spuntini sani come olive con carote grattugiate o farina d’avena su pane tostato con salmone affumicato. Si accompagnano meglio con vino rosato.
  5. Anguille e birra. Nel nord della Spagna le ‘gulas’ sono aperitivi comuni. Se il nostro portafogli ce lo permette, sono perfette con una birra fresca. 
  6. Palline di formaggio e vino rosso. Qualsiasi aperitivo con formaggio è uno spuntino ideale prima di pranzo. E per l’abbinamento, si sposa bene con vini rossi dal sapore maturo.
  7. Sushi. Gli antipasti possono essere fatti con una varietà di ingredienti. Questo è il caso dei sapori orientali. Ricordarsi di chiedere circa due rotoli di sushi con vino bianco.
  8. Iberici. Nessuno può resistere ai sapori iberici. Sia il prosciutto, la lonza e il chorizo assumono una nuova dimensione quando facciamo lo spuntino. E ‘meglio accompagnarli con birra o vino rosso.
  9. Caviale e champagne. Due alimenti che iniziano con C riempiono i palati più esigenti. Il caviale si prende sempre in eventi particolari con un po ‘di champagne.
  10. Ostriche e vino rosato. Nelle città della Galizia, i frutti di mare vengono utilizzati anche come antipasto. Le ostriche possono essere assunte con cava o con del vino rosato

Per il vostro migliore antipasto, vi suggeriamo la seguente proposta:

I vini italiani ispirano quelli australiani

 TAGS:undefined

Tim White nel suo ultimo articolo ha segnalato la forte presenza dei vini italiani nel ristorante Land Down Under.

White ha anche segnalato che il vivaio Chalmers de Australia sta realizzando sforzi pionieri nella creazione di ‘viti di tipo italiano’ che sono ugualmente buoni. White ha detto che “ci sono oltre 12 cloni di Sangiovese disponibili ora in Australia”. 

Anche se il lato italiano dell’elaborazione del vino di Australia è ancora agli inizi, White ha detto che ha avuto l’opportunità di provarne campioni decenti.  .

Menzioni sulle varietà dei vini italiani consigliati:

“Schioppettino, Canaiolo Nero d’Avola, Negroamaro, Montepulciano, Aglianico, Marzemino, Refosco, Lagrein e il Salamino Lambrusco Maestri. Proprio come l’ Arneis, greco, Fruilano, Fiano, Ribolla e il celeberrimo Vermentino, del quale una certa quantità sta raggiungendo un’alta qualità in qualità di vino bianco molto gustoso “.

White ha detto che ha provato “alcuni Nero d’Avola ottimi“, così come “alcuni buoni Montepulciano”. Ha poi continuato a sottolineare che l’importanza della presenza di vino italiano non è solo una questione di nuovi odori e sapori.

Tutto questo interesse nel vino italiano diventa importante con caratteristiche come la struttura e, in particolare, l’acido” ha scritto. “La stragrande maggioranza delle viti coltivate mantengono un buon livello di acidità naturale di calore e diventano più calde. Quelle australiane sono diverse rispetto a quelle di origine francese “.

White ha avuto anche l’opportunità di menzionare alcuni bar di vini australiani dove andare se siete in cerca di una esperienza decente di vino italiano.

Vini in Sydney è un’avventura anche per i più esperti di vini italiani più secondo White. “Ci sono così tante cose interessante nel menù di questo bar che anche un devoto potrebbe essere indeciso”, ha detto.

Ombra a Melbourne è una scelta formidabile per la cena e il vino: “E ‘stato amore al primo morso per me questa combo di pizza con n’duja, carré di agnello, e il Sangiovese Greenstone”, ha scritto. “Il Ribolla bianco della casa è delizioso”

Quando sei a Canberra, passa per Mezzalira: dove “il servizio è di qualità superiore, il cibo si basa su una concezione di nuovo smart food e si dispone di un’ottimo menù di vini in bottiglia,” ha detto.

L’ultimo sulla vostra lista è il Bar Torino, che si trova ad Adelaide in Australia del sud. Li “Partirai per un viaggio da Torino a Barcellona attraverso il vermouth e un piatto di paella (!). Un paio di drink ben scelti diminuiranno la tua confusione “.

Foto: GustoNudo 2013

Vuoi conoscere la Toscana in bici? Ecco come farlo!

 TAGS:undefined

Carlo Travalgi dice sul sito web di Tuscany Wine and Bike e su come è iniziato il progetto. “Tuscany Wine and Bike è un progetto per chi vuole capire, attraverso i sensi, cosa è il mondo del vino.” Così è nato uno dei percorsi per moto più belli del mondo e oggi vogliamo condividere con voi.

“La mia conoscenza del vino è iniziata quando ero ancora un bambino. Ho iniziato a lavorare con studi agricoli di terreni. Ora lavoro come produttore di vino indipendente, in società operanti a Cerreto Guidi, a San Casciano Val di Pesa, Castellina in Chianti, Gaiole in Chianti, Radda in Chianti e Montalcino. Non vi è dubbio che la base di Tuscany Wine and Bike sia la passione per il mio lavoro. Ma vi è anche un desiderio di fornire uno strumento per conoscere il mondo del vino che è molto più reale e imperfetto rispetto alle immagini luminose associate ad esso.”

Tuscany Wine and Bike è un progetto che permette di conoscere i vigneti, le imprese e i vini toscani, oltre a paesaggi e della storia della regione stessa.

Il percorso passa attraverso i vigneti e uliveti, per capire come si formano le uve e quali sono le diverse varietà presenti nella zona. Nel mese di settembre e ottobre si può vedere l’uva in procinto di essere raccolta e persino fare un corso per imparare a vedere quando sono mature.

La bicicletta permette di catturare gli aspetti che rimangono nascosti quando viaggiamo nei veicoli più confortevoli e al contempo permette di viaggiare per grandi distanze e di investire il tempo risparmiato a conoscere aree viticole sostenibili e diversi prodotti (vino, olio, formaggio e miele).

I percorsi organizzati dall’ enologo Carlo Travagli e dal motociclista Luca Casini sono tutti progettati specificamente per gli ospiti che accompagnano Carlo e Luca in un viaggio attraverso la bellissima zona, con molte differenze dentro di essa e molte diversità a seconda delle stagioni.

In alcuni luoghi scoprirete le chiese, i castelli, uliveti, vigneti, campi di girasole, le foreste, le imprese locali e potrete anche fare un tour di degustazione delle principali tipologie di vino prodotte nella zona.

Le cantine che ospitano il tour di Tuscany Wine and Bike sono le seguenti

  • Artimino Resort: Una fattoria di 732 ettari nel cuore della campagna toscana. All’interno della proprietà è la famosa Villa Medicea e “La Ferdinanda”, uno spazio eventi.
  • Cappella Sant’Andrea: Una bella fattoria biologica in Toscana, che offre attività come una scuola di cucina bio e passeggiate tra gli animali.
  • Villa del Cigliano: Una splendida villa costruita nel Chianti Classico, che mantiene le caratteristiche dell’antica Toscana.
  • Castello di Fonterutoli: Nel cuore delle colline del Chianti Classico che domina la Val d’Elsa, l’azienda ha mantenuto il suo aspetto originario di un tranquillo villaggio rurale.
  • Azienda Agricola La Croce: Situato nei pressi della Riserva Naturale di Sant’Agnese, a Castellina in Chianti, nel cuore del Chianti Classico.
  • Fattoria Viticcio: Dalla cima della collina che sovrasta il paese di Greve in Chianti, circondato da vigneti e la campagna toscana, la Fattoria Viticcio è situata nel Chianti Classico.
  • Giorni Cantina: boutique del vino si trova in collina a 50 metri dal livello del mare.
  • Mazza Cantina: produttori del famoso Chianti Classico. Nonostante gli anni conservano il rispetto per la tradizione e l’immagine del Chianti Gallo Nero
  • Tenuta Colle Alberti: Situata tra le colline della Toscana e immersa nella tranquilla campagna, vigneti e campi di grano, sorge la Tenuta Colli Alberti.
  • Tenuta Villa Trasqua: dispone di vini autentici di alta qualità Chianti Classico.
  • Società Bentivoglio: Entrare nell’azienda Bentivoglio è come fare un salto nel tempo per incontrare l’Italia degli anni ’50.

Ecco gli hotel che ospitano i bikers Bike Tuscany Wine:

  • Tenuta Il Tresto
  • Fattoria La Logia
  • Artimino Resort
  • Villa Alba
  • Antico Borgo Poggiarello
  • Antico Ristorante maja
  • Agriturismo Le Veneri

 Alcuni punti di interesse presenti al Giro di Tuscany Wine and Bike:

  • Chianti Osservatorio multifunzionale
  • La Rocca di Staggia
  • Il Chianti Classico
  • Foreste, chiese e castelli
  • Fortezza Medicea di Poggio Imperiale
  • Via Francigena
  • Montagnola Senese
  • Monteriggioni
  • San Gimignano
  • Il Cerretano e massiccia collina Montalbano

*Foto: Stefen Ramsaier (flickr)

Con quali vini è meglio combinare il sushi?

 TAGS:undefinedIl sushi è una moda alimentare internazionale. E offre una varietà di sapori e perfetta nutrizione per tutti i tipi di organismi. Quando si porta il vino giusto per il sushi, è importante sapere qual è il migliore. Eccovi alcuni suggerimenti importanti. 

Vini bianchi

A seconda del tipo di sushi che si mangia, si possono usare vari vini. Tuttavia, come per la maggior parte dei pesci, il vino bianco è la migliore opzione. Porta la freschezza necessaria per il sushi e gli intensi aromi di frutta combinati con riso, soia e olio di pesce intensifica il sapore di tutta la miscela.

 TAGS:Flor de Vetus Verdejo 2014Flor de Vetus Verdejo 2014

Flor de Vetus Verdejo 2014 vino bianco Rueda è realizzato con uve Verdejo 2014 e ha una gradazione alcolica di 13 °, ideale per il pesce e quindi per il sushi.

 

 

Vini rosati

Così come il vino bianco, il vino rosato è perfetto per mangiare sushi. Inoltre da tanta freschezza in ogni stagione dell’anno.

 TAGS:Gramona Moustillant Rosat BrutGramona Moustillant Rosat Brut

Moustillant Gramona Rosat Brut: un rosato delle cantine Grotte Penedés Gramona fatto con uve Syrah e Merlot, e con 11º di gradazione alcolica.

 

 

Vini rossi

Anche i vini rossi possono andare bene con il pesce crudo. In ogni caso si deve trattare di un vino giovane e con una bassa concentrazione di tannini. Qualsiasi vino fresco si accoppia benissimo con gli ingredienti principali del sushi.

 TAGS:Juan Gil 4 Meses 2013Juan Gil 4 Meses 2013

Juan Gil 4 Meses 2013: un vino tinto della DO Jumilla elaborato con uve Monastrell del 2013 ed ha un volume alcolico di 15º.

 

 

Varietà selezionate

Tra le principali varietà di questi vini che possono essere presi con il sushi vengono inclusi il Tempranillo,il  Verdejo o l’Albariño. Anche i Monastrell rosati, e in generale Chardonnay e Sauvignon Blanc. Tra i rossi, le varietà Syrah sono tra le migliori.

 TAGS:José Pariente Sauvignon Blanc 2014José Pariente Sauvignon Blanc 2014

José Pariente Sauvignon Blanc 2014: un vino bianco della DO Rueda è elaborato con uve Sauvignon e Sauvignon Blanc del 2014 e con 13º di gradazione alcolica.

 

 

Tipi e marche di vini

I vini che si abbinano con sushi sono molteplici. Al di là di bianco, rosato e rosso, ci sono anche gli spumanti. Inoltre vi sono vini come il Malbec argentino o il Pinot Noir della Borgogna, i vini spagnoli Rueda, dei rosati Jumilla o alcuni rossi del Penedès.

 TAGS:Laforêt Pinot Noir 2011Laforêt Pinot Noir 2011

Joseph Drouhin è il produttore di Laforêt Pinot Nero 2011, un vino rosso con DO Borgogna con le migliori uve di Pinot Nero, il 2011 e una gradazione alcolica del 12,5 °.

 

Le vendite di vino online in aumento

 TAGS:undefinedIl commercio del vino online è cresciuto negli ultimi anni. Internet è la terza fonte di informazioni consultata prima di acquistare vini ed è estesa e accessibile. Attraverso Internet i consumatori di vino possono ricevere consigli per scegliere e saperne di più sui prodotti che acquistano.

Secondo i dati Sowine / SSI  l’ 82% dei francesi fa ricerche su internet prima di acquistare vini, in quanto questo mezzo offre l’opportunità di conoscere i prodotti, le opinioni di altri consumatori e confronta i prezzi comodamente. Il 42% di questi acquirenti si definiscono come fan e il 54% si definiscono come inesperti.

Il 9% dei francesi seguono account legati al vino sui social, mentre i blog offrono un facile accesso alle informazioni di vino per coloro che vogliono saperne di più e non come prima, quando gli esperti erano gli unici che avevano accesso a dettagli importanti.

I social network sul vino svolgono un ruolo sempre più importante, sia per fornire informazioni sia per aumentare le vendite e il mercato francese non fa eccezione.

Attualmente il 9% degli acquisti di vini francesi si fanno in linea, e il vino è il prodotto leader di vendite on-line. Nel 2013 le vendite di vino on-line sono aumentate del 32% e secondo i calcoli effettuati da Xerfi nel 2014queste vendite potrebbero superare i 1000 milioni di euro nel 2015.

Alla luce di questo i produttori di vino in piena espansione stanno anche utilizzando Internet per promuovere i loro prodotti e per offrire nuove modalità di shopping online ai consumatori. La risposta a questi cambiamenti da parte dei consumatori è favorevole e comporta l’aumento di acquisti di bottiglie (media di 6-12 bottiglie).

Tra i siti web più popolari ci sono in primis quelli dei produttori, poi quelli dei commercianti e al terzo posto quelli di vendita privata. 

 

 TAGS:Marchese Antinori Chianti Classico Riserva 2011Marchese Antinori Chianti Classico Riserva 2011

Marchese Antinori Chianti Classico Riserva 2011, un vino rosso con DO Chianti Classico vendemmiato in 2011 e con una gradazione alcolica di 13.5º. 3 punti su 5 è la valutazione media di Marchese Antinori Chianti Classico Riserva 2011 su Uvinum.

 

 

 TAGS:Foss Marai Surfiner Cuvee BrutFoss Marai Surfiner Cuvee Brut

Foss Marai Surfiner Cuvee Brut: un vino spumante de la DO Veneto elaborato con uve sauvignon e prosecco e con un grado alcolico di 12º.

 

 

Due cooperative italiane in testa alle esportazioni di vino italiano

 TAGS:undefined

Le cantine italiane hanno iniziato a investire per crescere nel mercato italiano fin dall’anno scorso.  

Nonostante le condizioni incerte dell’economia mondiale, 2 cooperative sono tra le prime in Italia. 

Secondo gli studi di Mediobanca, basati su 122 compagnieiane con una fatturazione superiore ai 25 milioni di euro, le vendite italiane sono di gran contributo alle vendite straniere del 2014.

Le vendite italiane sono aumentate del 10% nonostante una perdita del 0,4% dell’ economia in generale. Per quest’anno le aspettative sono migliore: il 50% degli intervistati aspira a una crescita delle vendite minore del 5% nonostante il rapporto quasi uguale tra euro e dollaro. 

Secondo Mediobanca le vendite nazionali sono restate uguali al 2013, ma quelle straniere dei principali prodotti italiani sono aumentate del 2,8%.

Gli spumanti sono i primi nella clssifica degli investimenti, con un 5,8% di crescita rispetto al 2013.

Únicamente il 5% delle esportazioni si fanno in Asia, ma da Mediobanca pensano che queste percentuali aumenteranno viste le tendenze. 

In America del Nord c’è stato un aumento del 6,1% nel consumo dei vini italiani  mentre nei paesi dell’UE il vino italiano rappresenta il 50% delle esportazioni. 

Tra i migliori venditori del 2014 Santa Margherita occupa il primo posto con una crescita del 7,8%, seguita dal gruppo Cantine Riunite-Giv, Caviro, Campari, Antinori e Mezzacorona.

 

 TAGS:Santa Margherita Prosecco Superiore '52' Rive Di Refrontolo Brut 2012Santa Margherita Prosecco Superiore ’52’ Rive Di Refrontolo Brut 2012

Santa Margherita Prosecco Superiore ’52’ Rive Di Refrontolo Brut 2012 è un vino spumante con DO Prosecco Di Conegliano-Valdobbiadene di cantine Santa Margherita è elaborato con prosecco de 2012

 

 

 TAGS:Santa Margherita Impronta del Fondatore Malbech Lison Pramaggiore 2011Santa Margherita Impronta del Fondatore Malbech Lison Pramaggiore 2011

Santa Margherita Impronta del Fondatore Malbech Lison Pramaggiore 2011: un vino rosso Veneto con i migliori grappoli malbec dell’annata 2011 e 13º di alcol in volume. 

 

*Foto: blu-news.org (flickr)

Gioco di spade, i Soprano, qual è il tuo vino?

 TAGS:undefinedNegli ultimi anni, la televisione ha preso dal cinema la qualità e la popolarità dei suoi prodotti, e questo si riflette anche nel campo della cultura popolare e, ovviamente, anche nel mondo del vino, che si reinventa costantemente alla ricerca di nuovi modi per attirare i consumatori.

In questo senso, ci sono già diversi produttori di vino che, ispirati alle serie di maggior successo, stanno lanciando vini tematici, come “Wines of Westeros” (“I Vini d’Occidente”), sulla base del nota serie della HBO “Game of Thrones“.

Questa gamma di vini prodotti dalla società australiana Common Ventures è costituito da 12 varietà denominate secondo le varie famiglie e personaggi della produzione televisiva, con un design minimalista e diverse varietà di uve utilizzate per la sua produzione, come Sauvignon Blanc, Pinot Noir , Shiraz, Chardonnay, Merlot …

Anche i classici di animazione come “I Simpson” hanno le loro bottiglie dedicate, in questo caso un semplice concept grafico realizzato dai designer Constantin Bolimond e Dimitry Patsukevich, che hanno adattato le sagome di Marge e Homer Simpson a forma di bottiglie tipiche. Anche se sappiamo che i personaggi della nota serie americana preferiscano la birra, siamo sicuri che non disprezzerebbero una degustazione di questi vini ancora senza data di rilascio sul mercato.

E, infine, ecco “I Soprano” come protagonisti. Anche se la serie ha visto pubblicati i suoi ultimi capitoli anni fa, è ancora possibile ottenere diverse varietà di vinodedicate ai protagonisti, con prezzi che vanno da $ 10 a $ 30 e con varietà di uve come Chianti, Pinot Grigio e Pinot Noir, che ci faranno sentire come se fossimo a cena al ristorante di Artie Bucco, scenario di molte delle avventure della mafia italiana-americana.

 TAGS:Marchesi di Frescobaldi Castelgiocondo Brunello di Montalcino 2009Marchesi di Frescobaldi Castelgiocondo Brunello di Montalcino 2009

Marchesi di Frescobaldi Castelgiocondo Brunello di Montalcino 2009: un vino rosso con DO Toscana elaborato con uve di 2009 e con un grado alcolico di 14.5º. 

 

 

 TAGS:Rocca Delle Macìe Sasyr Rosso Toscana 2011Rocca Delle Macìe Sasyr Rosso Toscana 2011

Rocca Delle Macìe Sasyr Rosso Toscana 2011: un vino rosso de la DO Toscana dell’anno 2011 e 13.5º di gradazione alcolica. 4 punti di 5 è la media delle valutazioni dei consumatori di Rocca Delle Macìe Sasyr Rosso Toscana 2011 en Uvinum.

 

 

Blue Tropic? No, vini azzurro!

 TAGS:undefined
Finora, abbiamo visto rosso, rosato, bianco, rosso scuro, vini con ingredienti rari … ma non blu. Anche se alcuni champagne già sono di questo colore, il vino blu è qualcosa di nuovo ed è appena arrivato in Spagna. Questo è il primo vino blu del mondo. Sorprendente, vero?

Questo vino si chiama Gik Live ed è stato inventato da giovani imprenditori dei Paesi Baschi. E non è solo diverso nel colore, ma anche nel sapore, essendo più dolce convenzionale. Il processo di sviluppo si basa su unaricerca che è stata realizzata in collaborazione con l‘Università dei Paesi Baschi (UPV-EHU) e l’Azti Tecnalia, il dipartimento di ricerca alimentare del governo basco.

Il vino può essere personalizzato, dato che il primo lotto è stato rilasciato, che ha visto l’uscita di 400 bottiglie, è stato sviluppato in una cantina del Bierzo. Ma i seguenti vini blu possono provenire da altre uve e cantine, a seconda della domanda del cliente.

Questi imprenditori hanno saltato tutti gli standard di cultura del vino perché volevano fare qualcosa di non tradizionale, ma in realtà volevano un vino prodotto senza le catene vini di sempre. Il loro sviluppo è ecologico e dovrebbe essere commercializzato tra più giovani, grazie alla sua innovazione, gusto e colore.

Per raggiungere questo colore, avviene un processo tecnologico di pigmentazione di uve. La gradazione alcolica del vino è di 11,5 gradi, e l’obiettivo dei suoi creatori non è quello di competere con le denominazioni di origine esistenti. I suoi creatori raccomandano di servire la bevanda fredda essendo la stessa abbastanza dolce.

Noi, per ora, ti raccomandiamo i vini classici e in questo caso un Bierzo, per dare un saluto al suo omonimo dal sangue blu.

 TAGS:Pétalos del Bierzo 2012Pétalos del Bierzo 2012

Pétalos del Bierzo 2012:  un vino rosso con DO Bierzo a base della caste mencía di 2012 e 14º d’alcol. Pétalos del Bierzo 2012 si sposa perfettamente con pasta e pesce. 

 

 

 TAGS:Dominio de Tares Cepas Viejas 2009Dominio de Tares Cepas Viejas 2009

Dominio de Tares Cepas Viejas 2009: un vino rosso con DO Bierzo realizzato con mencía dell’annata 2009 e con una gradazione alcolica di 14.5º. 

 

 

Nuove norme in Europa per la plantazione delle viti

 TAGS:undefinedLa Commissione europea ha pubblicato le nuove norme in materia di impianti di vigneti per il settore agricolo dell’Unione europea che possa soddisfare la domanda globale con maggiore flessibilità.

Queste nuove regole entreranno in vigore dal 1 Gennaio 2016 e stabiliranno un nuovo regime di autorizzazione per le piantagioni dei vigneti, consentendo un lieve incremento annuo delle superfici coltivate nell’UE.

Phil Hogan, commissario europeo per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale, ha dichiarato: “Il nuovo sistema fornisce maggiore flessibilità per il settore vitivinicolo europeo che permette di aumentare la produzione in risposta alla crescente domanda globale. Allo stesso tempo, gli Stati membri hanno una serie di garanzie da applicare per affrontare i potenziali rischi sociali e ambientali in aree specifiche di produzione del vino.”

Uno studio recente ha dimostrato che, nonostante la crescita delle esportazioni dell’UE verso i paesi terzi dal 2008 sia in termini di volume e di valore, l’UE continua a perdere quote di mercato mondiale. Si prevede che il consumo totale mondiale continuerà a crescere da qui al 2025 e questa tendenza dimostra che il settore vitivinicolo europeo dipenderà sempre più dalle esportazioni. Pertanto dovrebbero essere prese misure per evitare mali maggiori.

Le nuove regole prevedono sostanzialmente come gli stati devono gestire i regimi di esenzione e le piantagioni non trasferibili, e definire anche il meccanismo di salvaguardia delle nuove piantagioni.

Con questo lieve aumento annuo delle superfici coltivate si prevede di aumentare la produzione per soddisfare la domanda mondiale che continuerà ad aumentare.

 TAGS:Cavalleri Franciacorta Saten BrutCavalleri Franciacorta Saten Brut

Cavalleri Franciacorta Saten Brut: un vino spumante de la DO Franciacorta è elaborato con chardonnay e 12º di grado alcolico.

 

 

 TAGS:Foss Marai Surfiner Cuvee BrutFoss Marai Surfiner Cuvee Brut

Foss Marai Surfiner Cuvee Brut: un vino spumante de la DO Veneto elaborato con uve sauvignon e prosecco e con un grado alcolico di 12º.

 

 

Un’uva per un pane

 TAGS:undefined

Per molti abbinare pane e vino può essere complicato, anche perché bisogna provarli e sceglierli secondo i gusti di ognuno. 

Alcune opzioni di pane e vino che si possono provare prima di cominciare gli esperimenti sono queste che seguono. 

Champagne e pan brioche

Il pan brioche è conosciuto per la sua consistenza morbida sul palato e per la sua scorza croccate, mentre il champagne è famoso per le sue bollicine. Per quanto riguarda i sapori, il dolce e amaro del pane si abbinano all’acido dello champagne. Se preferisci puoi aggiungere al pane un po’ di salmone. 

 TAGS:Moët & Chandon Brut ImpérialMoët & Chandon Brut Impérial

Moët & Chandon Brut Impérial, un vino spumante con DO Champagne con pinot Noir e pinot Meunier e con 12.50º di gradazione alcolica.

 

 

Pinot Grigio e baguette

La baguette è rinomata per il suo sapore delicato ed è facilmente abbinabile al vino bianco. Per accompagnare la baguette si possono aggiungere formaggi dal sapore lieve in modo da potenziare tutti i sapori. 

 TAGS:Pinot Gris Grand Cru Zinnkoeplfle Leon Boesch Blanc 2008Pinot Gris Grand Cru Zinnkoeplfle Leon Boesch Blanc 2008

Domaine Léon Boesch è l’elaboratore di questo Pinot Gris Grand Cru Zinnkoeplfle Leon Boesch Blanc 2008, un vino bianco de la DO Alsazia a base delle caste pinot Gris dell’annata 2008.

  

Vino rosato e focaccia

La focaccia è in tipo di pane mordibido sul palado e dal sapore forte. Si può abbinare a un buon vino rosato acido e servito freddo.

 TAGS:Miraval Rosé 2013Miraval Rosé 2013

Miraval Rosé 2013, un vino rosato de la DO Côtes De Provence con i migliori grappoli di cinsault e syrah di 2013 e 13º di grado alcolico. 

 

 

Pinot Noir e pane di segale

Il pane di segale è conosciuto per il suo sapore amaro e forte e la sua scorsa dura, mentre il Pinot Noir ha forti aromi fruttati e note di cioccolate, che lo rendono una buona opzione per gli abbinamenti.  

 TAGS:Sangue di GiudaSangue di Giuda

Giorgi è il produttore di Sangue di Giuda, un vino rosso con DO Oltrepo Pavese elaborato con barbera e pinot Noir.

 

 

Riesling e pane dolce con frutti

Se ti piace il dolce sicuramente godrai del pane con i frutti e per accompagnarlo è perfetto un Riseling freddo, che ha anche aromi dolci che si sposano bene con i dessert.

 TAGS:La Tunella Noans 50cl 2012La Tunella Noans 50cl 2012

La Tunella Noans 50cl 2012, un vino dolce con DO Colli Orientali del Friuli a base di sauvignon e traminer de 2012 e 13º di alcol in volume. 

 

 

*Foto: Uvinum e James Lee