Tag: vini coupage

I coupage più classici

 TAGS:Che cos’è un coupage? Questa parola, di origine francese, viene utilizzata per denominare un vino che è stato prodotto utilizzando uve diverse (in italiano viene solitamente tradotta “miscela”), a differenza dei vini varietali e monovarietali che vengono invece realizzati interamente con un unico tipo di uva.

Tuttavia, sebbene il coupage sia una miscela, ciò non significa che le diverse uve vengano messe a caso in un tino, tanto per “riempirlo” e farci un vino; al contrario, per secoli è stata studiata la relazione tra le diverse uve e si è cercata la miglior combinazione possibile in modo da ottenere un ottimo vino. Infatti la maggior parte delle cantine vinificano separatamente ogni vitigno facente parte del coupage (vale a dire che da ogni varietà, si produce un vino diverso); in alcuni casi viene persino affinato separatamente e solo poco prima dell’imbottigliamento si studiano il sapore e la qualità di ogni vino, in modo da trovare la miscela che meglio gli si addice.

Questo coupage o miscela di uve è diventato una caratteristica peculiare di determinate zone vinicole, quali:

Nella Rioja, la miscela più tipica è costituita da Tempranillo, Mazuelo e Graciano.

Il cava tradizionale è fatto da Macabeo, Xarel·lo e Parellada, mentre gli champagne francesi sono composti da uve Pinot Noir, Pinot Meunier e Chardonnay.

A Porto, regione famosa per i suoi vini dolci, sono sei le varietà maggiormente utilizzate: Touriga Franca, Touriga Nacional, Tinta Cao, Tinta Amarela, Tinta Barroca e Tinta Roriz, anche se possono esserne impiegate solo 3 o 4 di esse.

Seguendo la scia dei vini dolci, ritroviamo quelli di Sauternes, la regione dei bianchi dolci e della “muffa nobile”, in cui di solito vengono miscelate Sauvignon Blanc e Sémillon.

In Francia, in particolare in molte zone vicine a Bordeaux, si utilizzano varie combinazioni delle seguenti uve: Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Petit Verdot.
Anche le zone più “moderne” hanno le loro caratteristiche miscele: per esempio in Australia il coupage più ampiamente utilizzato è denominato “GSM”: Grenache, Syrah e Mourvedre.

E a proposito di zone “moderne”, in Spagna ritroviamo la Ribera del Duero, zona in cui la maggior parte dei vini sono varietali, prodotti con la famosissima uva Tempranillo; quest’ultima, tuttavia, viene sempre più frequentemente miscelata con la Cabernet Sauvignon, dando origine a dei vini davvero spettacolari.

E voi? Avete la vostra miscela preferita? Conoscete qualche altro copuage “famoso”? Oggi ve ne consigliamo due che vi lasceranno senza parole:

 TAGS:Foss Marai Surfiner Cuvee BrutFoss Marai Surfiner Cuvee Brut

Foss Marai Surfiner Cuvee Brut

 

 

 TAGS:Colle Massari Montecucco Rigoleto 2011Colle Massari Montecucco Rigoleto 2011

Colle Massari Montecucco Rigoleto 2011