Tag: valpolicella

Che tipo di vino è l’Amarone?

 TAGS:undefinedL’Amarone della Valpolicella è un vino molto particolare a base di uvette precedentemente essiccate al sole, come si fa con la varietà Pedro Ximenez per il vino dolce con lo stesso nome. In questo caso, e contrariamente a quanto di solito è fatto nella maggior parte dei vini passito, si utilizzano le varietà rosse locali piuttosto che quelle bianche e, in secondo luogo, il risultato ottenuto è un vino secco con diverse caratteristiche organolettiche.

Il suo colore è rosso scuro, tendente al granata dopo l’invecchiamento. Ha un odore acuto, pieno, un sapore caldo e vellutato e all’olfatto sa di frutta matura, ciliegie e marmellata di lamponi.

Con l’avanzare dell’età si possono percepire anche aromi evidenti di muschio e di catrame. Gli zuccheri residui sono un massimo di 12 g / l, mentre la gradazione alcolica è tra i 14 ei 16 gradi. La zona di produzione si trova nella provincia di Verona, nella regione Veneto nel nord Italia, e le varietà d’uva sono Corvina Veronese, Rondinella e Corvinone con limitata presenza di altre varietà rosse.

La particolare preparazione dell’ Amarone segue lo stesso principio di altri vini nei quali si prevede di aumentare la concentrazione di zucchero nelle uve e anche di migliorare i suoi aromi e l’acidità, come ad esempio l’Eiswein (vino di ghiaccio) o gli Strohwein tedeschi, il vin de paille francese ed altri vini della Grecia, Cipro e l’Italia, quasi sempre in coppia con i dolci.

L’Amarone, tuttavia, è di solito combinato con piatti autunnali e invernali come arrosti, selvaggina, salumi, formaggi stagionati, risotti e altri piatti del momentto, e vengono anche consumati da soli, come il culmine di una buona cena. È servito in vetro per favorire l’ossigenazione ad una temperatura dai 18 ai 20 ° C.

Il processo di essiccazione delle uve dura circa 120 giorni o anche di più, a seconda del contenuto di acqua nella frutta acqua e attraverso un rigoroso controllo della ventilazione e dell’umidità per evitare la comparsa di funghi. Ai primi di febbraio, l’uva viene pigiata con le bucce dai 30 ai 50 giorni, in modo che gli zuccheri, lievitati, a poco a poco permettano di raggiungere un certo grado alcolico durante la macerazione. Se la concentrazione di zucchero rimane al di sopra della marcatura CE, tale vino è denominato Recioto della Valpolicella, un vino rosso dolce con caratteristiche diverse.

Volete provare dei vini della Valpolicella? Ecco per voi un Amarone e un Reciotto tra i quali potete scegliere:

 TAGS:Tenuta Sant'Antonio Amarone Della Valpolicella Selezione Antonio Castagnedi 2013Tenuta Sant’Antonio Amarone Della Valpolicella Selezione Antonio Castagnedi 2013

Tenuta Sant’Antonio Amarone Della Valpolicella Selezione Antonio Castagnedi 2013

 

 

 TAGS:Zenato Amarone Della Valpolicella 2011Zenato Amarone Della Valpolicella 2011

Zenato Amarone Della Valpolicella 2011

Conosciamo la ‘Oseleta’

 TAGS:undefinedOggi conosceremo l’uva Oseleta, componente di vari vini regionali il cui nome proviene dal dialetto locale e significa piccola ape ed è correlata all’apparizione dei piccoli acini che maturano tardi nella stagione estiva e continuano a pendere dalla vite nonostante essa abbia perso tutte le sue foglie. 

Quest’uva fu creata come esperimento da un vigneto di 48 varietà o cloni differenti durante la decada dell’80 dall’azienda Masi, che portò a termine vari tentativi di micro-vinificazioni alla fine delle quali la Oseleta si rivelò essere una varietà “singolare e interessante per la nostra area”, secondo le parole di Pier Giuseppe Torresani, gestore delle esportazioni. Inoltre questa uva possiede più tannini e mineralità delle altre, oltre ad avere note di bacche scure. 

Conoscendo il potenziale dell’ oseleta, la cantina Masi piantò 18 ettari di terreno e adesso prevede di seminare in tutta la regione di Valpolicella. Inoltre, dal 1990, la ditta Masi ha inserito l’Oseleta in vari vini della sua gamma Valpolicella, con una proporzione di 10% nella Costasera Riserva Amarone.

La gamma Campofiorin si produce utilizzando una variante nella tecnica tradizionale Valpolicella ‘ripasso’, nella quale di solito le uve si sottomettono a una macerazione prolungata nelle loro pellicini. Dal 1990 Masi ha adottato una tecnica di doppia fermentazione mediante l’uso dell’uva passa. 

 TAGS:Allegrini Amarone Della Valpolicella Classico 2008Allegrini Amarone Della Valpolicella Classico 2008

Allegrini Amarone Della Valpolicella Classico 2008

 

 

 TAGS:Romano Dal Forno Amarone Della Valpolicella 2006Romano Dal Forno Amarone Della Valpolicella 2006

Romano Dal Forno Amarone Della Valpolicella 2006