Tag: spumanti

I migliori vini per il ponte dell’Immacolata

 TAGS:undefinedIl mese di dicembre è ormai dietro l’angolo e con esso una serie di festività e di giorni liberi che renderanno più facile prendersi del tempo da godere insieme ad amici e familiari. E quale miglior scusa che una riunione con le persone più care per consumare delle ottime bevande, possibilmente da acquistare online? Con il ponte dell’Immacolata che si avvicina – quest’anno l’8 dicembre è un venerdì – l’aperitivo delle feste è servito! 

Ecco quindi le nostre proposte per iniziare a festeggiare come si deve.

1. Feudi di San Marzano Primitivo di Manduria

Questo vino pugliese è senza dubbio uno dei migliori delle ultime annate tra quelli prodotti in Italia. Al sole del sud Italia e con l’apporto di uve speciali come quelle Primitivo, l’annata del 2014 è adesso matura per poter posarsi sulle nostre tavole per iniziare a festeggiare. Ideale per accompagnare carni, affettati o anche un buon formaggio stagionato, il Feudi di San Marzano 2014 presenta un grado alcolico di 14,5% e il suo corpo ricco di tannini fini conquista fin dal primo sorso.

 2. Bove Indio Montepulciano D’Abruzzo 2012

Per accompagnare un primo a base di pasta, come potrebbe essere una deliziosa amatriciana o carbonara, Il Bove Indio Montepulciano è un vino rosso scuro che garantisce un’esplosione di sapori strepitosa una volta in bocca. Mordibo ed equilibrato, aiuta anche la digestione e si sposa bene con dei secondi a base di carne

3. Lambrusco

In questa selezione non poteva mancare un classico. Il Lambrusco di origine emiliana è un vino frizzante e fruttato che piace anche a chi di vini non è appassionato. Ideale per accompagnare lasagne o affettati come la mortadella, questo prodotto di una delle migliori regioni d’Italia per quanto riguarda la gastronomia non delude mai.

4. Tenuta Roveglia Lugana Limne 2016

Passando ai bianchi, questo bianco lombardo a base di uve Trebbiano dal profumo di mela verde è l’abbinamento perfetto per dei piatti a base di pesce o per insalate fresche e leggere. Da consumare a una temperatura tra i 6 e gli 11 gradi, questo Tenuta Roveglia Lugana Limne è una garanzia per chi ama la freschezza di un buon bianco.

 5. Col Vetoraz Prosecco Extra Dry

Per concludere un buon pranzo o anche una cena importante, come quella del Ponte dell’Immacolata, cosa c’è di meglio di uno spumante di qualità ma non troppo caro? Il Prosecco Col Vetoraz è uno dei migliori spumanti per rapporto qualità prezzo che si trova sul mercato ed è perfetto per un aperitivo o anche per concludere il pasto e fare un bel brindisi.

 

 TAGS:Bove Indio Montepulciano D'Abruzzo 2012Bove Indio Montepulciano D’Abruzzo 2012

Bove Indio Montepulciano D’Abruzzo 2012

 

 

 TAGS:Feudi Di San Marzano Primitivo Di Manduria 2014Feudi Di San Marzano Primitivo Di Manduria 2014

Feudi Di San Marzano Primitivo Di Manduria 2014

Buoni propositi per gli amanti delle bollicine

 TAGS:undefinedSe ti consideri un amante di spumante, champagne e altri vini frizzanti,ecco qui per te alcune idee per espandere il tuo gusto nei vini frizzanti e scoprire nuovi sapori, aromi, forme ed esperienze che questo tipo di vini possono offrire:

1. Dare una possibilità allo spumante inglese

Se non l’hai ancora fatto, ti suggeriamo di farlo non appena si presenti l’occasione. Lo spumante inglese ha avuto un trend positivo negli ultimi tempi e può già essere trovato in vari rivenditori, ed è elaborato nello stesso modo dello Champagne.

2. Partecipa a una degustazione

Se non sei mai stato a un evento come questo, iscrviti a un corso di degustazione specializzata di spumanti. In questo modo potrai godere e imparare molte cose sui vini frizzanti.  

3. Visita un vigneto

Si tratta di un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. In realtà, potrebbe darsi che esista un vigneto nei tuoi paraggi senza che tu lo sappia. Che sia in Spagna, Italia o in Francia, perditi in una delle regioni specializzate in spumanti.

4. Esci dalla tua zona di comfort

È bello trovare un buono spumante che faccia ‘click’ e ci faccia pensare che è ‘nostro’, ma non possiamo e non dovremmo limitarci solamente a uno spumante. Ci sono molti vini di questo tipo in tutto il mondo, perché non provare un po’ di tutto?

5. Semplicemente, viziati!

Bere champagne è considerato un lusso goduto solo in “occasioni speciali”. Evita questi paradigmi e gusta un buon bicchiere di spumante o champagne più spesso, quando ti va di farlo.

 

 TAGS:Moët & Chandon Brut ImpérialMoët & Chandon Brut Impérial

Moët & Chandon Brut Impérial, un vino spumante con DO Champagne che include acini di pinot noir, pinot meunier e chardonnay e con una gradazione alcolica di 12,5º. 

 

 TAGS:La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007

La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007, un vino rosso con DO Rioja a base di graciano e tempranillo di 2007 e con una gradazione alcolica di 14º.

Come usare il vino in una cena romantica

 TAGS:undefinedVai a cena con lei o lui e la cena deve essere perfetta, sia con le candele o no. La scelta del vino per la cena romantica sarà molto importante, in modo da non lasciare al caso. Segui nostri consigli e per la tua migliore scelta!

Ogni piatto con il suo vino

Se avete scelto pesce per questa cena così romantica, niente di meglio che scegliere i bianchi. Se invece si mangia carne, il vino rosso è l’opzione migliore.

Rosso, sempre meglio

Secondo vari studi, il vino rosso è il migliore per rilanciare l’amore e la vita sessuale, ha benefici cardiovascolari e offre quindi una maggiore protezione dell’apparato genitale.

Lo spumante riaccende la passione

Altri vini perfetti per vivere una cena emozionante sono gli spumanti, dato che le bollicine danno allegria e sensualità. Ma non qualsiasi spumante va bene, quindi meglio puntare sulla qualità.

Sapori di frutta

Con molti cibi si sposano bene i vini fruttati, di solito economici e gstosi. È importante assicurarsi prima di cena che sia un fruttato leggero, per evitare dispiaceri alla fine. 

Il Toscana, una garanzia

Ci sono dei Toscana più forti e altri più leggeri. I secondi saranno sicuramente quelli che renderanno la vostra cena molto romantica. I Toscana non falliscono praticamente mai.

Etichette e pack accattivanti

Molti vini, oltre ad essere nuovi e hanno un sapore fantastico, dicono molto attraverso il loro involucro. Dai nomi delle donne sulle etichette, cuori, i colori rossi e molto altro ancora … ossia quando l’occhio vuole la sua parte!

 TAGS:Le Volte 2008Le Volte 2008

Le Volte 2008: un vino rosso con DO Toscana è elaborato con cabernet sauvignon e merlot de 2008. 

 

 

 TAGS:Castelli del Grevepesa Clemente VII 2007Castelli del Grevepesa Clemente VII 2007

Castelli del Grevepesa Clemente VII 2007: un vino rosso de la DO Toscana di 2007 e 13º di gradazione alcolica. 

 

Le vendite di vino online in aumento

 TAGS:undefinedIl commercio del vino online è cresciuto negli ultimi anni. Internet è la terza fonte di informazioni consultata prima di acquistare vini ed è estesa e accessibile. Attraverso Internet i consumatori di vino possono ricevere consigli per scegliere e saperne di più sui prodotti che acquistano.

Secondo i dati Sowine / SSI  l’ 82% dei francesi fa ricerche su internet prima di acquistare vini, in quanto questo mezzo offre l’opportunità di conoscere i prodotti, le opinioni di altri consumatori e confronta i prezzi comodamente. Il 42% di questi acquirenti si definiscono come fan e il 54% si definiscono come inesperti.

Il 9% dei francesi seguono account legati al vino sui social, mentre i blog offrono un facile accesso alle informazioni di vino per coloro che vogliono saperne di più e non come prima, quando gli esperti erano gli unici che avevano accesso a dettagli importanti.

I social network sul vino svolgono un ruolo sempre più importante, sia per fornire informazioni sia per aumentare le vendite e il mercato francese non fa eccezione.

Attualmente il 9% degli acquisti di vini francesi si fanno in linea, e il vino è il prodotto leader di vendite on-line. Nel 2013 le vendite di vino on-line sono aumentate del 32% e secondo i calcoli effettuati da Xerfi nel 2014queste vendite potrebbero superare i 1000 milioni di euro nel 2015.

Alla luce di questo i produttori di vino in piena espansione stanno anche utilizzando Internet per promuovere i loro prodotti e per offrire nuove modalità di shopping online ai consumatori. La risposta a questi cambiamenti da parte dei consumatori è favorevole e comporta l’aumento di acquisti di bottiglie (media di 6-12 bottiglie).

Tra i siti web più popolari ci sono in primis quelli dei produttori, poi quelli dei commercianti e al terzo posto quelli di vendita privata. 

 

 TAGS:Marchese Antinori Chianti Classico Riserva 2011Marchese Antinori Chianti Classico Riserva 2011

Marchese Antinori Chianti Classico Riserva 2011, un vino rosso con DO Chianti Classico vendemmiato in 2011 e con una gradazione alcolica di 13.5º. 3 punti su 5 è la valutazione media di Marchese Antinori Chianti Classico Riserva 2011 su Uvinum.

 

 

 TAGS:Foss Marai Surfiner Cuvee BrutFoss Marai Surfiner Cuvee Brut

Foss Marai Surfiner Cuvee Brut: un vino spumante de la DO Veneto elaborato con uve sauvignon e prosecco e con un grado alcolico di 12º.

 

 

Prosecco, il vino italiano più esportato

 TAGS:undefined

Lo sviluppo dei vini frizzanti e soprattutto il Prosecco ha dato vita a un leggero aumento delle esportazioni italiane nel 2014, nonostante il poco sviluppo delle vendite.  

Il Prosecco è un vino bianco frizzante che proviene dal Veneto. Possiede lo stesso prestigio e prezzo di altri vini frizzanti e ultimamente ha preso piede nel mercato anglosassone. In alcune classifiche spagnole batte anche il Cava catalano. 

L’Italia è sempre dietro alla Spagna come primo produttore mondiale di vino, ma ha fatturato il doppio nel 2014. 

Mentre le vendita del cava sono scese nel primo semestre del 2014 nel Regno Unito, quelle del Prosecco sono aumentate del 40%

Il diretto del marketing del Cordoniu Guillem Grael spiega che il mercato britannico è la chiave dell’origine dell’espansione del vino italiano, che ora è venduto anche in altri paesi. 

Il prosecco non si fermenta in bottiglie ma in taniche. Questo vino italiano, elaborato a partire da uve Glera prima conosciute come Prosecco, ha iniziato a farsi conoscere 10 anni fa. 

Tra le caratteristiche princiapli del prosecco c’è la leggerezza e il suo delizisio sapore fruttato. In questo momento è di moda nei paesi anglosassoni, dove alcuni giovani lo preferiscono addirittura alla birra. 

Si dice che il successo delle bevande che aderiscono al Consorzio per la Tutela del Prosecco si deve all’immagine di questa bevanda, vista come un’opzione per il consumo giornaliero in pranzi e riunioni informali. Il prosecco è ormai così comune che viene domandato così, da solo.  

Pedro Bonet, presidente del Consejo regulador del Cava, riconosce che il vino italiano “è stato un successo di distribuzione nel mondo. Gli italiani hanno fatto un’ottima presentazione oltre a poter già contare con un’ ottima rete di ristoranti, negozi e distributori che facilita la diffusione”.

 

 TAGS:Foss Marai Marai de Marai Extra DryFoss Marai Marai de Marai Extra Dry

Foss Marai Marai de Marai Extra Dry:  un vino spumante de la DO Prosecco realizato con uve prosecco e ha un grado alcolico di 11º.

 

 

 TAGS:Col Vetoraz Prosecco Millesimato DryCol Vetoraz Prosecco Millesimato Dry

Col Vetoraz Prosecco Millesimato Dry: un vino spumante con DO Prosecco di cantine Col Vetoraz a base di prosecco. 

 

*Foto Hans Runge (flickr)

8 motivi per bere una buona bottiglia di spumante

 TAGS:undefinedSia in date tipiche o casuali, gli spumanti sono perfetti per le celebrazioni. Le loro bolle, il loro sapore inconfondibile e le sue tante altre caratteristiche sono molti dei motivi per godere di un buon bicchiere. Qui te ne diamo otto… Brindiamo

  1. Motivo di celebrazione. Ogni volta che brindiamo con spumante celebriamo qualcosa. È la bevanda per antonomasia in eventi, familiari, intimi o anche di azienda.
  2. Benefici per la salute. Questo tipo di bevanda offre sempre benefici per la salute, anche se va preso con moderazione. Per esempio, un bicchiere di spumante è naturale e fa bene al cuore. 
  3. Fonte di gioventù e bellezza. Un altro beneficio dello spumante è che è una fonte di antiossidanti, qualcosa che da un beneficio alla pelle e la rende più dolce. Lo spumante idrata la pelle e genera l’acido ialuronico che aiuta a conservare la bellezza.
  4. Perfetto da combinare. Lo spumante si può bere durante tutto il pasto e non solo con i dolci. Frutto della combinazione di uve di casualità è perfetto per essere accompagnato a vari alimenti, sempre a seconda del tipo.
  5. Sapori dolci. Chi non è abituato a bere vino sarà contento di poter degustare degli spumanti dolci, fruttati, che saranno la loro alternativa al vino tradizionale. 
  6. Tante varietà. Così come il resto dei vini, gli spumanti hanno varie categorie e diversità. C’è il Brut, il semisecco, il riserva… dunque si può scegliere tra una vasta gamma a seconda dei gusti e dei pasti. 
  7. Denominazioni di Origine. Questo tipo di vino e spumante procede da luoghi con nome, qualità e denominazione d’origine, ossia offre una garanzia totale di elaborazione, sempre classificato a seconda della zona. 
  8. Eleganza e romanticismo. Un bicchiere di spumante è sinonimo di festa, ma anche di eleganza e romanticismo, dato che è sempre stato associato a una vita snob, in quanto prima aveva un costo elevato. 

Se lo spumante non era una delle tue bevande preferite, sicuramente a partire da adesso lo vedrai con altri occhi. Quindi non perderti le seguenti raccomandazioni! 

 

 TAGS:Valdubon Roble 2013Valdubon Roble 2013

Valdubon Roble 2013

 

 

 TAGS:Moët & Chandon Ice ImpérialMoët & Chandon Ice Impérial

Moët & Chandon Ice Impérial

 

 

 TAGS:Foss Marai Surfiner Cuvee BrutFoss Marai Surfiner Cuvee Brut

Foss Marai Surfiner Cuvee Brut

 

Si avvicina il Natale… (e io con questi vini!)

Sì, lo sappiamo… Natale è alle porte ed è probabile che tu abbia molti dubbi su quali vini e spumanti dovrai comprare. Con l’idea di darti una mano (sia tu un novizio o semplicemente ti lasci guidare dal tuo palato), il nostro personal shopper ha elaborato una selezione dei migliori vini e champagne per festeggiare e da regalare durante queste feste.

 TAGS:Moët & Chandon Brut ImpérialMoët & Chandon Brut Impérial

Moët & Chandon Brut Impérial è una cuvée emblematica. Il marchio più venduto al mondo, uno champagne con le bollicine fini, fruttati, freschi, intensi ed eleganti.

 

 

 TAGS:Pierre Moncuit Hugues de CoulmetPierre Moncuit Hugues de Coulmet

Pierre Montcuit elabora questo Pierre Moncuit Hugues de Coulmet, un vino spumante con DO Champagne il cui mosto contiene chardonnay e 12º di alcol in volume. 3,3 punti de 5 è la valutazione che gli utenti di Uvinum hanno dato a Pierre Moncuit Hugues de Coulmet.

 

 

 TAGS:Domaine William Fèvre Chablis 2008Domaine William Fèvre Chablis 2008

Domaine William Fèvre Chablis 2008 de bodegas William Fevre: un vino bianco de DO Chablis con chardonnay di 2008. Domaine William Fèvre Chablis 2008 è solito accompagnarlo con pesce. Un vino bianco valutato con 3,3 punti su 5 secondo gli utenti di Uvinum.

 

 

 TAGS:Dom Pérignon Vintage 2004Dom Pérignon Vintage 2004

Dom Pérignon elabora questo Dom Pérignon Vintage 2004, un vino spumante con DO Champagne a base delle caste pinot Noir e chardonnay dell’annata 2004 e con un grado alcolico di 12º. Su Uvinum gli utenti hanno valutato il Dom Pérignon Vintage 2004 con un voto medio di 3,3 punti su 5.

 

 

 TAGS:Château Rieussec 2005Château Rieussec 2005

Château Rieussec elabora Château Rieussec 2005 (63,00?), un vino dolce de la DO Sauternes realizzato con sauvignon Blanc e sémillon di 2005 e 12º di alcol in volume, valutato con punteggio di Robert Parker: 96 e punteggio di Wine Spectator: 95.

 

 

 TAGS:Château Haut-Marbuzet Magnum 2000Château Haut-Marbuzet Magnum 2000

Château Haut Marbuzet elabora questo Château Haut-Marbuzet, un vino rosso de la DO Saint-Estèphe elaborato con merlot e cabernet Sauvignon de 2000 e 12.50º d’alcol. Formaggio e red meat sono ideali per accompagnare questo vino.

 

Vuoi essere l’invidia di amici, famiglia e vicini pettegoli riguardo ai vini? Lascia che ti consigliamo e assapora il miglior vino secondo un esperto enologo!

Comincia l’anno brindando con lo spumante

 TAGS:Durante le feste di Natale 2013, lo spumante non può mancare in tutti i luoghi dove abbiamo festeggiato. Cominciare il 2014 con un brindisi di un ottimo spumante è il migliore degli auspici per un anno pieno di buoni propositi.

Questo fantastico vino spumante ha ormai raggiunto un’alta categoria ed è la bevanda perfetta per le celebrazioni più importanti. Lo spumante viene elaborato attraverso il metodo tradizionale (lo stesso dello champagne) ma si adatta alle caratteristiche dei luoghi e delle regioni dove viene prodotto. In Italia su tutte spicca il Piemonte.

Esistono svariati tipi di spumante, sempre a seconda della quantità di zucchero che gli si aggiunge. Il Brut Nature è uno dei più puri perché gli si aggiunge solamente del vini e dunque ha una qualità più elevata ed è adatto per i commensali più esigenti. Tutto il contrario accade per quanto riguarda la produzione di spumante semisecco al quale viene aggiunta una quantità di 32/50 grammi di zucchero al litro e la sua produzione diminuisce di anno in anno. Inoltre, è sempre più popolare lo spumante rosato, che spopola in tantissime tavole durante le feste. 

Per questi giorni vi raccomandiamo alcuni tipi di spumante che vi piaceranno sicuramente nel momenti in cui dovrete brindare con torroni e dolci tipici delle feste:

 TAGS:Ferreira Dona Antonia ReservaFerreira Dona Antonia Reserva

Ferreira Dona Antonia Reserva

 

 

 TAGS:Néctar Pedro XiménezNéctar Pedro Ximénez

Néctar Pedro Ximénez

Come si festeggia il capodanno in Europa

 - Europa è piena di tradizioni per l’anno nuovo. La maggior parte ha a che vedere con la fortuna e con il fatto di lasciarsi dietro le cose negative per iniziare bene l’anno. 

Esistono molte tradizioni comuni. Il fuoco, ad esempio, è un elemento ricorrente. Soprattutto in luoghi come l’Ungheria dove si bruciano delle sculture o in mitteleuropa, dove si bruciano piccole bambole. Il significato di questi atti è il volersi disfare delle cose vecchie per fare spazio a quelle nuove. In alcune zone della Scozia si lascia rotolare per le strade un barrile infuocato per allontare gli spiriti maligni, mentre in Austria si sparge incenso in casa.

In generale però la festa di capodanno è un modo per socializzare, stare con amici e famiglia. È per questo che l’abitudine più diffusa è quella di scambiarsi baci e abbracci appena si entra nell’anno nuovo. In Gran Bretagna si canta l’inno chiamato?Auld Lang Syne?. In Francia bisogna baciarsi sotto una pianta e in Turchia si distribuiscono abbracci e stretti di mano. 

Nelle grandi capitali europee c’è sempre festa per strada fino all’alba. La festa più famosa è quella di Berlino, nella quale si conta oltre un milione di persone. Anche Budapest, Parigi e Madrid spiccano per le loro celebrazioni in piena strada e all’aria aperta, nonostante il freddo invernale. 

Molte tradizioni vengono accompagnate dalla gastronomia. In Spagna a mezzanotte si mangiano i 12 acini di uva per augurarsi buona fortuna. In Italia si mangiano lenticchie come simbolo di abbondanza mentre in Germania si lascia riposare la cena nel piatto per iniziare bene l’anno.

I vini e i liquori sono una delle opzioni migliori per celebrare queste feste. Quelli tipo spumante o champagne sono i grandi protagonisti ma non si devono dimenticare i classici tradizionali come il ‘mulled wine’, il vino tiepido inglese. 

Ecco i nostri suggerimenti affinché tu possa festeggiare come si deve il capodanno: 

 TAGS:Ferghettina Franciacorta BrutFerghettina Franciacorta Brut

Ferghettina Franciacorta Brut

 

 

 TAGS:Luna Argenta Prosecco Treviso DocLuna Argenta Prosecco Treviso Doc

Luna Argenta Prosecco Treviso Doc

Lo Spumante Moscato d’Asti

 TAGS:Il moscato d’Asti è lo spumante ideale per accompagnare i dessert, soprattutto quelli alla frutta, come ad esempio lo strudel. Ha una gradazione alcolica del 5,5% e va servito ad una temperatura di circa 5 gradi centigradi.

Questo tipo di spumante altro non è che un vino con gas disciolti; quest’ultimi si ottengono effettuando una seconda fermentazione che avviene direttamente a bottiglia già chiusa. Questa seconda fermentazione in bottiglia si può ottenere aggiungendo un liquore zuccherino, imbottigliando un vino base prima che termini il processo di fermentazione, oppure lasciando il prodotto in un apposito tino di fermentazione. Per cui questo tipo di spumante è diverso dagli altri vini gassificati ai quali il gas viene invece aggiunto artificialmente, con lo stesso processo con cui si ottiene la gassosa.

Gli spumanti Moscato d’Asti sono composti da diversi tipi di uve ma la maggior parte di essi vengono realizzati con una miscela di Moscato Bianco, Chardonnay e Moscato Canelli.

Ci sono diverse classificazioni del Moscato d’Asti, un po’ come avviene anche per il cava o per lo Champagne; vediamo quali sono:

In base al metodo di gassificazione

Metodo tradizionale o Champenoise che consiste nel sottoporre il vino già imbottigliato ad una seconda fermentazione.
Metodo Charmat o Granvas che consiste nel realizzare la seconda fermentazione del vino in grandi vasche (o tini) quando si sta già gassificando in bottiglia.
Metodo artificiale (Gassificato) attraverso il quale si addiziona anidride carbonica a un vino base.

In base alla dolcezza

Il volume perso durante la fase del remuage viene rabboccato con una specie di sciroppo ( in gergo “liqueur d’expedition”) dall’alto contenuto di zuccheri. A seconda di quanto sciroppo è presente all’interno di ogni bottiglia, lo spumante viene distinto in:

  • Brut Nature (meno di 3 g di zucchero per litro)
  • Extra Brut (meno di 6 grammi di zucchero per litro)
  • Brut (meno di 15 g di zucchero per litro) Extra Sec (da 12 a 20 g di zucchero per litro)
  • Sec (17-35 g di zucchero per litro)
  • Demi-sec (33-50 g di zucchero per litro)
  • Doux o Dolce (con più di 50 g di zucchero per litro) 

Se vi piace lo spumante sicuramente rimarrete soddisfatti dal Moscato d’Asti, col suo sapore fruttato e dall’aspetto frizzante e cristallino. E’ una bevanda alcolica ma leggera, ideale da offrire ai vostri ospiti, soprattuto durante questo periodo di feste. Volete provarlo? Abbiamo pensato di mettere a confronto un Moscato d’Asti e un cava. Vediamo un po’ cosa ve ne pare:

 TAGS:S. Orsola Moscato d'Asti 2011S. Orsola Moscato d’Asti 2011

S. Orsola Moscato d’Asti 2011 è uno degli spumanti italiani più famosi nel mondo.

 

 

 TAGS:Freixenet Reserva RealFreixenet Reserva Real

Freixenet Reserva Real: Freixenet è una delle cantine spagnole produttrici di cava più conosciute, insieme a Gramona. Questo Reserva Real è un cava morbido, equilibrato e con un retrogusto molto fresco.