Tag: ricette con vino

Cozze alla scapece

 TAGS:Le cozze alla scapece fanno parte della tradizione culinaria della Galizia (Spagna) che, non a caso, è uno dei principali produttori di cozze del mondo. E’ un piatto molto semplice da preparare, nonché abbastanza economico, ideale da servire come antipasto. La ricetta è per otto persone:

Ingredienti

  • 1 chilo di cozze
  • 50 ml di vino bianco, preferibilmente non dolce ma con un tocco leggerissimo di dolcezza al palato, come la ritroviamo ad esempio nei vini bianchi di Pinot Grigio.
  • 100 ml di olio d’oliva
  • 50 ml di aceto di vino bianco
  • 3 foglie di alloro
  • 6 spicchi d’aglio
  • 10 grani di pepe nero
  • 4 chiodi di garofano
  • 1 cucchiaio di paprika
  • 1/2 litro di acqua
  • Sale qb.

Preparazione 

  1. Passo 1: Pulire bene le cozze e lavarle sotto l’acqua corrente; versarle poi in una pentola con un goccio di vino bianco. A questo punto tenere coperta la pentola con un coperchio fino a quando non si siano aperte tutte le cozze.
  2. Passo 2: In un piatto collocare l’alloro, l’aglio sbucciato, il pepe ei chiodi di garofano in modo da averli già a portata di mano.
  3. Passo 3: In una padella mettere l’olio e farci rosolare gli spicchi d’aglio; spegnere il fuoco e aggiungere le foglie di alloro.
  4. Passo 4: A questo punto, aggiungere anche i grani di pepe nero ei chiodi di garofano, mescolando il tutto con un cucchiaio fino a quando non si raggiunga quella doratura che tanto ci piace.
  5. Passo 5: Quindi versare l’aceto, metterci le cozze e 3 cucchiai del loro sughetto; portare a ebollizione e far cuore per almeno 5 minuti a fuoco lento. Infine salare a proprio piacimento.

Queste cozze alla scapece sono ottime da degustare con un bel bicchiere di vino, magari durante un aperitivo in compagnia di amici. Oggi vi consigliamo:

 TAGS:Jermann Pinot Grigio 2012Jermann Pinot Grigio 2012

Jermann Pinot Grigio 2012

 

 

 TAGS:Santa Margherita Pinot Grigio 2011Santa Margherita Pinot Grigio 2011

Santa Margherita Pinot Grigio 2011

Il coniglio al cioccolato

 TAGS:Il coniglio al cioccolato è un piatto tipico della tradizione culinaria della Spagna tuttavia, grazie alla lunga denominazione di questo paese nella nostra penisola, vi sono alcune regioni italiane, come la Sicilia, in cui questo piatto viene ancora preparato.

Il coniglio al cioccolato è un delizioso pasto perfetto da degustare in famiglia, magari come piatto domenicale, da abbinare con un bel vino rosso di Veneto. La ricetta è per quattro persone:

Ingredienti:

  • 1 coniglio
  • 2 patate dolci
  • 1 cipolla
  • 2 carote
  • 6 spicchi d’aglio
  • 40 grammi di cioccolato fondente 100%, grattugiato
  • 1 bicchiere di vino rosso con una buona acidità, come il Soprasasso Amarone Della Valpolicella 2008
  • Acqua
  • Olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaio di farina di mais raffinata
  • 1 rametto di timo
  • 1 foglia di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • Sale
  • Pepe
  • Prezzemolo

Preparazione 

  1. Passo 1: Pulire le patate e collocarle in una teglia, quindi versarci sopra un filo di olio d’oliva e metterle in forno a 180 gradi per 40 minuti.
  2. Passo 2: Prendere le patate dal forno e lasciarle raffreddare in modo da poterle sbucciare e tagliarle a fette prima di metterle nel frullatore. Infine, aggiungere un pizzico di sale al vostro purè.
  3. Passo 3: Ora procedete a tagliare il coniglio e condirlo a vostro piacimento, per poi rosolarlo in una padella con un filo d’olio e 4 spicchi d’aglio, a fuoco medio.
  4. Passo 4: Quando il coniglio comincia ad essere dorato, versarci sopra un bicchiere di vino rosso. Riempite completamente la padella con acqua, copritela con un coperchio e fate cuocere a fuoco lento per 35 minuti.
  5. Passo 5: Togliere il coniglio dal fuoco e lasciare il brodo nel contenitore, perché entrambi devono essere conservati separatamente.
  6. Passo 6: A questo punto, tagliare la cipolla, la carota ei 2 spicchi d’aglio e soffriggere il tutto in una padella con un filo d’olio.
  7. Passo 7: Aggiungere il timo, il rosmarino, l’alloro; versare il brodo di coniglio e cuocere per 10 minuti senza coperchio.
  8. Passo 8: Per quanto riguarda la salsa, vi consigliamo di mettere le erbe in un passapatate per poi passarle in una pentola e mescolarle con un po’ di farina di mais diluita in acqua. In questo modo guadagnerà più consistenza e carattere.
  9. Passo 9: Aggiungere il coniglio e la cioccolata alla padella con la salsa, mescolando continuamente per far sciogliere il cioccolato ed evitare che quest’ultimo si bruci; il tutto, a fuoco lento per 5 minuti.

Per servire il coniglio al cioccolato, vi consigliamo di versare la salsa in ogni singolo piatto. Accompagnarlo poi con il purè di patate e guarnire il tutto con un po’ di prezzemolo.

Per quanto riguarda l’abbinamento, vi suggeriamo un vino fresco e minerale, che rinfreschi la bocca ad ogni sorsata, oppure un vino potente e carnoso, che possa competere con la potenza del cioccolato. Ecco i nostri consigli:

 TAGS:Casa Vinicola Minini Merlot Delle Venezie Sala del Duca 2012Casa Vinicola Minini Merlot Delle Venezie Sala del Duca 2012

Casa Vinicola Minini Merlot Delle Venezie Sala del Duca 2012

 

 

 TAGS:Villabella Bardolino Classico - Vigna Morlongo 2012Villabella Bardolino Classico – Vigna Morlongo 2012

Villabella Bardolino Classico – Vigna Morlongo 2012

Carciofi in pastella con salsa spagnola

 TAGS:I carciofi in pastella con salsa spagnola rappresentano un piatto succulento, tipico della cucina iberica. La ricetta è per 4 persone ed è ideale da preparare per un bel pranzetto in famiglia.

Il carciofo è un alimento molto sano che fornisce fibre, carboidrati, proteine ?ed è anche altamente digestivo, per cui è particolarmente indicato come trattamento alternativo contro diversi tipi di malattie come i reumatismi oppure contro i calcoli della cistifellea.

Ingredienti:

  • 12 Carciofi
  • 1 Carota
  • 1 Cipolla
  • 1 Porro

Mezzo bicchiere di vino rosso, preferibilmente un rosso giovane e fruttato come lo sono i

Preparazione:

Passo 1:

Per preparare la salsa spagnola bisogna tritare la cipolla, il porro e la carota e mettere a friggere il tutto in una padella con olio d’oliva.

Passo 2:

Condire, aggiungere la farina e far cuocere un po’. Poi versare il vino e farlo bollire in modo che l’alcol evapori; a questo punto, aggiungere il brodo di carne a poco a poco e continuare a mescolare.

Passo 3:

Aggiungere il sale e cuocere il tutto per circa 30 minuti a fuoco medio.

Passo 4:

Triturare con il frullatore e versare la salsa spagnola.

Passo 5:

Pulire i carciofi e cuocerli in una pentola con acqua, sale e qualche rametto di prezzemolo per 10 o 12 minuti. A questo punto scolarli e lasciarli intiepidire.

Passo 6:

Togliere le foglie dei carciofi e tagliarle a metà, per poi condirle e passarle nella farina e nell’uovo sbattuto ed infine friggerle in una padella con l’olio caldo.

Passo 7:

Scolare i carciofi in un piatto con sopra della carta assorbente e prepararsi ad impiattarli e servirli.

Passo 8:

Stendere la salsa spagnola in un piatto e adagiarci sopra i carciofi. Potete decorarli con delle foglie di prezzemolo finemente tritate.

Con quali vini li accompagniamo? Oggi vi consigliamo:

 TAGS:Gaja Sito Moresco Langhe 2010Gaja Sito Moresco Langhe 2010

Gaja Sito Moresco Langhe 2010

 

 

 TAGS:Giacomo Conterno Barolo Riserva Monfortino 2002Giacomo Conterno Barolo Riserva Monfortino 2002

Giacomo Conterno Barolo Riserva Monfortino 2002

Stufato di agnello con vino rosso e curry

 TAGS:I piatti preparati con il vino hanno un sapore migliore; per cui oggi, tra le ricette più gustose a base di vino, vi proponiamo lo stufato di agnello con vino e curry. Una pietanza che vi farà leccare i baffi!

Ingredienti

  • 1 cosciotto d’agnello
  • 1 bicchiere di vino, come ad esempio un bel rosso di Carignan o di Cabernet Sauvignon.
  • 1 yogurt
  • Un pizzico di curry
  • 1 cipolla
  • Acqua, olio, sale e pepe
  • Farina
  • Menta

Preparazione

Questo piatto così succulento risulta in realtà abbastanza facile da preparare. E’ caratterizzato da una certa diversità di sapori, dati soprattutto da quel tocco speziato di curry che offre aromi orientali. La ricetta è approssimatamente per quattro persone.

Per cominciare, prendiamo l’agnello precedentemente tagliato in pezzi in macelleria. E’ infatti molto meglio che sia già tagliato in modo da saltare questo passaggio (soprattutto per i meno esperti) e guadagnare molto più tempo. Mettiamo quindi l’agnello in una padella con l’olio, nella quale è stato precedentemente aggiunto il sale.

Riscaldiamo una pentola con l’olio e ci aggiungiamo anche la cipolla ben tritata. Subito dopo ci mettiamo i pezzi di agnello, il vino rosso, un pizzico di curry e un po’ d’acqua. Lasciamo riposare il tutto nella pentola per circa 15 minuti in modo che la carne diventi più tenera.

Per accompagnare la carne, abbiamo diverse opzioni: possiamo ad esempio scegliere delle verdure o degli ortaggi che verranno fritti separatamente e successivamente aggiunti nella pentola affinché si amalgamino meglio con gli altri ingredienti. Oppure possiamo dare un tocco diverso all’intero piatto decidendo di accompagnarlo con delle mele. Possiamo farle rosolare in una padella e aggiungervi un po’ di yogurt che si mescolerà alle mele e alla carne. Questo tocco fa sì che i sapori richiamino ancora di più la cucina orientale. Per decorare il piatto infine, potremmo utilizzare delle spezie, come il prezzemolo o qualche foglia di menta, sempre per richiamare la tradizione culinaria asiatica.

E con cosa lo abbiniamo? Oggi vi consigliamo:

 TAGS:Turriga Argiolas 2007Turriga Argiolas 2007

Turriga Argiolas 2007

 

 

 TAGS:Pellegrino Tripudium Rosso Duca Di Castelmonte 2009Pellegrino Tripudium Rosso Duca Di Castelmonte 2009

Pellegrino Tripudium Rosso Duca Di Castelmonte 2009

Melanzane in salsa di vino rosso

 TAGS:Il vino rosso può essere un ingrediente molto utile in cucina, in quanto ci permette di dare sapore al cibo senza esagerare troppo coi grassi; nel caso specifico delle melanzane in salsa di vino rosso, le proprietà delle melanzane rimangono inalterate: aiutano infatti a prevenire la ritenzione idrica e a migliorare la digestione.

Melanzane in salsa di vino rosso

Ingredienti:

  • 2 melanzane
  • 2 cipolle
  • 3 carote
  • 150 grammi di fagiolini
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • acqua
  • farina
  • 1 uovo sbattuto
  • Olio extra vergine di oliva
  • sale

Preparazione:

Passo 1:

Sbucciare e tritare le cipolle a dadini e, una volta tagliate, condirle e procedere con la cottura.

Passo 2:

Aggiungere alle cipolle a dadini 1/2 cucchiaio di farina, il vino e un bicchiere d’acqua.

Passo 3:

Far cuocere a fuoco alto per circa 20 minuti e cominciare a schiacciare il tutto affinché prenda l’aspetto di una salsa.

Passo 4:

Tritare i fagiolini, a dadini; sbucciare le carote e tagliarle ognuna in 4 cilindri.

Passo 5:

Cuocere al vapore le carote ei fagiolini per circa 8 minuti e poi aggiunge la salsa preparata precedentemente e cuocere il tutto per ulteriori 5 minuti.

Passo 6:

Sbucciare le melanzane, tagliarle a fette spesse 1 cm, stenderle su di un vassoio e condirle.

Passo 7:

Asciugare le melanzane, passarle nella farina e nell’uovo sbattuto aggiungendovi un pizzico di sale.

Passo 8:

Friggere le melanzanein una padella con olio di oliva caldo. Adagiarle poi su di un piatto con della carta assorbente.

Passo 9:

Versare nel piatto prima la salsa di vino rosso per poi adagiarci sopra le melanzane.

I fagiolini e le carote forniscono a questo piatto le giuste fibre, per cui questa ricetta vi aiuterà a stare in buona salute e ad avere l’apporto nutrizionale ideale, senza dover rinunciare al delizioso gusto del vino.

Volete sapere con quale vino potete accompagnare questo piatto? Oggi abbiamo optato per i vini rossi di Friuli:

 TAGS:Borgo Magredo Cabernet Sauvignon 2011Borgo Magredo Cabernet Sauvignon 2011

Borgo Magredo Cabernet Sauvignon 2011

 

 

 TAGS:Komjanc Cabernet Franc CollioKomjanc Cabernet Franc Collio

Komjanc Cabernet Franc Collio

Fegato di vitello al vino rosso

 TAGS:Il fegato di vitello al vino rosso è uno di quei piatti che si possono preparare senza dover essere necessariamente dei grandi esperti di cucina, ci vuole giusto un po’ d’impegno e naturalmente gli ingredienti necessari per cucinare questa vera e propria leccornia.

Ingredienti:

  • 600 gr di fegato di vitello
  • 100 gr di funghi (già cucinati)
  • 1 cipolla tritata
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • farina
  • pepe
  • sale

PREPARAZIONE

Passo 1:

Tagliare il fegato a cubetti dello spessore di un centimetro e aggiungere sale e pepe qb.

Passo 2:

Soffriggere il fegato tagliato a dadini in una padella con olio d’oliva e due spicchi d’aglio.

Passo 3:

Rimuovere gli ingredienti dalla padella ed utilizzare l’olio rimanente per soffriggere la cipolla.

Passo 4:

Cuocere la cipolla a fuoco lento e quando comincia a prendere un colore dorato aggiungere un cucchiaio di farina, i funghi, un bicchiere di vino rosso e le spezie che più vi piacciono come origano, timo, etc.

Passo 5:

Alzare la fiamma e far cuocere il tutto per circa 3 minuti.

Passo 6:

Infine aggiungere il fegato e far cuocere per altri 5 minuti, sempre a fuoco basso.

Solitamente questo piatto viene accompagnato con patate al vapore oppure con burro e prezzemolo ma sta sempre a voi decidere se scegliere tra queste due alternative oppure optare per un bel purè di patate, a seconda del tempo che avete a disposizione e dalla fame che hanno gli invitati.

Volete un buon vino per accompagnare questo piatto? Vi consigliamo un Cabernet, come ad esempio:

 TAGS:Bisanzio 2012Bisanzio 2012

Bisanzio 2012

 

 

 TAGS:Il Cantico Primitivo Salento Igt 2012Il Cantico Primitivo Salento Igt 2012

Il Cantico Primitivo Salento Igt 2012

Aragosta al vino rosso

 TAGS:Cosa c’è di meglio di una bella aragosta per accompagnare il vino? E’ senza dubbio uno dei piatti più deliziosi e delicati anche se (purtroppo) non tutti se lo possono permettere; tuttavia, bisogna assolutamente cercare di provarlo almeno una volta nella vita. Ecco perché oggi vi aiuteremo a preparare questo piatto a casa vostra e, con un po’ di pazienza e di dedizione, potrete finalmente gustare questa pietanza e allo stesso tempo risparmiare un bel po’ di denaro! Oggi vi mostreremo un paio di ricette con astice e vino rosso come Renzo Masi Chianti Riserva 2009, da leccarvi le dita!

Aragosta al vino rosso

Ingredienti:

  • 1 chilo di aragosta
  • 1 piccolo bicchiere di vino rosso
  • zafferano
  • foglie di menta
  • 200 grammi di cipolle
  • 1/2 zucchina
  • un pizzico di sale
  • pepe

Preparazione:

Passo 1:

Riscaldare una padella a fuoco alto.

Passo 2:

Aggiungere nella padella calda menta, cipolle, zucchine, sale grosso e pepe.

Passo 3:

Ora è il momento di cucinare a parte l’aragosta per poi utilizzarla successivamente.

Passo 4:

Ora mettere gli ingredienti rimanenti: aragosta, vino rosso e zafferano.

Passo 5:

Aggiungere un altro pizzico di sale, abbassare la fiamma e mescolare spesso con un cucchiaio di legno per evitare che il tutto si attacchi alla padella.

Passo 6:

Terminata la cottura, possiamo finalmente impiattare.

Se vi è piaciuta questa ricetta, potreste anche provare l’insalata di aragosta con salsa di vino rosso per 4 persone.

Insalata di aragosta con salsa di vino rosso

Ingredienti:

  • 25 gr di burro
  • 75 ml di succo d’arancia
  • 280 gr di olio extravergine di oliva 
  • 3 cucchiai di aceto di sherry
  • 100 gr di vino rosso
  • 50 gr di salsa di soia
  • 3 cucchiai di erbe fresche o foglie di insalata
  • 2 scalogni a julienne
  • 500 gr di teste di gamberi
  • 50 ml di cognac
  • 100 gr di tagliatelle
  • 1 fetta di pancetta julienne
  • 20 gr di zucchine julienne
  • 250 ml di brodo di pesce o corallo d’aragosta 
  • 3 aragoste

Preparazione:

Passo 1:

Prima di tutto, cucinare le aragoste in acqua bollente salata per circa 6 minuti.

Passo 2:

Sbucciare ed estrarre il corallo.

Passo 3:

Saltare l’aragosta con vinaigrette, insieme alla coda divisa in due parti e le chele.

Passo 4:

Per la salsa al vino rosso, dovrete cuocere gli scalogni e schiacciarne poco a poco le teste.

Passo 5:

Ora è il momento di aggiungere il succo e il brodo di pesce.

Passo 6:

Fate cuocere per 1 ora e colare affinché si mescolino con l’aragosta e con l’olio.

Passo 7:

Condire con gli ingredienti e cuocere la pasta.

Passo 8:

Soffriggere la pancetta e le verdure e mescolare il tutto con la pasta e le erbe fresche.

Passo 9:

Mescolare tutti gli ingredienti e stendere il tutto su un letto di foglie di insalata.

Passo 10:

Ora mettete l’aragosta e la salsa di vino e… buon appetito!

Questi piatti, essendo conditi col vino rosso, hanno una certa corposità e possono essere accompagnati anche da un vino rosso, giovane e aromatico, come ad esempio il Cardeto Matile Merlot Rosso 2013; invece a coloro che preferiscono il classico abbinamento col vino bianco, proponiamo due veri e propri “gioiellini” che metteranno in risalto il sapore della vostra aragosta:

 TAGS:Cantina Tramin Nussbaumer Gewurztraminer 2012Cantina Tramin Nussbaumer Gewurztraminer 2012

Cantina Tramin Nussbaumer Gewurztraminer 2012

 

 

 TAGS:Duca Di Castelmonte Dianthà 2012Duca Di Castelmonte Dianthà 2012

Duca Di Castelmonte Dianthà 2012

Rognoni “al Jerez”

 TAGS:Il rognone “al Jerez” è uno di quei piatti che non tutti riescono a mangiare un po’ per preconcetto un po’ perchè non ci si è abituati; tuttavia, una volta assaggiato, diventa una portata alla quale è difficile rinunciare. Quindi, perché non provarlo? Oggi vi parliamo di una delle ricette più tipiche per preparare i rognoni, a base di vino.

Rognoni “al Jerez”

Ingredienti:

  • 500 gr di rognoni di agnello
  • 150 ml di Jerez (o sherry)
  • 1 cipolla grande
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaio di senape
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe

Prima di tutto bisogna lavare accuratamente i rognoni perché, anche se vengono venduti già puliti, è sempre meglio assicurarsi che non ci sia nessun residuo che possa alterarne il sapore (sangue, bile, etc…). A questo punto, tagliateli in quarti ed eliminate le parti bianche (il grasso).

Fatto ciò, metteteli a bagno con acqua e un po’ di aceto in un contenitore, dove vi rimarranno per almeno quindici minuti.

Tritate l’aglio, tagliata la cipolla in piccoli quadrati e soffriggete il tutto in abbondante olio (3-4 cucchiai).

A questo punto scolate i rognoni, aggiungete sale e pepe (a chi piace, io vi consiglio anche un po’ di peperonicino) e versate il tutto nella padella col soffritto.

Aggiungete poi la senape e un bicchiere di Jerez. È possibile utilizzare qualsiasi altro vino secco (per cui niente Porto, Marsala o qualsiasi altro vino dolce) così come sherry, whisky, gin o rum. Vi consigliamo comunque di utilizzare lo Jerez per dare un tocco di originalità alla vostra ricetta.

Fate cuocere a fuoco lento i rognoni per circa 8-10 minuti, fino a quando il liquido si assorba e si formi una salsa densa. Se la consistenza della salsa non è ancora abbastanza densa, alzate il fuoco e attendete fino a quando non ha raggiunto la consistenza desiderata.

Una volta spento il fuoco sono già pronti per essere mangiati. Come vedete, si tratta di una ricetta molto semplice, un piatto da mangiare appena cucinato (ben caldo) e che per questo motivo va particolarmente bene durante i mesi invernali. Quindi perché non mettete da parte i pregiudizi e non vi fate un bel piatto di rognoni?

Per accompagnare i rognoni “al Jerez” non c’è nulla di meglio di una bella bottiglia di Jerez che esalterà ancor di più il sapore della pietanza che avete appena imparato a cucinare. Di solito lo si beve freddo (quindi è meglio tenerlo in frigo per un po’) in modo da ridurre la sensazione alcolica ed apprezzarne maggiormente le note saline e di frutta secca. Oggi vi consigliamo 2 grandi Jerez:

 TAGS:Solera 1847 Oloroso DulceSolera 1847 Oloroso Dulce

Solera 1847 Oloroso Dulce

 

 

 TAGS:Néctar Pedro XiménezNéctar Pedro Ximénez

Néctar Pedro Ximénez

Ricette con vino

 TAGS:Il vino è un ingrediente pregiato, presente in diverse cucine, i cui benefici sono riconosciuti dai migliori chef del mondo; è sostenuto da una grande tradizione culinaria soprattutto nella cucina francese e in quella italiana, i due paesi che più fanno uso di quest’incredibile bevanda. Ecco perché abbiamo fatto una raccolta delle ricette più emblematiche che presentano, tra gli ingredienti principali, proprio il vino.

  • Lombo di maiale al vino rosso – la carne rossa e il vino rosso si sono sempre abbinati bene, e questo piatto così squisito ne è un ottimo esempio. Questa ricetta proviene dalla cucina mediterranea.

Ingredienti

1 kg di lonza di maiale
1 bicchiere di vino rosso (250 ml)
1 cucchiaio di mostarda
1 cucchiaio di timo
¼ tazza di aceto (circa 65 ml)
30 grammi di burro
Sale e pepe qb
Olio di oliva qb

Preparazione

Marinare con vino, aceto e mostarda la lonza di maiale per 3 ore.
Rimuovere la carne marinata e condire con sale, timo e pepe a piacere. Mettere da parte.
Versare in una padella una spruzzata abbondante di olio d’oliva e burro.
Una volta che l’olio è diventato caldo e il burro fuso, sigilliamo la lonza di maiale da tutti e quattro i lati, tutto questo a fuoco lento.
Una volta sigillata la carne, toglierla dal fuoco.
In una teglia da forno riponiamo la carne di maiale sigillata, versiamo l’olio avanzato dalla sigillatura e il succo della macerazione.
Introdurre nel forno a 180° per 20-25 minuti.
Possiamo accompagnare il piatto con patate, riso o insalata verde.
Nel servire, tagliare il lombo a fette e versarne il succo.
Questo piatto si sposa perfettamente con un vino rosso Cabernet Sauvignon.

  • Reni al vino – Uno dei piatti più emblematici della cucina francese in cui il vino regna come ingrediente principale, ma che è stato adottato anche dalla cucina spagnola e peruviana.

Ingredienti

1 kg di reni di suino
1 bicchiere di vino rosso (250 ml)
4 cipolline tritate
200 grammi di sale
Prezzemolo tritato qb
80 grammi di burro
2 cucchiai di farina
½ bicchiere di aceto di vino
½ cipolla tagliata alla julienne
½ tazza di prezzemolo tritato
Olio d’oliva

Preparazione

In una grande ciotola, immergere i reni con abbondante acqua e sale, per un periodo di almeno 2 ore.
Dopo questo lasso di tempo, scolare e sciacquare i reni.
Marinare nel vino e nell’aceto per 30 minuti e mettere da parte.
In una padella versate dell’olio d’oliva e del burro.
Una volta fuso il burro, aggiungere le cipolle tritate e fate soffriggere per 2 minuti.
Aggiungere al preparato il succo di macerazione (vino e aceto).
Cuocere fino a ebollizione, poi aggiungere i reni e il prezzemolo.
Continuare a cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti.
Servite con patate al forno o verdure.
Questo piatto si sposa perfettamente con un vino rosso malbec o syrah.