Tag: piña colada

L’ora ideale per ogni cocktail

 TAGS:undefined Non tutti i cocktail si bevono di notte: esiistono cocktail perfetti da consumare a mezzogiorno, a metà pomeriggio, il tutto sta nel sapere qual è il più adeguato e goderne secondo le proprie necessità. 

Ecco i vari tipi di cocktail a seconda dell’orario di consumare: 

  •  Cocktail energetic: Da bere dalle 7 alle 9, sono poco alcolici. Alcuni di essi sono il Rabbit Punch e l’ Algarrobina.
  •  Cocktail ricostituenti: Perfetti per il dopo sbronza, dalle 9 alle 11. Alcuni di essi sono il Bull Shot, lo Screwdriver o il Bloody Mary.
  •  Cocktail per mezzodì:Sono generalmente cocktail fruttati da prendere tra le 11 e le 12, tra di essi spiccano il Fuit Punch e la piña colada.
  •  Aperitivi: Essi sono accompagnati da olive o patatine, si bevono dalle 12 alle 2, e alcuni di essi sono il Pisco Sour, il Martini e il Manhattan.
  • Cocktail digestivi: Conosciuti anche come cocktail di mezzo pomeriggio, si bevono dall’una alle 6 del pomeriggio, come l’Alexander, il Rusty Nail e il Fruit Cobblers.
  • Cocktail per finire la giornata: Questi cocktail sono quelli che beviamo dopo una lunga giornata, dalle 6 alle 10 di sera. Alcuni di essi sono il San Francisco, il Black Hawk e il White Spider.
  • Cocktail per occasioni speciali: Sono quelli che beviamo nei momenti di gala, come matrimoni e altre celebrazioni con brindisi. Alcuni di essi sono il Black Velvet e il Bellini.

E per te qual è la migliore ora per un cocktail? C’è un momento specifico del giorno in cui ti piace di più?

 

 TAGS:Gin Tonic Briefcase 10 BotanicGin Tonic Briefcase 10 Botanic

Gin Tonic Briefcase 10 Botanic

 

 

La Piña Colada

 TAGS:La piña colada è un cocktail dolce ed ha come ingrediente principale un frutto e si può elaborare con o senza alcol, a seconda dei gusti. La sua creazione risale al 1954 in quel di Portorico.

Molti relazionano la Piña Colada con le spiagge dei Caraibi e l’estate, ma si tratta di un cocktail delizioso che può essere consuato in qualsiasi momento dell’anno, sia con gli amici sia con la famiglia.

La preparazione della piña colada è economica e semplice. Quella che vedremo adesso è per 4 persone.

Ingredienti:

  • 1 ½ once di crema di cocco
  • 1 Ananas a pezzetti piccoli o 4 onze di suco d’Ananas
  • 1 ½ once di Rum bianco
  • Zucchero quanto basta
  • Ghiaccio

Preparazione:

Passo 1:

Per iniziare occorre frullare il succo d’ananas, la crema di cocco, lo zucchero, il rum e il ghiaccio

Passo 2:

Verificare che si sia formata una crema senza grumi e poi collocare dei pezzi di ananas e crema di cocco e poi correggere le quantità di alcol e zucchero a seconda dei gusti. 

Passo 3:

Comincia a servire il cocktail nei bicchieri per poi decorarli con una fettina di ananas o una ciliegia.

È importante serviresubito il cocktail affinché non perda la freschezza data dal ghiaccio frullato durante la preparazione. La cosa interessante di questo cocktail è che può essere degustato anche da bambini o persone intolleranti all’alcol, se non si usa il rum durante l’elaborazione. 

Oggi ti raccomandiamo:

 TAGS:Piña Colada Easy 1LPiña Colada Easy 1L

Piña Colada Easy 1L

 

 

 TAGS:Tunel Piña ColadaTunel Piña Colada

Tunel Piña Colada

Cocktail con Rum

 TAGS:Il rum è uno dei distillati più versatili nel mondo dei cocktail; il suo gusto e la sua forza lo rendono il protagonista ideale di un numero infinito di cocktail. Ecco perché abbiamo fatto una piccola rassegna dei principali cocktail a base di rum.

C’è da dire che molti di essi sono veramente forti, tanto quanto deliziosi. Uomo avvisato, mezzo salvato… partiamo quindi con le ricette.

Cubalibre

Il Cubalibre, è senza dubbio il cocktail a base di rum più emblematico, grazie alla sua innegabile armonia tra buon gusto e semplicità. La storia di questo cocktail risale alla guerra tra Cuba e gli Stati Uniti: durante la permanenza delle truppe statunitensi, infatti, i soldati ebbero la brillante idea di mescolare la loro Coca Cola con il rum cubano e, siccome ciò avvenne nel contesto della liberazione di Cuba, non si poteva scegliere nome migliore che Cubalibre.

Ingredienti

1 parte di Rum
3 parti di Coca-Cola o qualsiasi altra bevanda gassata scura
Succo di mezzo limone
Ghiaccio qb

Preparazione

In un bicchiere da cocktail versare del ghiaccio a piacere.
Aggiungere il rum e immediatamente la Coca Cola.
Aggiungere il succo di limone e mescolare leggermente.
Naturalmente le quantità della ricetta si possono variare: solitamente il rapporto è 1 x 3, ma può essere anche di 1 x 4 se lo si desiderato più leggero, e di 2 x 3 se lo si preferisce più forte; alla fine sta sempre a voi l’ultima parola.

Se volete un consiglio, provate il Ron Brugal Añejo; con il giusto tocco di dolcezza e consistenza che richiede questa combinazione.

Piña Colada

Questo cocktail così colorato e tropicale, nasce nel 1954 presso il lussuoso hotel Caribe Hilton (San Juan – Puerto Rico), dalle mani di Ramón Monchito Marrero. Accettando la sfida di creare un nuovo cocktail, dopo 3 mesi di prove arriva all’elaborazione di questo gustoso cocktail che ci ricorda la spiaggia, il mare e il sole.

Ingredienti

1 parte di rum bianco
3 parti di succo di ananas
2 parti di crema di cocco
Ghiaccio tritato a piacere
Una fetta di ananas per guarnire

Preparazione

Miscelare in uno shaker rum, succo d’ananas, crema di cocco e ghiaccio tritato.
Versare e guarnire con una fetta di ananas o una ciliegina.
Di solito si beve con la cannuccia.
Qui vi consigliamo il Ron Barceló Impérial, un rum profondo, aromatico che ci farà assaporare il suo gusto profondo unito alla frutta tropicale.

Mojito

Il cocktail simbolo di Cuba è sicuramente il mojito, semplice e rinfrescante, nato nel ristorante cubano “La Bodeguita del Medio” (L’Avana – Cuba).

Ingredienti

1 parte di rum bianco
1 rametto di menta
2 cucchiaini di zucchero di canna
4 cubetti di ghiaccio
2 parti di soda
Succo di mezzo limone
1 fetta di limone per guarnire (opzionale)

Preparazione

In un bicchiere grande, versare lo zucchero e il succo di limone
Aggiungere la menta e schiacciarla delicatamente aiutandoci con un cucchiaio lungo.
Aggiungere i cubetti di ghiaccio seguiti dal rum bianco.
Immediatamente dopo aggiungere la soda, con un selz sarebbe ancora meglio.
Mescolare leggermente un’ultima volta prima di poterlo finalmente bere.

Per il mojito c’è bisogno di un rum bianco, e noi vi consigliamo il Bacardi Razz 1L, che mette in risalto il meglio del nuovo stile Bacardi.

E ora, tutti a bere! Qual è il tuo cocktail al rum preferito?