Tag: messico

La scarsità di agave blu sta avendo consecuenze nella produzione di tequila

 TAGS:undefinedCirca 15 anni fa, la produzione di tequila è andata in crisi a causa dello sfruttamento globale di questa bevanda e la scarsità di agave blu in corso in Messico, luogo di origine di questa deliziosa bevanda, causando un aumento stratosferic del prezzo di questa pianta. Oggi, sembra che la storia si stia ripetendo.

La tequila è strettamente regolamentata dal Consejo Regulador Tequila che impone le leggi e i regolamenti su questa bevanda e la sua preparazione. Queste norme stabiliscono che solo l’agave blu può essere utilizzata per creare la bevanda e nient’altro. Nel frattempo, l’agave è una pianta che ha centinaia di tipi disponibili, ma il fatto che solola variante blu è alla base della produzione di tequila sta minacciando il mercato mondiale

A differenza di altri frutti o piante una pianta di agave blu impiega circa 8 o 9 anni per crescere, maturare ed essere quindi usata per creare bottiglie di tequila. La formula standard per produrre 1 litro di tequila necessita di 6 chili di agave blu e oggi può richiedere fino a 10 per generare lo stesso risultato.

Si prevede che entro i prossimi tre anni molte marche e piccole case produttrici di tequila scompaiano dagli scaffali dei negozi di liquori a causa di questo problema e le più grandi aziende del settore pagheranno quello che dovranno per mantenere le loro famose marche accessibili a tutti. L’agave si sta vendendo tutto e appena le rimanenze raggiungeranno lo zero sarà finita, anche perché pochi vorranno attendere 8 anni per il prossimo raccolto e venderlo ad un prezzo ancora incerto e insicuro.

Indubbiamente, come spiegato più in dettaglio questo articolo di The Drink Business, la crisi della tequila è reale e può anticipare la carenza di questo prezioso liquore.

 TAGS:Olmeca BlancoOlmeca Blanco

Olmeca Blanco

 

 

 TAGS:Herradura ReposadoHerradura Reposado

Herradura Reposado

I migliori ristoranti dell’America latina

 TAGS:undefined

 Le céviche est un plat emblématique du Pérou et plus généralement d’Amérique centrale  et du sud.

La gastronomia latinoamericana registra uno dei suoi periodi migliori. Il gala dei 50 Migliori Ristoranti dell’America Latina 2016 si è svolto nel settembre scorso. E, di nuovo, il Perù ha vinto la competizione con una cucina piena di sfumature e contrasti. Il Perù comprende nove ristoranti presenti nella classificazione e specificamente due di loro sono in prima e seconda posizione. Adesso, vediamo i 7 migliori ristoranti dell’America latina: 

  1. Central, Lima, Perù: nel Central si celebra la biodiversità del Perù. Il chef Virgilio Martínez fa esperimenti ed offre un menù con ingredienti nuovi che danno luogo ad una cucina peruviana d’avanguardia.
  2. Maido, Lima, Perù: un altro ristorante del Perù che figura nella famosa lista. È l’epoca d’oro di questa cucina, si vede anche in Spagna, con la proliferazione dei ristoranti di questo tipo e le fusioni con l’Oriente e la cucina autoctona.
  3. DOM, San Paolo, Brasile: sotto molti aspetti, è il ristorante più importante del Sud America. La caracteristica del luogo è precisamente di offrire cose diverse nella cucina, come lo dice Alex Atala, un expunk DJ brasiliano. Qua si innova con degli ingredienti come il tucupí, un liquido giallastro provieniente di Amazzonia che viene estratto dalla mandioca brava e che prima di fermentare è velenoso ; o la priprioca, una radice amazzonica usata da molto tempo dall’industria farmaceutica e cosmetica.
  4. Boragó, Santiago, Chili: è il megliore ristorante del paese. Insieme alla peruviana, la cucina cilena è stata tradizionalmente una delle più importante del Sud America. Il chef Rodolfo Guzmán coniugua piatti delle Ande tradizionali con la nuova cucina.
  5. Pujol, Città del Messico, Messico: la fusione delle culture di Messico fa che questa cucina raggiunge la sua massima espressione. È quello che occurre nel ristorante Pujol, che è stato nominato più di una volta come il secondo ristorante migliore del paese.
  6. Quintonil, Città del Messico, Messico: altro ristorante della città e di questo paese, che si situa tra i migliori. Loro si definiscono come un luogo sofisticato di cucina messicana contemporanea servita in una luminosa sala da pranzo con uno stile minimalista.
  7. Astrid y Gastón, Lima, Perù: come vedete, il Perù è il migliore paese in cucina di Latinoamerica. In questo ristorante, mangiare è tutta un’esperienza. Il menù del ristorante è composto da primi e secondi piatti, con ceviche ed altri piatti come il “lomo saltado”.

 TAGS:Matias Riccitelli Hey MalbecMatias Riccitelli Hey Malbec

Matias Riccitelli Hey Malbec

 

 

 TAGS:Catena Zapata Catena Alta Malbec 2012Catena Zapata Catena Alta Malbec 2012

Catena Zapata Catena Alta Malbec 2012

Acapulco di notte, un cocktail con sapore a vacanze

 TAGS:undefinedIl cocktail Acapulco è una bevanda messicana dalla facile preparazione casalinga che unisce il rum e tequila ad arancia ed altri agrumi. Di solito viene servito in un bicchiere alto o in un bicchiere da cocktail con bordo smerigliato in precedenza. Il suo aspetto ricorda quel colore arancione del tramonto delle spiagge di Acapulco e vi invita a prendere un momento per divertirvi

Ingredienti:

  • 3 once di tequila bianco
  • 1 ½ once di rum chiaro
  • 8 once di succo d’arancia
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna
  • 1 fetta di arancia
  • 8 cubetti di ghiaccio

Preparazione:

  1. Preparare il bicchiere del cocktail mettendo prima lo zucchero in un piatto e in un altro il succo d’arancia. Mettere poi l’orlo del bicchiere nel succo e poi aggiungere lo zucchero. 
  2. Versare in un mixer tequila, rum, succo d’arancia e ghiaccio
  3. Mescolare per pochi secondi e versare in bicchieri ghiacciati
  4. Guarnire con una fetta d’arancia sull’orlo del bicchiere.

C’è anche una variante senza alcool denominata Acapulco Golden, ideale per i membri più giovani della famiglia, fatta da succo d’arancia, succo d’ananas, cocco, panna montata e ghiaccio tritato. È perfetta per piccole feste r riunioni a casa. 

 

 TAGS:Tequila Herradura Blanco 75clTequila Herradura Blanco 75cl

Tequila Herradura Blanco 75cl

 

 

 TAGS:Guayabita del Pinar SecaGuayabita del Pinar Seca

Guayabita del Pinar Seca

 

In cosa differiscono la tequila e il mezcal?

 TAGS:undefinedLa tequila è una bevanda conosciuta a livello mondiale, pochi sanno che è solo una delle varietà del mezcal. Queste due bevande hanno differenze riguardo il loro luogo d’origine, sull’elaborazione e anche sulla forma di essere consumate.

Il mezcal è una bevanda elaborata con agave in maniera artigianale e può essere bianco, riposato e invecchiato in barili di legno. La tequila invece viene solo elaborata attraverso la varietà di agave azzurro e in maniera industriale e si divide in puro e misto e invecchia dai 2 mesi ai 7 anni. 

Altre differenze signifiticative tra il mezcal e la tequila sono:

  • Denominazione d’origine: Mentre il mezcal si produce a Oaxaca, nel sud del Messico, Durango, Guerrero, San Luis Potosí, Zacatecas, Guanajuato, Tamaulipas e Michoacán, la tequila viene prodotta in un territorio dal quale prende il nome in località Jalisco, oltre a Guanajuato, Michoacán, Nayarit e Tamaulipas.
  • Tipo di agave: Per elaborare il mexcal possono essere usati 14 tipi di agave e anche mischiarli, mentre per elaborare la tequila solo si usa l’agave azzurro, denominato ‘tequilaza weber’.
  • La composizione: Mentre il mezcal è fatto per il 100% dall’ agave e senza agenti chimici, la tequila può contenere fino al 49% di zucchero e altri composti.
  • Elaborazione: Il mezcal è realizzato in maniera artigianale con forni sotterranei, mentre la tequila è fatta in maniera industriale con strumenti di rame. 
  • Sapore: Il sapore del mezcal è forte e aromático, mentre il sapore della tequila è neutro.
  • Apparenza: Puoi riconoscere un mezcal facilmente per il suo verme nella bottiglia, cosa che non c’è nella tequila. 
  • Come prenderlo: Mentre la tequila si prende con uno shot con sale e limone, il mezcal di prende in ‘caballitos’, chiamati così per l’uso di corni tipo bicchieri.
  • Esportazione: Solamente nel 2013 la tequila ha avuto come principali consumatori paesi come gli USA, la GB, la Germania, la Francia e la Spagna con 126,6 milioni di litri, mentre il mezcal è stato esportato principalmente in Cile, USA, Australia e Francia con 617 mila litro. 

Ora che conosci alcune differenze tra questi due distillati, ti invitiamo a degustarli. Salute! 

 

 TAGS:Herradura ReposadoHerradura Reposado

Herradura Reposado è il risultato di oltre 135 anni di dedizione al loro sviluppo

 

 

 TAGS:Jose Cuervo BlackJose Cuervo Black

Jose Cuervo Black: Ideale per prendere solo un paio di cubetti di ghiaccio e fetta d’arancia.

 

 

 TAGS:Mezcal Scorpion ReposadoMezcal Scorpion Reposado

Mezcal Scorpion Reposado ha gusto rotondo, con le noci, fruttato, media resistenza legno fumo e pino mela, floreale talco, miele e aromi barbecue.

 

 

 TAGS:Mezcal Gusano RojoMezcal Gusano Rojo

Mezcal Gusano Rojo è elaborato dalla distillazione del succo di agave fermentato di diverse specie.

La Tequila, sapore di Messico

 TAGS:Quando si pensa al Messico si è abituati ad immaginarsi splendide spiagge incontaminate che danno sulle limpide acque dell’Atlantico o del Pacifico oltre al clima sempre festoso che predomina nell’enorme stato centro-americano. Rilassarsi su una di queste magnifiche spiagge sorseggiando una birra fresca è il sogno di molti, ma come dimenticarsi della bevanda alcolica nazionale, la tequila?

Questo liquido è un distillato originario della località messicana denominata, appunto, Tequila, e deriva dall’elaborazione dell’agave blu (Agave Tequilana). La Tequila è una denominazione di orgine controllata e la sua gradazione si aggira solitamente tra i 40 e i 45 gradi centigradi.

La purezza della tequila è determinata dalla sua produzione nel paese messicano e dalla presenza di almeno il 51% del distillato pure di agave blu, al quale si può aggiungere dello sciroppo di mais o di canna da zucchero. Nel caso in cui si utilizzi uno sciroppo di agave che contiene caramello (che da più sapore) si parlerà di tequila mista. 

Esistono vari tipi di tequila a seconda del tipo di fermentazione e di stagionatura:

  • Tequila bianca – non invecchiato e imbottigliato subito dopo la distillazione; esiste anche una variante di prodotto invecchiato solo di due mesi in barili di quercia
  • Tequila Oro – una miscela di tequila bianca e tequila invecchiata o riposata con aggiunta di estratti di quercia
  • Tequila riposata – invecchiata almeno due mesi o meno di tre anni in barili di quercia
  • Tequila añejo – invecchiata da un minimo di un anno a massimo tre anni in barili di quercia
  • Tequila extra añejo – invecchiata almeno tre anni in barili di quercia

A seconda dei gusti personali è dunque possibile scegliere il tipo di tequila preferito. Questa bevanda si consuma normalmente in bicchieri piccoli e stretti senza venire assaporata ma viene bevuta tutta d’un colpo. Una maniera molto di moda di consumare la tequila è quella di accompagnarla con sale e limone, mentre esistono anche delle birre aromatizzate alla tequila.

Le migliori marche di tequila sono le seguenti:

 TAGS:Tequila Herradura ReposadoTequila Herradura Reposado

Tequila Herradura Reposado

 

 

 TAGS:Capitan TiquelaCapitan Tiquela

Capitan Tiquela