Tag: mal di testa

Questo vino non dà mal di testa

mal di testa TAGS:undefined

Anche se non succede molto spesso, alcune persone, dopo aver bevuto vino, hanno mal di testa. Ciò è dovuto a una reazione di sensibilità causata dall’istamina proveniente dalla fermentazione dell’uva, che di solito si trova sempre di più in molti vini.

Tuttavia, ora possiamo bere vino senza preoccuparci, perché ne abbiamo creato one che non ha istamina. Questo vino è stato prodotto presso l’Università Politécnica di Madrid (UPM) y l’Università di Valencia, e il suo impatto è stato così grande che è stato pubblicato sull’International Journal of Food Microbiology.

Según la pregunta sobre el vino que no causa mal di testa, si presume que el batteri se autoctoni selezionati possano spostare naturalmente y batteri produttori di istamina, che possono causare allergie. Pertanto, durante el proceso de fermentación del queso no se genera.

L’istamina provoca una vasta gamma di reazioni di ipersensibilità, viene una disminución de la presión sanguínea, el arrosmento de la bola y el mal de la testa de la persona molda no vogliono bere vino. En realtà, questa scoperta è una nuova incursione, perché l’istamina è più utilizzata nella produzione di vini, e forse non è necessario, come questo studio ha dimostrato.

Me responsabili dello studio spiegano che la ridzione dei livelli di istamina es benefica per la sicurezza alimentare del vino.

Un proyecto del estudio del vino que no sea mal di testa

Sono stati utilizzati debido depósito con datos identhe. Mentre in one la fermentazione malolattica è stata effettuata con ceppi di batteri lattici che non producevano istamine, nell’altro il processo è rimasto come tradizionalmente. Tra poco tempo, c’è stato un processso biologico di spostamento naturale dei batteri che producono ammine biogeniche.

 

 TAGS:Berlucchi 61 Franciacorta SatenBerlucchi 61 Franciacorta Saten

Berlucchi 61 Franciacorta Saten

 

 

 TAGS:Cà del Bosco Cuvée Prestige BrutCà del Bosco Cuvée Prestige Brut

Cà del Bosco Cuvée Prestige Brut

Il vino che non da mal di testa

 TAGS:undefinedAnche se non è un sintomo comune, alcune persone, dopo aver bevuto vino, soffrono di mal di testa. Ciò è dovuto a problemi allergici causati dall’istamina della fermentazione dell’uva, che si trova sempre più spesso in molti vini.

Ma ora tutti possono bere vino perché  ne è stato elaborato uno senza questa molecola, l’istamina. Questo vino è stato prodotto grazie allo studio del Politecnico di Madrid (UPM) e dell’Università di Valencia, e ha avuto un grande impatto perché è stato pubblicato sull’International Journal of Food Microbiology.

Per ottenere quest’obiettivo si suppone che batteri indigeni selezionati annulino naturalmente coloro che producono l’istamina, che è ciò che può provocare allergie. Pertanto, nella fermentazione questo composto non viene generato.

A quanto pare è dunque l’istamina a provocare molte reazioni allergiche, come ad esempi cali della pressione sanguigna, arrossamento della pelle e quel mal di testa che è spesso fastidioso e non permette a molte persone dicono di bere vino. In realtà questo nuovo vino è una buona scoperta, poiché l’istamina è sempre più utilizzata nella produzione di vini e forse non sarebbe necessaria, come dimostrato da questo studio.

I responsabili dello studio spiegano che la riduzione dei livelli di istamina è benefica per la sicurezza alimentare del vino.

A proposito dello studio

Per elaborare questo vino, il cui processo di creazione partì nel 2010, sono stati utilizzati due depositi con caratteristiche identiche. Mentre in uno si svolgeva una fermentazione malolattica senza batteri lattici che producono istamina, nel secondo serbatoio si elaborava il processo classico. Piano piano si è proceduto a realizzare un processo biologico di spostamento naturale dei batteri che producono ammine biogeniche.

 TAGS:Poderi Luigi Einaudi Langhe Nebbiolo 2015Poderi Luigi Einaudi Langhe Nebbiolo 2015

Poderi Luigi Einaudi Langhe Nebbiolo 2015

 

 

 TAGS:Bruno Rocca Dolcetto D'Alba Vigna Trifolè 2016Bruno Rocca Dolcetto D’Alba Vigna Trifolè 2016

Bruno Rocca Dolcetto D’Alba Vigna Trifolè 2016

Come prevenire il mal di testa associato al vino?

 TAGS:undefinedAl di là dei postumi di una sbornia dopo una notte in cui si alza troppo il gomito, alcune persone soffrono dolori associati con il mal di testa dopo aver bevuto vino. Normalmente ci vogliono solo uno o due bicchieri per far sì che queste persone soffrano di emicrania, dato che si tratta di qualcosa di più comune di quanto si pensi, il che ha originato vari studi scientifici condotti al fine di decifrare il problema.

Non c’è una risposta definitiva all’origine di questi mal di testa. Alcuni studi suggeriscono che questi disturbi possono essere il risultato dell’assunzione dei solfiti mentre altri parlano di tiramina o di istamine. Qualunque sia il responsabile ultimo, sono tutti elementi naturali contenuti nell’ uva o utilizzati durante i vari processi di vinificazione, contribuendo a preservare il colore e anche il sapore.

Dal momento che i trigger possono essere trovati naturalmente nell’uva e nel vino – oltre ad essere fondamentali per dare vita a quei vini che così tanto ci piacciono-, abbiamo selezionato una serie di consigli per aiutare a prevenire questi mal di testa.

Scienziati e medici responsabili per gli studi in questione suggeriscono che è necessario osservare le variabili tra le quali il tempo del consumo, al fine di determinare il grado di sensibilità delle persone a questi elementi secondo diversi fattori, in modo che possano evitare situazioni di disagio. Gli esperti dicono che lo stress può essere una causa importante, e raccomandano quindi di vedere se l’emicrania appare dopo una dura giornata di lavoro o nei momenti di relax e di vacanza.

Inoltre, rimanere idratati e bere con moderazione è un modo di base per prevenire il mal di testa associato al vino e alle altre bevande alcoliche, oltre ad essere un metodo efficace per prevenire postumi di una sbornia il giorno successivo. Inoltre, gli esperti consigliano anche di prendere un antistaminico per bloccare i sintomi di disagio.

 TAGS:Manzanilla la GitanaManzanilla la Gitana

Manzanilla la Gitana

 

 

 TAGS:Pruno 2015Pruno 2015

Pruno 2015