Tag: limoncello

Le cinque principali bevande alcoliche italiane

 TAGS:undefinedL’Italia ha da sempre un’importante tradizione enogastronomica. Paese dall’enorme patrimonio artistico e culturale, è uno dei più visitati al mondo di anno in anno, non solamente per quanto offre a livello di monumenti, ma anche per i piaceri che presenta a livello culinario e di bevande alcoliche.

Non particolarmente florido nella produzione di birra di alto livello, il Belpaese è invece un punto di riferimento mondiale nella produzione di vini di qualità, nonché di altre bevande. Andiamo a vedere quali sono le principali:

  1. Vino. Le varie DO come Chianti, Nero d’Avola, Barolo e Valpolicella, solamente per citare alcune tra le più famose, sono il fiore all’occhiello della produzione vnnicola italiana, una tradizione che prende forza da secoli di storia. Rossi, bianchi e rosati, i vini italiani sono da sempre tra i più gustosi e rinomati del mondo. Sono anche molto diversi tra loro, non solo per il tipo di uve che li compongono ma anche per l’enorme diversità tra le terre dove vengono prodotti e il clima presente in esse.
  2. Spumante: se in Francia lo Champagne è storia, in Italia il suo ruolo è preso dallo spumante. Vino frizzante prodotto soprattutto al nord del paese, è usato spesso per festeggiare un evento importante, e quindi si beve alla fine dei pasti. Se secco, va consumato solo, mentre se è dolce, può accompagnare un dessert o della frutta. L’importante è che vada consumato freddo, a una temperatura di 4º.
  3. Spritz: il cocktail aperitivo più famoso e di moda degli ultimi anni ebbe i suoi natali nella regione del Veneto, nel XVIII secolo, durante la dominazione austriaca della zona.Definito così per lo ‘spritz’, ossia la spruzzata di vino bianco che si aggiunge all’Aperol o al Campari, è diventato il primo sollievo per la bocca di coloro che escono dal lavoro e intendono concludere serenamente una dura giornata. In Italia, infatti, per molti non esiste un aperitivo senza Spritz.
  4. Amari: In Italia si è soliti consumare pranzi luculliani, con tante portate e senza centellinare le porzioni. Dal primo alla frutta possono esserci tanti altri pasti, il che rende necessario favorire la digestione alla fine del pranzo o della cena consumata. È per questo che la produzione di amari, digestivi per lo più a base di erbe, è piuttosto florida. Dalla gradazione alcolica piuttosto forte, intorno al 20%, amari come l’Averna, il Lucano o l’Amaro del Capo sono un delizioso ammazzacaffè che aiuta a terminare il pasto con un gusto particolare sulle labbra.
  5. Limoncello: il sole del sud, in particolare della Costiera Amalfitana, è il gran responsabile della fioritura di grandi e gustosissimi limoni, che sono l’ingrediente principale di questo digestivo dal grado alcolico di 25, che fa furore soprattutto nel sud Italia. Da consumarsi a temperatura molto fredda, quindi da conservare nel congelatore, il limoncello è forse il digestivo preferito dagli italiani del meridione. 

 TAGS:Limoncello Villa MassaLimoncello Villa Massa

Limoncello Villa Massa

 

 

 TAGS:Disaronno AmarettoDisaronno Amaretto

Disaronno Amaretto

 

 

La ricetta del limoncello fatto in casa

 TAGS:Il limoncello è un liquore dolce tipico della nostra Italia che si ottiene dalla macerazione in alcol della scorza del limone e, in alcuni casi, di altri agrumi. Originario della Campania, è fatto con i limoni coltivati nella Costiera Amalfitana, nel Golfo di Napoli.

In Costiera, infatti, vi sono diverse aziende che si dedicano alla vendita del limoncello, il quale viene classificato in base al tipo di alcol utilizzato per la sua elaborazione. Vi sono inoltre in commercio anche delle varianti del limoncello in cui il limone è sostituito dal mandarino, dall’arancia o dal melone, prendendo quindi il nome rispettivamente di mandarinello, arancello o meloncello.

Se non vi piace molto il sapore dell’alcool, vi consigliamo di bere il limoncello molto freddo; in caso contrario potrete tranquillamente berlo a temperatura ambiente in modo da apprezzarne ancor meglio l’aroma. Può essere anche impiegato in pasticceria per dare sapore a dolci e gelatine.

Vi sono anche altre zone d’Italia in cui viene fatto il limoncello, quali Sicilia, Trentino, Trieste e la parte del Garda. Esiste addirittura una particolare varietà di limoncello artigianale della Repubblica Dominicana che viene macerato con la vodka o con il rum bianco.

Se volete provare il limoncello fatto in casa, ecco a voi la sua ricetta:

Ingredienti:

1 litro di alcool
1 chilo di limoni
1 ½ litri di acqua minerale
875 grammi di zucchero
Garze o filtri di carta per caffè
Imbuto
Recipiente o bottiglia di vetro

Preparazione:

Fase 1:
Lavare con cura i limoni, tagliare la scorza di limone sottile, utilizzando solamente la parte gialla dello stesso (questo è un passo molto importante perché, se si dovesse lasciare anche la parte bianca, il gusto del liquore diventerebbe amaro).

Fase 2:
Mettere le bucce di limone e l’alcool in un contenitore coperto, in un luogo fresco e con poca luce.

Fase 3:
Lasciare macerare le bucce nell’alcool dai 10 ai 14 giorni (in pratica fino a quando l’alcool non sarà diventato di colore giallo e le bucce avranno invece perso il loro colore).

Passo 4:
Mettere in una pentola 1 ½ di acqua e 875 grammi di zucchero e cuocere a fuoco lento per 15 minuti, mescolando di frequente con un cucchiaio di legno.

Fase 5:
Una volta che lo sciroppo sia ritornato a temperatura ambiente, mescolatelo con la macerazione di alcool e limone, utilizzando il filtro per liberarvi delle bucce.

Passo 6:
Mettete il liquore in bottiglie di vetro con il tappo, e lasciatelo riposare per almeno 5 giorni, in modo che prenda ancora più sapore prima di essere finalmente consumato.

Allora siete già pronti a brindare? Visto che si tratta di un prodotto non troppo costoso, vi consigliamo di sfruttare l’esperienza delle distillerie nostrane e provare uno di questi deliziosi limoncelli:

 TAGS:Limoncello Villa MassaLimoncello Villa Massa

Limoncello Villa Massa, il limoncello più famoso del mondo.

 

 

 TAGS:Limoncello LuxardoLimoncello Luxardo

Luxardo è una distilleria famosa per la qualità delle sue grappe ma anche per il suo ottimo limoncello.