Tag: gravidanza

Quali bevande servire alle donne incinte per le feste di Natale?

 TAGS:undefined

Le feste natalizie si avvicinano, le strade si illuminano ed il menù per Natale è quasi pronto. Forse dovete ancora scegliere il vino. Però come fare se siete in gravidanza e che non potete bere alcol durante le feste di Natale ? Oppure è la vostra sorella, cognata, cugina che è incinta e non avete previsto bevande speciali. Non preoccuparvi !

Definizione del vino analcolico

In primo luogo, occorre tener presente che il vino con 0,0 % di alcol non esiste ; né la birra. Quindi una bottiglia di 0,75 cl può avere tra 0,2 % e 0,3 % di alcol.

Inoltre, la legislazione europea permette ai vini con meno di 7 % di alcol di prendere la denominazione di vino analcolico. In Francia, per esempio, la birra senza alcol non deve superare l’ 1,2 %. Va ricordato che 1 grado di alcol corrisponde ad 8 grammi di alcol puro per litro.

Attualmente, è abbastanza facile di trovare vini bianchi, rossi, rosati e spumanti senza alcol. Esistono anche champagne e whisky analcolici.

Come ottenere un vino o una birra senza alcol ?

Il principio di base è di eliminare l’alcol del vino senza toglierne il gusto. Infatti, l’alcol è il secondo componente principale del vino dopo l’acqua.

I metodi di dealcolizzazione :

  • dealcolizzazione di un vino classico
  • aggiungere dello zucchero
  • aggiungere dell’acqua
  • per evaporazione

Ma, quando si rimuove l’alcol del vino, si toglie anche una gran parte dei sapori e componenti del vino. Senza alcol, il vino è più acido ed astringente. Quindi è necessario prestare attenzione all’acidità, al gusto e fare in modo che il vino non sia troppo amaro. Per questo è anche possibile aggiungere degli aromi e dello zucchero nel vino analcolico per ottenere una bevanda piacevole.

Nel caso della birra senza alcol, è il processo di fermentazione che cambia. È molto più breve per avere solo pochissimo alcol. Il problema è che si ottene meno di bollecine. Quindi è necessario aggiungere dell’anidride carbonica.

È ovvio : le bevande analcoliche sono molto ambite dalle donne incinte. Consomare alcol durante una gravidanza è sucettibile di rappresentare un rischio per il feto. Anche se oggi, le nostre conoscenze scientifiche non ci permittono di determinare un livello di consumo di alcol o di quantità di alcol che non sarebbe un rischio per il feto.

 

 

 

 TAGS:Natureo 2015Natureo 2015

Natureo 2015

 

 

 TAGS:Natureo Blanco 2015Natureo Blanco 2015

Natureo Blanco 2015

 

 

Bere vino durante la gravidanza

 TAGS:undefinedSono stati scritti molti articoli sul consumo del vino (o alcol in generale) durante la gravidanza. Si tratta di una questione che genera un ampio dibattito ed è base di ricerca.

Alcuni esperti dicono che bere vino con moderazione durante la gravidanza non è un problema, mentre altri ritengono che un solo bicchiere sia molto pericoloso per la salute del bambino. Quello che è certo, è che ciò che le donne mangiano o bevono durante la gravidanza passa direttamente alla placenta attraverso il flusso sanguigno per essere, letteralmente, digerito dal feto. Se una donna incinta beve un bicchiere di vino, una birra o un cocktail, il feto lo ingerisce.

L’alcol interferisce con la capacità del feto di ottenere sufficiente ossigeno e nutrimento per lo sviluppo normale delle cellule nel cervello e negli altri organi del corpo. Uno studio ha dimostrato che un feto in via di sviluppo ha ben poca tolleranza per l’alcol e che i neonati nati da madri che hanno bevuto durante la gravidanza possono avere gravi problemi.

Sindrome Alcolico Fetale

La Sindrome Alcolico Fetale (o FAS – Fetal Alcohol Syndrome) si riferisce ad un insieme di disturbi mentali e fisici che si sviluppano in alcuni bambini non ancora nati quando la madre beve troppo alcol durante la gravidanza. Un bambino nato con FAS, o anche la meno grave FAE (Fetal Alcohol Effects), potrebbe avere gravi handicap, che potrebbero richiedere una vita di cure particolari. C’è anche uno studio che sostiene che le donne che stanno pianificando una gravidanza dovrebbero smettere di bere prima ancora di rimanere incinte.

Il dibattito ancora aperto cerca quindi di capire “quanto è troppo”, e di conseguenza, capire quando il consumo di vino e altre bevande alcoliche diventa un rischio reale per il feto.

Perché finora si diceva che l’unico limite sicuro era evitare del tutto l’alcol. D’altro canto, nel Regno Unito, le autorità sanitarie affermano che le donne incinte e quelle che sperano concepire in tutta sicurezza possano bere fino a due bicchieri di vino alla settimana senza danneggiare il feto.

Tuttavia, la maggior parte degli esperti è completamente contraria al fatto che le donne incinte bevano alcol durante la gestazione e invitano a rinunciare completamente al consumo di bevande alcoliche. Vi è una crescente raccolta di prove che suggeriscono che ubriacature, ma anche piccole dosi di alcol, possano causare danni, anche se c’è chi ancora difende la teoria che uno o due bicchieri di vino a settimana non siano dannosi.

In ogni caso, dato che il limite di consumo senza rischi per il feto non sia noto, e poiché esiste il rischio che l’alcol possa danneggiare il futuro bambino, è meglio non bere vino durante la gravidanza e, soprattutto, consultare medici e specialisti nel caso di dubbi o problemi al momento dell’interruzione del consumo di alcol durante la gravidanza.

 TAGS:Torres Natureo Blanc Sin 2015Torres Natureo Blanc Sin 2015

Torres Natureo Blanc Sin 2015

 

 

 TAGS:Nubiola Sin AlcoholNubiola Sin Alcohol

Nubiola Sin Alcohol

 

 

Sei incinta e ami il vino? Questo articolo è per te

 TAGS:undefinedTutti sanno che le donne incinta non posso bere alcol, ma possono comunque provare questo sapore particolare grazie ai nuovi vini, quelli senza alcol ma riproducono lo stesso sapore. 

Pensando nelle donne incinte che amano il vino, un imprenditore degli USA ha creato una nuova gamma di vino, Months (9 mesi), che secondo Drink Business permette alle donne incinte di brindare con gli altri con buon vino. 

Questo vino, un rosso spumante analcolico, si elabora a partire da uve del sud dell’Australia, il cui nettare si mantiene a 0°C per evitare la fermentazione prima di essere filtrato, pastorizzato e carbonato. 

La gamma che compone il vino 9 Mesi ha 9 bottiglie di vino rosso e bianco, elaborato a base di Muscat, e ogni bottiglia costa 11 sterline. Il loro design e stile è bello ed elegante e si adatta ad altri tipi di spumante. 

L’auge del vino senza alcol

Questa marca di vino è solo un esempio delle tante che proliferano oggi giorno. Secondo Nielsen, le vendite di vino analcolico negli USA sono aumentate del 5,6% nell’ultimo anno. Un mercato in espansione che sta marcando un ritmo distinto, dato che molti produttori stanno seguendo questa moda. 

La cultura per la salute ha fatto che i consumatori cambino le loro abitudini poco a poco e scelgano bevande più salutari. Il vino è una di queste bevande per eccellenza, per la quantità di benefici che porta. E ora in molti lo preferiscono analcolico. 

 

 TAGS:Eminazero TintoEminazero Tinto

Eminazero Tinto è un vino analcolico con DO VT Castilla y León il cui mosto contiene tempranillo. 

 

 

 TAGS:Lancers Free BrancoLancers Free Branco

Lancers Free Branco è è un vino analcolico con DO Setubal di cantine José Maria da Fonseca a base di fernao Pires e arinto e 0.5º di grado alcolico.

 

 

 TAGS:Sandara RosadoSandara Rosado

Sandara Rosado è un vino analcolico de la DO Valencia.