Tag: funghi

Abbinamenti d’autunno

  TAGS:undefined

Quando si tratta di abbinamenti d’autunno in Italia c’è l’ alternativa di associare i colori con i sapori ei profumi della penisola. Il colore rosso può essere correlato ai pomodori; il verde al basilico e il bianco alla mozzarella. L’autunno è una stagione ideale per godere di pasti vegetariani. Alcune opzioni sono funghi, tartufi, noci e castagne. Dopo il caldo estivo è possibile godere di nuovo godere di zuppe e polenta.

Durante l’autunno si svolgono anche le feste di tutti i santi e dei morti, dove si servono dolci come i meini, preparati con farina di mais.

Alcune raccomandazioni sono:

Pasta: Gli accoppiamenti svolgono un ruolo importante per godere a pieno dei piatti di stagione e, nel caso della pasta l’autunno è perfetto per le salse per accompagnare i pomodori freschi o funghi. I pomodori freschi sono arrivati in Europa come scoperta dal Nuovo Mondo e per questo l’abbinamento consigliato è un vino come il Merlot Trio composto da Merlot, Carmenère e Shiraz. Perfetti sono anche i vini elaborati dall’uva Shiraz come il Casillero del Diablo Shiraz Rosé. Altri piatti adatti a questi vini sono gli gnocchi alla crema e fungh, i rigatoni alla lepre e marmellata di mirtilli, i cappellacci di zucca e le penne rigate con ragù di agnello, pasta ceci e zucchine.
Per le lasagne consigliamo i vini elaborati dalle uve Cabernet Sauvignon.

Riso: Nel caso del riso la scelta più simbolica per autunno in Italia è probabilmente il risotto. La sua preparazione tradizionale richiede un tipo speciale di riso cotto in brodo. Una delle più famose ricette di risotti è il veneto risi e bisi, cioè riso e piselli, nonché il risotto ai funghi. Per l’abbinamento una buona alternativa è un vino bianco come il Trio Chardonnay e altri vini elaborati con uve Chardonnay, Pinot Grigio e Pinot Bianco.

Dessert: In autunno i dolci da dessert stanno essendo sono i biscotti meini, la schiacciata all’uva (focaccia con le uve tipiche della regione Toscana raccolte nel mese di settembre) la Shwarzplententorte (grano saraceno e torta di mele di grano e mela tipica dell’ Italia settentrionale) e panna cotta (crema di panna di origini piemontesi) per i quali si consiglia un buon vino bianco.

Polenta: La polenta è una ricetta del nord Italia, fatta con farina di mais. Consigliata per l’autunno con i funghi, ha come miglior abbinamento un vino rosso come  i vari Argento Malbec 2014, Mistero Alfredo Roca Syrah 2012 o 2013 Chenin Farms.

Minestre: Uno è la zuppa di ceci e castagne del centro Italia e prodotta con castagne fresche, e l’altra alternativa è il famoso minestrone. Sono perfette con un giovane rosso come un Pinot Nero o  Merlot di un anno.

 

 TAGS:Cà del Bosco Cuvée Prestige BrutCà del Bosco Cuvée Prestige Brut

Cà del Bosco Cuvée Prestige Brut: un vino spumante con DO Franciacorta vinificato sulle varietà pinot noir e pinot blanc e ha un volume di alcol di 12%º.

 

 

 TAGS:Château Léoville Poyferré 2009Château Léoville Poyferré 2009

Château Léoville Poyferré 2009 è un vino rosso con DO Saint-Julien di cantine Château Léoville Poyferré a base di merlot e cabernet franc de 2009 e 14º di gradazione alcolica. 

 

* Immagine: bloggyboulga (flickr)

Coniglio ripieno di prugne al vino rosso

 TAGS:undefinedLe ricette con il vino sono indubbiamente più saporite. Se volete presentare ai vostri ospiti un piatto speciale e ricco di sapore, il coniglio è sicuramente un’ottima opzione, grazie alle sue proprietà nutrienti; e se ci aggiungiamo del vino rosso, ancora meglio! Quindi scrivetevi questa ricetta e il successo sarà assicurato: da leccarsi le dita!

Ingredienti

  • 1 coniglio (oppure mezzo coniglio) disossato 
  • 2 o 3 prugne secche
  • 100 ml di vino rosso
  • 2 cipolle
  • 100g di purè di patate
  • 2 carote
  • 50 gr di funghi
  • 1 cucchiaio di farina di mais
  • 100 ml di olio d’oliva
  • Sale e spezie a piacere

Preparazione

Vi consigliamo di comprare un coniglio già disossato o quanto meno tagliato in modo da averlo pronto per la preparazione. Aggiungere il sale ai pezzi di coniglio e riempire le cosce e il corpo con le prugne e con qualche pezzettino di carota. A questo punto avvolgere i vari pezzi con un filo, in modo che le prugne non fuoriescano dal coniglio.

In una casseruola o in un tegame, riporre la cipolla ben tagliata e lasciar dorare per qualche minuto. Poi aggiungere gli involtini di coniglio ripieni di prugne. Infine versare il vino rosso e far cuocere il tutto a fuoco lento per circa 50 minuti.

Quando il coniglio diventa tenero, rimuovere il filo messo precedentemente e tagliare il coniglio a fettine. Il sughetto che nel frattempo si è formato può essere mescolato con la farina di mais, in modo da dargli ancora più sapore.

Per accompagnare il piatto, possiamo servire il coniglio con un purè di patate o con i funghi, anche se questi ingredienti possono variare in base al gusti dei consumatori. Nulla ci vieta infatti di accompagnare il coniglio con riso, patate, fagioli bianchi, ecc.

A questo punto non ci rimane che un ultimo quesito: con cosa possiamo abbinare il coniglio ripieno di prugne al vino rosso? Vi proponiamo due diverse soluzioni:

 TAGS:Diemersfontein Pinotage 2012Diemersfontein Pinotage 2012

Diemersfontein Pinotage 2012

 

 

 TAGS:Sassicaia 2010Sassicaia 2010

Sassicaia 2010