Tag: frutta

Per il dopo cena: 5 cocktail come dessert

 TAGS:undefined

Se vuoi preparare dei dessert interessanti dopo una cena, puoi scegliere i cocktail a base di frutta. Ci sono frutti che si possono trovare tutto l’anno, ideali per preparare ricette in ogni momento. Alcuni dei dessert sotto forma di cocktail rinfrescanti includono:

1. Sorbetto rinfrescante all’anguria con spumante rosato per cocktail freschi

Se stai cercando cocktail interessanti da servire prima o dopo cena, questa ricetta con uno spumante rosato è un ottimo punto di partenza. Per preparare il sorbetto all’anguria con spumante, avrai bisogno di:

  • 1 cucchiaino di scorza di limone o lime
  • 1 tazza di zucchero
  • ½ anguria dolce baby
  • 1 lime
  • 1 albume d’uovo
  • un vino spumante rosato

A seconda di quanto sia dolce l’anguria, puoi usare limone o lime. Il limone è l’ideale per contrastare i frutti più dolci e il lime è più dolce per i frutti meno maturi. Riduci lo zucchero a sciroppo sul fuoco e lascia raffreddare. Quando lo zucchero si è raffreddato, taglia l’anguria a cubetti e aggiungi la scorza di limone al composto. Versa la miscela di frutta in un frullatore con il resto degli ingredienti e il vino spumante. Sbatti il composto fino a ottenere una consistenza densa e cremosa, quindi versarlo nei bicchieri da cocktail e guarnisci con un rametto di menta fresca. 

2. “Slushy” di fragola con vino Moscato bianco per un delizioso capriccio di primavera

In tarda primavera, le fragole sono una frutta fresca che vedrai nel tuo negozio di alimentari. Ci sono molte ricette con il vion Moscato che puoi provare con le fragole fresche, compresa questa semplice ricetta di “slushy” di fragole. Gli ingredienti necessari per il tuo cocktail a base di fragole includono:

Congelare le fragole fresche in precedenza per garantire una consistenza “slushy” più cremosa. Rimuovere le fragole dal freezer e metterle direttamente nel frullatore. Versare il vino Moscato fino a coprire tutte le fragole, quindi frullare il %u200B%u200Bcomposto fino a ottenere la consistenza desiderata. Per finire, decorare il cocktail con fragole e un rametto di menta fresca.

3. Vin brulé con cioccolato e spezie fresche per scaldarti quando fa freddo

Nei paesi di tradizione germanica, la bevanda invernale preferita è un particolare tipo di composto a base di vino: il vin brulé. Si tratta di una bevanda calda per combattere le temperature molto fredde. È ottimo con frutta fresca e spezie come la cannella. Se vuoi preparare qualcosa di diverso con un cocktail di vin brulé, questi ingredienti ti aiuteranno a riscaldarti in una fredda giornata invernale:

  • Cioccolata calda o polvere di cacao
  • bastoncini di cannella
  • Cioccolato nero grattugiato
  • vin brulé
  • Mele fresche 

In una padella aggiungi la polvere di cacao, la cannella e le mele con due cucchiai di zucchero di canna e una tazza d’acqua. Fai bollire e lascia cuocere a fuoco lento finché la miscela non avrà una consistenza densa. Aggiungi lentamente il vin brulé mentre la temperatura scende e spegni il fuoco. Versa il composto in bicchieri e guarnisci con un rametto di cannella e una fetta di mela fresca. Come ultimo tocco, cospargi di cocktail con gocce di cioccolato nero. 

4. Sangria rinfrescante alla pesca bianca per un classico estivo da servire a cena

Una famosa bevanda estiva a base di vino per le giornate più calde è la sangria. Al giorno d’oggi, ci sono molte varianti della classica sangria spagnola, tra cui la sangria alla pesca bianca. Questi sono alcuni degli ingredienti che ti serviranno per dare un tocco rinfrescante alla sangria: 

In una padella, aggiungere lo zucchero e una quantità uguale di acqua e far bollire fino a quando non raggiunga la consistenza di sciroppo. Lasciare raffreddare lo sciroppo, quindi aggiungere le pesche sbucciate in un frullatore e sbattere fino a ottenere una consistenza di purea. Tritare le arance e metterle in una caraffa, versare la miscela di purea sui pezzi di arancia e quindi aggiungere parti uguali di vino e brandy. Lasciare riposare la miscela in frigorifero durante la notte e, il giorno dopo, sarà pronta per essere servita. 

5. Crema di gelato di spumante con fragole fresche per la primavera

Le bibite gassate sono un ottimo dessert per le alte temperature estive e possono essere trasformate in cocktail interessanti semplicemente aggiungendo un po’ di spumante. Gli ingredienti sono semplicissimi:

Questa è una ricetta semplice a cui puoi aggiungere i tuoi ingredienti preferiti, come la frutta fresca, per creare la tua speciale ricetta per cocktail.

Prova uno di questi cocktail rinfrescanti per finire la cena con un delizioso dessert. Qui troverai alcuni dei vini e dei liquori necessari per completare i tuoi dessert.

 

 TAGS:Cà del Bosco Cuvée Prestige BrutCà del Bosco Cuvée Prestige Brut

Cà del Bosco Cuvée Prestige Brut

 

 

 TAGS:Adami Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Bosco Di GicaAdami Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Bosco Di Gica

Adami Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Bosco Di Gica

Come abbinare il vino con la frutta e non sbagliare

 TAGS:undefinedSe sei un amante del vino come tutti noi, sicuramente ti piace berlo accompagnato da qualche stuzzichino o dai tuoi piatti preferiti. E siccome in questi giorni fa molto caldo, abbiamo pensato di proporti abbinamenti di frutta e vino, combinazione che, oltre ad essere buona, è anche rinfrescante.

In generale, qualsiasi vino leggero, dolce e fruttato è buono per accompagnare la tua frutta preferita. È inoltre consigliabile provare combinazioni e abbinamenti con vini rosati e/o vini spumanti, poiché daranno ai vostri pasti quel tocco speciale e delizioso che state cercando.

Raccomandazioni speciali

Il mango è senza dubbio uno tra i frutti più buoni che la madre terra ci ha potuto regalare. È inoltre molto alla moda e, soprattutto in estate, viene usato in molti dolci o insalate di stagione. Per la sua affinità con gli agrumi, un buon Riesling è l’opzione migliore per accompagnare gli alimenti a base di mango. Oppure puoi optare per un più maturo Sauvignon Blanc con note di agrumi. Però, se stai mangiando qualcosa dal sapore più forte di un dessert o di un’insalata, come ad esempio pollo o pesce con crema di mango, un buon Chardonnay dolce sarà la scelta migliore. 

Se invece hai intenzione di mangiare pesche, fragole o arance dovresti scegliere un rinfrescante vino rosso fruttato, e il migliore fra tutti è il Pinot Noir. Di fatto, un dessert molto buono e comune nella cucina mediterranea è la pesca inzuppata nel vino, uno straordinario mix che sicuramente avrai già provato.

Insalate e moscato

Per ultimo, ma da non dimenticare, un buon moscato dolce può abbinarsi molto bene con le tue insalatone estive. Anche se questi vini provengono per la maggior parte da zone più calde e in generale sono più forti, scoprirai che si accompagnano molto bene alla frutta. E non dovrai nemmeno spendere molti soldi: sia i vini moscato spagnoli che quelli preparati nel sud della Francia sono a buon prezzo e ti faranno gustare di più le tue insalate estive.

 TAGS:Moscato Petalo BottegaMoscato Petalo Bottega

Moscato Petalo Bottega: un vino bianco de la DO Vini senza denominazione (Italia) che contiene una selezione di moscato. 

 

 

 TAGS:Paolo Berutti Azienda Agicola Moscato D’Asti Paolo Berutti 2013Paolo Berutti Azienda Agicola Moscato D’Asti Paolo Berutti 2013

Paolo Berutti Azienda Agicola Moscato D’Asti Paolo Berutti 2013: un vino dolce con DO Moscato d’Asti con acini di moscato dell’annata 2013. 

Il cocktail Old Fashioned

 TAGS:undefinedE’ un cocktail famoso in tutto mondo che porta il nome del bicchiere in cui viene servito il whisky. Stiamo parlando dell’Old Fashioned che, elaborato nei modi più disparati, risulta la combinazione perfetta di diversi ingredienti.

Origine

Diversi sono i pareri riguardo la nascita di questo cocktail. Da un lato, alcune fonti suggeriscono che sia stato creato nel 1880 al Pendennis Club, un club per gentiluomini situato a Louisville, nel Kentucky (Stati Uniti). Altre fonti lo riallacciano invece al colonnello James Pepper, proprietario della “old 1776 whisky”, una famosa distilleria di bourbon dell’epoca. Sembra infatti che sia stato proprio Pepper a portarlo all’hotel Waldorf-Astoria di New York, dove poco a poco acquistò un’incredibile popolarità. Si narra inoltre che l’Old Fashioned divenne il cocktail preferito di ben due presidenti degli Stati Uniti: Roosevelt e Truman.

Preparazione

In ogni caso, il suo sapore risulta potente al palato, sia nella versione tradizionale a base di bourbon sia nella variante con il whiskey. Noi vi consigliamo di rimanere fedeli alla tradizione.

Ingredienti:

  • Bourbon o, in sua mancanza, whiskey
  • Angostura
  • 2 cucchiai di zucchero
  • Fette d’arancia
  • Qualche ciliegia
  • Un po’ d’acqua.

In linea di massima vengono usati diversi tipi di frutta per contrastare il forte sapore del bourbon; ciò nonostante rimane comunque un cocktail audace adatto a chi vuole osare, magari dopo una bella cena con gli amici.

In un bicchiere da whisky, l’Old Fashioned appunto (da cui, come abbiamo già detto, prende nome il cocktail), mescoliamo zucchero, fette di arancia, ciliegie, angostura e acqua. E’ anche possibile pestare tali ingredienti con l’aiuto di un pestello o di un cucchiaio grande, in modo che lo zucchero si sciolga completamente. Molti sostengono infatti che quando gli ingredienti vengono pestati, il cocktail sia molto più buono. Ma l’ultima parola sta sempre a voi e al vostro gusto personale. A questo punto rimuoviamo la frutta e vi aggiungiamo il bourbon (o il whisky) ed il ghiaccio. Decoriamo il tutto con una ciliegina e una fettina d’arancia.

Riguardo lo zucchero, alcuni preferiscono utilizzare lo zucchero normale, altri preferiscono mescolarlo con l’acqua, altri ancora preferiscono sostituire lo zucchero con lo sciroppo semplice.

 TAGS:Jack Daniel's Gentleman JackJack Daniel’s Gentleman Jack

Jack Daniel’s Gentleman Jack

 

 

 TAGS:Four Roses Small BatchFour Roses Small Batch

Four Roses Small Batch

L’uva Viognier

 TAGS:L’uva Viognier è una specie di uva bianca di origine sconosciuta ma molto probabilmente francese per il suo uso in questo paese. La sua caratteristica più importante è la coltivazione difficile, un fatto che la rende più apprezzata ed è la protagonista di grandi vini, soprattutto del vino francese Condrieu, della Valle del Rodano.

Storia dell’uva Viognier

Come già detto, l’uva Viognier è di origine innota ma l’inizio della sua storia ebbe luogo nella zona della Valle del Rodano. Fonti raccontano che proviene originalmente dalla Dalmazia (Croazia) e che venne portata in Francia dai Romani, più esattamente dall’imperatore Probus (281 a.C.), del quale si dice di aver introdotto in Francia pure il ceppo Syrah.

Oggigiorno, dopo aver rischiato di estinguersi nel 1965, è diventata l’uva più apprezzata della Valle del Rodano. La possiamo trovare pure in Spagna, negli Stati Uniti e soprattutto in California, Australia, Cile e in Argentina.

I vini Viognier

I vini elaborati con Viognier sono vini fini ed esclusivi e la loro principale caratteristica è l’aroma fruttato e fiorito. Si deve prendere in considerazione che il processo di produzione di questo vino è più complicato di quello di un vino tradizionale ed è consigliato il consumo a un’età relativamente giovane per la paura che con l’invecchiamento possa perdere il suo sapore.

La maggior parte dei vini Viognier sono invecchiati per un massimo di 3 anni anche se bisogna affermare che esistono pure vini di questo ceppo invecchiati durante un tempo maggiore ma in pochi casi superano i 10 anni perché dopo questo tempo perdono gli aromi che li caratterizzano ed acquisiscono un’acidità sfavorevole.

” I ceppi di Viognier si coltivano a fine ottobre o inizio novembre.”

Il suo sapore e aroma speciale lo hanno reso uno dei vini più stimati dagli esperti, il valore della bottiglia è superiore a quello di altri vini simili nello stile e nella produzione. Per questo motivo l’uva Viognier è una delle più stimate.

“Attualmente gli Stati Uniti sono il principale paese produttore perché il clima temperato della Valle Californiana favorisce la difficile coltivazione”.

Abbinamento del vino Viognier

Il suo sapore particolare lo rende un vino sofisticato ed è consigliato abbinarlo con una gastronomia altrettanto sofisticata, come la cucina tailandese o peruviana, entrambe con un alto contenuto di piccante, un sapore che gli si addice stupendamente.

Sorprenditi con i migliori vini Viognier! Ti consigliamo due vini imperdibili:

 TAGS:Torbreck RunRig 2005Torbreck RunRig 2005

Torbreck RunRig 2005, il vino del Silicon Valley

 

 

 TAGS:Lanius 2007Lanius 2007

Lanius 2007, un vino catalano