Tag: cucinakosher

Cucina kosher, cuali sono le sue caratteristiche?

 TAGS:undefinedLa Kasherut è l’insieme di leggi della religione ebraica che regolano gli alimenti che possono essere consumati dai suoi praticanti. Il termine kosher o kasher definisce infatti il gruppo di alimenti consentiti, che escludono gli animali considerati “impuri”, come il maiale, molluschi e crostacei, la maggior parte degli insetti (ad eccezione di alcune cavallette), miscugli di carne e latte…

Gli animali permessi devono inoltre essere sacrificati seguendo una procedura specifica, e anche i prodotti agricoli devono rispettare particolari precetti. La ragione di tutto ciò può essere ricercata tanto nella filosofia ebraica – poiché alcuni teologi conferiscono agli animali kosher la rappresentazione di virtù, mentre gli animali non kosher simbolizzerebbero i vizi -, così come per motivi di salute e sanità, anche se tutto ciò è abbastanza discutibile.

I mammiferi che possono essere consumati devono presentare, in linea generale, due caratteristiche fondamentali: devono avere lo zoccolo fesso ed essere ruminanti, mentre i volatili richiedono una tradizione che li indichi come consumabili, e il pesce deve avere pinne e squame. Tutti gli invertebrati sono proibiti, eccetto alcuni tipi di cavallette, come già accennato, oltre a rettili ed anfibi.

Inoltre, tra gli altri, si proibisce anche la carne di un animale che, pur essendo kosher, non sia stato ucciso secondo la legge della shechitah; gli animali che presentano lesioni o difetti significativi; il sangue; certe parti del grasso addominale del bestiame; la frutta prodotta da un albero nei primi tre anni dalla sua piantagione, per cui anche l’uva e il vino derivato da essa.

Si proibiscono anche alcune mescolanze come quella di carne e latte, piante che siano cresciute insieme, come per esempio qualsiasi pianta di grano o ortaggio piantanto vicino a una vigneto, latte che si sia potuto mischiare con quello di animali non-kosher e loro derivati.

Per quanto riguarda il vino, deve essere prodotto esclusivamente da ebrei e le uve non possono essere schiacciate con i piedi, poiché considerati impuri. Per questa ragione, tutti i vini, per essere considerati kosher, richiedono una certificazione speciale da parte di un rabbino, cosa che i produttori di molte parti del mondo tengono sempre più in considerazione.

 TAGS:Château Roquettes (Kosher) 2013Château Roquettes (Kosher) 2013

Château Roquettes (Kosher) 2013

 

 

 TAGS:Domaine de la Commanderie (Kosher) 2014Domaine de la Commanderie (Kosher) 2014

Domaine de la Commanderie (Kosher) 2014