Tag: cocktail

Che gusto ha il Giappone? Scoprilo con il cocktail Yuzu Julep

Lo Yuzu è un frutto amaro, agrio e citrico, con una fragranza importante e appena più piccolo di una palla da biliardo. Viene utilizzato come ingrediente acidificante attraverso il suo succo. È conosciuto soprattutto come ingrediente della cucina asiatica. 

 TAGS:undefined

Lo Yuzu ha un odore così gradevole che alcuni giapponesi lo aggiungono ai profumi e lo usano anche nel rito del solstizio d’inverno o Toji, che consiste nel bagnarsi con il frutto.

Il cocktail Yuzu Julep è, tra altre cose, un cocktail dal delizioso aroma e dal sapore citrico che combina i sapori delicatidi mentra, succo di Yuzu e altri ingredienti come lo sciroppo di gomma e il rum, presente in molti cocktail

Ingredienti:

  • 6cl di Yamazaki 12 anni
  • 6 foglie di menta fresca
  • 1 cucchiaino di sciroppo di gomma
  • 1,5cl di succo di Yuzu

Elaborazione del cocktail Yuzu:

  • Metti la menta con lo sciroppo di gomma nel mixer
  • Metti in un bicchiere corto il ghiaccio, il whisky e il succo di yuzu 
  • Metti gli ingredienti nel mixer e adorna in tutto con un ramo di menta 

Variante del cóctel Yuzu :

Ingredienti:

  • 6cl di rum leggero
  • 2,2cl di vodka di vaniglia
  • 12,7cl Triple Sec
  • 2,9cl sciroppo semplice
  • 1 ½  tazza di succo di yuzu
  • Soda

Elaborazione:

  • Metti il succo di Yuzu, il triple sec, lo sciroppo semplice e la vodka in un mixer
  • Aggiungi al mixer il ghiaccio e agita per 15 minuti
  • Metti il tutto in un bicchiere, completa con soda e servi

  Ti va di provare uno dei migliori cocktail giapponesi? Sicuramente ti piacerà! 

 TAGS:The Yamazaki 12 YearsThe Yamazaki 12 Years

The Yamazaki 12 Years

 

 

 TAGS:Triple Sec Porthos 1LTriple Sec Porthos 1L

Triple Sec Porthos 1L

 

 

 TAGS:Havana Club Especial 5 con Dosf 1LHavana Club Especial 5 con Dosf 1L

Havana Club Especial 5 con Dosf 1L

 

 

 TAGS:Vodka Cariel VainillaVodka Cariel Vainilla

Vodka Cariel Vainilla

Il cocktail Tango

 TAGS:undefinedIl cocktail Tango fu creato in un bar di Astoria in onore al genere musicale, conosciuto in Francia nel 1800 grazie ai marinai francesi che provenivano dall’Argentina e poi ritornato in patria. 

Il tango come genere musical nacque tra il 1869 e il 1975 nel Rio de la Plata, come forma di espressione musicale delle classi più umili che provenivano dall’Europa e si erano installate a Buenos Aires e Montevideo. I suoi strumenti musicali sono principalmente la fisarmonica, il piano, la chitarra e il contrabasso. 

Il cocktail Tango fa onore alla sensualita della musica, combinando succo d’arancia e rum, come riflesso della combinazione di elementi culturali di questo tipo. La sua elaborazione è molto semplice e questa ricetta è per una sola persona, dunque bisogna fare attenzione al dosaggio degli ingredienti. 

Ingredienti:

  • 1 parte di rum
  • 1/2 parte di vermouth bianco
  • 1/2 parte di Martini Rosso
  • 1/2 parte di Benedictine
  • 1/2 parte di succo d’arancia

Elaborazione:

  1. Mettere direttamente nel mixe il rum, il vermouth, il Martini rosso, il benedictine e il succo d’arancia
  2. In seguito agita energicamente gli ingredienti
  3. Serve nel bicchiere da cocktail e adorna il tutto con una buccia d’arancia sul bordo, o anche una ciliegia

Esiste anche una variante di questo cocktail, chiamata Morso di serpente, di origine americana ed elaborata con birra pils, mentre in Francia e in Belgio si usa sidro, liquore, Pernod e crema di cassis. 

Oggi ti raccomandiamo i migliori ingredienti per preparare il tuo cocktail tango:

 TAGS:Ron Diplomático 12 Años Reserva ExclusivaRon Diplomático 12 Años Reserva Exclusiva

Ron Diplomático 12 Años Reserva Exclusiva

 

 

 TAGS:Martini Rosso 1LMartini Rosso 1L

Martini Rosso 1L

 

 

 TAGS:BenedictineBenedictine

Benedictine

 TAGS:Lillet BlancLillet Blanc

Lillet Blanc

 

 

Il Cocktail Blenheim

 TAGS:undefinedIl cocktail Blenheim fu creato per il 90esimo compleanno di Sir Winston Churchill, grazie alla creatività e all’ispirazione di Joe Gilmore dell’ American Bar dell’ Hotel Savoy.

Joe Gilmore era uno dei baristi più esperti di quel bar e fu nominato capo dei barman nel 1955 fino alla sua pensione, nel 1976. In quel lasso di tempo egli riuscì ad inventare vari cocktail per affascinare invitati speciali come il principe di Galles, la regina Elisabetta e Richard Nixon, oltre a crearne uno per celebrare l’arrivo dell’uomo sulla luna. 

Il cocktail Blenheim ha 40% di gradazione alcolica e si serve in bicchieri tipici da cocktail: i suoi principali ingredienti sono la vodka e il succo d’arancia. Il suo sapore citrico e delizioso gli conferiscono una buona reputazione sia tra gli uomini sia tra le donne, che lo consumano principalmente d’estate. 

Ingredienti:

  • 1 oncia di succo d’arancia
  • 2 once di vodka
  • 1 oncia di Tía María

Elaboración del cóctel Blenheim

  1. Metti gli ingredienti sopra citati nel mixer con ghiaccio
  2. Agita energicamente e fai scolare il contenuto del mixer
  3. Versa il tutto in un bicchiere da cocktail

C’è anche una variante, realizzata con Brandy, la cui ricetta è la seguente:

Ingredienti:

  • 2 once di Chartreuse giallo
  • 1 oncia di Lillet
  • 1 oncia di succo d’arancia
  • 1 oncia di Dubonnet
  • 3 once di brandy

Elaborazione
Aggiungi gli ingredienti al mixer con il ghiaccio, agita e servi nel bicchiere da cocktail e inizia ad assaporare il tutto.

Oggi ti raccomandiamo queste bevande per realizzare il cocktail Bleaheim originale:

 TAGS:Tia MariaTia Maria

Tia Maria

 

 

 TAGS:Absolut Edicion LimitadaAbsolut Edicion Limitada

Absolut Edicion Limitada

Il Cocktail Casablanca

 TAGS:undefinedIl cocktail Casablanca si ispira all’indimenticabile film di cui porta lo stesso nome e presenta due diverse varianti: il cocktail Casablanca a base a di rum e quello a base di vodka ma entrambi dal sapore delizioso.

Se Casablanca è uno dei vostri film preferiti, potrebbe essere divertente rivederlo per l’ennesima volta, sorseggiando proprio questo cocktail che presenta una gradazione alcolica del 40%.

Il Cocktail Casablanca a base di rum

Ingredienti

  • 1 oz di succo di ananas  
  • 1 fetta di ananas
  • 1/4 oz di granatina
  • 1 oz di liquore di cocco
  • 1 oz di rum bianco

Preparazione

  1. Fase 1: mescolare il succo di ananas nello shaker con abbondante ghiaccio, rum bianco, liquore al cocco e granatina. 
  2. Fase 2: servire in bicchiere da cocktail con una fetta di ananas sul bordo per guarnire.

Il Cocktail Casablanca a base di vodka

Ingredienti

  • 1/2 oz di vodka
  • 1/3 oz di Galliano
  • 1/2 oz di succo di avocado
  • 1/3 oz di succo di limone

Preparazione

  1. Fase 1: collocare il ghiaccio (abbondante) nello shaker. 
  2. Fase 2: versare tutti gli ingredienti nello shaker, nelle proporzioni sopra indicate. 
  3. Fase 3: fare una base di ghiaccio tritato al bicchiere da cocktail. 
  4. Fase 4: agitare, versare e servire nel bicchiere da cocktail. 

A molti piace bere il cocktail Casablanca nel bicchiere alto (di tipo tumbler), mentre altri preferiscono utilizzare il classico bicchiere da cocktail; in ogni modo, ciò che fa davvero la differenza è che questo cocktail fatto in casa venga servito ben freddo, in modo da poter godere appieno del suo gusto rinfrescante. Concludiamo dicendo che il cocktail Casablanca a base di rum è molto più rinfrescante rispetto a quello a base di vodka (nonostante la presenza del limone).

 TAGS:Pampero AniversarioPampero Aniversario

Pampero Aniversario, uno dei rum più gustosi e profondi del mondo.

 

 

 TAGS:Babicka VodkaBabicka Vodka

Babicka Vodka, una nuova vodka premium che vi sorprenderà con le sue note di vaniglia.

 

20 segreti per diventare il miglior barista

 TAGS:undefinedSe ciò che desideri è essere un gran barista e fare furore durante le riunioni a cui sei invitato o vivere di questa professione, puoi seguire questi 20 pratici consigli:

  1. Conosci ogni ingrediente (whisky, vodka,… e run) e cliente e impara le ricette dei cocktail e non smettere mai di imparare nuove ricette
  2. Lavora con velocità e dimostrati sereno nonostante le molte ordinazioni
  3. Vendi o servi distillati di ottima qualità per farti benvolere dai tuoi clienti
  4. Sei cortese e comportati come un eccellente padrone di casa, oltre ad instaurare un buon rapporto con i clienti affinché essi ritornino al tuo bar
  5. Prova a ricordare il nome dei tuoi clienti abituali; ciò li farà sentire apprezzati e farà sì che tornino da te con altra gente
  6. Sii discreto nel tuo rapporto con loro ma sii disposto ad ascoltarli
  7. Mantieni ordine e pulizia durante il lavoro
  8. Spiega agli invitati o ai clienti in cosa consiste ogni cocktail per aiutarli a scegliere il migliore
  9. Mantieni allegro l’ambiente con la relazione con i tuoi compagni di lavoro e con i clienti
  10. Presentati personalmente
  11. Ricorda di verificare ogni tanto la soddisfazione dei clienti
  12. Non esagerare parlando con gli ospiti a meno che siano essi a interpellarti
  13. Dimostra di sapere di gastronomia per complementare le tue conoscenze
  14. Impara nuove lingue con il fine di servire meglio persone di altri paesi
  15. Mantieni il sorriso e sii attento a qualsiasi chiamata
  16. Poni bene gli ingredienti in modo da realizzare il tragitto più corto per elaborare ogni cocktail
  17. Non imbrogliare con le quantità e la qualità degli ingredienti
  18. Mantieni le mani sempre ben in vista per offrire più velocità ed efficenza ai tuoi clienti
  19. Dimostrati aperto ad ascoltari clienti ed ospiti
  20. Sorridi ogni volta che servi un cocktail

Oggi ti consigliamo:

 TAGS:Gin MareGin Mare

Gin Mare

 

 

 TAGS:Legendario Elixir de CubaLegendario Elixir de Cuba

Legendario Elixir de Cuba

Il cocktail Bullshot

 TAGS:undefinedAnche se poco conosciuto rispetto ad altri cocktail, il Bullshot si caratterizza per il suo sapore forte e deciso, soprattutto grazie ai suoi particolari ingredienti, dalla cui combinazione ne risulta questo cocktail a dir poco esplosivo.

Ingredienti

  • Il vodka 
  • Qualche goccia di limone
  • Consommé di manzo
  • Qualche goccia di salsa Tabasco 
  • Salsa Worcester  
  • Pepe nero
  • Sale
  • Prezzemolo 

Ne esistono poi altre varianti in cui è possibile aggiungervi ancora più ingredienti. In qualsiasi modo lo si prepari, ne risulta comunque una miscela gustosa e potente, grazie alla particolare unione di alcool, frutta e spezie.

Un’altra particolarità di questo cocktail è che può essere servito sia caldo, nel periodo invernale, che freddo, anzi quasi ghiacciato, durante i mesi più caldi dell’anno; cosa che lo rende assolutamente particolare rispetto ai cocktail che siamo abituati a bere normalmente.

Preparazione

  1. Versare tutti gli ingredienti in una pentola con acqua bollente e mescolare di tanto in tanto. 
  2. Aggiungere i cubetti di ghiaccio in un tumbler medio.
  3. Guarnire con una fetta di limone o un rametto di sedano.
  4. Se lo si vuole freddo, basta versare gli ingredienti direttamente nel bicchiere e poi aggiungervi il consommé di manzo.

Per molti si tratta di un cocktail utilizzato per combattere la sbornia, per la quantità di ingredienti in esso presenti, ed è perfetto per idratare il corpo in generale, vista la scarsa quantità di vodka che solitamente vi si aggiunge. E’ ottimo anche come aperitivo e viene solitamente servito prima dei pasti, magari in occasione di un evento o di una festività.

Questo cocktail è stato creato nel 1900 negli Stati Uniti ed in origine venne concepito come una variante del Bloody Mary, ma con l’aggiunta del consommé di manzo. Vista la presenza e la combinazione di diversi ingredienti culinari, il Bullshot, più che nei bar, viene solitamente preparato nei ristoranti.

Se siete alla ricerca di un’ottima vodka americana per preparare il vostro Bullshot, noi vi consigliamo:

 TAGS:Skyy VodkaSkyy Vodka

Skyy Vodka

 

 

 TAGS:Vodka Cold River PotatoVodka Cold River Potato

Vodka Cold River Potato

Il cocktail Rob Roy

 TAGS:undefinedI cocktail con whisky sono deliziosi. Oggi pariamo del Rob Roy, cocktail con molta storia e fatto con whisky scozzese, che lo differenzia dal Manhattan.  Questo cocktail è un omaggio a un personaggio storico scozzese, Robert Roy MacGregory, detto Rob Roy, conosciuto anche come il Robin Hood scozzese. 

La prima versione del cocktail fu ideata nel bar dell’hotel Waldorf Astoria. La storia di Rob Roy fece che il cocktail aumentasse di popolarità. Bisogna sottolineare che si tratta di uno dei pochi cocktail fatto con whisky scozzese, data l’origine del personaggio. Questo whisky è molto più forte e saporito di quelli americani, ma anche più raro da trovare. ,

Ingredienti

  • 2 once di whisky scozzese
  • 3/4 once di vermut italiano o rosso
  • 1 pizzico di bitter
  • Ghiaccio
  • Ciliegia o buccia d’arancia

Preparazione

Si inizia mescolando tutti gli ingredienti in un mixer con molto ghiaccio per poi servire tutto in un bicchiere già freddo affinché si possa consumare fresco. Si può decorare il tutto con una ciliegia o una buccia d’arancia. 

Varianti

Alcune varianti del Rob Roy pemettoni cambiare vari ingredienti, come mettere del vermut secco e anche dolce. Comunque sia, il miglior vermut per questo cocktail è quello rosso, dato che il suo sapore si combina meglio al whisky scozzese.

 TAGS:Suntory Yamazaki 12 AnniSuntory Yamazaki 12 Anni

Suntory Yamazaki 12 Anni

 

 

 TAGS:Lillet BlancLillet Blanc

Lillet Blanc

Il Moscow Mule: un potente cocktail a base di vodka

 TAGS:undefinedSui cocktail a base di vodka ci si potrebbero scrivere enciclopedie… Ma oggi ci soffermeremo su un cocktail in particolare, in cui la vodka la fa da padrone: il Moscow Mule.

Con un’ampia varietà di sapori che vanno dal citrico a quello della birra allo zenzero, questo cocktail ha la sua origine nella liquoreria statunitense “Cock’n Bull”, intorno agli anni ’40, quando a due amici venne l’idea di mescolare i sapori propri della liquoreria stessa con quelli di una taverna dove si beveva birra. E decisero di provare quella allo zenzero proprio per vedere che effetto avrebbe fatto insieme alla vodka. E senza volerlo, come spesso è successo per molti altri cocktail, ottennero un gusto eccezionale che, poco a poco, divenne famoso in tutto il mondo.

Un’altra versione attribuisce la nascita di questo cocktail alla famosa Hollywood, più precisamente al ristorante Cock’n’Bull, dove un giorno si decise di mettere insieme tutti gli ingredienti che solitamente non venivano molto utilizzati nella preparazione dei cocktail e, dopo vari tentativi, ottennero questo incredibile risultato.

Si tratta di un cocktail rinfrescante che, grazie al lime, ha un tocco alquanto esotico ma non tanto quanto, ad esempio, il mojito o la caipirinha per i quali vengono ugualmente impiegati il succo di lime e la vodka. E’ un cocktail che si può bere a qualsiasi ora del giorno ma che dà sicuramente il suo meglio durante le calde notti d’estate.

Ingredienti

  • 60 ml. di vodka
  • 30 ml. di succo di lime
  • 90 ml. di birra allo zenzero (anche detta “ginger beer”) 

Preparazione

E’ davvero facile da preparare: basta semplicemente mescolare vodka, ginger ale e succo di lime in uno shaker con ghiaccio. A questo punto agitare lo shaker e poi versarne il contenuto in un bicchiere alto con abbondante ghiaccio. Infine, possiamo decorare il tutto con una fettina di lime, oppure brinare la parte superiore del bicchiere con lo zucchero, in modo da renderlo un po’ più dolce.

 TAGS:Fever Tree Ginger AleFever Tree Ginger Ale

Fever Tree Ginger Ale

 

 

 TAGS:Grey Goose Vodka 1LGrey Goose Vodka 1L

Grey Goose Vodka 1L

Il cocktail Brain Duster

 TAGS:undefinedIl Brain-Duster è un cocktail a base di assenzio, whisky e amaro ed è stato nominato così da George J. Kappeler nel 1895.

Questo cocktail è servito in un classico bicchiere lungo e largo e la sua apparenza è lattosa e con un tenue colore verde a causa dell’assenzio.

Ingredienti del Brain-Duster:

Elaborazione del Brain-duster

Il primo passo è quello di mischiare tutti gli ingredienti insieme a del ghiaccio a pezzi per poi colarli e versarli tutti in un bicchiere da cocktail.

C’è chi, al posto dell’assenzio, usa il pastis, mentre altri preferiscono utilizzare il bourbon. Altri addirittura hanno sviluppato una variante di questo cocktail che prevede l’uso di sciroppo di gomma.

L’ assenzio, elaborato a base dell ‘Artemisa Absinthium, ha un sapore all’anice che conferisce molta personalità al cocktail. L’assenzio era inizialmente una bevanda venduta come medicinale, in seguito portò con sé molte controversie ed attualmente è utilizzata per vari tipi di bevande.

C’è chi, insieme all’amaro tipico italiano, utilizza anche un bitter, liquido che in precedenza veniva utilizzata per trattare dolori di stomaco, ma che adesso viene usato anche per cocktail come il Mojito e il Cuba Libre.

Oggi ti raccomandiamo i migliori prodotti per un Brain Duster che farà impazzire i tuoi amici:

 TAGS:Ardbeg 10 YearsArdbeg 10 Years

Ardbeg 10 Years

 

 

 TAGS:Bitter Bob's Chocolate Bitter 100mlBitter Bob’s Chocolate Bitter 100ml

Bitter Bob’s Chocolate Bitter 100ml

 

 

 TAGS:Assenzio Túnel 80 BlueAssenzio Túnel 80 Blue

Assenzio Túnel 80 Blue

Il Sex on the Beach

 TAGS:undefinedNella nostra rubrica sui cocktail più conosciuti, non poteva mancare il Sex on the Beach, diventato oramai un classico tra i cocktail più rinfrescanti dell’estate. Creato per la prima volta a Miami intorno agli anni ’80, si è poi gradualmente fatto strada nei bar e nei locali di tutto il mondo, o quasi. E’ tra l’altro uno dei cocktail che presenta più varianti: sebbene sia sempre a basa di vodka infatti, vi si possono aggiungere diversi tipi di succhi di frutta e altri liquori.

L’esigenza di inventare un cocktail rinfrescante, dolce e con molta frutta ha portato alla creazione del “sex on the beach”, il cui nome deriva dal fatto che molti giovani che lo bevevano se ne stavano sulle spiagge di Miami in cerca di avventure estive.

Ingredienti

  • Ghiaccio
  • Vodka
  • Peach schnapps (o vodka alla pesca) 
  • Succo d’arancia
  • Succo di mirtillo rosso

Variazioni

Anche se questi sono gli ingredienti ufficiali, come già detto, vi sono alcune variazioni in cui si sostituisce il succo d’arancia con quello d’ananas oppure il rum al cocco invece della vodka o ancora la granatina al posto del succo di mirtillo rosso.

Vi è inoltre una variante analcolica che viene chiamata “Safe Sex on the Beach” ossia “sesso sicuro sulla spiaggia”, piuttosto che “sesso sulla spiaggia”, come come nella versione tradizionale. Ma le varianti non finiscono qui! Ritroviamo ancora: l’Oral sex on the beach, col blue curacao; il Creamy sex on the beach, in cui si mescolano rum al cocco e succo d’ananas; il Greek sex on the beach, con il rum e la tequila. In pratica, ce n’é per tutti i gusti!

Preparazione

Per preparare il Sex on the Beach, versiamo in uno shaker la vodka, il succo d’arancia o di ananas, il Peach schnapps e mescoliamo. Poi metteremo il ghiaccio in un bicchiere alto e largo o di tipo Highball glass. A questo punto verseremo la miscela ottenuta nel bicchiere e guarniremo con una fetta di arancia o di ananas. Il cocktail deve essere servito molto freddo, l’ideale nelle calde notti d’estate.

Volete una buona vodka per preparare un ottimo Sex on the Beach? Ecco quelle che vi consigliamo:

 TAGS:Crystal Head VodkaCrystal Head Vodka

Crystal Head Vodka

 

 

 TAGS:Nettare di Pesca D.Simon Scatolal.Nettare di Pesca D.Simon Scatolal.

Nettare di Pesca D.Simon Scatolal.