Tag: châteauneuf-du-pape

Una passeggiata lungo il Rodano ed i suoi vini

 TAGS:La regione del Rodano o Rhône (in francese) si trova in Francia ed ha una superficie di circa 80.000 ettari e comprende anche il fiume Rodano, uno dei più grandi al mondo. I due elementi che caratterizzano la zona del Rodano sono il suo clima e le sue uve.

Ci sono due diverse classificazioni all’interno della regione del Rodano in base ai vini che si producono: la Côtes de Rhône e la Côtes de Rhône Villages. Dobbiamo fare una precisazione a riguardo, dal momento che la prima appartiene al nord mentre la seconda appartiene alla zona al sud del Rodano.

Il Rodano settentrionale, le sue uve ed i suoi vini

Possiamo cominciare a parlare del Rodano settentrionale, una zona in cui la maggior parte dei vigneti si trovano su pendii, cosa che aumenta il costo dell’uva poiché è più difficile da raccogliere, oltre ad essere chiaramente un processo più lento. L’uva più importante di questa zona è la Syrah, che si contraddistingue per la potenza, così come il colore, per la presenza dei tannini e per l’aroma di frutti rossi. I migliori vini ottenuti da questo vitigno si possono invecchiare per ben 50 anni; sono praticamente dei vini per collezionisti.

Tra i più famosi vini di questa regione possiamo annoverare quelli della zona di Crozes-Hermitage. Tra i vini bianchi risaltano quelli del vitigno Viognier, ormai divenuti molto di moda per i loro sapori esotici.

Il Rodano meridionale, le sue uve ed i suoi vini

Se parliamo del sud, dobbiamo tener in conto soprattutto il suo clima che, a differenza di quello del nord, è molto più caldo. In questa zona possiamo trovare l’uva Grenache (o Garnacia) in abbondanza, che può essere miscelata con più di 12 diversi vitigni; ritroviamo anche la Syrah ma sicuramente in quantità molto inferiori rispetto al nord. L’uva Grenache dà vini con più alcol, pochi tannini e meno colore; un tipo di vino che potrebbe essere definito come “vigoroso”.

In questa zona si contraddistingue il famoso Châteauneuf-du-Pape, un vino che può essere fatto con un massimo di 13 uve, ma sempre prevalentemente Grenache che, in alcuni casi, può raggiungere anche il 100%. Questo vino è anche conosciuto come “Il vino del Papa“, poiché fu proprio il Papa Giovanni XXII a voler far costruire il castello della città e ad incoraggiare la coltivazione della vite nella zona.

Come sempre, dopo aver fatto un giro per il Rodano, conosciuto parte della sua geografia, delle sue uve e dei suoi vini, l’ultima parola sta a voi: provate ora ad assaggiare alcuni dei suoi famosi vini.