Tag: cava rosé

Il cava rosé

 TAGS:Il cava rosato è un vino spumante molto versatile, visto che può essere bevuto in qualsiasi periodo dell’anno, accompagnando antipasti, carne, pesce e dolci. Una delle caratteristiche del cava è che la seconda fermentazione si effettua direttamente nella bottiglia stessa, per cui l’aggiunta delle bollicine avviene in maniera naturale.

La selezione delle uve rappresenta un punto cruciale nella sua elaborazione, perché ciò garantisce che il prodotto sia di qualità; è inoltre necessario aggiungere al cuvée una piccola quantità di vini invecchiati per poi sottoporlo a un affinamento prolungato sui lieviti.

Le uve che tradizionalmente vengono impiegate nella produzione del cava sono Macabeo, Xare-lo e Parellada, tuttavia sempre più spesso vengono utilizzate anche Chardonnay e Subirat. Per quanto riguarda il cava rosato invece ritroviamo: Garnacha, Monastrell, Pinot Nero e Trepat.

Per l’invecchiamento, il cava richiede un periodo di almeno nove mesi; nel caso dei cava sulla cui etichetta è riportata la scritta “Reserva” allora vuol dire che il periodo di affinamento varia da 18 a 30 mesi mentre quando c’è scritto “Gran Reserva” significa che l’invecchiamento è durato più di 30 mesi.

Per quanto riguarda l’abbinamento, è la quantità di zucchero a determinare l’accostamento migliore del cava a un dolce, piuttosto che a un aperitivo o a un vero e proprio piatto. I cava rosati più semplici sono ideali come aperitivo, ma soprattutto per accompagnare i dessert, grazie al loro sapore dolce che ricorda la frutta rossa. Quelli più invecchiati, possono essere consumati con carne, pesce, salumi e pietanze affumicate in generale, visto che le loro bollicine “puliscono” il grasso di tali alimenti.

Per riconoscere un cava, basta guardarne il tappo che riporta il disegno di una stella a quattro punte, caratteristica che lo differenzia dagli altri vini spumanti. Nel caso dei cava la cui fermentazione è avvenuta al di fuori della bottiglia, allora sul tappo sarà riportato un semplice cerchio.

La temperatura ideale per servire il cava rosato è leggermente inferiore a quella del cava normale, tra 5 e 7 gradi centigradi, ma non è consigliabile lasciare la bottiglia in freezer, visto che perderà sia il sapore che l’aroma.

Il calice più adatto per servire il cava rosato è il flûte, visto che la sua forma limita la fuoriuscita delle bollicine permettendo di vederne la schiuma. Se la corona della schiuma è consistente e le bollicine sono piccole, allora significa che ci ritroviamo di fronte a un cava rosé più che eccellente.

Volete dare un po’ di colore al vostro cava? Vi consigliamo due grandi rosé:

 TAGS:Gramona Rosé Pinot Noir 70clGramona Rosé Pinot Noir 70cl

Gramona Rosé Pinot Noir 70cl: Morbido, gustoso, con note minerali… Un cava rosé completo.

 

 

 TAGS:Recaredo Intens Rosat Brut Nature 2009Recaredo Intens Rosat Brut Nature 2009

Recaredo Intens Rosat Brut Nature 2009: Recaredo, una delle migliori cantine di cava di Spagna, ci propone questo rosato intenso ed equilibrato.