Tag: capodanno

Ispirati ad altri paesi e festeggia un capodanno differente

 TAGS:undefined

In tutto il mondo le tradizioni variano. Durante il capodanno in ogni paese si festeggia in modo diverse  con un tocco di divertimento per le vostre feste. Oggi condividiamo con voi alcune di queste tradizioni. Cosa ne pensi?

Sao Paulo

Sao Paulo è il luogo ideale per chi vuole godersi le vacanze non solo durante il carnevale, ma anche a fine anno: a capodanno una delle tradizioni più singolari è quella di indossare biancheria intima dai colori vivaci per attirare buona fortuna per il nuovo anno.

Copenaghen

I danesi solitamente rompono stoviglie e sedie, motivo per cui alcuni viaggiano a Capodanno a Copenaghen. La gente del posto si arrampica sulle sedie e li salta all’unisono quando suonano i rintocchi della mezzanotte. Si presume che questa pratica serve per allontanare gli spiriti maligni. Rompere piatti, tazze e altri utensili da cucina serve per portare buona fortuna

New York

Inizia il nuovo anno con un tuffo: il tradizionale salto nelle acque gelide è praticato in luoghi come Barcellona, Edimburgo e New York, dove i membri del Polar Bear Club di Brooklyn fanno tuffo nell’Oceano Atlantico a Coney Island per raggiungere un senso rinfrescante di rinnovamento.

Tokyo

I giapponesi sono noti in tutto il mondo per la loro eccentricità e il capodanno non fa eccezione. Per il nuovo anno, durante tutto il pomeriggio e la sera una grande percentuale della popolazione guarda un programma televisivo in cui delle celebrità effettuano duelli musicali. A mezzanotte è il tempo di mangiare lunghe tagliatelle che simboleggiano longevità, mentre le campane del tempio suonano 108 volte in lontananza, ogni colpo è uguale a valori negativi che vengono dimenticati.

Tallinn

Se il tuo modo preferito per festeggiare qualsiasi cosa è mangiare, devi andare a Tallinn. Nella notte di Capodanno vengono sparati fuochi d’artificio, ma secondo la tradizione bisogna mangiare 7 volte la vigilia di Capodanno, perché ogni pasto darà nuova forza per iniziare il nuovo anno.

Plymouth (Wisconsin)

La cittadina americana di Plymouth, in Wisconsin, è la destinazione del Capodanno per gli amanti del formaggio. Ogni vigilia viene organizzato il Big Cheese Drop per celebrare l’industria casearia locale. Un artista locale produce un pezzo di formaggio di polistirolo da 36 chili che viene poi lasciato cadere da un’altezza di 30 metri allo scoccare della mezzanotte.

Cile

I cileni hanno anche tradizioni uniche nel nuovo anno. Una di queste è quella di bruciare cartone o bambole di legno per purificare ed eliminare errori, dolori e disturbi e quindi iniziare il nuovo anno con la migliore disposizione.

Venezuela

I venezuelani hanno l’abitudine di incontrarsi a casa con amici e parenti prima delle cene di Natale e Capodanno per preparare hallacas, che consistono in una torta o panino con uno stufato unico come condimento. Le hallacas elaborate sono poi regalate agli amici durante l’addio al vecchio anno per assicurare una lunga amicizia e augurare buona fortuna.

 TAGS:Dom Perignon Vintage 2004Dom Perignon Vintage 2004

Dom Perignon Vintage 2004:  un vino spumante de la DO Champagne a base della caste pinot meunier e pinot noir di 2004 e con una gradazione alcolica di 12.5º. 

 

 

 TAGS:Dom Perignon Vintage Rosé 2002Dom Perignon Vintage Rosé 2002

Dom Perignon Vintage Rosé 2002: un vino spumante con DO Champagne con pinot noir e pinot meunier di 2002 e con una gradazione alcolica di 11.5º. 

 

 

* Foto: Wilfredo Rodriguez (flickr)

Alternare vini nelle cene di fine anno

 TAGS:undefined
Vacanze molto speciali si avvicinano, dove la cucina sarà la protagonista e il vino sarà fondamentale per raduni di amici e famiglie. Ora potete scegliere il tuo vino per Natale se volete che la vostra cena sia un successo, con la qualità e la varietà necessari.

Pesce, carne, dessert …  a Natale mangiamo tanto e variato, ed è dunque giuste alternare vini diversi soprattutto per la cena di Capodanno, che di solito è più lunga.

Dal bianco al rosso. È un modo tradizionale per alternare come indicano alcune degustazioni, anche perché di solito si inizia con un aperitivo, zuppe e alcuni pesci, in modo che i vini bianchi sono perfetti. Per secondo entrecote, tacchino o maiale ci permettono di terminare la cena con un potente rosso. In questo modo, i sapori sono più intensi in ogni momento della cena, dove di solito si servono un bianco e due rossi. 

Dal secco al dolce. Tutto dipende dal menu, ma un altro modo è quello di iniziare con vino rosso o bianco secco per passare ai vini dolci, come un Moscato nel dessert. La combinazione di secco con primo e secondo sarà molto meglio, mentre il dolce (dove si sente molto l’uva bianca), si sposa perfettamente con torrone e marzapane. Inoltre così i dolci sono più facilmente digeribili.

Per protocollo. Il primo vino stappato viene testato dal padrone di casa e dopo quel momento la bottiglia può essere lasciata sul tavolo, anche se è corretto che resti su un tavolino a parte e si usi pian piano per servire i commensali con bicchieri vuoti. Prima si riempiono i bicchieri a metà e poi al gusto del commensale. Il protocollo vuole che si inizi con i bianchi o i rosati ad una temperatura di 10 °, poi i rossi a temperatura ambiente, vini dolci e champagne.

Già avete vini per cenone di Capodanno? Ecco i nostri consigli:

 TAGS:Tenuta San Guido Le Difese 2013Tenuta San Guido Le Difese 2013

Tenuta San Guido Le Difese 2013

 

 

 TAGS:Cà del Bosco Franciacorta Cuvée Prestige 375mlCà del Bosco Franciacorta Cuvée Prestige 375ml

Cà del Bosco Franciacorta Cuvée Prestige 375ml

 

 

 TAGS:Jermann Chardonnay 2014Jermann Chardonnay 2014

Jermann Chardonnay 2014

 

 

Photo: Sarah_Ackerman

Come alternare vari vini nel cenone di Capodanno

 TAGS:Si avvicinano delle feste speciali, durante le quali la gastronomia sarà protagonista e il vino sarà l’asse portante delle riunioni familiari. Puoi da subito scegliere i tuoi vini per Natale se vuoi che la tua cena sia un successo assoluto. 

Pesce, carne, dolci. A Natale mangiamo tantissimo e in multiple maniere ed è per quello che dobbiamo alternare vari vini soprattutto per il cenone di capodanno, che è solito essere molto lungo. 

Dal vino bianco al vino rosso. È una classica maniera di alternarli, come avviene anche in alcune degustazioni. Si può iniziare con un leggero antipasto, con zuppe o pesce, con i quali abbineremo un bianco. In seguito, con la carne, si darà spazio ai vini rossi. In tal modo i sapori saranno più intensi in ogni momento della cena. Di solito si serve un bianco e due o tre rossi, con il fine di produrre più effetti in bocca. 

Del secco al dolce. Tutto dipende dal menù, ma solitamente si può passare dai vini bianchi o rossi secchi per passare poi a quelli dolci, come il Moscato nei dessert. La combinazione dei secchi con primi e secondi sarà perfetta, mentre quelli dolci e leggeri (quelli con uva bianca) vanno benissimo con torrone e marzapane. Inoltre così sarà tutto meno indigesto e pesante. 

Secondo il protocollo. Il primo vino viene stappato e provato dal padrone di casa, anche se questi può cedere l’onore a un ospite. Una volta aperta la bottiglia si puo lasciare sul tavolo, che se l’etichetta vuole che stia su una tavola supplementare e venga servito poco a poco. I primi bicchieri si riempiono a metà e poi dipende dal consumatore. Il protocollo vuole che prima vengano serviti i vini bianchi e rosati sui 10º, poi i rossi a tempertura ambiente intorno ai 20º e alla fine i vini dolci o lo spumante sugli 8º.

Ecco le nostre raccomandazioni per il tuo cenone:

 TAGS:Antinori Tormaresca Neprica 2011Antinori Tormaresca Neprica 2011

Antinori Tormaresca Neprica 2011

 

 

 TAGS:Errázuriz Max Reserva Cabernet Sauvignon 2010Errázuriz Max Reserva Cabernet Sauvignon 2010

Errázuriz Max Reserva Cabernet Sauvignon 2010

Come si festeggia il capodanno in Europa

 - Europa è piena di tradizioni per l’anno nuovo. La maggior parte ha a che vedere con la fortuna e con il fatto di lasciarsi dietro le cose negative per iniziare bene l’anno. 

Esistono molte tradizioni comuni. Il fuoco, ad esempio, è un elemento ricorrente. Soprattutto in luoghi come l’Ungheria dove si bruciano delle sculture o in mitteleuropa, dove si bruciano piccole bambole. Il significato di questi atti è il volersi disfare delle cose vecchie per fare spazio a quelle nuove. In alcune zone della Scozia si lascia rotolare per le strade un barrile infuocato per allontare gli spiriti maligni, mentre in Austria si sparge incenso in casa.

In generale però la festa di capodanno è un modo per socializzare, stare con amici e famiglia. È per questo che l’abitudine più diffusa è quella di scambiarsi baci e abbracci appena si entra nell’anno nuovo. In Gran Bretagna si canta l’inno chiamato?Auld Lang Syne?. In Francia bisogna baciarsi sotto una pianta e in Turchia si distribuiscono abbracci e stretti di mano. 

Nelle grandi capitali europee c’è sempre festa per strada fino all’alba. La festa più famosa è quella di Berlino, nella quale si conta oltre un milione di persone. Anche Budapest, Parigi e Madrid spiccano per le loro celebrazioni in piena strada e all’aria aperta, nonostante il freddo invernale. 

Molte tradizioni vengono accompagnate dalla gastronomia. In Spagna a mezzanotte si mangiano i 12 acini di uva per augurarsi buona fortuna. In Italia si mangiano lenticchie come simbolo di abbondanza mentre in Germania si lascia riposare la cena nel piatto per iniziare bene l’anno.

I vini e i liquori sono una delle opzioni migliori per celebrare queste feste. Quelli tipo spumante o champagne sono i grandi protagonisti ma non si devono dimenticare i classici tradizionali come il ‘mulled wine’, il vino tiepido inglese. 

Ecco i nostri suggerimenti affinché tu possa festeggiare come si deve il capodanno: 

 TAGS:Ferghettina Franciacorta BrutFerghettina Franciacorta Brut

Ferghettina Franciacorta Brut

 

 

 TAGS:Luna Argenta Prosecco Treviso DocLuna Argenta Prosecco Treviso Doc

Luna Argenta Prosecco Treviso Doc