Tag: birra

Come abbinare la birra artigianale?

 TAGS:undefinedNegli ultimi anni, le birre vivono dolci momenti e permettono di esplorare mille sapori in una sola volta. Dalle birre scure, con sapore amaro, fino alle bionde, hanno un vario arcobalendo di sapori. Qualunque sia la birra artigianale deve essere abbinata correttamente, e non è sempre facile, soprattutto per quelle birre che beviamo di solito a casa.

Per gli alimenti arabi o piccanti, in cui sono protagonisti l’aceto o spezie, sono richieste birre bionde e lisce, in quanto riescono a ridurre la forza piccante degli alimenti con una birra più fresco e tradizionale. Ad esempio, per questi pasti, la miglior birra possibile è una di tipo Pilsner o pale ale, molte delle quali sono tedesche o belghe. 

Mentre le lager artigianali si abbinano bene con alimenti mediterranei come pesce o frutti di mare, le birre scure o tostate, che nel loro processo più tradizionale presentano sapori molto forti e duraturi nel palato, possono anche essere combinate con certe carni o soffritti. Anche le pale ale scure sono incluse.

Le birre  Ale dal gusto amaro vanno bene con i cibi affumicati, cioccolatini, dolci, formaggi e alcune carni. Un chiaro esempio è la Indian Pale Ale, birre sempre più note delle quali abbiamo già dato qualche riferimento.

Mentre il formaggio manchego, per esempio, va bene con una birra belga dalla tripla fermentazione, alcuni pesci marinati sono perfetti con le birre artigianali affumicate tedesche. Un tipo di birra che si può bere anche con frutti di mare, altri formaggi e salumi europei.

 TAGS:Gjulia Birrificio Bianca Artigianale Est Orientem 75clGjulia Birrificio Bianca Artigianale Est Orientem 75cl

Gjulia Birrificio Bianca Artigianale Est Orientem 75cl

 

 

 TAGS:Isaac BaladinIsaac Baladin

Isaac Baladin

 

 

Guinness: simbolo mondiale di birra e pubblicità

 TAGS:undefined

Il nome del marchio di birra Guinness è un punto di riferimento in tutto il mondo. Una birra nera, con malto e con sede a Dublino, Irlanda, il paese per eccellenza di questo tipo di birra. Guinness è sinonimo di qualità e un marchio che sa di pubblicità e design grafico, come il bicchiere di birra fonte di ispirazione di altre campagne di altri prodotti Guinness.

Storia

Alcuni dati spiegano l’importanza del loro logo, con nome e riferimenti a Dublino, dove l’arpa è uno dei suoi temi centrali. Per esempio, si mette in evidenza la sua lunga storia, dal momento che i primi dati di questa data birra risalgono al 1759, quando Arthur Guinness acquistato una fabbrica di birra a Dublino per ripristinarla dopo un periodo di disuso. Non avrebbe mai immaginato che la sua iniziativa avrebbe avuto così tanto successo.

Qualità

La qualità della birra parla da sola, grazie al suo sapore caratteristico, che è la migliore delle sue pubblicità. Un sapore tostato, cremoso, corposo e con note di caffè e liquirizia. Una figura di spicco del design del logo Guinness è il simbolo dell’arpa preso da un simbolo araldico irlandese, che identifica la birra in questo paese dal 1862.

Da allora, il suo simbolismo e il design non sono cambiati molto. Ed è stato un successo. Guinness ha fatto indagini di soddisfazione con i propri clienti e ha integrato le sue parole a vari loghi e slogan che causano un buon effetto tra i consumatori di questa birra.

Design

Anche se nel corso degli anni la progettazione delle campagne è stata modificata, c’è qualcosa che perdura fin dall’inizio: il logo e la figura del bicchiere Guinness è da sempre marrone scuro in un vetro trasparente, il che corrisponde a una pinta inglese. È da notare che nelle loro campagne pubblicitarie la più caratteristica era quella di raffigurare animali che reggevano una pinta di Guinness mentre recitavano lo slogan “My goodnees, my Guinness.”

 TAGS:Guinness DraughtGuinness Draught

Guinness Draught

 

 

 TAGS:Guinness Special Export StoutGuinness Special Export Stout

Guinness Special Export Stout

 

3 cocktail con birra da gustare in primavera

 TAGS:undefinedIl vantaggio dei cocktail con birra è che possono essere consumati a tutte le ore del giorno. E ora, con l’arrivo della primavera, è un ottimo momento per iniziare as assaporarli. Non te li perdere! 

Brass Monkey

Questo cockail è ideale in mattinata o a pranzo. Il suo sapore citrico rinfresca il palato.

Ingredienti:

  • 120 ml di succo d’arancia
  • 360 ml di birra di grano
  • Angostura a piacere

Elaborazione:

  1. Metti il succo d’arancia in un bicchiere di birra già raffreddato in frigo.
  2. Aggiungi gradualmente la birra fino a colmare il bicchiere.
  3. Decora la parte superiore con angostura.

 TAGS:Hoegaarden Grand CruHoegaarden Grand Cru

Hoegaarden Grand Cru è una birra bianca (weißbier) originaria del Belgio, elaborata tramite una fermentazione bassa con grado alcolico di 8º.

 

 

Ginger Shandy

Cocktail con sapore leggermente piccante grazie allo zenzero, è una maniera peculiare di godere un cocktail il weekend.

Ingredienti:

  • 120 mililitros di birra di zenzero
  • 180 ml di birra Pale Ale
  • Zenzero a piacere

Elaborazione:

  1. Metti il ghiaccio fino a metà di un bicchiere basso.
  2. Versa la birra di zenzero nel bicchiere.
  3. Aggiungi gradualmente la Pale Ale fino a completare.
  4. Decora il cocktail con zenzero sull’orlo.
  5. Si può sostituire lo zenzero con un Bruce Costes.

 TAGS:Coopers Pale Ale 375mlCoopers Pale Ale 375ml

Coopers Pale Ale 375ml è una birra pale ale australiana con un grado di 4º.

 

 

 

Michelada

La Michelada è un cocktail con vari sapori. La puoi bere subito con gli ingredienti adeguati. 

Ingredienti:

  • 120 ml di Pale Ale
  • 120 ml di succo di pomodoro
  • 15 ml di succo di lima
  • 1 cucchiaino di salsa piccante
  • 1/2 cucchiaino di sale di sedano
  • 1/4 de cucchiaino di pepe nero
  • 1/4 de cucharadita de togarashi (opcional)
  • Sale

Elaborazione:

  1. Passa del sale sull’orlo del bicchiere di whisky e mischia con pepe e cayenna. 
  2. Riempi con ghiaccio il bicchiere di whisky.
  3. Aggiungi tutti gli ingredienti tranne la birra e mischia.
  4. Completa il bicchiere con la Pale Ale.
  5. Siervi subito

 TAGS:Damm Inedit 75clDamm Inedit 75cl

Damm Inedit 75cl è una birra pale ale fatta in Spagna ed elaborata con fermentazione alta che raggiunge un grado di 4.8º de ABV.

 

 

 

Trucchi per rendere strepitosa la degustazione di birra

 TAGS:undefined

A tutti noi piace la birra ma non conosciamo tutto su questa bevanda: se vuoi scoprire i dettagli più interessanti per una degustazione di birra è importante conoscere la tecnica giusta.

Tra una birra e un’altra ci sono grandi differenze: si possono apprezzare quella di lievito, colore, schiuma e sapore.

  • Conoscere i tipi: Leggere sui tipi di birra ti può aiutare a riconoscere le sua caratteristiche e anche a scegliere quali vuoi provare. Ricorda di non usarne più di 5 alla volta. 
  • Bicchieri: I bicchieri ideali per la birra forte sono tondi mentre quelli per la birra leggera sono quadrati. Per le degustazioni si usano 2 bicchieri: uno per l’apparenza e l’altro per il sapore. 
  • Evita di fumare: Se sei fumatore evita di accendere una sigaretta prima e durante una degustazione di birra.
  • Temperatura: La birra deve stare tra i 3 e gli 8 gradi, mentre alcuni raccomandano di togliere le birre dalla birra 10 minuti prima per far sì che non sia né troppo fredda né troppo calda col fine di godere dei suoi aromi. 
  • Servire la birra: Quando servi la birra inclina il bicchiere di 45 gradi e versa da una distanza che permetta di avere una spuma non superiore ai 2 centimtri, agita in cerchi per iniziare
  • Colore della birra: Può essere bianca, rossa, tostata o nera. Apprezza il suo colore mettendo il vaso contro la luce e vedi se è turbida o cristallina: questi ultimi aspetto dipendono della filtrazione. 
  • Schiuma: Quando vediamo la schiuma possiamo prendere in considerazione la sua densità e vedere se i pori del gas son aperti o chiusi, o la persistenza stessa nel bicchiere, dalla quale dipende la gradazione alcolica. 
  • Aroma: Gli aromi delle birre di cereali possono essere terrosi, erbali o floreali, a seconda della quantità di malta o di grano usati; le birre dorate hanno sempre un forte odore di luppolo e quelle scure di cioccolato o caffè. Puoi anche sentire aromi di frutta o spezie in birre di alta fermentazione. 
  • Gusto: Ricorda che i sapori acidi si sentoni ai lati della lingua, quelli dolci avanti e quelli amari indietro. Cerca i sapori tostati dei cereali, quelli del luppolo amaro o del grando dolce, quelli di frutta e spezie, oppure quello ad alcol che riscalda oppure il corpo che puoi gustare per la consistenza in bocca, sia essa leggera o spumosa. 

 

 TAGS:HobgoblinHobgoblin

Hobgoblin

 

 

 TAGS:Leffe BruneLeffe Brune

Leffe Brune

 

 

 TAGS:Le Magnifiche Di Petrognola Bionda ForteLe Magnifiche Di Petrognola Bionda Forte

Le Magnifiche Di Petrognola Bionda Forte

 

Bevande per… evitare la sbornia

 TAGS:undefinedDopo una divertente notte di birre, vino o cocktail in buona compagnia, meglio avere un piano per evitare gli effetti della sbornia. Soprattutto a Natale, periodo di frequenti feste e bevute in amicizia nelle quali prenderai sicuramente qualcosa da bere.

Il primo passo è scegliere le bevande che ti faranno meno male, con il fine di evitare i brutti postumi. Un consiglio utile è quello di alternare ogni bicchiere di vino o birra con acqua, per mantenere alto il livello di idratazione. Poi è importante non mischiare diverse bibite alcoliche.

Vino: Il vino è una delle bevande che produce meno sbornia. Bisogna sceglierne uno di buona qualità con una gradazione dai 12,5 gradi in giù.  

 TAGS:Castello Banfi Tavernelle Cabernet Sauvignon 2007Castello Banfi Tavernelle Cabernet Sauvignon 2007

Castello Banfi Tavernelle Cabernet Sauvignon 2007

 

 

 TAGS:Deakin Estate Merlot 2008Deakin Estate Merlot 2008

Deakin Estate Merlot 2008

 

 

Bevande bianche: La vodka e il gin sono le migliori per evitare sbornie, mentre il rum e il whisky, ricchi di tossine che si formano durante la fermentazione, sono solite dare un peggior risveglio il giorno dopo. 

 TAGS:Gin MareGin Mare

Gin Mare

 

 

 TAGS:Absolut Mango 1LAbsolut Mango 1L

Absolut Mango 1L

 

 

Cocktail con molto ghiaccio: Se riesci a bere un cocktail con molta calma potrai evitare sbornie pesanti, soprattutto se li consumi con molto ghiaccio. 

Alcune bevande perfette per evitare la sbornia sono:

Acqua: L’alcol, con il suo effetto diuretico, ti fa perdere acqua attraverso l’orina, dunque è più facile disidratarsi. È importante quindi bere molta acqua per evitare i lunghi effetti della sbornia. 

Carboidrati semplici e uova: L’alcol passa per il fegato, che in quel caso abbassa i livelli di glucose dei quali abbiamo bisogno. Quindi è importante mangiare frutta, carboidrati e uova per normalizzare i livelli di glucosa. 

Caffè: Il caffè aiuta a smaltire la sbornia ma deve essere sempre accompagnato dall’acqua, dato che anche il caffè ha un effetto diuretico e non è sufficiente a reidratare il tuo corpo. 

E, ovviamente, la moderazione à alla base di tutto… Bevi senza eccedere, divertiti, bevi un buon vino e sicuramente non ci sarà una sbornia che ti possa abbattere. 

I bar più famosi del mondo (II)

 TAGS:undefinedNel secondo post sui bar più famosi del mondo andiamo oltre il Regno Unito. Non perderti questi piccoli tempi dove si può godere di ottime bevande e in buona compagnia e, se puoi, visitali! 

Lafitte`s Blacksmith Shop Bar:

Situato a New Orleans, quesot pub ha ben 292 anni. Fu il rifugio di pirati che passavano per rinfrescarsi e continuare poi i loro viaggi. Il suo nome è dovuto ai corsari Jean e Pierre Lafitte.

De Sean Bar:

Ubicato ad Athlone, Irlanda, questo pub ha 1114 anni e il Libro del Guinnes dei primati lo ha riconosciuto come il più vecchio d’Irlanda. La sua età è stata conosciuta nel 1970, quando durante una rimodellazione furono scoperte le pareti originali, risalenti al X secolo. Prendersi una Guinnes in questo posto non è affatto male… 

Zum Riesen:

Ubicato a Mittenberg, Germania, questo pub di 864 años è il più antico del paese. Si tratta di un hotel con bar costruito nel 1150 e che, oltre ad aver visto molti reali venire, oggi fa parte del territorio real. Al suo interno alberga storie di streghe e latifondisti condannati a morte nelle sue porte. 

Al Brindisi:

Sito a Ferrara, Italia, questo pub di 914 anni è conosciuto come l’osteria più antica secondo il libro dei Guinnes È quindi il ristorante italiano più antico. Ha avuto come clienti illustri Papa Giovanni Paolo II e l’astronomo Copernico. Niente male, no? 

Cueva Bar:

Sito nella meravigliosa città di Petra, in Giordania, questo bar ha oltre 2000 anni ed è la sua peculiare ubicazione, dentro una caverna, lo ha portato ad essere lo scenario delle avventure di Harrison Ford in Indiana Jones e l’Ultima Crociata. 

E, come già detto prima, possiamo sempre immaginarci di star bevendo un buon vino o una gustosa birra in uno di questi bar.

 TAGS:Gouden Carolus ChristmasGouden Carolus Christmas

Gouden Carolus Christmas

 

 

 TAGS:Monte Rossa Franciacorta Coupé Pas DoséMonte Rossa Franciacorta Coupé Pas Dosé

Monte Rossa Franciacorta Coupé Pas Dosé

I 10 bar più famosi del mondo (I)

 TAGS:undefinedLuoghi antichi e ormai arcinoti, tanti bar hanno oltre 1000 anni e servono tutte le persone che vi si avvicinano per provare birre e alcolici locali. 

Ognuno di questi bar ha la sua storia e si sente di essere il più vetusto. In questo primo post conosceremo quelli del Regno Unito, con storie di fantasmi e personaggi storici che ti sorprenderanno. Conoscili affinché un giorno tu possa visitarli! 

Ye Olde Trip to Jerusalem:

Ubicato a Nottingham, questo pub ha 825 e fu creato su una rete di caverne. Alcuni archeologi, dopo uno scavo nel 1970, che queste caverne furono costruite nel XII secolo. 

Old Ferry Boat:

Ubicato a St.Ives, nel Regno Unito, questo pub di 614 anni è famoso per la presenza del fantasma dell’adolescente Giulietta. Questa locanda è sita vicino al fiume Cambridgeshire e fu fondata nel 1400.

Ye Olde Man & Scythe:

Questo pub di 763 anni fu menzionato per la prima volta nel 1251. In questo luogo fu assassinato James Stanley, conte di Derby e colpevole dell’assassinio di 1644 persone. Si dice che il fantasma frequenti il pub. Un altro dettaglio interessante è che il pub è stato rimodellato varie volte, ma la sua cantina resta intatta. 

Bingley Arms:

Sito a Leeds, questo pub ha 1061 anni: menzionato nel libro Domesday, fu il rifugio di molte persone. Fu chiamato così perché servì da riposo ai sacerdoti che viaggiavano e si spostavano dalle abbazie di Leeds e York.

Nel prossimo post conosceremo i prossimi 5 bar- Per ora prova ad immaginare come sarebbe bere un bicchiere in questi posti mitici 😉 

 

 TAGS:Newcastle Brown AleNewcastle Brown Ale

Newcastle Brown Ale

 

 

 TAGS:Young's Double Chocolate Stout 50clYoung’s Double Chocolate Stout 50cl

Young’s Double Chocolate Stout 50cl

 

 

 TAGS:St. Peter's Cream Stout 50clSt. Peter’s Cream Stout 50cl

St. Peter’s Cream Stout 50cl

La scommessa dei britannici per smettere di bere

 TAGS:undefinedIl consumo eccesivo di alcol è un problema importante in molti paesi del mondo, dato che in molti superano i limiti quando bevono birra, vini o distillati. In questo ambito le autorità sanitarie britanniche hanno raggiunto l’accordo per promuovere l’uso di una medicina di uso giornaliero che sembra garantire risultati soddisfacenti, secondo le informazioni del portale The Drinks Business.

Il principio attivo di questa pillola anti-alcol, chiamato Nalmefene, funziona inibendo la sensazione di benessere che si ha bevendo dell’alcol e, quindi, riduce il consumo compulsivo responsabile della dipendenza in molte persone. Le prove cliniche hanno dimostrato che costoro hanno poi ridotto il consumo 6 mesi dopo il trattamento. 

Il National Institute for Health and Care Excellence (NICE) ha approvato l’utilizzo di questa medicina, della quale potranno beneficiare in 600mila, con un costo pari a 600 milioni di sterline annuali.

Secondo la specialista del NICE Carole Longson, questa medicina è efficace e poco costosa rispetto alle terapie psichiatriche usate finora. Ciò nonostante afferma che l‘uso del farmaco deve essere accompagnato dai metodi tradizionali della dipendenza da alcol. 

Il Nalmefene è stato già usato in Scozia e tra poco sarà diffuso anche in Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord. Si tratta di un bel passo avanti nel trattamento dei problemi con le bevande alcoliche e magari presto sarà diffuso anche in altri paesi. L’importante è comunque di non farsi prendere troppo la mano e bere con moderazione, godendo il piacere di bere senza esagerare. 

Oggi consigliamo:

 TAGS:Elav Regina D'InvernoElav Regina D’Inverno

Elav Regina D’Inverno

 

 

 TAGS:Le Magnifiche Di Petrognola Bionda ForteLe Magnifiche Di Petrognola Bionda Forte

Le Magnifiche Di Petrognola Bionda Forte

Ottenere birra con il potere della mente

 TAGS:undefinedInteraxon, un’azienda di tecnologia canadese, ha sviluppato un casco per servire birra a volontà senza dover usare le braccia

Denominato The Muse, questa invenzione innovativa consiste in un casco che riesce a leggere le onde emozionali di chi lo indossa. Una volta lette le onde, arriva il segnale al computer per mettere in azione vari gadget. 

Uno dei gadget più sorprendenti del momento permette a chi lo porta di avere della birra senza muovere un dito, come se fosse un rubinetto di birra remoto, solamente osservando un’immagine di un bicchiere di birra. 

I consumatori di birra hanno la possibilità, grazie a The Muse, di bere birra solo con la forza del pensiero. “Sviluppata in maniera indipendente in tutto il mondo, la birra è la bevanda più presente nei momenti dei più grandi pensatori del’umanità”. Dice l’addetto stampa della compagnia. 

Ci piace pensare che una birra o 2 avessero a che vedero con dei concetti innovatori e con delle filosofie che hanno dato forma al mondo. Inoltre siamo canadesi e la nostra società deve molto alla birra. Dunque, un rubinetto di birra controllato dal pensiero è il nostro piccolo modo di restituire qualcosa a questa bevanda”, aggiunge.

Quindi non sorprenderti se in un tempo relativamente breve inizi a vedere intorno a te dei luoghi per sederti a bere birra senza muovere un dito e dove letteralmente i tuoi desideri sono ordini.

Funzionerà solo con birra canadese? Bisognerà desiderarla in inglese? Noi continuamo a indagare, ma sempre con una birra vicino… Oggi ti raccomandiamo: 

 

 TAGS:Diemersfontein Pinotage 2012Diemersfontein Pinotage 2012

Diemersfontein Pinotage 2012

 

 

 TAGS:Miraval Rosé 2013Miraval Rosé 2013

Miraval Rosé 2013

Le donne si preoccupano meno della qualità del vino

Secondo uno studio realizzato recentemente negli USA, le donne si preoccupano meno della qualità dei vini rispetto agli uomini. Il consumo del 59% del vino in questo paese è dovuta agli acquisti delle donne, che bevono più degli uomini.

Ciò nonostante le loro motiviazioni sono diverse da quelle degli uomini: le donne cercano relax quando bevono vino, mentre gli uomini sono più attenti alla ricerca della qualità. 

Catalina O’Connor, analista senior di Canadean, ha detto:

Le donne cercano offerte che le permettano di gustare un buon vino senza sentirsi in colpa per le spese. Questo fa sì che i venditori puntino molto sul mercato femminile”.

Gli uomini invece bevono meno delle donne ma spendono di più, per una cifra intorno ai 18 milioni di dollari nel 2013, mentre le donne hanno speso solo 10 milioni nello stesso anno. 

 TAGS:undefined

O’Connor ha detto:

“Questi risultati riflettono un crescente conoscimento del vino tra gli uomini statunitensi. Nonostante la birra sia ancora la bevanda preferita, molti uomini si avvicinano al vino come bevanda premium, anche per dimostrare le loro conoscenze e millantare di avere un palato raffinato”. 

E aggiunge:

“In poche parole, mentre le donne cercano del vino per accompagnare le conversazioni, gli uomini trovano nel vino stesso una conversazione vera e propria“.

Gli uomini risultano essere più amanti del vino e conoscitori delle caratteristihe e delle marche, mentre le donne vogliono un vino di loro gusto per rilassarsi senza dover spendere troppo. 

L’ equilibrio è tutto: l’ideale sarebbe avere vini di buona qualità per momenti speciali e vini economici per rilassarsi dopo una dura settimana di lavoro. Un po’ come quelli che ti raccomandiamo oggi:

 

 TAGS:Hacienda López de Haro Crianza 2011Hacienda López de Haro Crianza 2011

Hacienda López de Haro Crianza 2011

 

 

 TAGS:Pruno 2012Pruno 2012

Pruno 2012