Tag: birra

Hamburger gourmet: più che una moda

 TAGS:undefinedDagli hamburger visti come un tipo di ristorazione veloce si è giunti agli hamburger gourmet, tutta una tendenza che non passa inosservata nei bar, ristoranti ed enoteche. L’hamburger è sempre stato un cibo tradizionale che si da ai più piccoli in quanto è un tipo di carne più tenera e succosa. Ora, per fortuna, non solo troviamo hamburger di diversi sapori, ma pure mescolati a nuovi ingredienti, per sperimentare nuovi tipi. La cosa migliore è che si realizzano pure gli abbinamenti con le bibite, come l’hamburger accompagnato da Gin tonic.

Hamburger biologici. Sì, il bio sembra stabilirsi e sempre di più c’è la voglia da parte del consumatore di curarsi e pensare a ciò che mangia. In fatto di hamburger, ci sono di carne di manzo biologica, che normalmente si servono con altri ingredienti “sani”: peperoni, formaggi particolari, salse morbide…

Hamburger d’autore. Gli hamburger gourmet sono un tipo di hamburger che vuole fuggire dai fast food e alcuni hanno diritti d’autore. Quindi bisogna provarne di diversi tipi, fare dei piccoli assaggi ci aiuta a sperimentare. I mini hamburger, con o senza pane, permettono di mangiarne una gran varietà; possono avere dalla cipolla fritta al Parmigiano, dal salmorejo alle olive ripiene.

La salsa, il segreto. Alcuni di questi hamburger gourmet si distinguono per le loro salse. Alla maionese di sempre e alla senape, si aggiungono ora le vinaigrette aromatizzate con miele, crema di formaggio, pesto…. Tutto va bene pur di essere creativi e preparare una salsa artigianale, che stuzzichi il palato e si abbini bene con l’hamburger.

Pane artigianale. Si cerca la qualità e no qualsiasi tipo di  hamburger o pane, abbiamo bisogno di pane saporito, pure colorato, come fanno in alcuni paesi.  In ogni caso, il pane deve essere di alta qualità, gustoso, con semi e qualcosa di particolare, per dare all’hamburger l’aspetto di gourmet che vogliamo.

E per quanto riguarda gli abbinamenti, come abbiamo detto, gli hamburger possono andare bene con un vino rosso giovane e fruttato, come pure con una buona birra, e persino con il Gin tonic. Noi ti raccomandiamo i seguenti abbinamenti:

 TAGS:Bertani Lugana Le Quaiare 2015Bertani Lugana Le Quaiare 2015

Bertani Lugana Le Quaiare 2015 è un vino bianco con DO Lugana di cantine Bertani realizzato con trebbiano di soave dell’annata 2015 e con un grado alcolico di 13º.

 

 

 TAGS:Riva Di Franciacorta Curtefranca Bianco Dioniso 2014Riva Di Franciacorta Curtefranca Bianco Dioniso 2014

Riva Di Franciacorta Curtefranca Bianco Dioniso 2014: un vino bianco de DO Curtefranca realizzato con chardonnay dell’annata 2014 e ha un grado alcolico di 12º.

 

 

Abbinamenti infallibile per il salmone affumicato

 TAGS:undefinedQuando pensiamo all’abbinamento col salmone, la prima opzione è di solito lo spumante o lo champagne. Tuttavia, ci sono molti altri accoppiamenti possibili col salmone. Con vino, birra o liquori o altre bevande: è solo una questione di mettere da parte le abitudini ed avere il coraggio di provare qualcosa di nuovo.

Vini

  1. Sancerre, Pouilly-Fumé e altri Sauvignon della Loira: la mineralità ultra secca di questi vini, con i loro delicati sapori di ribes, è perfetta per il salmone affumicato. Altri Sauvignon possono anche funzionare finché non sanno troppo di erba.
  2. Chablis: soprattutto i novelli,che non sanno di legno ed hanno l’acidità giusta per compensare il grasso in eccesso del salmone affumicato. Gli Chardonnay più ricchi si sposano bene con salmone affumicato a caldo.
  3. Riesling: vini giovani tedeschi come Kabinett, con i suoi intensi ricordi di mela verde, si combinano particolarmente bene. Anche i vini novelli alsaziani e australiani da uve Riesling possono essere una buona scelta.
  4. Gewurztraminer. Il Gewurztraminer e salmone affumicato sono un’ottima accoppiata. Provare per credere.
  5. Jerez secco con toni camomilla. Se ti piace lo Jérez secco, questa opzione per l’accoppiamento salmone affumicato è per te. Il sapore salato e piccante di questo vino è perfetto se aperto da poco e servito freddo.

Birre e liquori

  1. Birra Pilsner ceca o tedesca. La freschezza e il leggero sapore amaro di una pils è perfetta per abbinarsi al vostro piatto di salmone affumicato.
  2. Weissbier o birra di frumento. Le birre “bianche” vanno con la maggior parte dei tipi esistenti di frutti di mare, oltre al pesce affumicato. Un’opzione più fresca che sarà grande nei pasti futuri.
  3. Whisky di malto. Non può essere il primo accoppiamento di salmone affumicato che viene in mente, ma può essere un buon vino per servire un salmone affumicato in maniera estemoranea. Scegli un whisky di malto leggere se il sapore del salmone è morbido, scegli un Islay whisky se il sapore è pronunciato.
  4. Aquavite. E ‘un distillato dalle caratteristiche aromatiche dei paesi nordici, ossia una scelta molto originale da portare con salmone. Il suo aroma di coriandolo lo rendono un partner ideale per il gusto di questo pesce.
  5. Vodka. La buona vodka di Polonia può funzionare a meraviglia col freddo. Con questa combinazione, si arriva a dare una piega inaspettata alla vostra serata.

 TAGS:Grand Régnard 2012Grand Régnard 2012

Grand Régnard 2012: un vino bianco con DO Chablis il cui mosto contiene chardonnay de 2012

 

 

 TAGS:Vodka DruideVodka Druide

Vodka Druide: Distillato dai migliori chicchi di grano e acqua di sorgente Dorset Clerkenwell

 

 

Pranzi leggeri da portare al lavoro

 TAGS:undefinedAnche quando mangiare a lavoro è molto piacevole, mangiare in ufficio come alternativa al menù offre vantaggi sia per il portafoglio e per la vostra salute. Inoltre, se si preparano dei pasti leggeri, la serata non sarà così pesante, soprattutto se si lavora lunghe ore seduti al pc.

I suggerimenti vedono principalmente insalate di pasta, che forniscono carboidrati che permettono di ricaricare le batterie. Sono facili da fare e tengono fino al giorno successivo. Le insalate possono anche essere di verdure, di riso con funghi o anche pasta fredda con pezzi di tacchino e si possono innaffiare con un po ‘di vino bianco fresco da consumare a mezzogiorno.

Per mangiare abbastanza verdure, i wrap sono di moda e possiamo condirli con lattuga, pomodoro, tonno, uova e formaggio affinché siano più sani, inoltre sono facili da mangiare. Per migliorarne il sapore, il giorno prima si può fare un po ‘di salsa yogurt che sarà perfetta per condire, mentre per bere e accompagnare questi snack speciali, le birre artigianali sono l’ideale.

Anche le creme vegetali sono leggere e gustose, oltre che facili da preparare. Bisona lasciarle riposare in frigorifero, in modo da poter portarle il giorno dopo al lavoro. Per le stagioni estive il gazpacho rimane il piatto forte, con alcuni tipi di frutta che gli danno un tocco diverso.

Il pesce è nutriente e squisito ed è raccomandato tre volte a settimana. Si può variare tra salmone e tonno, che possono essere messi in un panino con insalata e accompagnati da vino rosato o da un rosso novello. 

E se siete interessati a ulteriori suggerimenti come questi, non perdete le nostre ricette per qualsiasi occasione. Una goduria.

 TAGS:Terre Di Giurfo Cerasuolo Di Vittoria Maskaria Frappato, Nero D' Avola 2009Terre Di Giurfo Cerasuolo Di Vittoria Maskaria Frappato, Nero D’ Avola 2009

Terre Di Giurfo Cerasuolo Di Vittoria Maskaria Frappato, Nero D’ Avola 2009: un vino rosato con DO Cerasuolo di Vittoria con un mosto a base di frappato e nero d’avola de 2009. 

 

 

 TAGS:Comincioli Chiaretto DiamanteComincioli Chiaretto Diamante

Comincioli Chiaretto Diamante:  un vino rosato con DO Garda Bresciano. 4,5 punti su 5 è la valutazione media di Comincioli Chiaretto Diamante su Uvinum.

 

 

Cos’è meglio per la salute? Birra o vino?

 TAGS:undefinedSe mai vi siete chiesti quale sia la migliore bevanda per la salute tra birra e vino, è possibile chiarire i vostri dubbi grazie alla curiosità e la persistenza dei ricercatori.

Mack Mitchell, un membro della University of Texas Medical Branch Sud ha condotto uno studio che pubblicato da poco da ABC. Per questo studio, Mitchell ha chiesto a un gruppo di 15 uomini a prendere alcune bevande in giorni diversi. Mitchell ha detto che la gradazione alcolica era proporzionale al peso corporeo di ciascuno dei partecipanti e di bere allo stesso ritmo per 20 minuti. I risultati hanno rivelato alcuni fatti interessanti che rivelano queste conclusioni:

  1. Il vino va in testa prima della birra: lo studio ha rilevato i liquori entrano nel flusso sanguigno più rapidamente, seguiti dal vino, 54 minuti dopo, mentre la birra ce ne mette 62. 
  2. Aumento di peso: lo studio ha concluso che con una consumazione moderata la differenza di peso sembra essere minima. Tuttavia,il più lungo periodo in cui era valutato questo aspetto è stato di solo 10 settimane. Così che i dati non sono sufficienti.
  3. Sbornia: i ricercatori non hanno raggiunto alcuna conclusione per quanto riguarda la sbornia. A quanto pare, i congeneri, alcune molecole organiche responsabili per dare ad ogni bevande il suo gusto unico e l’aroma, sono responsabili dell’effetto sbornia, che provoca mal di testa e nausea e si sente il giorno dopo aver bevuto. Attualmente si ritiene che le bevande scure abbiano una maggiore concentrazione di queste molecole, ma i dati non sono poi cosìspecifici.
  4. Birra o vino per la salute: i polifenoli, presenti in quantità elevate nel vino rosso, hanno effetti benefici sulla salute cardiovascolare, mentre la birra contiene piccole quantità di polifenoli e più simili a quelle di vino bianco. Entrambe le opzioni sono salutari se consumate con moderazione, anche se il vino rosso, avendo più polifenoli, può avere più vantaggi.

 TAGS:Pruno 2014Pruno 2014

Pruno 2014: un vino rosso vinificato con tinta fina di 2014 e con 13.5º di gradazione alcolica. 

 

 

 TAGS:St. Bernardus Tripel 75clSt. Bernardus Tripel 75cl

St. Bernardus Tripel 75cl è una birra ad alta fermentazione, il colore ambrato chiaro e una schiuma densa bello. 

 

 

10 falsi miti sulla birra

 TAGS:undefinedChe se la birra gonfia la pancia, che fa ingrassare… Ci sono molti miti che non rendono giustizia a questo grande bevanda chiamata birra. Condividiamo quindi alcuni dei più comuni veri e propri miti.

  1. Bere una birra fa male alla salute. La birra ha un basso contenuto calorico, un tasso di 42 Kcal. Per 100 ml, non contiene grassi o zuccheri ed è composta da carboidrati, vitamine e proteine. Il luppolo è un sedativo e stimola l’appetito. Il malto contiene acidi organici e vitamine.
  2. La birra fa ingrassare. Secondo uno studio fatto su 891 uomini e 1.098 donne in Repubblica Ceca di età compresa tra 25 e 64 anni, non vi è alcuna relazione tra bere birra e le dimensioni della pancia.
  3. Più scura è la birra, più è alcolica. Falso. Il colore della birra non è associato al suo contenuto di alcol. Il tono scuro di alcune birre è una conseguenza del malto torrefatto.
  4. La birra leggera ha meno alcol rispetto alle lager. La differenza tra le leggereo le lager è la quantità di calorie, mentre la gradazione alcolica dipende direttamente dai processi di fermentazione.
  5. La birra artigianale è meglio di quella industriale. Entrambe le varietà di birra sono prodotte nello stesso modo, la differenza tra questi è nei giorni di vita: l’artigianale ha 90 giorni e l’industriale 250. La formula è la stessa, la confezione è variabile in questo caso, per questo motivo quella artigianale sembra più fresca, perché non è confezionata.
  6. Il vetro verde indica che la birra è migliore. Questa idea deriva dalla carenza di vetro ambrato e trasparente in Europa dopo la seconda guerra mondiale, visto che le birre importate erano sempre in bottiglie verdi, facendo correre la voce che fosse un segno di qualità.
  7. Le “Ale” sono scure e le “Lager” sono dorate. Il colore della birra dipende dal tipo di malto. Il malto varia a seconda del grado di tostatura, da un malto pilsner utilizzato per le Pilsner tipo lager, a un malto cioccolato usato per fare delle brown ale, porter o delle stout.
  8. La birra bene non combina con il cibo. La birra si può combinare bene come il vino. In Belgio ci sono ristoranti specializzati in “Birra di cucina”, dove i piatti vengono preparati con la birra e tante birre accompagnano vari tipi di cibo.
  9. La birra senza alcol non ha calorie. La birra senza alcol contiene una quantità di alcool sotto l’1% e pochi carboidrati, da 2 a 5 grammi per 100 cc. Ogni birra consumata contiene tra 40 e 80 kcal. La differenza tra le birre analcoliche e la birra ‘normale’ è di circa 50 calorie.
  10. Le birre americane sono cattive e non sanno di nulla. La birra negli Stati Uniti è cambiata, oggi ci sono più di 1000 piccoli produttori di birra del paese. Partendo dalle tipiche birre a base di malto di frumento, ce ne sono tantissime altre con un gusto forte e delizioso.

 TAGS:Peroni Gran RiservaPeroni Gran Riserva

Peroni Gran Riserva

 

 

 TAGS:Baladin Nora 75clBaladin Nora 75cl

Baladin Nora 75cl

 

 

Il consumo moderato di birra è buono per te

 TAGS:undefinedAbbiamo già detto una volta quali sono i benefici della birra, sempre con un consumo moderato, ma ci sono sempre più studi che ne confermano l’esistenza. In questo caso la Società Spagnola di Attenzione Primaria (Semergen) ha pubblicato un’indagine dove illustra quali sono i vantaggi offerti dal consumo moderato di birra sulla salute. Queste sono le conclusioni:

Nutrienti: Una caratteristica è la capacità di fornire nutrimento e composti bioattivi che possono essere di beneficio per la salute. La birra dà più energia e può essere raccomandata per le persone che soffrono di bassa tensione.

Protezione cardiovascolare: Lo studio mostra anche che il consumo moderato di birra è un effetto protettivo cardiovascolare, dando aiuta alle persone che possono essere a rischio di malattie cardiache.

Antiossidanti: La birra è buona ed è anche una naturale fonte di antiossidanti, qualcosa che aiuta a proteggere il corpo.

Basso contenuto calorico: Questo studio medico afferma anche che la birra è fermentata a bassi gradi e in quanto tale ha un basso contenuto calorico.

Vitamine: Inoltre, la birra, grazie al suo processo di produzione e alle notevoli qualtà nutritive, contiene anche vitamine, polifenoli, fibre, minerali e carboidrati. I medici hanno riconosciuto che il tutto è incluso in una sana dieta mediterranea. Quello che è stato sottolineato è che il consumo deve essere moderato e che per essere in buona salute, il consumo deve essere accompagnato da una buona dieta e da uno stile di vita sano.

 TAGS:Peroni Gran RiservaPeroni Gran Riserva

Peroni Gran Riserva: molto dolce, quasi come uno sciroppo, evidenziazione di malto, caramello e alcuni agrumi, ma poco si impone un luppolo diventa abbastanza intensa e duratura. 

 

 

 TAGS:Baladin Nora 75clBaladin Nora 75cl

Baladin Nora 75cl: Sapore di cereali, di grano tenero tipo. Sapore delicato di erbe.

 

 

I ‘Millennials’, decisivi nell’incremento della vendita di vino

 TAGS:undefinedI ‘Millennials’, o Generazione Y, sono un pubblico giovane con diverse abitudini di consumo per quanto riguarda le bevande rispetto alle generazioni precedenti. Come mostrato dalle tendenze di consumo, i Millennials preferiscono bere vino e liquori, invece della birra.

I livelli di consumo tra i più giovani, da 21 a 26 anni, rispetto a quelli di 27-36 anni, mostrano che il 28% dei Millennials giovani bevono più vino rispetto al 19% dei loro colleghi più anziani, un fenomeno che sta cominciando a influenzare l’industria del vino in vari modi, tra cui la maniera di confezionare i prodotti per soddisfare tali richieste o far comprare più vino.

Ad esempio, nel Regno Unito, le vendite di vino online sono cresciute 3 volte più velocemente rispetto al totale delle vendite del vino. Tanto che l’e-commerce ha fatto passi avanti nella vendita al dettaglio di vino, secondo l’ultimo rapporto trimestrale di Rabobank Wine.

Più vino, meno birra

Mentre i Millennials preferiscono bere vino, la birra perde colpi, tanto che questa tendenza sta generando preoccupazione tra grandi società come Anheuser-Busch, Heineken e MillerCoors, secondo un recente rapporto di Morgan Stanley.

“Le tendenze generali dei consumi di birra sono ancora deboli, e sembra che i giovani preferiscano sempre più altre bevande alcoliche”, dicono gli analisti.

E tra i giovani che bevono birra, le birre artigianali sono preferite rispetto alle lager tradizionali. In un recente studio riportato dal Wall Street Journal, si è mostrato che il 44% dei giovani dai 21 ai 27 anni di età non hanno mai provato il marchio Budweiser.

Per avere un’idea del calo dei consumi di birra, basti sapere che nel 1988 si consumavano 50 milioni di barili della marca americana, mentre attualmente se ne consumano solo 16 milioni.

Al fine di attirare i clienti più giovani, i produttori di birra stanno lavorando su nuovi prodotti e strategie. Ad esempio, la Anheuser-Busch ha lanciato Bud Mixxtails versioni di cocktail classici come l’uragano e Long Island Iced Tea, o il Bud Light Ritas,al sapore di margarita.

 TAGS:Tignanello 2011Tignanello 2011

Tignanello 2011: un vino rosso de la DO Toscana realizzato con cabernet sauvignon e cabernet franc dell’annata 2011 e ha un grado alcolico di 14º. 

 

 

 TAGS:Cà Dei Frati Lugana Cà Dei Frati Lugana “i Frati” 2014

Cà Dei Frati Lugana “i Frati” 2014: un vino bianco con DO Lombardy a base delle caste trebbiano di soave dell’annata 2014 e con 13º di gradazione alcolica.

 

 

5 cocktail con champagne o spumante per il tuo aperitivo di Natale

 TAGS:undefined

Questo Natale lo champagne non deve essere solo usato per il brindisi bensì può anche sviluppare eleganti e deliziosi cocktail di Champagne di per godere insieme queste celebrazioni che allegrano questo periodo.

Cocktail di Natale

Questo è un cocktail molto semplice da preparare e ha un sapore molto dolce. Esso può essere accompagnato con della frutta per decorare e causare una migliore impressione sui vostri ospiti.

Ingredienti:

  • ¼ di bicchiere di champagne
  • Granatina
  • Frutta 

Preparazione:

  1. Champagne e Granatina devono essere frutta, e quest’ultima può essere sostituita da frutta a pezzi piccoli. 
  2. Collocare la granatina nella parte inferiore, quindi aggiungere lo champagne nella parte superiore fino all’orlo
  3. Mescolare e servire

Cocktail di champagne con zenzero

Questo cocktail ha un sapore particolare e deve essere preparato con un buon champagne in grado di tenerne conto nello sviluppo di un cocktail non convenzionale a casa per impressionare i vostri amici.

Ingredienti:

  • 3 strisce di zenzero in salamoia
  • Cubetti di ghiaccio
  • 2 cucchiai di vodka
  • 120 ml champagne

Preparazione:

  1. Mettere le strisce di zenzero in un mixer e per poi far rilasciare il sapore.
  2. Aggiungere i cubetti di ghiaccio e vodka. Shakerare e versare in un bicchiere di champagne.
  3. Riempire il resto della coppa di champagne per servire.

Black Velvet

La miscela di birra scura e champagne fanno di questo cocktail un’esplosione di sapori nel palato e una volta provato sarà una delle vostre scelte preferite per Natale.

Ingredienti:

  • Champagne
  • Birra negra

Preparazione:

  1. Riempira mezzo bicchiere di birra nera tipo e lentamente riempire il resto con champagne
  2. Mescolare delicatamente con una bacchetta di plastica

Barbotage

Questo cocktail può essere fatto con spumante brut o di qualità in modo da non rovinare il gusto della miscela. È composto anche da cognac e Grand Marnier.

Ingredienti:

  • Cognac
  • Grand Marnier
  • Spumante brut

Preparazione:

  • Versare il cognac e Grand Marnier in un flute di champagne, riempire il resto del bicchiere con champagne brut e servire

Mad men

Questo cocktail è praticamente un champagne ghiacciato, solo attraente e più fresco. Nella sua parte inferiore ha una maggiore quantità di ghiaccio tritato, mentre la parte superiore ha una maggiore quantità di champagne.

Ingredienti:

  • Ghiaccio tritato
  • Champagne

Preparazione:

  1. Agitare lo champagne con ghiaccio tritato in uno shaker.
  2. Filtrate il composto in un bicchiere Collins riempito e rifinito, se necessario, con un po ‘più di champagne.

 TAGS:Louis Roederer Brut PremierLouis Roederer Brut Premier

Louis Roederer Brut Premier: un vino spumante con DO Champagne è elaborato con pinot noir e pinot meunier e 12º d’alcol. 

 

 

 TAGS:Bollinger Spécial Cuvée BrutBollinger Spécial Cuvée Brut

Bollinger Spécial Cuvée Brut: un vino spumante con DO Champagne elaborato con uve pinot meunier e chardonnay e con un grado alcolico di 12º.

 

 

* Foto: John Wardell (flickr)

È arrivato il momento di bere birra da bottiglie di plastica?

 TAGS:undefinedFino ad oggi bere birra in una bottiglia di plastica sembra un’opzione pocoattraente per molti, ma l’industria della birra sembra in grado di cambiare anche questo. Il rinomato marchio di birra giapponese Kirin sarà responsabile del cambiamento del modo in cui è confezionata e consumata la birra in tutto il mondo.

La società Mitsubishi Plastics ha annunciato che d’accordo con la birra giapponese Kirin marchio offrirà bottiglie del formato da 1 litro. Un portavoce della società ha affermato al The Wall Street Journal che questo formato sarà disponibile anche per i produttori di birra artigianale, che potrebbero rilanciare la crescita eello stesso e dare più varietà ai consumatori nel prossimo futuro.

Esperimenti con le bottiglie di plastica sono state fatti in precedenza nel settore della birra, ma nonostante i suoi benefici comportare anche rischi per il gusto. In Giappone sono stati utilizzate bottiglie di plastica per il vino dal 2010, ma questa sarà la prima volta in cui una marca di birre la userà per l’imbottigliamento a livello internazionale.

Le bottiglie di plastica possono finire per dare problemi a mantenere il gas nella birra e per questo motivo è stata data continuità all’uso di alluminio e vetro. 3 anni fa la Heineken ha rispettato le linee guida del Comitato Organizzatore per le Olimpiadi estive del 2012, chiedendo il masismo utilizzo dei prodotti sostenibili e ha iniziato a vendere una edizione speciale di birre in bottiglia in polietilene tereftalato. La bottiglia era di 330 millilitri e il design e il colore della tradizionale bottiglia della marca.

Secondo il rapporto di sostenibilità della società olandese, sono stati venduti circa 1,6 milioni di birra Heineken in bottiglie di PET, che sono stati poi riciclati per la produzione di fibre di poliestere.

Le bottiglie di plastica sono più leggere e più resistenti del vetro, ma non impediscono permeino gas come ossigeno e biossido di carbonio e questo influenza il gusto della birra.

Inoltre, se la temperatura aumenta, così lo farà anche l’antimonio, che può irritare gli occhi e i polmoni, oltre a causare problemi respiratori, al cuore e allo stomaco.

L’altro vero motivo per il cui la plastica non è stata usata finora è il colore delle bottiglie. La birra richiede di essere imbottigliata in contenitori di colori opachi che impediscono che la luce solare incida sulla composizione delle bevande, e la bottiglia di PET ambra, combinata con gli strati aggiuntivi necessari per proteggere la bevanda, rende più complesso il processo di riciclaggio rispetto alle bottiglie trasparenti con bevande soda.

Per far fronte a questo la bottiglia di Kirin avrà uno speciale rivestimento che protegge il contenuto dagli effetti dell’ambiente. Le prime spedizioni saranno distribuite in confezioni sigillate per evitare gli effetti dell’ambiente durante il processo di distribuzione.

 TAGS:MorettiMoretti

Moretti

 

 

 TAGS:Peroni Gran RiservaPeroni Gran Riserva

Peroni Gran Riserva

 

 

*Foto: Alexander Bolotnov (flickr)

Sei più Mary Poppins o Hermingway?

 TAGS:undefinedSe una cosa è certa nel campo delle bevande alcoliche, è che oggi tutti i tipi di studi effettuati dimostrano l’interesse su questo mondo da parte del grande pubblico. Anche gli studi più seri e motivati sono stati ripresi da varie riviste, così come quello condotto dalla University of Missouri-Columbia, negli Stati Uniti, che distingue i bevitori in quattro diverse personalità.

Il saggio, dal titolo “Looking for Mr. Hyde: Un approccio con cinque fattori per caratterizzare i ‘tipi di bevitori'”, pubblicato sulla rivista Addiction Research and Theory, presenta i risultati ottenuti dopo aver intervistato più di 300 uomini e donne su il loro comportamento quando sono sobri e quando sono ubriachi.

Così, fattori come estroversione, gradevolezza, coscienziosità, stabilità emotiva e l’intelletto sono valutati per elaborare le quattro categorie di base, vale a dire, “Mary Poppins”, “Hemingway”, “Professore matto” e ” Mr. Hyde “.

È interessante notare che il 40% degli intervistati sono risultati essere bevitori “Hemingway”, ossia persone che vedono poco declino nel loro intelletto o responsabilità quando bevono, e che credono di essere affidabili e in grado di elaborare idee complesse. In questa tipologia, gli uomini e le donne si dividono il loro protagonismo.

Al contrario, gli uomini predominano nel tipo “Professore matto”, che scende al 20% dei partecipanti introversi che diventano estroversi quando bevono.

Le donne sono la maggioranza, quando si parla di “Mary Poppins”, che categorizza i bevitori che restano amichevoli, compassionevoli e gentili (15% del totale).

Infine il tipo “Mr. Hyde “, con un notevole 23% dei bevitori tra i quali spiccano le donne, rappresenta coloro che sentono cali intellettuali, di coscienza e gentilezza quando bevono, con una tendenza a soffrire di episodi di amnesia e di essere arrestati a causa del loro comportamento.

Qualunque tu sia di questi personaggi, è importante bere con moderazione e quando lo si fa che sia una birra di qualità o un bicchiere di buon vino, come quelli che ti offriamo qui si seguito, che sono sempre una piacevole esperienza. Salute!

 TAGS:Château Bergat 2009Château Bergat 2009

Château Bergat 2009: Château Bergat 2009 è un Saint-Emilion le cui uve sono del 2009 e con una gradazione alcolica di 12º.

 

 

 TAGS:Alaya Tierra 2013Alaya Tierra 2013

Alaya Tierra 2013: Alaya Tierra 2013: un vino rosso della DO Almansa a base di garnacha rossa del 2013 e con 16% di alcol.