Tag: bianchi della catalogna

3 vini bianchi nel loro momento migliore

 TAGS:Il vino bianco, più giovane è meglio è. Questo è uno dei consigli che più ci vengono dati quando compriamo del vino e in esso c’è comunque un fondo di verità. Naturalmente, come sempre avviene quando si generalizza, non si deve prendere tutto alla lettera anche se è comunque vero che molti vini bianchi non vengono fatti affinché durino a lungo.

Lasciando da parte i vini bianchi dolci, che non sono considerati bianchi sebbene l’uva con cui sono fatti sia bianca, ci sono molti bianchi secchi che, pur essendo pronti per la prossima vendemmia, in realtà proprio ora si trovano nel momento migliore.

La primavera è finalmente arrivata e fa già abbastanza caldo per potersi godere un bel vino bianco: volete che ve ne consigliamo qualcuno che sia perfetto proprio in questo momento? Oggi vi mostreremo come scegliere vini bianchi mediamente giovani.

I vini bianchi fermentati in barrique sono fatti appositamente per assorbire gli aromi dovuti al passaggio attraverso il rovere, acquisendo maggiore complessità e potenziale di invecchiamento. Non che durerà per decenni, ma un bianco fermentato in barrique nel 2010 è ora, senza dubbio, nel suo momento migliore. Nella regione di Somontano fanno dei vini fermentati in barrique davvero eccezionali, e nella zona di Rueda questo tipo di vino diventa migliore di giorno in giorno.
Riguardo i vini Albariño ci sono molte divergenze. Alcuni dicono che è meglio berli più giovani, perché così conservano tutta la loro freschezza e la potenza degli aromi, mentre altri sostengono che i vini Rias Baixas siano migliori quando gli aromi sono più riposati e che, in generale, sono sempre migliori quelli dell’annata precedente rispetto a quella attuale. Volendo mantenere una via di mezzo, settembre sarebbe quindi il momento ideale per degustare un vino Albariño.
In quasi tutta la Catalogna la vendemmia è più tardiva del normale, rispetto anche al resto della Spagna, in particolare nelle regioni del Penedès, Priorat e Montsant. Inoltre, alcune cantine coltivano uve come Marsanne, Viognier o Roussanne, di origine francese, con l’intento di creare vini che si evolvano bene in bottiglia. Questo è il momento ideale per scoprirne alcuni.

Ma visto che “la strada si fa camminando” ed il vino si assapora bevendolo, ecco le nostre proposte di oggi:

 

 TAGS:Palacio de Bornos Verdejo Fermentado en Barrica 2010Palacio de Bornos Verdejo Fermentado en Barrica 2010

Palacio de Bornos è una delle più grandi aziende vinicole di Rueda. Produce vini molto accurati, e molto piacevoli al gusto.

 

 

 TAGS:Luna Creciente Albariño 2010Luna Creciente Albariño 2010

Un vino della cantina Viñedos singulares, fresco, morbido, e con sentori di fieno e miele.

 

 

 TAGS:Auzells 2010Auzells 2010

Un vino complesso, elegante e molto ben sviluppato. È anche possibile conservarlo qualche altro anno, ma ora è divino.