Tag: bevande

La vodka, una bevanda ‘multicolore’

 TAGS:undefinedSeppur trasparente e senza alcuna sfumatura, la vodka non è assolutamente una bevanda incolore, anzi. Possiamo dire che paradossalmente, nonostante la sua tonalità cromatica, la bevanda russa sia una delle più ‘multicolori’, vuoi per la sua possibilità di abbinarsi ad altri liquidi vuoi per le varie versioni distillate di essa. Infatti, ecco una serie di articoli  che ne dimostrano la polivalenza.

6 cocktail con vodka

Se sei amante della vodka, sicuramente vorrai gioire della sua versatilità con una serie di svariate ricette di cocktail di vodka, adatte ad ogni occasione. Sia d’inverno sia d’estate, queste ricette non falliscono.

6 benefici della vodka che non conoscevi

Questa deliziosa bevanda, famosa per il suo sapore forte e la popolarità durante la preparazione dei cocktail, è anche la soluzione a molti problemi che non si conoscono e sarebbe bene sapeere.

Le 10 migliori marche di vodka

La vodka è una delle bevande preferite dai consumatori di tutto il mondo e sono davvero numerose le marche presenti sul mercato. Ma quali sono le migliori marche di vodka del mondo? Sicuramente ognuno di noi ha la sua preferita, tuttavia oggi vi presentiamo le 10 marche di vodka più importanti a livello mondiale.

La vodka non “parla” solo russo

Quando parliamo della vodka forse tra le prime cose che ci vengono in mente ci sono la Russia e le sue gelide città tuttavia, essendo la bevanda distillata più bevuta al mondo, viene prodotta praticamente ovunque vi sia una distilleria . Cerchiamo quindi di saperne di più sulla vodka, e non solo di quella della Russia.

Vodka. Dall’est Europa al mondo

Letteralmente “piccola acqua” nella lingua russa, è una bevanda fredda il cui consumo si è ormai diffuso in tutto il mondo. Anche se la paternità del prodotto è probabilmente polacca, le prime distillerie di vodka sono state costruite in Russia, durante il regno dello Zar Ivan il Terribile. Fu poi Napoleone colui che inizió ad esportarla in Europa Occidentale dopo la campagna di Russia del 1812.

Vodka alla frutta

La vodka è la bevanda alcolica più bevuta al mondo, e ciò fa pensare che la varietà è così grande proprio come la bevanda stessa. Praticamente in ogni parte del mondo esistono distillerie che producono vodka; infatti il suo processo di elaborazione relativamente semplice ed il successo riscontrato sul pubblico sono due garanzie decisamente sufficienti per investire in questa bevanda cristallina.

 

 TAGS:Absolut SequinAbsolut Sequin

Absolut Sequin

 

 

 TAGS:Absolut Mix Limited EditionAbsolut Mix Limited Edition

Absolut Mix Limited Edition

Abitudini salutari

 TAGS:undefinedOra abbiamo bisogno di più salute per rimettere in sesto il corpo. Per sentirsi meglio con abitudini sane ecco le nostre raccomandazioni.

Dieta mediterranea

Gli esperti raccomandano la dieta mediterranea come un esempio per un’alimentazione varia e sana, dato che si tratta di frutta, vino, noci e pesce. Sul sito della Fondazione per la dieta mediterranea vi sono diverse ricette che vanno bene per seguire questa dieta a casa.

Aumento del consumo di pesce

Secono i medici e l’Organizzazione Mondiale della Sanità nei paesi mediterranei si consiglia il consumo di pesce dalle 3 alle 4 volte a settimana. Esso fornisce vitamine e minerali, omega 3 e la protezione da varie malattie, oltre a prevenire i rischi cardiovascolari.

Frutta in abbondanza

Oltre al pesce, la frutta è perfetta per migliorare la salute del corpo. Si consiglia di magiare cinque frutti al giorno, il che a volte può essere difficile, ma non se consideriamo succhi di frutta e frullati.

Meno tabacco e alcol

Il consumo di tabacco e di alcol aumenta il rischio di malattie cardiache e di diabete. Un bicchiere di vino al giorno è sufficiente per proteggere il corpo da malattie cardiovascolari.

Sport e molto altro ancora

L’esercizio fisico è un’altra proposta che molte persone si impongono ogni volta che inizia un anno. Non si tratta solo di fare palestra, sollevamento pesi fare esercizi ogni giorno e finire senza forza. Ci sono molti modi per fare movimento come salire le scale, ballare, andare in piscina o a piedi al lavoro.

Riposo e benessere

La salute è dentro e fuori. Relax, benessere e l’assenza di stress sono fondamentali per sentirsi meglio. Dormire una media di 8 ore al giorno, praticare yoga, meditare o ridere rappresentano quello che ci serve per acquisire sane abitudini.

 TAGS:Malpaso 2014Malpaso 2014

Malpaso 2014

 

 

 TAGS:Camins del Priorat 2014Camins del Priorat 2014

Camins del Priorat 2014

 

 

Quali vini si devono raffreddare e come?

 TAGS:undefined

Tutti gli appassionati di vino sanno che ciascuna varietà ha una temperatura ideale di servizio. Alcuni vini devono essere consumati a temperatura ambiente e, talvolta, possiamo rovinare l’esperienza di bere un vino se è servito troppo freddo o troppo caldo.

Per esempio, la maggior parte dei vini giovani bianchi e rosati, gli spumanti ed i vini dolci, sono migliori se sono bevuti freddi. Invece, i vini più corposi perdono parte della loro ricchezza negli aromi e nei sapori se sono ad una temperatura troppo bassa.

La giusta temperatura di servizio

Anche se già sappiamo che i vini rossi non devono essere serviti freddi, quello non significa nemmeno che dovono essere consumati caldi, perché a volte quello che chiamamo “temperatura ambiente” è lungi dalla temperatura ideale per apprezzare un vino nel modo giusto. Questo inconveniente sparisce quasi sempre se il vino è conservato in una cantina ad una giusta temperatura. Ma non tutti hanno la fortuna di avere una cantina. Risultato: il rosso è bevuto (nell’estate, per esempio, o in una case riscaldata) pìu caldo di quello che sarebbe consigliabile.

Una buona soluzione è di mettere i rossi nel frigorifero durante un momento, e verificare la temperatura con un termometro per bottiglie di vino che si può trovare al mercato. Nel caso dei rossi riserva, la cosa migliore è di tenerli in un luogo fresco e ventilato durante il tempo necessario per farli raffreddare, fino a raggiungere almeno 20º C. Se non è possibile: 10 o 15 minuti nel congelatore sarà sufficiente.

D’altra parte, una temperatura bassa può essere un buon alleato per mascherare, in una certa misura, le carenze di un vino mediocre. Si può constatare in molti locali e ristoranti, che tendono a raffreddare più del normale i vini che considerono più deboli.

 TAGS:La Scolca Rosa ChiaraLa Scolca Rosa Chiara

La Scolca Rosa Chiara

 

 

 TAGS:Comincioli Chiaretto DiamanteComincioli Chiaretto Diamante

Comincioli Chiaretto Diamante

5 bevande fantasy che dovrebbero esistere davvero

 TAGS:undefinedSicuramente tutti noi siamo stati curiosi di provare qualche bevanda dei protagonisti dei nostri libri o film fantasy preferiti. Una curiosità che aumenta quando li beviamo a stomaco vuoto, in modo da prendere la mano dalla fantasia ci fa domandare quale sarà il sapore che spegne la sete dei protagonisti. Ecco perché ad Uvinum abbiamo fatto una selezione di cinque bevande di fantascienza che dovrebbero esistere, sia per soddisfare la nostra curiosità per il gusto o gli effetti che potrebbero avere su di noi:

  • Birra al burro:

È ben noto che il posto migliore per gustare una deliziosa birra al burro è Tre Manici di Scopa, una famosa osteria nel magico villaggio di Hogsmeade, quella che di solito frequentano Harry Potter e gli altri studenti a Hogwarts nella loro giorni liberi.

  • Latte di papavero:

L’uso di questa bevanda medicinale si estende in tutto i sette regni.Si tratta di una bevanda dall’effetto analgesico e anestetico che aiuta a ridurre la sofferenza dei feriti nelle battaglie di Game of Thrones.

  • Slurm:

Il rinfresco per eccellenza del XXXI secolo. Ma questa bevanda verde e viscida del pianeta Gusanulón mantiene un oscuro segreto: è prodotta naturalmente dalla regina dei vermi. Il suo sapore deve essere delizioso, dal momento che in Futurama tutti la consumano costantemente pur essendo al corrente della sua origine sgradevole.

  • Gargarismi Blaster Pangalactic:

La guida galattica per autostoppisti considera il Gargle Blaster Pangalactic come “la migliore bevanda alcolica che esiste”; anche se vengono indicati i pericoli di un uso improprio: “Bere questo cocktail altamente caustico è come avere il tuo cervello fracassato da una fetta di limone avvolta intorno ad un grande lingotto d’oro”.

  • Latte Più:

Se volete provare il meglio Moloko Plus della violante Londra è necessario avvicinarsi al Korova Milk Bar. Ecco dove Alex e i suoi drughi Pete, Georgi e Dim si riuniscono prima di commettere i loro crimini efferati. Come spiega il protagonista di Arancia Meccanica, questa combinazione di latte con sostanze psicotrope gli permetteva di “aguzzare i sensi e prepararli per una nuova sessione di ultra-violenza”.

E voi, siete curiosi di provare un drink del vostro libro, film o programma televisivo preferito?

 TAGS:Gin MareGin Mare

Gin Mare

 

 

 TAGS:Ron Diplomático 12 Años Reserva ExclusivaRon Diplomático 12 Años Reserva Exclusiva

Ron Diplomático 12 Años Reserva Exclusiva

Come e quali vini vogliono bere i giovani?

 TAGS:undefined

Movimiento Vino D.O., è una iniziativa promossa dalla Conferencia Española de Consejos Reguladores Vitivinícolas (CECRV), che ha lo scopo di promuovere i valori del vino di Denominazione di Origine presso il pubblico giovanile. Per questo, ha condotto un’inchiesta sulle reti sociali, alla quale hanno partecipato circa 1.000 persone con l’obiettivo di raccogliere informazioni sulle preferenze e le tendenze presente nella cultura del vino tra i giovani. Cinque principali concluzioni sono state estratte :

1. La qualità innanzitutto

Attualmente, il più importante per i giovani è la qualità di quello consumano. L’affermano il 93% degli intervistati, mentre il secondo fattore più importante, secondo il 74% dei partecipanti, è che il vino abbia una Denominazione di Origine. Il prezzo arriva in terzo luogo e la marca è solo un fattore importante per il 16%.

2. Denominazione di Origine

Come evidenziato al punto precedente, è una caratteristica fondamentale (47%) che i giovani prendono in considerazione quando scelgono un vino. Altro 49% lo tiene sempre conto quando consuma vino.

3. Vino rosso : la scelta prediletta

Ad essere il re dei re tra i vini, il rosso è la scelta preferita dei consumatori contemporanei. Benché bevono anche vini di altro tipo, il “rosso” è in testa nella corsa delle preferenze, seguito del bianco, dei spumanti, dei rosé ed altri ancora come i vini sottili di liquore o dolci.

4. Bere vino e divertirsi 

La principale ragione per la quale si beve vino tra giovani è per goderlo con amici, per il 74%, e in coppia per il 71%. Senza dubbio, i migliori momenti si godono più e meglio con un bicchiere di vino.

 

 TAGS:Feudi Di San Marzano Sessantanni Primitivo Di Manduria 2013Feudi Di San Marzano Sessantanni Primitivo Di Manduria 2013

Feudi Di San Marzano Sessantanni Primitivo Di Manduria 2013

 

 

 TAGS:Vigneti Di Ettore Valpolicella Ripasso Classico Superiore 2014Vigneti Di Ettore Valpolicella Ripasso Classico Superiore 2014

Vigneti Di Ettore Valpolicella Ripasso Classico Superiore 2014

Il miglior rum per il tuo mojito

 TAGS:undefined

Il mojito è uno dei drink più riuscito, e probabilmente quello più famoso di quelli fatti con rum. Però, nessuno degli esperti in cocktail sono d’accordo sugli ingredienti : limone o lime, zucchero bianco o di canna, menta o menta peperita, acqua frizzante o tónica, la lista è lunga.

Meglio evitare di parlare delle nueve versione di mojito con fragola, liquore al caffè, cioccolato, cocomero, etc. Le combinazioni possibili sono quasi infinite, allora, come scegliere il migliore rum per il tuo mojito ?

La prima cosa a cui pensare è il tipo di “sensazione” che stai cercando di ottenere con il tuo mojito : vuoi un mojito rinfrescante ? Uno dolce ? Forse amaro ? Qualcosa di caldo ?Gli ingredienti ed i sapori influenzano il tipo del tuo mojito, insieme al tipo di rum che scegli, siccome è l’ingrediente principale. Ecco qualche proposta di rum diversi secondo il gusto del tuo cocktail :

Mojito amaro : è il tipo di drink nel quale aromi e sapori forti dominano come il tonico, il lime, le scorze di limone o alcolici forti come la tequila. Quelli sono i mojito più originali perché non è l’idea classica del mojito, ma quel tocco di sapore amaro che da una combinazione molto più rinfrescante . In questo caso, se vuoi accentuare il sapore amaro, dovresti usare un rum bianco molto leggero, con aromi, come il Bacardi. Nota che il rum è uno dei spiriti più dolci e, quindi, qualsiasi rum può apportare a una bevanda un sapore meno amaro.

Mojito al zucchero : quelli mojito sono ovviamente composti di sapori e gusti dolci, come un sciroppo o un purè di frutti rossi (della fragola alla melagrana), cioccolato, frutto della passione, fichi o addirittura un tocco di cava dolce. Però, questi drink potrebbero risultare stucchevoli se li prepari con un rum dolce : infatti, hanno bisogno di un rum forte per mantenere la loro consistenza. Una delle migliori opzioni è il Barceló, un rum molto profondo e sfumato.

Mojito acido : il mojito originale è una combinazione eccezionale d’acqua gassata o soda di sapore amaro con l’acidità del lime o del limone. È fresco e buono. Nel caso di un mojito acido, puoi cambiare l’acqua frizzante con un’acqua normale, o aggiungere pezzi di ananas, pompelmo, o altri frutti tropicali acidi. E meglio usare in questo caso un rum dolce invece di usare zucchero. Un candidato ideale è il Bacardi Limone, specialmente creato per tali miscele.

Mojito picante : questi tipi di mojito sono altamente apprezzati nei paesi no-ispanichi, dove i rum più famosi sono quelli delle vecchie –o attuale- colonie britanniche o francesi, come le Bermuda, la Martinica o la Giamaica. Puoi usare pepe, ginepro, zenzero o caffè invece che menta e succo di limone marinato. In questi casi, dovresti scegliere il Captain Morgan che sarà per certo il tuo migliore amico per sorprendere i tuoi ospitti o amati.

Queste sono solo alcune suggestioni, ma se stai cercando un mojito tradizionale, ecco due rum di riferimento per fare un mojito autentico, divertiti!

 

 TAGS:Legendario Elixir de CubaLegendario Elixir de Cuba

Legendario Elixir de Cuba

 

 

 TAGS:Ron Diplomático 12 Años Reserva ExclusivaRon Diplomático 12 Años Reserva Exclusiva

Ron Diplomático 12 Años Reserva Exclusiva

Il segreto per vivire 110 anni? Un goccetto di whisky al giorno!

 TAGS:undefined Grace Jones, 110 anni, ha ricevuto un nuovo biglietto d’auguri da parte della Regina    d’Inghilterra.

Potremmo pensare che vivere per tanti anni sia collegato ad una vita sana, con un’alimentazione equilibrata ed un’attività fisica regolare per mantenere la forma. Tuttavia, benché lo che precede non si deve escludere, le persone che vivono più a lungo nel mondo hanno ammesso che l’alcol è parte integrante della propria dieta quotidiana e che, per loro, è quello che li ha aiutate a vivere per un tempo così lungo.

“Non perdo mai il mio bicchiere notturno”

Grace Jones è attualmente la decima persona vivente più vecchia del Regno Unito, con 110 anni, e ha confessato che un bicchierino di whisky ogni sera è stato il suo più fedele segreto per vivere per tanti anni.

“Non perdo mai il mio bicchiere notturno ed è l’unica cosa che prendo” dice la signora Jones, che ha questa abitudine da 60 anni. “Il whisky è molto buono per la salute. Ho cominciato con il goccetto prima di dormire quando ho avuto 50 anni e da allora non ho fermato, fa 60 anni, e non ho l’intenzione di farlo. Il dottore mi ha detto di continuare a prenderlo e che fa bene al mio cuore”, ha confessato Grace Jones.

Ovviamente, non è la prima volta che una cosa del genere avviene : una donna di 102 anni ha attribuito alla birra la sua longevità ; un’altra donna di più di 100 anni affirma che 6 gin tonic al giorno gli hanno fatto del bene ; mentre un prodottore di vino spagnolo di 107 anni assicura che la sua età avvanzata è dovuta alle 4 bottiglie di vino che consuma quotidianamente.

Grace Jones ha festeggiato il suo compleanno nello scorso settembre con la sua figlia di 78 anni. Ha goduto di una piacevole compagnia, del cibo, delle bevande e, ovviamente, del suo mitico bicchierino di whisky. È nata un 16 settembre del 1906 in Liverpool, nel Regno Unito, e ha ricevuto in totale sette carte dalla Regina d’Inghilterra. Date le circostanze, probabilmente non sarà la ultima.

 

 TAGS:The Yamazaki Distiller's ReserveThe Yamazaki Distiller’s Reserve

The Yamazaki Distiller’s Reserve

 

 

 TAGS:Hibiki 12 AnniHibiki 12 Anni

Hibiki 12 Anni

I cocktail da preparare con tè

 TAGS:undefined

Esiste una grande varietà di cocktail che si possono prepare in modi diversi e con molti ingredienti. Questa lista di ricette è rivolta a tutti quelli che amano il tè ed a tutti coloro che vogliono affrontare il freddo.

Tè irlandese (caldo) :

Ingredienti :

Preparazione :

  1. Aggiungere in una tazza il whisky ed il tè caldo.
  2. Aggiungere la scheggia di cannella e mescolare un po’.

Cocktail al caramello con tè allo zenzero : 

Ingredienti :

  • 1 bustina di tè Lipton alla vaniglia ed al caramello
  • 200 ml d’acqua
  • 1 zenzero fresco
  • 1 ½ tazza di latte concentrato
  • 1 bicchiere di rum bianco
  • 1 tazza di latte condensato
  • 2 baccelli di vaniglia
  • foglie di menta
  • mango tagliato a dadini

Preparazione :

  1. In una pentola abbastanza grande : aggiungere l’acqua, la bustina di tè, lo zenzero ed il latte concentrato e condensato.
  2. Fare bollire durante 2 minuti e spegnere la stufa.
  3. Lasciare riposare la miscela e lasciarla raffreddare.
  4. Una volta freddo, mettere la miscela nel frullatore ed aggiungere il bicchiere di rum bianco.
  5. Mescolare ad alta velocità per un minuto.
  6. Servire nei bicchieri e decorare con i baccelli di vaniglia insieme alle foglie di menta ed i dadini di mango.

Smoked Souchong

Ingredienti :

  • 120 cc infusione Dilmah Lapsang Souchong
  • 180 cc Gin Hendrick’s
  • 60 cc sciroppo di zenzero
  • 60 cc succo di pompelmo
  • 80 cc bianco d’uovo
  • 1 gr Dilmah Lapsang Souchong (per aromatizzare la bevanda)

Preparazione :

  1. Prendere tutti gli ingredienti e ben agitare in uno shaker.
  2. Servire la miscela in una teiera e lasciare in infusione per 20 secondi.
  3. Servire dalla stessa teiera in una tazza.

 

 

 TAGS:Gin MareGin Mare

Gin Mare

 

 

 TAGS:Gin G'Vine FloraisonGin G’Vine Floraison

Gin G’Vine Floraison

Che fare quando si ha sempre fame?

 TAGS:undefinedMolte volte si mangia per noia e per ansia. Ma mangiare troppo può avere conseguenze come il sovrappeso e lo sviluppo di alcune malattie legate al cuore e problemi digestivi. Come si può arginare questo problema?

Mangiare cinque volte al giorno

Nutrizionisti e medici raccomandano effettuare cinque pasti al giorno. Colazione, pranzo spuntino, pranzo, merenda e cena. Ora, va da sé che i piatti non devono essere troppo abbondanti ma essenziali.

Ricca prima colazione

Uno dei modi per non avere fame tutto il giorno è quello di fare una buona colazione. Infatti medici lo segnalano come il pasto più importante, vario e sano, anche perché brucia più facilmente rispetto a quelli notturni.

Proteine e carboidrati

Un altro modo per ridurre l’ansia è consumare alimenti con proteine, carboidrati e grassi sani in ciascuno dei principali pasti.

Evitare i dolci e grassi

E ‘stato dimostrato da diversi studi che i dolci e i grassi stimolano il desiderio di mangiare e man mano che si mangia, provocano ancora più appetito.

Preparatevi un calendario

Anche se d’ estate è più complicato pendere una routine alimentare, bisogna impostare una pianificazione per i pasti. Questo perché mangiare in modo irregolare aumenta la fame e il grasso accumulato nel corpo. Bisogna dunque sempre seguire una routine minima per prima colazione, pranzo e cena,  sempre negli stessi orari.

Mangiare più lentamente

Alcuni indicatori stabiliscono che mangiare lentamente aumenta la sazietà. Pertanto, è meglio masticare lentamente, assaporando i piatti, senza aver fretta di concludere. È anche vantaggioso che le porzioni siano più piccole, nonché evitare i troppi spuntini. La digestione sarà migliore.

 TAGS:Lunae Etichetta Grigia Colli Di Luni Vermentino 2015Lunae Etichetta Grigia Colli Di Luni Vermentino 2015

Lunae Etichetta Grigia Colli Di Luni Vermentino 2015: un vino bianco con DO Liguria delle cantine Lunae a base di una selezione di vermentino di 2015 e con 12º di alcol.

 

 

 TAGS:Elena Walch Gewürztraminer 2015Elena Walch Gewürztraminer 2015

Elena Walch Gewürztraminer 2015: un vino bianco con DO Trentino-Alto-Adige con le migliori uve gewürztraminer di 2015 e possiede un grado alcolico di 13.5º.

5 storie sul gin

 TAGS:undefined

Oggi quasi tutti hanno informazioni complete delle loro bevande preferite, come nel caso del gin. Ecco quindi quali sono le migliori opzioni di livello e le informazioni pratiche che ogni fan del gin dovrebbe sapere:

  1. La parola “gin” deriva da “ginepro”: Il gin è ottenuto dalla distillazione di orzo, aromatizzato con bacche di ginepro e altri prodotti vegetali. Nominato Juniper (chiamato in inglese “ginepro”) o “Juniperus communis”. Il sapore di questa bevanda può essere molto variabile, a causa del processo di creazione del gin che vede coinvolti molti additivi di origine vegetal: la differenza di gusto tra un gin e un altro può essere enome. I due tipi principali sono il gin olandese (meno purificato e con più grano aromatizzato) e di Londra (senza edulcoranti e coloranti).
  2. E ‘stato creato nei Paesi Bassi, non a Londra: Anche se il gin è associato con la Gran Bretagna e Londra, la sua origine è olandese. Si ritiene che sia stato inventato da un fisico di nome Franciscus Sylvius a metà del XVII secolo, e anche se non vi è la prova della previa esistenza di un drink con alcune caratteristiche simili, sappiamo che era in Olanda dove è iniziata la commercializzazione del gin, usato anche nel trattamento di problemi medici come lombalgia, calcoli biliari o gotta. E ‘stato poco dopo ha cominciato a consumarsi a Londra. Prima di diventare la bevanda alla moda ebbe la regina madre come più grande fan grazie alle sue proprietà digestive
  3. È usato per combattere la malaria: Come ho detto prima, esploratori e viaggiatori del Settecento erano a rischio di contrarre malattie pericolose durante le loro attività in tutto il mondo. A quel tempo, la chinina, composto amar,o era conosciuto come medicina preventiva per la malaria, ma era troppo amaro. Per questo motivo fu iniziato ad essere mischiata con il gin. Alcuni considerano questa storia come l’origine del gin tonic. Attualmente la tonica ha quantità molto basse di chinina. Lo gin è inoltre stato utilizzato anche per combattere lo scorbuto
  4. Le Filippine sono il suo miglior mercato: Questo paese oceanico è il più grande consumatore mondiale di gin. Ha un mercato di quasi la metà (43%) della produzione di gin al mondo. Il Gin San Miguel è uno dei più popolari nel mercato delle Filippine, con 22 milioni di casse vendute annualmente. Altri mercati importanti per il consumo di gin sono Regno Unito, Stati Uniti e Spagna. Relativamente di recente è diventata un bevanda preferita della cultura ‘hippy’ grazie al gin tonic, anche prima di questa rinascita è stato accantonato per molti anni
  5. E ‘stata la bevanda preferita durante il proibizionismo: Durante il proibizionismo Londra divenne un importante produttore di gin illegale. Allo stesso tempo, le vasche degli appartamenti statunitensi vennero usate per immagazzinare migliaia di litri di gin, che era la bevanda più consumata in quel momento. Questa situazione finì col creare molti dei più famosi cocktail, dato che fu necessario mescolare il gin con altri ingredienti a causa del suo sapore forte.

 TAGS:Gin Hendrick'sGin Hendrick’s

Gin Hendrick’s

 

 

 TAGS:Opihr Oriental Spiced GinOpihr Oriental Spiced Gin

Opihr Oriental Spiced Gin

 

 

* Foto: Aonghas Crann (flickr)