Tag: barossa valley

Vini Australiani

 TAGS:I vini dell’Australia si contraddistinguono per la loro luminosità, la freschezza e gli aromi ben marcati propri dell’uva. In Italia, poco a poco, si stanno consumando sempre più vini del Continente Nuovo. Vuoi conoscerli?

La vite raggiunse l’Australia nel 1788 attraverso il Capo di Buona Speranza, e venne piantata nel giardino dell’allora governatore Phillip, in quello che oggi è il centro di Sydney. La coltivazione si diffuse rapidamente, allontanandosi dalla costa alla ricerca di climi più asciutti, inizialmente ad Hunter Valley, poi nell’Australia Meridionale, ed infine raggiunse Victoria e la Tasmania. Nel 1830 già si produceva vino a livello commerciale.

Ciò nonostante, i vini australiani sono rimasti praticamente sconosciuti al resto del mondo fino a 15 o 20 anni fa, ossia fino a quando i progressi nelle colture (come i sistemi di irrigazione a goccia) permisero alla produzione di crescere in maniera consistente e si iniziarono quindi a cercare nuovi mercati per l’esportazione dei vini prodotti.

Da allora, i vini australiani si dividono fondamentalmente in due tipi: i vini giovani e freschi con una grande potenza fruttale ed un costo ridotto, e quelli di fascia alta con una grande struttura e ottime capacità di invecchiamento. E’ abbastanza normale trovare vini bianchi di Semillon e Riesling di ben 20 anni, o vini Cabernet Sauvignon di 30 o 40 anni.

Ma l’uva più caratteristica dei vini australiani è, senza dubbio, la Shiraz, la nostra Syrah, che qui è molto ben sviluppata e dispiega una quantità impressionante di aromi fruttati. Se mescolata con la Cabernet Sauvignon, che qui cresce anch’essa molto bene, può dare vita a dei vini Riserva impressionanti, mentre da sola offre vini giovani molto gustosi.

Riguardo alle zone di produzione, le più importanti sono:

South Australia: la regione più famosa, in cui ritroviamo alcuni tra i vini più costosi e conosciuti. E’ in questa zona, infatti, che incontriamo la famosa Barossa Valley, una delle migliori Denominazioni al mondo. Un’altra nota Denominazione è McLaren Vale.
Victoria: in cui si producono vini molto diversi, con una buona qualità media e che godono di un’ottima accoglienza. In zone come Yarra Valley si stanno producendo vini dallo stile moderno che stanno avendo un successo davvero notevole.
New South Wales: la regione vinicola più antica, dove si trova la zona più classica: Hunter Valley.
Western Australia: la regione più arida per il vino, è la zona di più recente sviluppo.

Vuoi provare i vini dell’Australia? Te ne consigliamo alcuni:

 TAGS:Wolf Blass Sémillon Chardonnay Wolf Blass Sémillon Chardonnay “Red Label” 2008

Wolf Blass Sémillon Chardonnay “Red Label” 2008: dalla Barossa Valley, la più famosa delle Denominazioni, abbiamo questa miscela di uve Semillon e Chardonnay con aromi tropicali e un tocco cremoso. Da gustare poco a poco.

 

 

 TAGS:MadFish Shiraz 2005MadFish Shiraz 2005

MadFish Shiraz 2005: sempre della Barossa Valley, un vino della varietà più rinomata, la Shiraz. MadFish è una delle aziende vinicole australiane più conosciute in tutto il mondo e offre vini di una qualità media piuttosto alta, a prezzi modici.

 

 

 TAGS:Cullen Cabernet Sauvignon Merlot 2000Cullen Cabernet Sauvignon Merlot 2000

Cullen Cabernet Sauvignon Merlot 2000: Margaret River è una denominazione della Western Australia che produce ottimi vini Cabernet Sauvignon, sostenuta dalla sua estrema secchezza. Questo vino ha una capacità molto buona di invecchiamento e possiede aromi davvero notevoli.

 

Hai mai provato un vino australiano? Quale? Qual’è il tuo preferito?