Tag: alcol

Migliora le tue abilità con il vino

 TAGS:undefinedC’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire sull’alcool e sugli effetti che ci procura. La cosa principale riguarda la preoccupazione di bere con moderazione e di non bere e guidare mai. Naturalmente, Uvinum sostiene con tutto il cuore i messaggi di prevenzione delle campagne sulla salute.

Ciò nonostante, degli studi recenti hanno dato un accezione positiva al moderato consumo di alcool. I benefici della dieta Mediterranea sono stati a lungo dimostrati dagli scienziati, quindi su questi non ci soffermeremo. Abbiamo invece scoperto cinque studi, i quali provano che l’alcool può intensificare le tue abilità.

Abilità di ballo

Nel Dicembre scorso, il Times pubblicò i risultati dello studio del professor David Nutt, il quale dichiarava che sei bicchieri migliorano significativamente il tuo punteggio ad un gioco di ballo all’Xbox. Questo corrisponde ad una bottiglia di vino. Tuttavia, sembra che questa nuova abilità acquisita scompaia oltre le sei bevande.

Abilità con le lingue straniere

Secondo uno studio pubblicato sul “Journal of Psychopharmacology” (Giornale di Psicofarmacologia) e condotta dalle università del King’s College, a Liverpool e Maastricht, un bicchiere di alcool ha un impatto positivo sulle prestazioni linguistiche, sia auto-valutate che da un osservatore. Perciò, la prossima volta che vai in vacanza ad una degustazione di vino Spagnola o Italiana, non esitare a bere del vino per parlare con la gente del posto.

Capacità di risoluzione dei problemi

Un nuovo studio del Professor Jennifer Wiley dell’Università di Illinois sembra provare che due bicchieri di vino o birra ti rendono migliore e più veloce nei rompicapo che se fossi sobrio. Anche se, potrebbe valere la pena sottolineare che questo effetto è limitato in quanto l’alcol aumenta la creatività con cui è possibile affrontare un problema, ma le proprie capacità analitiche si riducono.

Senso dell’olfatto

 L’Istituto Scientifico in Israele ha provato in uno studio che due bicchieri di alcol per le donne e tre per gli uomini possono migliorare le vostre prestazioni olfattive. In altre parole, identifichiamo più odori quando siamo leggermente ubriachi. Sebbene, proprio come con le altre abilità, questo vantaggio scompare se si va oltre un consumo moderato.

Abilità sociali 

Secondo un articolo pubblicato nel Psychological Science, con qualche drink in più puoi migliorare potenzialmente le tue abilità sociali. L’alcool sembra facilitare il coinvolgimento nelle discussiomi e farti sorridere di più, facilitando in tal modo il legame sociale. 
Tuttavia, i cicchetti di vodka non sostituiranno delle relazioni sane.

 

 

 TAGS:Sant'antonio Scaia Bianca Veneto 2017Sant’antonio Scaia Bianca Veneto 2017

Sant’antonio Scaia Bianca Veneto 2017

 

 

 TAGS:Marisa Cuomo Furore Bianco 2017Marisa Cuomo Furore Bianco 2017

Marisa Cuomo Furore Bianco 2017

La vodka, una bevanda ‘multicolore’

 TAGS:undefinedSeppur trasparente e senza alcuna sfumatura, la vodka non è assolutamente una bevanda incolore, anzi. Possiamo dire che paradossalmente, nonostante la sua tonalità cromatica, la bevanda russa sia una delle più ‘multicolori’, vuoi per la sua possibilità di abbinarsi ad altri liquidi vuoi per le varie versioni distillate di essa. Infatti, ecco una serie di articoli  che ne dimostrano la polivalenza.

6 cocktail con vodka

Se sei amante della vodka, sicuramente vorrai gioire della sua versatilità con una serie di svariate ricette di cocktail di vodka, adatte ad ogni occasione. Sia d’inverno sia d’estate, queste ricette non falliscono.

6 benefici della vodka che non conoscevi

Questa deliziosa bevanda, famosa per il suo sapore forte e la popolarità durante la preparazione dei cocktail, è anche la soluzione a molti problemi che non si conoscono e sarebbe bene sapeere.

Le 10 migliori marche di vodka

La vodka è una delle bevande preferite dai consumatori di tutto il mondo e sono davvero numerose le marche presenti sul mercato. Ma quali sono le migliori marche di vodka del mondo? Sicuramente ognuno di noi ha la sua preferita, tuttavia oggi vi presentiamo le 10 marche di vodka più importanti a livello mondiale.

La vodka non “parla” solo russo

Quando parliamo della vodka forse tra le prime cose che ci vengono in mente ci sono la Russia e le sue gelide città tuttavia, essendo la bevanda distillata più bevuta al mondo, viene prodotta praticamente ovunque vi sia una distilleria . Cerchiamo quindi di saperne di più sulla vodka, e non solo di quella della Russia.

Vodka. Dall’est Europa al mondo

Letteralmente “piccola acqua” nella lingua russa, è una bevanda fredda il cui consumo si è ormai diffuso in tutto il mondo. Anche se la paternità del prodotto è probabilmente polacca, le prime distillerie di vodka sono state costruite in Russia, durante il regno dello Zar Ivan il Terribile. Fu poi Napoleone colui che inizió ad esportarla in Europa Occidentale dopo la campagna di Russia del 1812.

Vodka alla frutta

La vodka è la bevanda alcolica più bevuta al mondo, e ciò fa pensare che la varietà è così grande proprio come la bevanda stessa. Praticamente in ogni parte del mondo esistono distillerie che producono vodka; infatti il suo processo di elaborazione relativamente semplice ed il successo riscontrato sul pubblico sono due garanzie decisamente sufficienti per investire in questa bevanda cristallina.

 

 TAGS:Absolut SequinAbsolut Sequin

Absolut Sequin

 

 

 TAGS:Absolut Mix Limited EditionAbsolut Mix Limited Edition

Absolut Mix Limited Edition

L’abuso d’alcol tra gli adolescenti può modificare il cervello

 TAGS:undefinedUn recente studio condotto dalla University of Eastern Finland e Kuopio University Hospital ha segnalato un “assottigliamento corticale” nei giovani che erano forti consumatori di alcol durante l’adolescenza.

I risultati della ricerca, pubblicati sulla rivista Addiction, rivelano che le parti del cervello che si sviluppano oltre i 20 anni possono vedere interrotta la loro maturazione a causa dell’ abuso di alcol.

Lo studio è stato effettuato attraverso tecniche di risonanza magnetica applicate alla struttura del cervello dei giovani sani ma consumatori di alcol durante l’adolescenza, e soggetti della stessa età ma che hanno bevuto poco. Il processo è avvenuto in tre fasi trasversali durante oltre 10 anni, su soggetti di età compresa tra i 13 ei 18 anni all’inizio delle indagini.

Tutti i partecipanti hanno avuto buoni risultati accademici e non hanno mostrato differenze apprezzabili per quanto riguarda i problemi di salute mentale, mentre ai bevitori non sono stati diagnosticati disturbi dovuti all’ abuso di alcool. Tuttavia, alcune differenze statisticamente significative sono state apprezzate tra i due gruppi.

Tra i “bevitori” è stato notato un calo visto nel volume di materia grigia nella corteccia cingolata anteriore (un’area del cervello coinvolta in funzioni quali la regolazione della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca, e alcune funzioni di livello superiore, come anticipo della ricompensa, il processo decisionale, il controllo degli impulsi e delle emozioni) e l’insula destra (quest’ultima anche legata a funzioni di livello superiore).

Secondo i ricercatori, l’eccessivo consumo di alcol può interferire con il processo di maturazione delle aree menzionate, particolarmente importante nel controllo degli impulsi e nella sensibilità agli effetti negativi dell’alcol soggettivi. Indi per cui queste variazioni di volume possono svolgere un ruolo importante nello sviluppo di un disturbo per un uso di sostanze più in avanti nella vita.

Non si conosce il meccanismo esatto che prende piede dopo questi cambiamenti strutturali, ma sembra che alcuni di essi potrebbero essere reversibili se il consumo di alcol è notevolmente ridotto. E, come sempre, in Uvinum consigliamo un consumo moderato e responsabile di alcol, dato che è il modo migliore per godere del piacere ed i benefici di un bicchiere di buon vino.

 TAGS:Tenuta Roveglia Lugana Limne 2016Tenuta Roveglia Lugana Limne 2016

Tenuta Roveglia Lugana Limne 2016

 

 

 TAGS:Cusumano Terre Siciliane Insolia 2016Cusumano Terre Siciliane Insolia 2016

Cusumano Terre Siciliane Insolia 2016

Vermouth: da bere solo o in cocktail?

 TAGS:undefined

Bere il vermouth è una tradizione che esiste da moltissimo tempo. L’Italia e la Francia si disputano tuttora la nazionalità dell’aperitivo vermouth, che va di nuovo di moda e si fa rivedere alle terrazze dei caffè e dei bar.

Il vermouth è un aperitivo a base di vino bianco al quale è aggiunto dello zucchero, dell’alcol neutro (96º) e dell’infusione di erbe e di spezie che sono diverse da una marca ad un’altra. Infatti, ciascuna mantiene la sua ricetta segreta. Ciononostante, le spezie e le erbe aromatiche principali sono quasi sempre le stesse: génépi, corteccia della cinchona, camomilla, scorza di arancia, genziana, cannella, angelica, scorza di limone, zenzero, sambuco, timo, vaniglia etc.

Esistono vari tipi di vermouth: dal più asciutto al più dolce, dal rosso, rosato al bianco. Alcuni sono più amari di altri. Il vermouth può essere bevuto solo servito fresco, con ghiaccio oppure in cocktail.

Alcune ricette:

L’Americano: facile e rinfrescante

Servire direttamente in un bicchiere con del ghiaccio e un po’ di scorza d’arancia.

Le Dry Manhattan: per impressionare gli amici!

  • 1/2 bicchiere di liquore di vermouth asciutto
  • 1/2 bicchiere di liquore di vermouth dolce
  • 2 bicchieri di crema di whisky
  • 1cl di bitter
  • ghiaccio

Mescolare bene in uno shaker. Servire in un bicchiere da cocktail Martini con un po’ di scorza d’arancia.

Ecco alcuni suggerimenti di Vermouth:

 TAGS:Carpano Antica Formula 1LCarpano Antica Formula 1L

Carpano Antica Formula 1L

 

 

 TAGS:Vermouth Mancino Rosso 75clVermouth Mancino Rosso 75cl

Vermouth Mancino Rosso 75cl

Vini da bere in coppia

 TAGS:undefinedIn una cena romantica, cioccolato o ostriche offrono un effetto un po ‘afrodisiaco, e il vino lo aumenta. Perché c’è sempre un vino da condividere tra due persone, sia esso bianco, rosso o spumante.

Con un vino bianco si fa sempre centro, soprattutto se la pasta, il riso o i secondi sono di pesce, per i quali è bene optare per un bianco energico, asciutto e molto fresco che possa soddisfare le esigenze di lui e di lei. Si consigliano i bianchi a base di Cabernet Sauvignon, Garnacha e Malvasia che vanno bene con tutto, quindi anche con sono piatti di selvaggina.

Quando si tratta di vini rossi, ci sono molti vini Rioja di qualità. In realtà, questa DO offre vini schietti e con più corpo che possono essere maggiormente graditi a lui, anche se sempre più donne oggigiorno preferiscono un buon rosso con personalità. I rossi sono riservati a piatti di carne, carpaccio, dolci al cioccolato … e le varietà Garnacha o Merlot servono per elaborare ottimi vini che sono gustosi e persistenti in bocca.

Quando si è in coppia possiamo permetterci la licenza di sperimentare e provare vini. Va bene anche pagare di più, se la bottiglia è valsa la pena, se la cena è a casa o al ristorante. Tuttavia, attualmente, ci sono dei vini di alta qualità disponibili a meno di 10 euro, che offrono tutte le caratteristiche di cui abbiamo bisogno per un abbinamento perfetto.

Se vogliamo per sedurre il nostro partner, allora opteremo per uno spumante, le cui bolle forniscono dinamicità e creano un ambiente sexy. Questi ultimi sono anche perfetti per i dessert, o a volte anche per antipasti o prima di iniziare la cena.

 TAGS:Marqués de Riscal Reserva 2012Marqués de Riscal Reserva 2012

Marqués de Riscal Reserva 2012

 

 

 TAGS:Viña Arana Reserva 2006Viña Arana Reserva 2006

Viña Arana Reserva 2006

Lessico del vino: saper parlare del vino

 TAGS:undefined

Il mondo del vino è un settore appassionante però non è sempre facile da capire, perché comprende un lessico che gli è proprio. In un’enoteca o su un sito web : le descrizioni del vino, oppure le spiegazioni di un sommelier sono talvolta abbastanza techniche. Nel mondo del vino si usa un vocabolario molto specifico. Però ci sono delle parole quasi sempre usate per descrivere un vino. Eccone alcune.

Aspetto visuale:

Un vino può essere brillante, chiaro, scuro, profondo ; di diversi colori ; con riflessi etc.

Aspetto olfattivo:

Gli aromi: sono gli odori che percepiamo quando sentiamo il vino nel bicchiere. È una cosa semplice e molte volte gli odori che troviamo sono dei ricordi: la torta di mele della nonna, il muschio umido durante una passeggiata nella foresta, il caffè tostato a freddo, la fragola tagada oppure la brioche calda che esce dal forno.

Aspetto gustativo:

  • I tannini: sono le sostanze dell’uva che procurano questa sensazione d’astringenza e d’asprezza sulla lingua. Si dice allora che il vino è tannico. Nei vini vecchi, i tannini si sentono meno perchè si ammorbidiscono o spariscono.
  • La freschezza e l’acidità: vanno spesso di pari passo. L’acidità conferisce al vino un aspetto vivace, nervoso. Dà freschezza al vino. L’esatto opposto di un vino che sarebbe soffice o pesante per mancanza d’acidità. L’acidità conferisce del dinamismo al vino. È ricercata per i vini rossi, ma meno per i vini bianchi.
  • La mineralità: parola usata un pò a vanvera, però in realtà fa riferimento agli aromi tipo selce, molluschi, sasso bagnato, grafite oppure idrocarburi. La mineralità si riferisce alla pietra. Non confondere con l’acidità o la salinità.
  • Un vino legnoso: si riferisce all’allevamento del vino, se è stato maturato in botti di legno. Il gusto legnoso si manifesta quando troviamo nel vino degli aromi di vaniglia, di tostato, di grigliato oppure di caramello. Molte volte, il vino è stato invecchiato in botti di legno nuovo. Inoltre, in un buon vino, i tannini del legno non devono influenzare quelli del vino.
  • Un vino fruttato: da non confondere con zuccherato. I vini fruttati spesso sono dei vini giovani, dei vini piacevoli che non hanno avuto di contatto con il legno.
  • Un vino rotondo: è un vino facile da bere. Con volume ma equilibrato e morbido. Senza asprezza, che dà una sensazione morbida in bocca. È tutto il contrario di un vino detto forte, strutturato oppure corposo.
  • L’equilibrio: l’equilibrio del vino è l’armonia di tutti i compomenti indicati prima. Quando l’acidità, i tannini e la sensazione di alcol sono complementari. Quando tutti questi elementi si accordano, parliamo di un vino equilibrato.
  • La lunghezza in bocca: è la sensazione che rimane in bocca quando abbiamo bevuto il vino. Se dopo un paio di secondi, abbiamo ancora il gusto del vino in gola, è quindi un vino lungo in bocca. Se, al contrario, dopo aver bevuto un sorso, il gusto è sparito, allora è un vino corto in bocca, quindi poco complesso.

Ecco qualche parola che può aiutarvi a capire il lessico del vino. Nonostante, non dimenticate: prima di tutto, il vino è una questione di gusto. Ciò che importa è se vi piace o no il vino che avete nel bicchiere. Questo vocabolario vi aiutera forse a scegliere il vino che vi piace !

 TAGS:Umani Ronchi Cumaro Rosso Conero 2011Umani Ronchi Cumaro Rosso Conero 2011

Umani Ronchi Cumaro Rosso Conero 2011

 

 

 TAGS:Farnese Edizione Cinque Autoctoni 2013Farnese Edizione Cinque Autoctoni 2013

Farnese Edizione Cinque Autoctoni 2013

Perché il vino è meglio con il formaggio?

 TAGS:undefinedDa molto tempo sa che il formaggio e il vino sono un binomio inscindibile. Esperti del settore della ristorazione spesso fanno raccomandazioni su alcune combinazioni che portano a una nuova dimensione alla nostra esperienza culinaria. In realtà, sono molti i possibili abbinamenti tra ogni tipo di formaggio e vino.

Ma perché il formaggio rende il vino più gustoso? Questa domanda è stata posta al Centro del gusto e dell’alimentazione francese, che ha condotto uno studio al fine di spiegare come la percezione e il gusto del vino cambiano dopo aver mangiato del formaggio. Il risultato è stato recentemente pubblicato sul Journal of Food Science.

Mara V. Galmarini, autrice principale dello studio in questione, ha rivelato che: “Attraverso la nostra ricerca abbiamo imparato che la durata della percezione dell’ astringenza di un vino potrebbe essere ridotta dopo l’assunzione di formaggio e che con quattro formaggi si ottiene lo stesso effetto. In poche parole,con un piatto di formaggi assortiti, il vino probabilmente avrà un gusto migliore. “

I partecipanti a questo studio – un totale di 31 volontari – sono stati sottoposti a due test. Nel primo hanno provato quattro vini (Pacherenc, Sancerre, Borgogna e Madiran), che per indicare la sensazione dominante percepita in ciascuno di essi, secondo una lista. Poi la degustazione è stata ripetuta con una leggera modifica che prevedeva di far mangiare un pezzo di formaggio tra ogni sorso di vino. Per questa seconda prova sono stati messi a disposizione dei volontari i formaggi Epoisses, Comté, Roquefort e Crottin de Chavignol.

La degustazione ha mostrato l’impatto positivo dei formaggi nella percezione dei vini. Questo effetto è particolarmente evidente nei vini rossi inclusi (Borgogna e Madiran), che hanno visto il loro aroma fruttato potenziato dai quattro formaggi e la diminuzione della loro astringenza. Lo stesso impatto positivo sulla percezione dei vini si riscontra con i vini bianchi, sia dolci che brut, anche se in misura minore.

Così ora è noto: la scienza ha già dimostrato che il miglior compagno per un buon vino è un delizioso formaggio.

 TAGS:Terlan Lagrein Gries Riserva 2014Terlan Lagrein Gries Riserva 2014

Terlan Lagrein Gries Riserva 2014

 

 

 TAGS:Antinori Guado al Tasso Bolgheri Il Bruciato 2014Antinori Guado al Tasso Bolgheri Il Bruciato 2014

Antinori Guado al Tasso Bolgheri Il Bruciato 2014

5 bevande fantasy che dovrebbero esistere davvero

 TAGS:undefinedSicuramente tutti noi siamo stati curiosi di provare qualche bevanda dei protagonisti dei nostri libri o film fantasy preferiti. Una curiosità che aumenta quando li beviamo a stomaco vuoto, in modo da prendere la mano dalla fantasia ci fa domandare quale sarà il sapore che spegne la sete dei protagonisti. Ecco perché ad Uvinum abbiamo fatto una selezione di cinque bevande di fantascienza che dovrebbero esistere, sia per soddisfare la nostra curiosità per il gusto o gli effetti che potrebbero avere su di noi:

  • Birra al burro:

È ben noto che il posto migliore per gustare una deliziosa birra al burro è Tre Manici di Scopa, una famosa osteria nel magico villaggio di Hogsmeade, quella che di solito frequentano Harry Potter e gli altri studenti a Hogwarts nella loro giorni liberi.

  • Latte di papavero:

L’uso di questa bevanda medicinale si estende in tutto i sette regni.Si tratta di una bevanda dall’effetto analgesico e anestetico che aiuta a ridurre la sofferenza dei feriti nelle battaglie di Game of Thrones.

  • Slurm:

Il rinfresco per eccellenza del XXXI secolo. Ma questa bevanda verde e viscida del pianeta Gusanulón mantiene un oscuro segreto: è prodotta naturalmente dalla regina dei vermi. Il suo sapore deve essere delizioso, dal momento che in Futurama tutti la consumano costantemente pur essendo al corrente della sua origine sgradevole.

  • Gargarismi Blaster Pangalactic:

La guida galattica per autostoppisti considera il Gargle Blaster Pangalactic come “la migliore bevanda alcolica che esiste”; anche se vengono indicati i pericoli di un uso improprio: “Bere questo cocktail altamente caustico è come avere il tuo cervello fracassato da una fetta di limone avvolta intorno ad un grande lingotto d’oro”.

  • Latte Più:

Se volete provare il meglio Moloko Plus della violante Londra è necessario avvicinarsi al Korova Milk Bar. Ecco dove Alex e i suoi drughi Pete, Georgi e Dim si riuniscono prima di commettere i loro crimini efferati. Come spiega il protagonista di Arancia Meccanica, questa combinazione di latte con sostanze psicotrope gli permetteva di “aguzzare i sensi e prepararli per una nuova sessione di ultra-violenza”.

E voi, siete curiosi di provare un drink del vostro libro, film o programma televisivo preferito?

 TAGS:Gin MareGin Mare

Gin Mare

 

 

 TAGS:Ron Diplomático 12 Años Reserva ExclusivaRon Diplomático 12 Años Reserva Exclusiva

Ron Diplomático 12 Años Reserva Exclusiva

Il miglior rum per il tuo mojito

 TAGS:undefined

Il mojito è uno dei drink più riuscito, e probabilmente quello più famoso di quelli fatti con rum. Però, nessuno degli esperti in cocktail sono d’accordo sugli ingredienti : limone o lime, zucchero bianco o di canna, menta o menta peperita, acqua frizzante o tónica, la lista è lunga.

Meglio evitare di parlare delle nueve versione di mojito con fragola, liquore al caffè, cioccolato, cocomero, etc. Le combinazioni possibili sono quasi infinite, allora, come scegliere il migliore rum per il tuo mojito ?

La prima cosa a cui pensare è il tipo di “sensazione” che stai cercando di ottenere con il tuo mojito : vuoi un mojito rinfrescante ? Uno dolce ? Forse amaro ? Qualcosa di caldo ?Gli ingredienti ed i sapori influenzano il tipo del tuo mojito, insieme al tipo di rum che scegli, siccome è l’ingrediente principale. Ecco qualche proposta di rum diversi secondo il gusto del tuo cocktail :

Mojito amaro : è il tipo di drink nel quale aromi e sapori forti dominano come il tonico, il lime, le scorze di limone o alcolici forti come la tequila. Quelli sono i mojito più originali perché non è l’idea classica del mojito, ma quel tocco di sapore amaro che da una combinazione molto più rinfrescante . In questo caso, se vuoi accentuare il sapore amaro, dovresti usare un rum bianco molto leggero, con aromi, come il Bacardi. Nota che il rum è uno dei spiriti più dolci e, quindi, qualsiasi rum può apportare a una bevanda un sapore meno amaro.

Mojito al zucchero : quelli mojito sono ovviamente composti di sapori e gusti dolci, come un sciroppo o un purè di frutti rossi (della fragola alla melagrana), cioccolato, frutto della passione, fichi o addirittura un tocco di cava dolce. Però, questi drink potrebbero risultare stucchevoli se li prepari con un rum dolce : infatti, hanno bisogno di un rum forte per mantenere la loro consistenza. Una delle migliori opzioni è il Barceló, un rum molto profondo e sfumato.

Mojito acido : il mojito originale è una combinazione eccezionale d’acqua gassata o soda di sapore amaro con l’acidità del lime o del limone. È fresco e buono. Nel caso di un mojito acido, puoi cambiare l’acqua frizzante con un’acqua normale, o aggiungere pezzi di ananas, pompelmo, o altri frutti tropicali acidi. E meglio usare in questo caso un rum dolce invece di usare zucchero. Un candidato ideale è il Bacardi Limone, specialmente creato per tali miscele.

Mojito picante : questi tipi di mojito sono altamente apprezzati nei paesi no-ispanichi, dove i rum più famosi sono quelli delle vecchie –o attuale- colonie britanniche o francesi, come le Bermuda, la Martinica o la Giamaica. Puoi usare pepe, ginepro, zenzero o caffè invece che menta e succo di limone marinato. In questi casi, dovresti scegliere il Captain Morgan che sarà per certo il tuo migliore amico per sorprendere i tuoi ospitti o amati.

Queste sono solo alcune suggestioni, ma se stai cercando un mojito tradizionale, ecco due rum di riferimento per fare un mojito autentico, divertiti!

 

 TAGS:Legendario Elixir de CubaLegendario Elixir de Cuba

Legendario Elixir de Cuba

 

 

 TAGS:Ron Diplomático 12 Años Reserva ExclusivaRon Diplomático 12 Años Reserva Exclusiva

Ron Diplomático 12 Años Reserva Exclusiva

4 cocktail per passare l’inverno

 TAGS:undefinedInevitabilmente il freddo arriverà, se non ha già fatto irruzione in alcune regioni, e non c’è niente di meglio che combattterlo accanto al camino con una bevanda ricca e forte. Qui diamo quattro ricette di bevande che sicuramente aiuteranno ad allontanare il freddo dal corpo.

1. Winter Sun

Ingredienti:

  • 60ml succo di mandarino
  • 15ml di succo di limone
  • 1 parte triple sec (Cointreau)
  • 45ml di vodka
  • Zucchero a piacere
  • Un rametto di rosmarino

Preparazione:

  1. Verde succo di mandarino e limone di ghiaccio nello shaker.
  2. Aggiungere la vodka e triple sec e agitare bene.
  3. Prendete un bicchiere ampia e decorare il bordo con succo di mandarino e zucchero.
  4. Versare il composto in un bicchiere smerigliato e guarnire con rosmarino.

2. Rothes originali

Ingredienti:

  • 6 cl. di Glenrothes Select Reserve
  • 2 cucchiai di zucchero di canna o di pan di zenzero di zucchero per dare un tocco piccante
  • 2 cl. dulce de leche
  • 1 goccia di estratto di vaniglia
  • ½ succo di lime
  • 1 cl. caramelle Liquid

Preparazione:

  1. Versare in uno shaker tutti gli ingredienti con ghiaccio e agitare molto bene fino a ottenere un impasto omogeneo e fresco.
  2. Servire in un bicchiere basso senza ghiaccio.
  3. Potete decorare la superficie con un po ‘di panna montata.

3. Punch Granada e champagne

Ingredienti:

  • 1 ½ tazza di succo di melograno
  • 1 tazza di succo di pera
  • ¼ liquore all’arancia
  • 1 bottiglia di champagne

Preparazione:

  1. Prendere un grande vaso e versare succo di melograno, pera e liquore all’arancia
  2. Agitare bene per mescolare e poi versare lo champagne.
  3. Servire in bicchieri piccoli con ghiaccio a piacere.

4. Il Monte Cristo

Ingredienti:

  • 15ml liquore all’arancia
  • 15ml liquore al caffè
  • 120ml di caffè
  • panna montata

Preparazione:

  1. Versare il caffè caldo e aggiungere i liquori al caffè e all’arancia.
  2. Coprire la superficie con un po’ di panna montata.
  3. Godetelo!

 TAGS:Liquore di Cafe Bruja BellaLiquore di Cafe Bruja Bella

Liquore di Cafe Bruja Bella

 

 

 TAGS:KahlúaKahlúa

Kahlúa