Porto e Douro: così vicini e così diversi

 TAGS:undefinedAntica e ricca di microclimi e varietà di ceppi. Questa è la regione del Douro che si estede per terreni di scisto in una zona di grande bellezza che si perdono per terrazze secolari lungo le sponde del fiume Duero (Douro in Portogallo).

Oltre ad essere patrimonio mondiale e ad essere luogo di nascita del vino Porto, la regione sta producendo ottimi vini bianchi da tavola, vini rossi, spumanti e moscato. La complessità degli aromi del vino Porto, chiamato Vinho de Cheiro (vino odore) in un’altra epoca, continua a sedurre i sensi nel corso dei secoli. La prova è che si dispone già di un giorno per celebrare la loro età: il 10 settembre, la giornata del Porto festeggia i 259 anni della prima regione delimitata del mondo.

Tra i vigneti autorizzati nella produzione di vini di Douro, i più utilizzati sono Touriga Nacional (il “Cabernet portoghese”), Tinta Barroca, Tinto Cao e Tinta Roriz (il Tempranillo spagnolo). La stragrande maggioranza di vino è fatto con diversi ceppi sebbene ci siano anche vini con un solo tipo di uva come i Touriga Nacional, Tinta Roriz e Touriga Franca.

 TAGS:undefined

La cantina fa parte del metodo tradizionale di produzione del vino nel Douro. Tuttavia alcuni dei produttori hanno inserito metodi più recenti di produzione, come serbatoi di acciaio inox con controllo della temperatura durante la fermentazione. Il vantaggio del primo metodo è la sua capacità di estrarre i tannini, mentre il secondo permette la produzione di vini con aromi ben conservati. L’uso dei due metodi si traduce simultaneamente in vini complessi, molto densi e strutturati. Inoltre, una nuova generazione di viticoltori vogliono dimostrare che nel Douro non si vive di solo Porto. In questa regione, i vini da tavola sono realizzati con nuovi metodi da specialisti in vinificazione.

Nel 2014, la prestigiosa rivista Wine Spectator ha assaggiato 18.000 vini provenienti da tutto il mondo per classificarli in termini di qualità, prezzo e disponibilità sul mercato. La sua selezione Top 10 include tre vini della regione del Douro.

Il vino Porto Vintage Dow 2011 del gruppo Symington è stato scelto come il miglior vino nel 2014, con 99 punti su 100. Al terzo e quarto posto, entrambi con 97 punti, ci sono Chryseia 2011 (anche Symington) e Quinta do Vale Meão, Olazabal & Filhos, discendenti di Antónia Ferreira, il famoso “Ferreirinha”.

Il Real Companhia Velha ha oltre 250 anni di vita e possiede un archivio di documentazione storica (oltre il fiume Douro, a Vila Nova de Gaia, dove si trovano le grandi cantine) che unisce i vini Douro a personalità come il Marques de Pombal, Napoleone e Caterina di Russia.

Questa società vende e produce vino Porto sui suoi 535 ettari di vigneti, distribuiti su 7 aziende produttrici di vini da tavola come la Quinta das Carvalhas, uno dei più antichi della regione e la Quinta de citron a S. João da Pesqueira.

 

 TAGS:Colinas do Douro 2013Colinas do Douro 2013

Colinas do Douro 2013

 

 

 TAGS:Colinas do Douro Reserva 2013Colinas do Douro Reserva 2013

Colinas do Douro Reserva 2013

Lascia un commento Porto e Douro: così vicini e così diversi