I vini bianchi per le cene delle feste

 TAGS:undefined

Il periodo delle feste natalizie è periodo di cene, molte delle quali sono basate soprattutto su pietanze di pesce o frutti di mare. Ed è per questo che la ricerca di un vino bianco di livello da abbinare a uno di questi piatti è una componente fondamentale dell’organizzazione di queste cene. In quanti di noi, infatti, amano accompagnare un’orata all’acqua pazza, una spigola al forno o dei vermicelli ai frutti di mare con un delizioso e fresco vino bianco? Il suo sapore leggermente acido è infatti ideale per contrastare il grasso del pesce e si combina perfettamente con esso.

Un piatto come i vermicelli alle vongole, molto napoletano ma ormai diffusosi in ogni angolo d’Italia, è una delizia che va accompagnata come si deve. Una Falanghina del Sannio, uno dei migliori bianchi della regione Campania, è il complemento ideale per via dei suoi soffi floreali eleganti, oltre al palato fresco che spicca per la sua piacevole sapidita? in chiusura.

Chi non ama particolarmente le vongole può scegliere un primo a base di scialatielli con tonno fresco e pomodorini, un abbinamento sempre vincente. Per gustare questo piatto saporito è consigliabile un Verdicchio di Matelica, dall’aroma di fiori bianchi e frutti, che in bocca risulta essere fresco e sapido, con grande mineralita?. Un vino ottimo per il prezzo da pagare per averlo.

Per i secondi, c’è solo l’imbarazzo della scelta. I più tradizionali scelgono l’orata all’acqua pazza, un piatto leggero ma dal gusto deciso, mentre c’è chi preferisce un buon calamaro marinato o dei classici gamberi bolliti, o anche crudi. Per entrambe le specialità il vino che più ci aiuta ad apprezzare il loro sapore è il Vermentino di Gallura, dal  e? secco, fresco e sapido. Questo vino è adatto anche agli aperitivi di inizio pranzo, che a Natale spesso significano salmone norvegese.

In generale, qualsiasi cosa tu decida di mangiare a Natale, l’importante è che sia sempre accompagnata da un buon vino bianco, leggermente fresco, ma non troppo. Perché  se l’armonia delle feste in famiglia o con amici dipende dalle celebrazioni, un vino di qualità non può mai mancare!

Un consiglio per i tuoi vini bianchi su Uvinum? Te ne diamo due!

 

 

 TAGS:Funtanaliras Vermentino Di Gallura 2016Funtanaliras Vermentino Di Gallura 2016

Funtanaliras Vermentino Di Gallura 2016

 
 
 
 

 TAGS:Fontanavecchia Taburno Falanghina del Sannio 2016Fontanavecchia Taburno Falanghina del Sannio 2016

Fontanavecchia Taburno Falanghina del Sannio 2016

Arriva il Natale. Le migliori idee per accompagnare le tue cene!

 TAGS:undefinedCon il freddo arrivano anche le feste. Ed è arrivato dunque il momento di pensare a come accompagnare le cene del periodo che va da Natale all’Epifania, passando per la notte di Capodanno. Nessuna cena importante, infatti, è completa senza la presenza di un buon vino, per non parlare di uno spumante o di un liquore che chiude alla grande il pasto. Ecco di seguito degli articoli per scegliere le migliori bevande per queste occasioni:

Bevande per le cene natalizie

Quali beande servire alle donne incinte per le feste di Natale?

Le feste natalizie si avvicinano, le strade si illuminano ed il menù per Natale è quasi pronto. Forse devi ancora scegliere il vino. Però come fai se siete in gravidanza e non puoi bere alcol durante le feste di Natale? Oppure si tratta di tua sorella, cognata, cugina che è incinta e non hai previsto bevande speciali. Non preoccuparti!

Quali vini bere per il pranzo di Natale?

Natale si avvicina e come ogni anno arriva il momento di scegliere un menù ma anche i vini che accompagneranno il pranzo del 25 dicembre. A meno di un mese dalla festa tradizionale, vi proponiamo di aiutarvi nella scelta del vino e vi diremo anche come abbinarlo in funzione del tipo di pasto.

Buon Natale! E felice vino

Finalmente è Natale! Così ora comincia ad essere il momento di stappare lo champagne, decantare i vini di riserva (li hai messi nel posto giusto, vero?) E organizzare una felice vacanza, anche con il maglione con le di renne che tua madre o tua suocera ti hanno regalato e dal que non si può sfuggire.

Le cene di Natale in Europa

Pesce, struffoli, panettone, vini… In Italia saranno presenti in molte tavole questo Natale, ma cos’è che si mangia durante le cene di Natale nel resto d’Europa? Facciamo una rassegna di alcuni paesi. Prendete nota, se desiderate arricchire il vostro menù.

10 grandi vini classici imprescindibili per Natale!

Ancora senza vini per Natale? Vini classici: imprescindibili nella tua tavola di Natale. Con questa selezione di vini classici per Natale potrai trovare un vino che potrebbe valere una fortuna ad un prezzo ragionevole.

Per questo Natale. Spumanti e champagne speciali

Moët & Chandon, Bollinger, Foss Marai… Un buono spumante di qualità o Champagne francese sono sempre una scelta sicura per festeggiare Natale e finire l’anno con il miglior brindisi possibile. Scegli tra i migliori spumanti, Lambruschi e Champagne della nostra selezione speciale e condividi i tuoi migliori auguri con un brindisi!

 

 TAGS:Ca' del Bosco Cuvée Prestige FranciacortaCa’ del Bosco Cuvée Prestige Franciacorta

Ca’ del Bosco Cuvée Prestige Franciacorta

 

 

 TAGS:Foss Marai Prosecco Valdobbiadene Brut GuiaFoss Marai Prosecco Valdobbiadene Brut Guia

Foss Marai Prosecco Valdobbiadene Brut Guia

I migliori vini per il ponte dell’Immacolata

 TAGS:undefinedIl mese di dicembre è ormai dietro l’angolo e con esso una serie di festività e di giorni liberi che renderanno più facile prendersi del tempo da godere insieme ad amici e familiari. E quale miglior scusa che una riunione con le persone più care per consumare delle ottime bevande, possibilmente da acquistare online? Con il ponte dell’Immacolata che si avvicina – quest’anno l’8 dicembre è un venerdì – l’aperitivo delle feste è servito! 

Ecco quindi le nostre proposte per iniziare a festeggiare come si deve.

1. Feudi di San Marzano Primitivo di Manduria

Questo vino pugliese è senza dubbio uno dei migliori delle ultime annate tra quelli prodotti in Italia. Al sole del sud Italia e con l’apporto di uve speciali come quelle Primitivo, l’annata del 2014 è adesso matura per poter posarsi sulle nostre tavole per iniziare a festeggiare. Ideale per accompagnare carni, affettati o anche un buon formaggio stagionato, il Feudi di San Marzano 2014 presenta un grado alcolico di 14,5% e il suo corpo ricco di tannini fini conquista fin dal primo sorso.

 2. Bove Indio Montepulciano D’Abruzzo 2012

Per accompagnare un primo a base di pasta, come potrebbe essere una deliziosa amatriciana o carbonara, Il Bove Indio Montepulciano è un vino rosso scuro che garantisce un’esplosione di sapori strepitosa una volta in bocca. Mordibo ed equilibrato, aiuta anche la digestione e si sposa bene con dei secondi a base di carne

3. Lambrusco

In questa selezione non poteva mancare un classico. Il Lambrusco di origine emiliana è un vino frizzante e fruttato che piace anche a chi di vini non è appassionato. Ideale per accompagnare lasagne o affettati come la mortadella, questo prodotto di una delle migliori regioni d’Italia per quanto riguarda la gastronomia non delude mai.

4. Tenuta Roveglia Lugana Limne 2016

Passando ai bianchi, questo bianco lombardo a base di uve Trebbiano dal profumo di mela verde è l’abbinamento perfetto per dei piatti a base di pesce o per insalate fresche e leggere. Da consumare a una temperatura tra i 6 e gli 11 gradi, questo Tenuta Roveglia Lugana Limne è una garanzia per chi ama la freschezza di un buon bianco.

 5. Col Vetoraz Prosecco Extra Dry

Per concludere un buon pranzo o anche una cena importante, come quella del Ponte dell’Immacolata, cosa c’è di meglio di uno spumante di qualità ma non troppo caro? Il Prosecco Col Vetoraz è uno dei migliori spumanti per rapporto qualità prezzo che si trova sul mercato ed è perfetto per un aperitivo o anche per concludere il pasto e fare un bel brindisi.

 

 TAGS:Bove Indio Montepulciano D'Abruzzo 2012Bove Indio Montepulciano D’Abruzzo 2012

Bove Indio Montepulciano D’Abruzzo 2012

 

 

 TAGS:Feudi Di San Marzano Primitivo Di Manduria 2014Feudi Di San Marzano Primitivo Di Manduria 2014

Feudi Di San Marzano Primitivo Di Manduria 2014

Buoni propositi per gli amanti delle bollicine

 TAGS:undefinedSe ti consideri un amante di spumante, champagne e altri vini frizzanti,ecco qui per te alcune idee per espandere il tuo gusto nei vini frizzanti e scoprire nuovi sapori, aromi, forme ed esperienze che questo tipo di vini possono offrire:

1. Dare una possibilità allo spumante inglese

Se non l’hai ancora fatto, ti suggeriamo di farlo non appena si presenti l’occasione. Lo spumante inglese ha avuto un trend positivo negli ultimi tempi e può già essere trovato in vari rivenditori, ed è elaborato nello stesso modo dello Champagne.

2. Partecipa a una degustazione

Se non sei mai stato a un evento come questo, iscrviti a un corso di degustazione specializzata di spumanti. In questo modo potrai godere e imparare molte cose sui vini frizzanti.  

3. Visita un vigneto

Si tratta di un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. In realtà, potrebbe darsi che esista un vigneto nei tuoi paraggi senza che tu lo sappia. Che sia in Spagna, Italia o in Francia, perditi in una delle regioni specializzate in spumanti.

4. Esci dalla tua zona di comfort

È bello trovare un buono spumante che faccia ‘click’ e ci faccia pensare che è ‘nostro’, ma non possiamo e non dovremmo limitarci solamente a uno spumante. Ci sono molti vini di questo tipo in tutto il mondo, perché non provare un po’ di tutto?

5. Semplicemente, viziati!

Bere champagne è considerato un lusso goduto solo in “occasioni speciali”. Evita questi paradigmi e gusta un buon bicchiere di spumante o champagne più spesso, quando ti va di farlo.

 

 TAGS:Moët & Chandon Brut ImpérialMoët & Chandon Brut Impérial

Moët & Chandon Brut Impérial, un vino spumante con DO Champagne che include acini di pinot noir, pinot meunier e chardonnay e con una gradazione alcolica di 12,5º. 

 

 TAGS:La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007

La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007, un vino rosso con DO Rioja a base di graciano e tempranillo di 2007 e con una gradazione alcolica di 14º.

Un vino di 1600 anni. Si potrà bere?

 TAGS:undefinedSi dice che più il vino è vecchio, maggiore è la sua qualità. Ma ci sono sempre dei limiti. La bottiglia più antica del mondo aspetta di essere aperta da oltre 1.600 anni, ma sembra che le occasioni speciali siano ormai passate per questo vino di Espira, Römerwein.

Questa reliquia è stata chiusa per secoli e ora nessuno osa aprirla. La bottiglia è grande, qualcosa di diverso da modelli attuali, e contiene due maniglie (una per lato). Ha la capacità di mezzo litro di liquido ed è stata scoperto nel 1867 durante uno scavo nella regione tedesca della Renania-Palatinato.

Questa bottiglia è la storia che è rimasta intatta nel passare degli anni, le guerre, la morte e la vita. Questo vino può essere visto attualmente nel Museo Storico del Palatinato, nella città tedesca di Speyer. Il vino in questione è una miscela di olio, miele e vino. Non si sa esattamente quale sia lo stato attuale del vino, perché alcuni dicono che è buono e altri che è altamente tossico.

Ci sono stati molti gli scienziati che hanno richiesto il permesso di aprire la bottiglia e verificare qual è lo stato di conservazione di questo vino dopo secoli, ma finora non è stato possibile. La natura del vino in bottiglia è oggetto di molte speculazioni, e si pensa che la maggior parte dell’etanolo contenuto nel vino sia stato perso, anche se molti sostengono che almeno una parte del liquido nella bottiglia deve essere vino .

La produzione di questo vino potrebbe risalire da prima della nascita di Cristo, dal momento che, secondo i dati archeologici, il primo registro disponibile della produzione di vino è in diverse località della Georgia, dove la produzione potrebbe essere dell’ anno 6000 aC . 

 TAGS:Sumarroca Brut Nature Gran Reserva 2011Sumarroca Brut Nature Gran Reserva 2011

Sumarroca Brut Nature Gran Reserva 2011, un vino spumante con DO Cava con i migliori acini di xarel·lo, parellada, macabeo e chardonnay dell’annata 2011.

 

 TAGS:La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007

La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007: Una buona idea per accompagnare questo La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007 sono ragout e chocolate fondant. 

I migliori vini per accompagnare cibo cinese

 TAGS:undefinedQuante volte siamo andati a mangiare cinese senza sapere cosa ordinare! Combinare questo tipo di cibo è possibile sia con champagne, spumante, vino bianco e vino rosso.

Gli spumanti, in generale, sono i migliori per accompagnare questo tipo di cucina, dato che permettono di contrastare il sapore della soia e delle polpette di riso in tutti i suoi aspetti. Con il riso si possono anche consumare vini rossi semisecchi e la varietà Merlot.

I bianchi vanno bene per rinfrescare il palato con alcuni piatti fritti, salse, tagliatelle o alghe, oltre ad accompagnare benissimo il pesce,le verdure e i legumi, che spesso rappresentano questa cucina.

Tra le varietà di uva bianca perfetti per la cucina cinese ci sono i Sauvignon Blanc e gli Chardonnay, così come altre varietà bianche spagnole, spesso simili alle DO sopra menzionate.

Quando si tratta di consumare piatti di carne, come ad esempio l’anatra arrosto, pollo o manzo, che vanno sempre con spezie, i vini rossi novelli sono perfetti. In questo caso, avranno successo i vini più conosciuti delle DO Rioja e Ribera del Duero. L’anatre laccata può essere accompagnata da vini elaborati con uve Bobal o Monastrell, Cabernet Sauvignon e Syrah.

Quando il cibo è piuttosto piccante, a seconda del piatto e la quantità di salsa richiesta si raccomandano un Gewürztraminer o un Sauvignon Blanc. Inoltre, provare vini cinesi è anche un altro modo per approfondire la cultura orientale, perché, anche se non sono molti, ce ne sono diversi di buon livello in risotranti, negozi online e supermercati. Alcuni costumi orientali indicano bere vin brulè, con una molto bassa gradazione alcolica, che aumenta le sue qualità organolettiche.

 

 TAGS:La Malkerida Bobal 2014La Malkerida Bobal 2014

La Malkerida Bobal 2014, un vino rosso della DO Utiel-Requena con i migliori acini di bobal di 2014 e con 12.5º gradi. 

 

 TAGS:Sumarroca Sauvignon Blanc 2015Sumarroca Sauvignon Blanc 2015

Sumarroca Sauvignon Blanc 2015, un vino bianco di Penedes con i migliori acini di sauvignon blanc di 2015. 

6 bar da film

 TAGS:undefinedÈ chiaro che i bar sono parte della nostra vita, tant’è che spesso sono teatro di momenti importanti, qualcosa che il film non poteva non catturare, come accade con tutti gli eventi, reali o immaginari , immaginati dai suoi creatori.

Ci sono molti segni che la settima arte accumula in taverne, pub, bar, caffè, e altri edifici, e questi sono i principali.

1. La Cantina di Mos Eisley

E ‘impossibile che un fan di Star Wars non ascolti la canzone che si sente nella scena nella cantina del pianeta Tatooine quando vede una foto di essa. Si tratta del luogo dove Ben Kenobi e Luke Skywalker reclutano Han Solo e Chewbacca per le loro avventure e dove il maestro Jedi usa per la prima volta la sua spada laser.

2. Bob’s Country Bunker

Ogni bar che che abbia una tela metallico per evitare il lancio di bottiglie merita di essere visitato. Questo è il caso dell’ antro che comprende le avventure dei famosi Blues Brothers nel film omonimo con John Belushi e Dan Aykroyd.

3. La Sala d’Oro dell’ hotel Overlook

Qui iniziamo a vedere come Jack Nicholson va fuori di testa in alcune delle scene chiave di Shining, l’inquietante film diretto nel 1980 dal grande regista Stanley Kubrick.

4. Il Puledro Impennato

Niente di meglio di un paio di pinte di birra per iniziare la più grande avventura mai vissuta dai quattro hobbit della Contea. Qui ci sono Aragorn (aka Strider) e i piccoli eroi dai piedi pelosi nell’adattamento cinematografico de Il Signore degli Anelli.

5. Jack Rabbit’s Slim

Probabilmente una delle scene più memorabili di Pulp Fiction di Quentin Tarantino si svolge in questo luogo tipicamente americano: è una cena danzante in cui John Travolta e Uma Thurman danno libero sfogo alla loro passione per danza e frullati.

6. Rick Café Americain

Non poteva mancare in questa piccola recensione la più famosa discoteca di Casablanca, che ha visto la nascita dell’ amore appassionato tra Humphrey Bogart e Ingrid Bergman nel film del 1942, oltre ad ospitare il pianoforte che Sam “suonò di nuovo.”

 TAGS:Coppola Diamond Chardonnay 2013Coppola Diamond Chardonnay 2013

Coppola Diamond Chardonnay 2013

 

 

 TAGS:Francis Ford Coppola Winery Director's Cut Zinfandel Dry Creek Valley 2013Francis Ford Coppola Winery Director’s Cut Zinfandel Dry Creek Valley 2013

Francis Ford Coppola Winery Director’s Cut Zinfandel Dry Creek Valley 2013

L’abuso d’alcol tra gli adolescenti può modificare il cervello

 TAGS:undefinedUn recente studio condotto dalla University of Eastern Finland e Kuopio University Hospital ha segnalato un “assottigliamento corticale” nei giovani che erano forti consumatori di alcol durante l’adolescenza.

I risultati della ricerca, pubblicati sulla rivista Addiction, rivelano che le parti del cervello che si sviluppano oltre i 20 anni possono vedere interrotta la loro maturazione a causa dell’ abuso di alcol.

Lo studio è stato effettuato attraverso tecniche di risonanza magnetica applicate alla struttura del cervello dei giovani sani ma consumatori di alcol durante l’adolescenza, e soggetti della stessa età ma che hanno bevuto poco. Il processo è avvenuto in tre fasi trasversali durante oltre 10 anni, su soggetti di età compresa tra i 13 ei 18 anni all’inizio delle indagini.

Tutti i partecipanti hanno avuto buoni risultati accademici e non hanno mostrato differenze apprezzabili per quanto riguarda i problemi di salute mentale, mentre ai bevitori non sono stati diagnosticati disturbi dovuti all’ abuso di alcool. Tuttavia, alcune differenze statisticamente significative sono state apprezzate tra i due gruppi.

Tra i “bevitori” è stato notato un calo visto nel volume di materia grigia nella corteccia cingolata anteriore (un’area del cervello coinvolta in funzioni quali la regolazione della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca, e alcune funzioni di livello superiore, come anticipo della ricompensa, il processo decisionale, il controllo degli impulsi e delle emozioni) e l’insula destra (quest’ultima anche legata a funzioni di livello superiore).

Secondo i ricercatori, l’eccessivo consumo di alcol può interferire con il processo di maturazione delle aree menzionate, particolarmente importante nel controllo degli impulsi e nella sensibilità agli effetti negativi dell’alcol soggettivi. Indi per cui queste variazioni di volume possono svolgere un ruolo importante nello sviluppo di un disturbo per un uso di sostanze più in avanti nella vita.

Non si conosce il meccanismo esatto che prende piede dopo questi cambiamenti strutturali, ma sembra che alcuni di essi potrebbero essere reversibili se il consumo di alcol è notevolmente ridotto. E, come sempre, in Uvinum consigliamo un consumo moderato e responsabile di alcol, dato che è il modo migliore per godere del piacere ed i benefici di un bicchiere di buon vino.

 TAGS:Tenuta Roveglia Lugana Limne 2016Tenuta Roveglia Lugana Limne 2016

Tenuta Roveglia Lugana Limne 2016

 

 

 TAGS:Cusumano Terre Siciliane Insolia 2016Cusumano Terre Siciliane Insolia 2016

Cusumano Terre Siciliane Insolia 2016

5 miti su spumante e champagne che devi dimenticare

 TAGS:undefinedSi tratti di Champagne, Prosecco o spumante, non è un segreto che il mondo ami la loro effervescenza e magia. Ecco perché oggi sfateremo 5 miti alla base di queste deliziose bevande:

1. Devono essere aperti con un sonoro “pop”

Anche se si apre con un suono forte che e spettacolare, come siamo abituati a vedere nei film, non è sempre il modo migliore. È meglio aprire con una torsione del pollice di una mano e il fondo dell’altra ad un angolo di 45 gradi. Un morbido “Tsss” (come le bevande gassate) è meglio di un “pop”.

2. Utilizzare un cucchiaio per mantenerlo frizzante

Semplicemente non funziona per niente. È errato pensare che, utilizzando un cucchiaio d’argento, collocandolo in all’interno della bottiglia con il manico l’aria sarebbe rimasta fredda dando alle bolle più tempo di durata. Ma non è così. 

3. Gli spumanti provocano le peggiori sbornie

Un vero falso mito, ma la realtà è che, come qualsiasi altra bevanda alcolica, gli spumanti possono provocare o meno una brutta sbornia, quando tutto dipende dalla quantità consumata. Inoltre, ci teniamo a smentire che le bollicine fanno arrivare prima a uno stato generale d’ebbrezza.  

4. Lo Champagne deve essere servito solo come antipasto

Tradizionalmente, lo Champagne viene usato per celebrazioni e quindi servito per accompagnare antipasti a matrimoni ed eventi del genere. Tuttavia, esistono ottimi abbinamenti con un’ampia varietà di alimenti con cui è possibile preparare una deliziosa cena e degustare del buon Champagne.

5. Tutti gli spumanti sono Champagne

Questo non è affatto corretto e non è altro che un malinteso comune che la gente non capisce. Lo Champagne è un vino spumante prodotto con il metodo champenoise e che di solito è molto di qualità, grazie alla sua tradizione e storia. Tuttavia, il nome viene spesso usato come sinonimo di vino frizzante o spumante, il che è un uso molto poco corretto, perché ogni bevanda ha la sua identità. Salute!

 TAGS:Louis Roederer Brut PremierLouis Roederer Brut Premier

Louis Roederer Brut Premier

 

 

 TAGS:Cà del Bosco Cuvée Prestige BrutCà del Bosco Cuvée Prestige Brut

Cà del Bosco Cuvée Prestige Brut

Alimenti che vanno consumati con moderazione

 TAGS:undefinedEsistono varie opinioni sui prodotti alimentari che beneficiano la nostra salute e sono perfettamente sani per il nostro corpo e la nostra vita quotidiana. Tuttavia, non tutto è ciò che sembra, anche perché è dimostrato che qualsiasi cibo, anche il più sano, può causare danni alla salute se si abusa di esso, compresa l’acqua. Qui vi diremo di alcuni alimenti che si ritengono perfettamente innocui per la nostra salute, ma che sarà meglio mangiare con moderazione prima che possano causare danni.

  • Pomodori e melanzane: queste verdure sono caratterizzate dalla alcune parti verdi contenenti sostanze alcaloidi che possono causare intossicazioni, mal di testa, vomito e persino allucinazioni. Nel caso delle melanzane è un po ‘più controllabile perché, quando le saltiamo in padella, queste proprietà vengono generalmente annullate.
  • Fibre: le fibre sono sempre raccomandate da qualsiasi nutrizionista o medico quando si hanno problemi nella flora intestinale, oltre ad essere necessarie per mantenere un buon sistema digestivo. Tuttavia, le fibre in eccesso possono causare blocchi nell’ assorbimento di calcio da altri alimenti, come un aumento del rischio di malattie ossee.
  • Frutti di mare: ottimi per i loro alti livelli di Omega 3 e 6 che sono di grande aiuto per la nostra salute. Però molti di questi molluschi sono filtratori o che assorbono tutti gli agenti inquinanti chi sono sulla loro strada, il che li trasforma in metalli pesanti che possono essere molto dannosi per la salute. Inoltre, i frutti di mare abbondano di purine, correlate alle molecole di urea azotate che possono formare cristalli di acido urico, provocando la gotta.
  • Succhi di frutta: la frutta è molto meglio che il succo stessi, poiché quest’ultimo fornisce una grande quantità di saccarosio, alla fine, mentre il metabolismo preferisce fruttosio e glucosio. Dopo un periodo il corpo può mancare di vitamine B1 e B2 a causa di zuccheri in eccesso, che, a loro volta, provocano un blocco di insulina, che può causare il diabete.
  • Uova: Le uova sono molto nutrienti e molto ricche, ma molti studi hanno dimostrato che l’eccessivo consumo di questo alimento può causare aumento del colesterolo-non sempre dannoso, va detto- che se si conduce una vita sedentaria può portare all’obesità. Una dieta di 6 uova a settimana è ottimale, anche se varia per ogni persona.

 TAGS:Libalis 2015Libalis 2015

Libalis 2015

 TAGS:El Grifo El Afrutado 2015El Grifo El Afrutado 2015

El Grifo El Afrutado 2015