Autore: antoniomoschella

I migliori vini del nuovo mondo

 TAGS:undefined

In breve tempo, i vini del nuovo mondo stanno emergendo e competendo con quelli del vecchio mondo, o di quei luoghi più tradizionali in termini di cultura del vino.Quando parliamo di vini del nuovo mondo ci riferiamo a quelli provenienti da zone al di fuori dei vigneti europei o, come abbiamo specificato, dalle terre che normalmente producono vino, come la Spagna, la Francia, l’Italia, la Germania, l’Ungheria, il Portogallo, i paesi balcanici e il Regno Unito.

I vini del nuovo mondo che stanno avendo sempre più successo oggigiorno provengono da posti come Argentina, Cile, Stati Uniti, Messico, Perù, Uruguay, Canada, Australia, Nuova Zelanda e Sud Africa, tra gli altri.

I vini di questi paesi hanno alcune caratteristiche diverse dai precedenti, hanno colori più forti, sono caldi, di frutta matura … e sono totalmente condizionati dal clima che prevale in quel paese, normalmente più caldo di quelli europei.

Quelli provenienti dall’Argentina si possono già trovare nei ristoranti di tutto il mondo e hanno un grande successo. Il paese latino è il più grande produttore di vino in sudamerica e il quinto produttore mondiale, quindi la sua importanza è notevole. Si tratta di vini con un colore e un corpo molto intensi. In Canada si produce vino da molti anni, soprattutto a base di uve chardonnay, riesling, cabernet sauvignon, cabernet franc, uva selvatica e merlot.

Anche i vini australiani stanno avendo un certo successo, soprattutto per via del loro sapore intenso. L’Australia è il sesto produttore di vini in tutto il mondo, e tra i suoi migliori vi sono Riesling e il Semillon, elaborati a partire da varietà nobili europee.

Menzione speciale per i vini sudafricani. Attualmente il paese ha una superficie coltivata di circa 100.000 ettari e principalmente varietà bianche. I suoi vini molto popolari e venduti in tutto il mondo. In gran parte del paese vi è un clima simile a quello del Mediterraneo, il che da ai loro vini un sapore simile.

 TAGS:El Esteco Don David Malbec 2015El Esteco Don David Malbec 2015

El Esteco Don David Malbec 2015

 

 

 TAGS:Alamos Malbec 2016Alamos Malbec 2016

Alamos Malbec 2016

 

La vodka, una bevanda ‘multicolore’

 TAGS:undefinedSeppur trasparente e senza alcuna sfumatura, la vodka non è assolutamente una bevanda incolore, anzi. Possiamo dire che paradossalmente, nonostante la sua tonalità cromatica, la bevanda russa sia una delle più ‘multicolori’, vuoi per la sua possibilità di abbinarsi ad altri liquidi vuoi per le varie versioni distillate di essa. Infatti, ecco una serie di articoli  che ne dimostrano la polivalenza.

6 cocktail con vodka

Se sei amante della vodka, sicuramente vorrai gioire della sua versatilità con una serie di svariate ricette di cocktail di vodka, adatte ad ogni occasione. Sia d’inverno sia d’estate, queste ricette non falliscono.

6 benefici della vodka che non conoscevi

Questa deliziosa bevanda, famosa per il suo sapore forte e la popolarità durante la preparazione dei cocktail, è anche la soluzione a molti problemi che non si conoscono e sarebbe bene sapeere.

Le 10 migliori marche di vodka

La vodka è una delle bevande preferite dai consumatori di tutto il mondo e sono davvero numerose le marche presenti sul mercato. Ma quali sono le migliori marche di vodka del mondo? Sicuramente ognuno di noi ha la sua preferita, tuttavia oggi vi presentiamo le 10 marche di vodka più importanti a livello mondiale.

La vodka non “parla” solo russo

Quando parliamo della vodka forse tra le prime cose che ci vengono in mente ci sono la Russia e le sue gelide città tuttavia, essendo la bevanda distillata più bevuta al mondo, viene prodotta praticamente ovunque vi sia una distilleria . Cerchiamo quindi di saperne di più sulla vodka, e non solo di quella della Russia.

Vodka. Dall’est Europa al mondo

Letteralmente “piccola acqua” nella lingua russa, è una bevanda fredda il cui consumo si è ormai diffuso in tutto il mondo. Anche se la paternità del prodotto è probabilmente polacca, le prime distillerie di vodka sono state costruite in Russia, durante il regno dello Zar Ivan il Terribile. Fu poi Napoleone colui che inizió ad esportarla in Europa Occidentale dopo la campagna di Russia del 1812.

Vodka alla frutta

La vodka è la bevanda alcolica più bevuta al mondo, e ciò fa pensare che la varietà è così grande proprio come la bevanda stessa. Praticamente in ogni parte del mondo esistono distillerie che producono vodka; infatti il suo processo di elaborazione relativamente semplice ed il successo riscontrato sul pubblico sono due garanzie decisamente sufficienti per investire in questa bevanda cristallina.

 

 TAGS:Absolut SequinAbsolut Sequin

Absolut Sequin

 

 

 TAGS:Absolut Mix Limited EditionAbsolut Mix Limited Edition

Absolut Mix Limited Edition

Il vino che non da mal di testa

 TAGS:undefinedAnche se non è un sintomo comune, alcune persone, dopo aver bevuto vino, soffrono di mal di testa. Ciò è dovuto a problemi allergici causati dall’istamina della fermentazione dell’uva, che si trova sempre più spesso in molti vini.

Ma ora tutti possono bere vino perché  ne è stato elaborato uno senza questa molecola, l’istamina. Questo vino è stato prodotto grazie allo studio del Politecnico di Madrid (UPM) e dell’Università di Valencia, e ha avuto un grande impatto perché è stato pubblicato sull’International Journal of Food Microbiology.

Per ottenere quest’obiettivo si suppone che batteri indigeni selezionati annulino naturalmente coloro che producono l’istamina, che è ciò che può provocare allergie. Pertanto, nella fermentazione questo composto non viene generato.

A quanto pare è dunque l’istamina a provocare molte reazioni allergiche, come ad esempi cali della pressione sanguigna, arrossamento della pelle e quel mal di testa che è spesso fastidioso e non permette a molte persone dicono di bere vino. In realtà questo nuovo vino è una buona scoperta, poiché l’istamina è sempre più utilizzata nella produzione di vini e forse non sarebbe necessaria, come dimostrato da questo studio.

I responsabili dello studio spiegano che la riduzione dei livelli di istamina è benefica per la sicurezza alimentare del vino.

A proposito dello studio

Per elaborare questo vino, il cui processo di creazione partì nel 2010, sono stati utilizzati due depositi con caratteristiche identiche. Mentre in uno si svolgeva una fermentazione malolattica senza batteri lattici che producono istamina, nel secondo serbatoio si elaborava il processo classico. Piano piano si è proceduto a realizzare un processo biologico di spostamento naturale dei batteri che producono ammine biogeniche.

 TAGS:Poderi Luigi Einaudi Langhe Nebbiolo 2015Poderi Luigi Einaudi Langhe Nebbiolo 2015

Poderi Luigi Einaudi Langhe Nebbiolo 2015

 

 

 TAGS:Bruno Rocca Dolcetto D'Alba Vigna Trifolè 2016Bruno Rocca Dolcetto D’Alba Vigna Trifolè 2016

Bruno Rocca Dolcetto D’Alba Vigna Trifolè 2016

I vini bianchi per le cene delle feste

 TAGS:undefined

Il periodo delle feste natalizie è periodo di cene, molte delle quali sono basate soprattutto su pietanze di pesce o frutti di mare. Ed è per questo che la ricerca di un vino bianco di livello da abbinare a uno di questi piatti è una componente fondamentale dell’organizzazione di queste cene. In quanti di noi, infatti, amano accompagnare un’orata all’acqua pazza, una spigola al forno o dei vermicelli ai frutti di mare con un delizioso e fresco vino bianco? Il suo sapore leggermente acido è infatti ideale per contrastare il grasso del pesce e si combina perfettamente con esso.

Un piatto come i vermicelli alle vongole, molto napoletano ma ormai diffusosi in ogni angolo d’Italia, è una delizia che va accompagnata come si deve. Una Falanghina del Sannio, uno dei migliori bianchi della regione Campania, è il complemento ideale per via dei suoi soffi floreali eleganti, oltre al palato fresco che spicca per la sua piacevole sapidita? in chiusura.

Chi non ama particolarmente le vongole può scegliere un primo a base di scialatielli con tonno fresco e pomodorini, un abbinamento sempre vincente. Per gustare questo piatto saporito è consigliabile un Verdicchio di Matelica, dall’aroma di fiori bianchi e frutti, che in bocca risulta essere fresco e sapido, con grande mineralita?. Un vino ottimo per il prezzo da pagare per averlo.

Per i secondi, c’è solo l’imbarazzo della scelta. I più tradizionali scelgono l’orata all’acqua pazza, un piatto leggero ma dal gusto deciso, mentre c’è chi preferisce un buon calamaro marinato o dei classici gamberi bolliti, o anche crudi. Per entrambe le specialità il vino che più ci aiuta ad apprezzare il loro sapore è il Vermentino di Gallura, dal  e? secco, fresco e sapido. Questo vino è adatto anche agli aperitivi di inizio pranzo, che a Natale spesso significano salmone norvegese.

In generale, qualsiasi cosa tu decida di mangiare a Natale, l’importante è che sia sempre accompagnata da un buon vino bianco, leggermente fresco, ma non troppo. Perché  se l’armonia delle feste in famiglia o con amici dipende dalle celebrazioni, un vino di qualità non può mai mancare!

Un consiglio per i tuoi vini bianchi su Uvinum? Te ne diamo due!

 

 

 TAGS:Funtanaliras Vermentino Di Gallura 2016Funtanaliras Vermentino Di Gallura 2016

Funtanaliras Vermentino Di Gallura 2016

 
 
 
 

 TAGS:Fontanavecchia Taburno Falanghina del Sannio 2016Fontanavecchia Taburno Falanghina del Sannio 2016

Fontanavecchia Taburno Falanghina del Sannio 2016

Arriva il Natale. Le migliori idee per accompagnare le tue cene!

 TAGS:undefinedCon il freddo arrivano anche le feste. Ed è arrivato dunque il momento di pensare a come accompagnare le cene del periodo che va da Natale all’Epifania, passando per la notte di Capodanno. Nessuna cena importante, infatti, è completa senza la presenza di un buon vino, per non parlare di uno spumante o di un liquore che chiude alla grande il pasto. Ecco di seguito degli articoli per scegliere le migliori bevande per queste occasioni:

Bevande per le cene natalizie

Quali beande servire alle donne incinte per le feste di Natale?

Le feste natalizie si avvicinano, le strade si illuminano ed il menù per Natale è quasi pronto. Forse devi ancora scegliere il vino. Però come fai se siete in gravidanza e non puoi bere alcol durante le feste di Natale? Oppure si tratta di tua sorella, cognata, cugina che è incinta e non hai previsto bevande speciali. Non preoccuparti!

Quali vini bere per il pranzo di Natale?

Natale si avvicina e come ogni anno arriva il momento di scegliere un menù ma anche i vini che accompagneranno il pranzo del 25 dicembre. A meno di un mese dalla festa tradizionale, vi proponiamo di aiutarvi nella scelta del vino e vi diremo anche come abbinarlo in funzione del tipo di pasto.

Buon Natale! E felice vino

Finalmente è Natale! Così ora comincia ad essere il momento di stappare lo champagne, decantare i vini di riserva (li hai messi nel posto giusto, vero?) E organizzare una felice vacanza, anche con il maglione con le di renne che tua madre o tua suocera ti hanno regalato e dal que non si può sfuggire.

Le cene di Natale in Europa

Pesce, struffoli, panettone, vini… In Italia saranno presenti in molte tavole questo Natale, ma cos’è che si mangia durante le cene di Natale nel resto d’Europa? Facciamo una rassegna di alcuni paesi. Prendete nota, se desiderate arricchire il vostro menù.

10 grandi vini classici imprescindibili per Natale!

Ancora senza vini per Natale? Vini classici: imprescindibili nella tua tavola di Natale. Con questa selezione di vini classici per Natale potrai trovare un vino che potrebbe valere una fortuna ad un prezzo ragionevole.

Per questo Natale. Spumanti e champagne speciali

Moët & Chandon, Bollinger, Foss Marai… Un buono spumante di qualità o Champagne francese sono sempre una scelta sicura per festeggiare Natale e finire l’anno con il miglior brindisi possibile. Scegli tra i migliori spumanti, Lambruschi e Champagne della nostra selezione speciale e condividi i tuoi migliori auguri con un brindisi!

 

 TAGS:Ca' del Bosco Cuvée Prestige FranciacortaCa’ del Bosco Cuvée Prestige Franciacorta

Ca’ del Bosco Cuvée Prestige Franciacorta

 

 

 TAGS:Foss Marai Prosecco Valdobbiadene Brut GuiaFoss Marai Prosecco Valdobbiadene Brut Guia

Foss Marai Prosecco Valdobbiadene Brut Guia

I migliori vini per il ponte dell’Immacolata

 TAGS:undefinedIl mese di dicembre è ormai dietro l’angolo e con esso una serie di festività e di giorni liberi che renderanno più facile prendersi del tempo da godere insieme ad amici e familiari. E quale miglior scusa che una riunione con le persone più care per consumare delle ottime bevande, possibilmente da acquistare online? Con il ponte dell’Immacolata che si avvicina – quest’anno l’8 dicembre è un venerdì – l’aperitivo delle feste è servito! 

Ecco quindi le nostre proposte per iniziare a festeggiare come si deve.

1. Feudi di San Marzano Primitivo di Manduria

Questo vino pugliese è senza dubbio uno dei migliori delle ultime annate tra quelli prodotti in Italia. Al sole del sud Italia e con l’apporto di uve speciali come quelle Primitivo, l’annata del 2014 è adesso matura per poter posarsi sulle nostre tavole per iniziare a festeggiare. Ideale per accompagnare carni, affettati o anche un buon formaggio stagionato, il Feudi di San Marzano 2014 presenta un grado alcolico di 14,5% e il suo corpo ricco di tannini fini conquista fin dal primo sorso.

 2. Bove Indio Montepulciano D’Abruzzo 2012

Per accompagnare un primo a base di pasta, come potrebbe essere una deliziosa amatriciana o carbonara, Il Bove Indio Montepulciano è un vino rosso scuro che garantisce un’esplosione di sapori strepitosa una volta in bocca. Mordibo ed equilibrato, aiuta anche la digestione e si sposa bene con dei secondi a base di carne

3. Lambrusco

In questa selezione non poteva mancare un classico. Il Lambrusco di origine emiliana è un vino frizzante e fruttato che piace anche a chi di vini non è appassionato. Ideale per accompagnare lasagne o affettati come la mortadella, questo prodotto di una delle migliori regioni d’Italia per quanto riguarda la gastronomia non delude mai.

4. Tenuta Roveglia Lugana Limne 2016

Passando ai bianchi, questo bianco lombardo a base di uve Trebbiano dal profumo di mela verde è l’abbinamento perfetto per dei piatti a base di pesce o per insalate fresche e leggere. Da consumare a una temperatura tra i 6 e gli 11 gradi, questo Tenuta Roveglia Lugana Limne è una garanzia per chi ama la freschezza di un buon bianco.

 5. Col Vetoraz Prosecco Extra Dry

Per concludere un buon pranzo o anche una cena importante, come quella del Ponte dell’Immacolata, cosa c’è di meglio di uno spumante di qualità ma non troppo caro? Il Prosecco Col Vetoraz è uno dei migliori spumanti per rapporto qualità prezzo che si trova sul mercato ed è perfetto per un aperitivo o anche per concludere il pasto e fare un bel brindisi.

 

 TAGS:Bove Indio Montepulciano D'Abruzzo 2012Bove Indio Montepulciano D’Abruzzo 2012

Bove Indio Montepulciano D’Abruzzo 2012

 

 

 TAGS:Feudi Di San Marzano Primitivo Di Manduria 2014Feudi Di San Marzano Primitivo Di Manduria 2014

Feudi Di San Marzano Primitivo Di Manduria 2014

Buoni propositi per gli amanti delle bollicine

 TAGS:undefinedSe ti consideri un amante di spumante, champagne e altri vini frizzanti,ecco qui per te alcune idee per espandere il tuo gusto nei vini frizzanti e scoprire nuovi sapori, aromi, forme ed esperienze che questo tipo di vini possono offrire:

1. Dare una possibilità allo spumante inglese

Se non l’hai ancora fatto, ti suggeriamo di farlo non appena si presenti l’occasione. Lo spumante inglese ha avuto un trend positivo negli ultimi tempi e può già essere trovato in vari rivenditori, ed è elaborato nello stesso modo dello Champagne.

2. Partecipa a una degustazione

Se non sei mai stato a un evento come questo, iscrviti a un corso di degustazione specializzata di spumanti. In questo modo potrai godere e imparare molte cose sui vini frizzanti.  

3. Visita un vigneto

Si tratta di un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. In realtà, potrebbe darsi che esista un vigneto nei tuoi paraggi senza che tu lo sappia. Che sia in Spagna, Italia o in Francia, perditi in una delle regioni specializzate in spumanti.

4. Esci dalla tua zona di comfort

È bello trovare un buono spumante che faccia ‘click’ e ci faccia pensare che è ‘nostro’, ma non possiamo e non dovremmo limitarci solamente a uno spumante. Ci sono molti vini di questo tipo in tutto il mondo, perché non provare un po’ di tutto?

5. Semplicemente, viziati!

Bere champagne è considerato un lusso goduto solo in “occasioni speciali”. Evita questi paradigmi e gusta un buon bicchiere di spumante o champagne più spesso, quando ti va di farlo.

 

 TAGS:Moët & Chandon Brut ImpérialMoët & Chandon Brut Impérial

Moët & Chandon Brut Impérial, un vino spumante con DO Champagne che include acini di pinot noir, pinot meunier e chardonnay e con una gradazione alcolica di 12,5º. 

 

 TAGS:La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007

La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007, un vino rosso con DO Rioja a base di graciano e tempranillo di 2007 e con una gradazione alcolica di 14º.

Un vino di 1600 anni. Si potrà bere?

 TAGS:undefinedSi dice che più il vino è vecchio, maggiore è la sua qualità. Ma ci sono sempre dei limiti. La bottiglia più antica del mondo aspetta di essere aperta da oltre 1.600 anni, ma sembra che le occasioni speciali siano ormai passate per questo vino di Espira, Römerwein.

Questa reliquia è stata chiusa per secoli e ora nessuno osa aprirla. La bottiglia è grande, qualcosa di diverso da modelli attuali, e contiene due maniglie (una per lato). Ha la capacità di mezzo litro di liquido ed è stata scoperto nel 1867 durante uno scavo nella regione tedesca della Renania-Palatinato.

Questa bottiglia è la storia che è rimasta intatta nel passare degli anni, le guerre, la morte e la vita. Questo vino può essere visto attualmente nel Museo Storico del Palatinato, nella città tedesca di Speyer. Il vino in questione è una miscela di olio, miele e vino. Non si sa esattamente quale sia lo stato attuale del vino, perché alcuni dicono che è buono e altri che è altamente tossico.

Ci sono stati molti gli scienziati che hanno richiesto il permesso di aprire la bottiglia e verificare qual è lo stato di conservazione di questo vino dopo secoli, ma finora non è stato possibile. La natura del vino in bottiglia è oggetto di molte speculazioni, e si pensa che la maggior parte dell’etanolo contenuto nel vino sia stato perso, anche se molti sostengono che almeno una parte del liquido nella bottiglia deve essere vino .

La produzione di questo vino potrebbe risalire da prima della nascita di Cristo, dal momento che, secondo i dati archeologici, il primo registro disponibile della produzione di vino è in diverse località della Georgia, dove la produzione potrebbe essere dell’ anno 6000 aC . 

 TAGS:Sumarroca Brut Nature Gran Reserva 2011Sumarroca Brut Nature Gran Reserva 2011

Sumarroca Brut Nature Gran Reserva 2011, un vino spumante con DO Cava con i migliori acini di xarel·lo, parellada, macabeo e chardonnay dell’annata 2011.

 

 TAGS:La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007

La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007: Una buona idea per accompagnare questo La Rioja Alta Gran Reserva 904 2007 sono ragout e chocolate fondant. 

I migliori vini per accompagnare cibo cinese

 TAGS:undefinedQuante volte siamo andati a mangiare cinese senza sapere cosa ordinare! Combinare questo tipo di cibo è possibile sia con champagne, spumante, vino bianco e vino rosso.

Gli spumanti, in generale, sono i migliori per accompagnare questo tipo di cucina, dato che permettono di contrastare il sapore della soia e delle polpette di riso in tutti i suoi aspetti. Con il riso si possono anche consumare vini rossi semisecchi e la varietà Merlot.

I bianchi vanno bene per rinfrescare il palato con alcuni piatti fritti, salse, tagliatelle o alghe, oltre ad accompagnare benissimo il pesce,le verdure e i legumi, che spesso rappresentano questa cucina.

Tra le varietà di uva bianca perfetti per la cucina cinese ci sono i Sauvignon Blanc e gli Chardonnay, così come altre varietà bianche spagnole, spesso simili alle DO sopra menzionate.

Quando si tratta di consumare piatti di carne, come ad esempio l’anatra arrosto, pollo o manzo, che vanno sempre con spezie, i vini rossi novelli sono perfetti. In questo caso, avranno successo i vini più conosciuti delle DO Rioja e Ribera del Duero. L’anatre laccata può essere accompagnata da vini elaborati con uve Bobal o Monastrell, Cabernet Sauvignon e Syrah.

Quando il cibo è piuttosto piccante, a seconda del piatto e la quantità di salsa richiesta si raccomandano un Gewürztraminer o un Sauvignon Blanc. Inoltre, provare vini cinesi è anche un altro modo per approfondire la cultura orientale, perché, anche se non sono molti, ce ne sono diversi di buon livello in risotranti, negozi online e supermercati. Alcuni costumi orientali indicano bere vin brulè, con una molto bassa gradazione alcolica, che aumenta le sue qualità organolettiche.

 

 TAGS:La Malkerida Bobal 2014La Malkerida Bobal 2014

La Malkerida Bobal 2014, un vino rosso della DO Utiel-Requena con i migliori acini di bobal di 2014 e con 12.5º gradi. 

 

 TAGS:Sumarroca Sauvignon Blanc 2015Sumarroca Sauvignon Blanc 2015

Sumarroca Sauvignon Blanc 2015, un vino bianco di Penedes con i migliori acini di sauvignon blanc di 2015. 

6 bar da film

 TAGS:undefinedÈ chiaro che i bar sono parte della nostra vita, tant’è che spesso sono teatro di momenti importanti, qualcosa che il film non poteva non catturare, come accade con tutti gli eventi, reali o immaginari , immaginati dai suoi creatori.

Ci sono molti segni che la settima arte accumula in taverne, pub, bar, caffè, e altri edifici, e questi sono i principali.

1. La Cantina di Mos Eisley

E ‘impossibile che un fan di Star Wars non ascolti la canzone che si sente nella scena nella cantina del pianeta Tatooine quando vede una foto di essa. Si tratta del luogo dove Ben Kenobi e Luke Skywalker reclutano Han Solo e Chewbacca per le loro avventure e dove il maestro Jedi usa per la prima volta la sua spada laser.

2. Bob’s Country Bunker

Ogni bar che che abbia una tela metallico per evitare il lancio di bottiglie merita di essere visitato. Questo è il caso dell’ antro che comprende le avventure dei famosi Blues Brothers nel film omonimo con John Belushi e Dan Aykroyd.

3. La Sala d’Oro dell’ hotel Overlook

Qui iniziamo a vedere come Jack Nicholson va fuori di testa in alcune delle scene chiave di Shining, l’inquietante film diretto nel 1980 dal grande regista Stanley Kubrick.

4. Il Puledro Impennato

Niente di meglio di un paio di pinte di birra per iniziare la più grande avventura mai vissuta dai quattro hobbit della Contea. Qui ci sono Aragorn (aka Strider) e i piccoli eroi dai piedi pelosi nell’adattamento cinematografico de Il Signore degli Anelli.

5. Jack Rabbit’s Slim

Probabilmente una delle scene più memorabili di Pulp Fiction di Quentin Tarantino si svolge in questo luogo tipicamente americano: è una cena danzante in cui John Travolta e Uma Thurman danno libero sfogo alla loro passione per danza e frullati.

6. Rick Café Americain

Non poteva mancare in questa piccola recensione la più famosa discoteca di Casablanca, che ha visto la nascita dell’ amore appassionato tra Humphrey Bogart e Ingrid Bergman nel film del 1942, oltre ad ospitare il pianoforte che Sam “suonò di nuovo.”

 TAGS:Coppola Diamond Chardonnay 2013Coppola Diamond Chardonnay 2013

Coppola Diamond Chardonnay 2013

 

 

 TAGS:Francis Ford Coppola Winery Director's Cut Zinfandel Dry Creek Valley 2013Francis Ford Coppola Winery Director’s Cut Zinfandel Dry Creek Valley 2013

Francis Ford Coppola Winery Director’s Cut Zinfandel Dry Creek Valley 2013